Come combattere l’anemia con l’alimentazione sana4 min read

Anemia

Condividi


Hai mai notato uno o più di questi sintomi sul tuo corpo?

Pallore di labbra, unghie e lingua, magrezza eccessiva, macchie che rendono la vista sfocata, perdita di capelli eccessiva, ingrigimento precoce dei capelli, pelle secca, sensazione di freddo, tremori a gambe, braccia e/o mani nervosismo, dolori alla bassa schiena, mestruazioni dolorose e abbondanti.

Questi sono alcuni dei segni di debolezza del sangue che potrebbero portare ad una vera e propria condizione di anemia.

L’anemia è caratterizzata da una riduzione dell’emoglobina totale nel circolo sanguigno o da una riduzione degli stessi globuli rossi.

Molti non sono in grado di riconoscere i sintomi oppure li trascurano pensando che si tratti semplicemente di caratteristiche della propria costituzione che non vanno presi troppo sul serio.

Invece questo tipo di sintomi va corretto con una sana alimentazione adatta alla propria costituzione per ritrovare la salute e fare in modo che il nutrimento del cibo venga assorbito e non si abbiano problemi e carenze.

Quali sono le cause dell’anemia?

L’anemia può essere causata da un apporto inadeguato di nutrienti, dall’incapacità di assorbire questi nutrienti o dalla perdita di sangue attraverso sanguinamento gastro-intestinale o eccessivo flusso mestruale.

In breve i casi sono 4:

  • non si riesce ad attingere correttamente il nutrimento dal cibo
  • si mangia bene ma il percorso digestivo è carente e non si riesce a trasformare il cibo che si mangia
  • si mangia cibo povero di sostanze nutritive
  • si ha una perdita di sangue e per quanto se ne produca lo si perde attraverso sanguinamenti all’interno dello stomaco, dell’intestino o dell’utero

Cause collegate possono essere disturbi cronici e sangue stagnante che inibisce la formazione di sangue nuovo.

Indifferentemente dalla causa, per superare una condizione di anemia occorre migliorare la digestione e introdurre quei nutrienti specifici che favoriscono la formazione di sangue buono.

Fase 1: Migliorare la digestione

Per migliorare la digestione occorre dare calore al tratto digestivo consumando solo cibo fresco e naturale. E’ indispensabile evitare del tutto il cibo raffinato (pane bianco, pasta bianca e zucchero). In questa fase è bene anche evitare qualsiasi tipo di medicina se non strettamente necessario.

Altre regole fondamentali sono:

  • Non fumare
  • Non assumere sostanze stupefacenti
  • Non mangiare cibi molto raffinati, in scatola, elaborati, chimici.
  • Non assumere tossine

Poi occorre introdurre alimenti ricchi di ferro, acido folico e vitamina B12 (presente in gran quantità nelle proteine animali)

Fase 2: introdurre alimenti nutrienti

L’insufficienza di ferro è quella che prevalentemente causa l’anemia. Ma non è l’unica.

Per assorbire il ferro, infatti, hai bisogno di rame e vitamine B e C.

Buone risorse di ferro sono largamente distribuite in vegetali, legumi, noci e semi. Inoltre, quando una varietà di questi cibi è consumata allo stato naturale, contiene abbondanti proteine, rame e vitamina B necessaria per l’assorbimento del ferro.

Alimenti ricchi di ferro sono anche alghe e microalghe come la spirulina.

L’altro elemento che non deve mancare è l’acido folico, che si trova in abbondanza nelle microalghe, nei germogli, nei vegetali a foglia verde e nei cibi ricchi di clorofilla in generale.

Il problema è che è molto semplice perdere queste sostanze nutritive con una cottura prolungata. Per questo è meglio mangiarli crudi o cotti leggermente a vapore.

La maggior parte delle carenze di sangue si risolve velocemente con l’apporto dei cibi produttori di sangue per antonomasia, ovvero frumento integrale, legumi, germogli e vegetali a foglia verde, soprattutto bietole.

Le verdure in particolare sono importanti come tonici del sangue e sono buone fonti di manganese, che ha proprietà benefiche per la formazione del sangue.

Quando la mancanza di sangue è grave può essere indispensabile l’aggiunta di prodotti animali molto concentrati: pappa reale, polline, zuppa di carpa o di pollo, cozze, ostriche, agnello o manzo biologico.

Agnello o manzo possono essere benefici se l’anemia è accompagnata da segni di debolezza dei reni, come affaticamento, freddezza e dolore alla bassa schiena.

L’altro rimedio antianemico per eccellenza è la zuppa di pollo, di cui trovi la ricetta completa qui.

Alcuni rimedi naturali da assumere in caso di anemia

Un ottimo rimedio contro l’anemia sono le tisane a base di ribes rosso e mirtillo. Bevine una al giorno.

Un altro integratore molto utile è l’erba di grano, che puoi assumere nella dose di 1 cucchiaino ogni giorno in acqua tiepida al mattino a digiuno.

Inoltre, come abbiamo già visto, anche le microalghe sono di grande aiuto e tra queste abbiamo la Chlorella, che puoi consumare nella quantità di 3g al giorno introducendola gradualmente per vedere se il tuo corpo la tollera bene, e la Spirulina, che incrementa la produzione di emoglobina.

Il polline è un altro rimedio utile. Può essere consumato allo stato naturale durante un pasto o mescolato in frullati o in capsule.

Il dosaggio è di 1 cucchiaio di polline al giorno ben masticato per cominciare.

Puoi acquistare i superfoods e gli integratori consigliati in questo articolo nel nostro negozio online Energy Foods

Infine, in caso di anemia conclamata e grave bisogna affiancare ogni rimedio a una cura vera e propria, preferibilmente naturale (ayurvedica, omeopatica…).


Condividi

Devi Francesca Cillo

Devi Francesca Cillo

Educatrice, naturopata e Fondatrice e Direttrice di “Energy Training” – il Programma di alimentazione e salute naturali più seguito in Italia – ha insegnato alimentazione e cucina naturali a centinaia di persone durante innumerevoli corsi e consulenze individuali.

Consulta le fonti e gli studi principali a cui facciamo riferimento

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Unisciti a 170.000 iscritti e ricevi guide,
ricette e consigli esclusivi:

  1. Avatar
    ha commentato:

    Ciao! Vorrei consultare Francesca per una visita privata. E’ possibile? Grazie infinite. Antonella Ferrara

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Antonella,
      contattami all’indirizzo raffaella@miglioriamo.it e ti darò istruzioni per fare una consulenza privata via Skype con Francesca.
      Un caro saluto

  2. Avatar
    ha commentato:

    Salve Francesca! La pappa reale va tenuta in frigo?

    Grazie!

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Jacopo,
      si devi tenerla in frigorifero.

  3. Avatar
    ha commentato:

    Si buongiorno ho letto svariati articoli che mi hanno suscitato molto interesse ma vorrei sapere sono scritte da voi??

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Monica,
      benvenuta sul blog! 🙂
      Ci sono articoli scritti da noi (ad esempio proprio questo sull’anemia o la serie di articoli sull’alimentazione corretta, che è anche un “riassunto” del nostro metodo) e articoli tradotti da siti inglesi o americani di salute e alimentazione sana (di cui trovi fonti e ricerche nel corso dell’articolo).
      Un caro saluto

  4. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca! Ho fatto il tuo test e mi è uscita una costituzione calda, nonostante io soffro molto il freddo e non sudo praticamente mai. Soffro di una grave anemia, con valori sotto la norma di globuli rossi e emoglobina. E con valori pressoché inesistenti di ferritina. Le mie ultime analisi riportano un valore di 1… è deleterio davvero, anche mentalmente. Non fumo e non riesco a fare una rampa di scale. Le ho provate tutte! Anche una cura marziale di sei mesi, a base di integratori classici, che non hanno portato a nessun risultato. Secondo la mia ematologa o il mio intestino non è in grado di assimilare il ferro oppure dovrei fare una colonscopia per indagare una eventuale perdita di sangue. Ho sempre avuto un ciclo molto abbondante, che riesco a diminuire solo con l alimentazione. Non so più che fare. Voglio avere dei bambini, e ho paura che con questi valori ciò non sia possibile. Tu cosa mi consigli? Grazie per la disponibilità!

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Fausta,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      La costituzione calda è scaturita dalle tue risposte, quindi accanto a tutto questo freddo e incapacità di assimilare sono presenti anche molti sintomi di infiammazione. Quindi sicuramente ci sono forti squilibri da correggere. Va migliorato lo stato dello stomaco e dell’intestino, va sbloccato il fegato (che è sicuramente congestionato) e vanno dati i nutrienti corretti. Probabilmente sono fortemente carenti proteine e grassi sani e invece sono esageratamente presenti cibi che creano forte infiammazione e acidità. Ti consiglio di entrare nel Programma in modo che Francesca possa guidarti “personalmente” e fornirti indicazioni specifiche e su misura per te.
      Un caro saluto

Rispondi a Jacopo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico