Sconto del 20% sui cibi bio e integratori di Energy Training  OTTIENI IL COUPON

Ecco perché il glutine danneggia il tuo cervello, il tuo intestino e la tua pelle (anche se non sei celiaco)

Condividi

Molte persone associano la sensibilità al glutine ai problemi digestivi noti come celiachia e sindrome da colon irritabile.

Ma il glutine non ha effetti negativi solo sull’apparato digerente, infiamma anche altre regioni del corpo, come il cervello, le articolazioni e la pelle.

E’ stato studiato da molti ricercatori, incluso il Dr Kenneth Fine, PhD, che l’81% della popolazione ha una qualche intolleranza al glutine. Questo significa che il corpo produce anticorpi contro il glutine o contro le sue componenti come la proteina gliadina e le sue forme.

Molti ricercatori e nutrizionisti credono che eliminare il glutine dalla propria dieta faccia bene a tutti. Quando si elimina il glutine si notano grandi miglioramenti nelle funzioni del cervello, nel livello di energia, nel respiro, nell’efficienza del sistema immunitario e nella salute della pelle.

Eliminare il glutine fa bene al cervello

Quando mangiamo cibo contenente glutine, aumentiamo i livelli di una molecola proteica chiamata zonulina. La zonulina funziona come un “cancello” nell’intestino e nella barriera ematoencefalica, modulando la permeabilità di queste zone. Più zonulina c’è nell’intestino, più le cellule intestinali diventano permeabili e i rischi di avere problemi all’intestino aumentano (1)

Alti livelli di zonulina rilassano anche le giunzioni nell’epitelio delle nostre cellule ematiche. E questo permette alle tossine di attraversare facilmente la barriera ematoencefalica. Quando la barriera ematoencefalica è permeabile, attiva una risposta infiammatoria da parte del cervello.

Il tuo cervello non sente nulla ma soffre

Il cervello non sente dolore e l’infiammazione cronica si sperimenta con sintomi come confusione, processi mentali rallentati, ansia, depressione, disturbi emozionali, e così via. Un cervello cronicamente infiammato è più incline a malattie degenerative come demenza, Alzheimer e Parkinson.

Eliminare il glutine da più energia

Un individuo con sensibilità al glutine dovrà continuamente mettere in moto le ghiandole surrenali per produrre gli ormoni che riducono lo stress (ogni volta che mangia glutine). Il sistema immunitario è sovraffaticato e va in modalità super-infiammazione, attività che spreca molte risorse vitali. Questo sottopone il corpo a una perdita e conduce all’esaurimento delle ghiandole surrenali e a fatica cronica.

Fare una dieta anti-infiammatoria priva di agenti stressanti come il glutine, grano, cibo geneticamente modificato, zucchero e derivati del latte pastorizzato, aiuta le ghiandole surrenali a calmarsi. Il risultato è un migliore sonno, più energia, meno stress e più equilibrio delle emozioni.

Eliminare il glutine migliora il respiro e la salute di articolazioni e pelle

Un’altra questione da approfondire sul glutine riguarda gli anticorpi alla transglutaminasi.

La transglutaminasi è un enzima presente nel corpo che unisce le proteine, ed è anche la chiave della digestione del grano. Quando il corpo invia una risposta immunitaria alla molecola del glutine crea anche sensibilità alla molecola di transglutaminasi.

La transglutaminasi-2 (TG-2) si trova nel rivestimento dell’intestino e gli anticorpi per la TG-2 sono un marcatore per la celiachia.  La TG2 è un marcatore ben noto anche per l’osteoartrite.  Questo è uno dei motivi per cui i celiaci hanno spesso anche degenerazioni della spina dorsale. Molte persone con sensibilità al glutine non celiaca hanno anche problemi più gravi come dolori articolari, reumatismi e osteoartrite.

La transglutaminasi-3 (TG-3) si trova nella pelle e gli anticorpi possono portare acne cronica, eczema e dermatite.  La transglutaminasi-6 (TG-6) si trova nel sistema nervoso e gli anticorpi sono responsabili di disturbi neurologici. La transglutaminasi-7 (TG-7) si trova nei polmoni e gli anticorpi possono portare asma e altre patologie polmonari.

Elimina il glutine e avrai un aspetto e una salute migliori

Quando elimini il glutine, gli zuccheri e il grano e riduci (o elimini completamente) i carboidrati e gli altri agenti infiammatori noti che il tuo aspetto migliora e ti senti meglio.

La tua pelle è più chiara, i tuoi capelli più splendenti, le tue articolazioni più forti e il tuo cervello più pronto. La tua memoria migliora e senti più equilibrio nelle emozioni.

I benefici di una dieta antinfiammatoria superano di gran lunga il piacere momentaneo di una fetta di pane o benefici sociali connessi con il consumo di glutine, zucchero e altri alimenti infiammatori.

Come fare una dieta sana senza glutine

Come ribadiamo spesso negli articoli eliminare il glutine non significa buttarsi sulle alternative Gluten Free come pane, crackers, pasta, merendine, e così via  (che sono pieni zeppi di zuccheri e privi di nutrienti), ma fare un’alimentazione naturalmente priva di glutine.

Alla fine di questo articolo trovi alcune linee guida per mangiare sano senza glutine: http://www.energytraining.it/malattie-della-tiroide-glutine/

Fonti

http://realfoodforager.com/your-brain-on-grains-much-worse-than-we-thought/

http://myglutenfreequest.com/withdrawal-symptoms-associated-with-the-addictive-nature-of-gluten/

http://justinhealth.com/gluten-sensitivity/

http://www.grain-free-gluten-free.com/

http://primaldocs.com/opinion/zonulin-leaky-gut/

Kharrazian, Datis, Why do I still have thyroid symptoms when my blood tests are normal? Pgs 24, 26, 27-32, 39, 60-61, 65, 131 Elephant Printing LLC ©2010

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19406584

http://www.gastrojournal.org/article/S0016-5085(09)00523-X/abstract

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20040864

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3161740/

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22439846

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20130747

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2685801/

http://www.hindawi.com/journals/crii/2013/248482/

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21734379

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22811701

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18344378

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2077388/

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2117774/

Altri articoli sul glutine

Malattie della tiroide? Molto probabilmente la causa è il glutine

Le 6 sconvolgenti verità sui danni provocati dal Glutine (Parte prima)

Le 6 sconvolgenti verità sui danni provocati dal Glutine (Parte seconda)

Il glutine fa male ai non celiaci?


Condividi

Raffaella Scirpoli

Raffaella Scirpoli è una giovane Naturopata che da più di 3 anni collabora con Francesca nel programma Energy Training. Ha scoperto il mondo dell’alimentazione naturale solo pochi anni fa, ma è stato “amore a prima vista”. Seguendo i consigli di Francesca, di cui si considera l’allieva numero uno, ha stravolto le sue abitudini alimentari e si è sentita subito più energica, più consapevole e più sana.

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!



Conosci il cibo che ti fa sentire “al massimo”
e quello che ti ruba energia e salute?
Fai il Test GRATIS
Se l’articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter
per ricevere GRATIS una “rassegna” settimanale
dei nuovi articoli, risorse utili e sorprese!
137.936 persone già iscritte
  1. ha commentato:
    -

    Interessante,seguo lo stesso schema alimentare

    • ha commentato:
      -

      Ciao Francesco,
      piacere di conoscerti.
      Grazie per aver condiviso la tua esperienza.
      Un caro saluto

    • ha commentato:
      -

      Ciao caro collega ..dopo tanti anni ( 25 per la precisione )son d accordo con il tuo pensiero!! Anche se il cliente fa veramente fatica a sostenere nel tempo questa scelta. .te ne temi informato sugli sviluppi..

  2. ha commentato:
    -

    Visto che il glutine fa male anche al cervello si potrebbe curare un disturbo bipolare o psicosi con la giusta alimentazione?mi servirebbe uno specialista

    • ha commentato
      -

      Ciao Andrea,
      piacere di conoscerti e benvenuto sul blog.
      Mi dispiace, non siamo specialisti, ma possiamo consigliarti la lettura del libro “La Dieta intelligente”.
      Un caro saluto

  3. ha commentato:
    -

    Ottimo spunto. Cercavo qualcosa a riguardo, causa una allegria in cui riconosco anche se lievi ma fastidiosi, sintomi sopra citati che pare non migliorare neanche a lungo termine.

    • ha commentato
      -

      Ciao Paolo,
      è un problema di infiammazione. E l’allergia è sempre connessa alla salute intestinale.
      Un caro saluto

      • ha commentato:
        -

        Purtroppo lo so ed è sicuramente di ostacolo. Grazie mille non solo per quest’ultimo consiglio/considerazione ma anche per quelle precedenti

        • ha commentato
          -

          Prego, Paolo!
          Un carissimo saluto e alla prossima

  4. ha commentato:
    -

    ottimo articolo, complimenti.
    Ho il morbo di Parkinson e vorrei sapere qual’è la dieta migliore per questa malattia.
    Grazie, saluti .

    • ha commentato
      -

      Ciao Fernando,
      piacere di conoscerti e benvenuto sul blog.
      Non siamo medici, sicuramente nel programma puoi gettare le basi di un riequilibrio con Francesca. Per saperne di più consigliamo “La dieta intelligente” che parla espressamente di questo ed è scritto da un medico.
      Un caro saluto

  5. ha commentato:
    -

    vorrei sinceramente approfondire l argomento mi interessa mettermi in contatto con la dottoressa grazie se lo fareteDistinti saluti Diana

    • ha commentato
      -

      Ciao Diana,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Dipende da cosa desideri. Per fare una domanda a Francesca l’ideale è la conferenza mensile che tiene per tutti i clienti nel Programma di Trasformazione in 8 settimane. Qui puoi raccontarle di te e farle le domande. Invece se credi di aver bisogno di una consulenza individuale possiamo affidarti a un Trainer di Francesca per una consulenza. In questo caso puoi scrivere al servizio clienti: info@energytraining.it.
      Un caro saluto

  6. ha commentato:
    -

    Le cellule hanno un epitelio eh? Ma ne dite di bischerate

    • ha commentato:
      -

      Ciao Andrea,
      certo che le cellule non hanno un epitelio! Grazie per la segnalazione, sei un lettore attento. Ovviamente è un refuso e speriamo che ci perdoni 🙂 Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico