Sconto del 30% sul nuovo programma online Scopri di più

I 9 errori della dieta chetogenica3 min read

Condividi

Condividi


La dieta Chetogenica oggi è di gran voga.

Ha avuto il grande merito di aver scoperto l’importanza dei grassi e di aver sottolineato quanto la tua vita può cambiare se aiuti il tuo corpo a passare dall’andare a zuccheri per vivere all’andare a grassi.

Un passaggio di carburante che ti consente due cose:

  1. avere tanta energia di lunga durata che non conosce picchi e crolli che spesso diventano anche picchi e crolli emotivi e di attenzione
  2. controllare il peso senza fatica perché i grassi non fanno ingrassare a differenza degli zuccheri che vedi subito sulla bilancia e nei jeans

Molte diete chetogeniche però si limitano a demonizzare lo zucchero, i carboidrati e la pasta, ma dimenticano tutto il resto e seguendole rischi di fare alcuni errori importanti.

I 9 errori da evitare

Mollare prima di aver completato la chetosi

Il processo richiede alcuni giorni e a volte alcune settimane e deve compiersi completamente.

Coinvolge il fegato e la sua completa depurazione.

I sintomi che non è ancora completato sono stanchezza, nausea, bocca amara.

Sono sintomi passeggeri più o meno forti a seconda di quanto eri dipendente dai carboidrati.

Per superarli ti basta bere di più, assumere i grassi in quantità crescente molto gradualmente, usare maggiori quantità di verdure e poi nux vomica e succo di limone o aceto.

Avere carenze di sale e minerali

Le carenze di minerali esasperano la stanchezza e il desiderio di zuccheri.

Quindi ci vogliono giuste dosi di potassio, magnesio e sodio.

Il che vuol dire: usare durante il processo della chetosi maggiori quantità di sale di buona qualità come quello himalayano, prendere piccoli snack salati tra i pasti e usare il magnesio la sera.

Consumare troppe proteine

All’inizio aiuta a superare le crisi di fame ma poi bisogna tornare a livelli normali.

In totale in un giorno dovremmo assumere circa 70-80 gr di proteine.

Se 100 gr di carne ne contengono circa 20 gr diventa facile sommare tutte le proteine che assumiamo e starci nelle quantità.

Per calcolare quante proteine dovremmo mangiare dobbiamo moltiplicare il nostro peso per 0,8 se facciamo un normale sforzo fisico e per 1,2 se siamo sportivi.

Consumo insufficiente di grassi

Questo accade perchè continuiamo ad averne paura.

Quindi usare tutte le fonti naturali: olio di cocco, ghi, MCT oil, tuorlo d’uovo, pesce grasso, burro, avocado.

E eliminare invece gli oli di semi polinsaturi.

Cibi di cattiva qualità

Spesso anche in scatola, molto processati, senza curarci minimamente della qualità.

Mancanza di fibre

Quindi dimenticandosi di assumere la giusta dose di verdure e di bacche e frutta a basso contenuto di fruttosio.

Abuso di verdure crude

Rallentano la digestione e ci gonfiano creando nel tempo carenze di minerali e disturbi intestinali.

Consumare il carico maggiore di proteine alla sera

Così da appesantire il fegato e ritrovarci stracolmi di tossine e stanchezza.

Dimenticarci di bere

Ignorando il segreto di come digerire l’acqua attraverso l’abitudine di bere acqua calda.

***   ***

Ecco quindi i 9 errori che non devi assolutamente dimenticare se vuoi fare la dieta chetogenica e trarne il massimo dei benefici.

Ciao!


Condividi

Devi Francesca Forcella

Devi Francesca Forcella

Educatrice, naturopata e Fondatrice e Direttrice di “Energy Training” – il Programma di alimentazione e salute naturali più seguito in Italia – ha insegnato alimentazione e cucina naturali a centinaia di persone durante innumerevoli corsi e consulenze individuali.

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Non perdere le nuove risorse!
Iscriviti alla newsletter per ricevere guide gratuite,
risorse esclusive, articoli, ricette e offerte:

137.936 persone già iscritte
  1. Avatar
    ha commentato:

    e ala sera allora cosa si mangia, le proteine meglio di no, i carboidrati idem….?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Antonina,
      la sera meglio una cena leggera, vegetale, a base di zuppa e verdura cotta e lasciare le proteine più importanti per il pranzo e per la colazione. Se poi la fame si fa sentire, allora puoi consumare proteine molto presto, attorno alle 18.00 e lasciare le verdure per la cena al classico orario. Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        Buongiorno Maria Pia, vi seguo da un pò di tempo e vi ringrazio per alcuni consigli che mi avete dato. In qualche caso ho avuto una specie di bocciatura per il mio regime alimentare attuale. Ho apprezzato tantissimo il vs blog sulle ricette, contraddistinte da gande varietà e appetibilià. Tuttavia mi sento in dovere di darvi un suggerimento. Proprio perchè le vs proposte alimentari sono le più svariate , chi vi segue potrebbe cadere nell’errore di abbinare troppe cose insieme ( lo spuntino salato, il dolce, lo snack, ecc…). Sarebbe di grandissimo aiuto se publicaste, magari in tempi successivi, in un apposito inserto, vari esempi di come combinare le vostre proposte alimentari . Faccio un esempio a caso, prendendo spunto dal vs ricettario:
        COLAZIONE: due uova + smart cappuccino con ghi + plum cake alla zucca (quanto ?)
        SPUNTINO ORE 11: crackers con farinadi mandorle ( quanto ?)
        PRANZO: zuppa di verdure con pollo + cavolfiore in salsa di canapa e limone + una porzione di torta con barbabietole + tisana
        SPUNTINO POMERIDIANO: crackers dolci proteici (quanti?)
        CENA: zuppa calda di spinaci e cocco, arricchita con poco parmigiano e olio EVO.

        Domanda: può andar bene come esempio di pasto giornaliero o c’è qualcosa che non va?
        Resto in attesa di vs gradita risposta. Saluti

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Luciano,
          grazie per i complimenti! Veniamo alla tua giornata tipo che hai descritto. Va benissimo, se non fosse per la colazione: ciò che hai elencato è più che sufficiente a coprire 3 colazioni. Una mattina puoi farla con due uova e aggiungendo una porzione di verdura cotta; un’altra mattina puoi iniziare con uno smart cappuccino e ghi e un’altra mattina ancora, plumcake alla zucca (2/3 fette)e magari un infuso o tisana. Devi poter scegliere un alimento per volta.
          Altro piccolo appunto: mai consumare torte, dolci e frutta a fine pasto. Lascia il dolce per lo spuntino di metà mattina o pomeriggio, senza comunque abusarne.
          Ciò che chiedi è presente all’interno del programma delle 8 settimane. Trovi tabelle con esempi di menù settimanali per onnivori, vegetariani e vegani oltre ad una ricca parte teorica e al test per misurare la forza della tua digestione e il livello d’infiammazione. Un caro saluto
          https://www.energytraining.it/presentazione/

  2. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca! Grazie per il video! Io preferisco riceverli in settimana perché nel weekend di solito non guardo la e-mail.

    • Avatar
      ha commentato:

      CIao Gabriella,

      benvenuta sul blog.
      Grazie per il tuo feedback sul video, prenderemo nota anche della tua preferenza riguardo l’invio della mail settimanale.

      Un cordiale saluto.

  3. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca come va considerato il kefir in una dieta chetogenica?
    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Lorella,
      il “problema” del kefir è che proviene da latte vaccino. Sarebbe meglio orientarsi verso altre forme di prebiotici non industriali, ma fatti manualmente in casa evitando prodotti di origine industriale.Un saluto

  4. Avatar
    ha commentato:

    grazie per i preziosi consigli!grassi e proteine a colazione e a mezzogiorno. Mi fai un esempio di colazione?Complimenti francesca sei molto brava ed esaustiva!!!

  5. Avatar
    ha commentato:

    Io pure preferirei che la Vostra interessante NEWSLETTER mi venisse inviata il lunedì perchè nel week-end di solito mi dedico ad altre cose ed attività. Per quanto riguarda l’articolo sulla dieta chetogenica vi chiedo solo di precisare cos’è l’MCT Oil. Grazie. G.R.

  6. Avatar
    ha commentato:

    Grazie! È sempre interessante sapere.
    Nux vomica granuli per disintossicare il fegato di quanti ch deve essere e per quanto tempo deve essere preso?

    Lo stesso rimedio può aiutare anche chi soffre di ipertensione con picchi alti la notte, nonostante prenda gia la pastiglia ?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Lori
      la Nux Vomica va presa per contrastare la nausea e fino a che i sintomi non migliorano e non è un rimedio per l’ipertensione. Quest’ultima può essere migliorata adottando un’alimentazione sana. Trovi ulteriori consigli in questo articolo:
      https://www.energytraining.it/pressione/
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        Scusa, ma non mi hai detto di quanti ch dev’ essere la nux vomica di cui parla Francesca nel video.
        Grazie!

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Lori,
          non ti ho risposto perché la posologia varia in base alla sintomatologia. Per nausea e mal di testa, i nostri naturopati consigliano Nux Vomica 5CH o 7CH, 2 0 3 granuli sotto la lingua ogni 2 ore, massimo 7/8 volte al giorno. Un caro saluto

  7. Avatar
    ha commentato:

    Ciao, sto leggendo tanto sulla chetogenica ma ho dei dubbi: mi basta controllare sull’etichetta che non ci siano carboidrati tra gli ingredienti e nei valori nutrizionali? Carne pesce formaggi ecc anche se molto grassi mi faranno dimagrire? Posso condire con olio e anche burro e usare la panna fresca? Ti ringrazio tanto in anticipo per l’aiuto.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Angela,
      leggere l’etichetta va bene, ma non devi ammattirti. Se non consumi pane, pasta, cereali, prodotti da forno, sei già avanti. Tranquilla, carne, uova e grassi sani (olio di cocco, ghi, olio di oliva extravergine, burro bio) non ti faranno ingrassare. Evita i formaggi per un periodo compresa la panna fresca. Ricorda che sono gli zuccheri e tutti i carboidrati a farti ingrassare, mentre proteine e grassi, uniti alle verdure cotte in modo leggero, ti danno un grande senso di sazietà, ti nutrono e ti fanno ritrovare il peso forma. Un caro saluto

Rispondi a Giuseppe Rossi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico