Alla scoperta della Crema Budwig: la ricetta che ossigena le cellule6 min read

Un'immagine di crema Bydwig in una ciotola di legno

Condividi


Quark magro e olio di semi di lino: la ricetta è semplicissima, ma è in grado prevenire e trattare il tumore e altre malattie croniche.

Il mix di questi due ingredienti è una delle componenti del protocollo Budwig, una terapia alternativa per curare il tumore grazie alla quale si possono evitare  trattamenti convenzionali e invasivi come chemioterapia e radiazioni.

Ma chi è la dottoressa Budwig e cosa sosteneva?

La dottoressa Budwig è stata una grande farmacista, biochimica e autrice tedesca.

Nata in Germania nel 1908 e morta nel 2003 all’età di 95 anni, è stata candidata per 7 volte al Premio Nobel.

E’ considerata una delle scienziate più autorevoli al mondo nel campo di grassi e oli.

La sua ricerca ha evidenziato i tremendi effetti che grassi e oli processati hanno nel distruggere le membrane cellulari e abbassare il voltaggio delle cellule del corpo, cosa che risulta in malattie croniche e terminali.

Quello che abbiamo dimenticato è che siamo “corpi elettrici”.

Le cellule del nostro corpo “bruciano” elettricamente.

Hanno un nucleo centrale caricato positivamente e una membrana cellulare, che è il rivestimento esterno della cellula, caricata negativamente.

Siamo tutti consapevoli del fatto che i grassi possono ostruire le nostre vene e arterie, e che questa è una delle principali cause di infarto, ma non sempre ci spingiamo a guardare oltre e a vedere che grassi e oli di cattiva qualità affliggono anche la salute generale, la mente e il corpo a livello cellulare.

La dottoressa Budwig scoprì che quando i grassi insaturi vengono trattati chimicamente le loro qualità insature si perdono.

Questo processo distrugge il campo di elettroni di cui le membrane cellulari dei nostri corpi hanno bisogno per funzionare correttamente.

I pericoli dei grassi idrogenati

Quando parliamo di grassi idrogenati ci riferiamo ai comuni oli da cucina, quelli che si vendono nei supermercati.

La maggior parte dei metodi per estrarre olio di mais, di girasole e gli altri oli vegetali coinvolge l’uso di calore estremo e prodotti chimici.

Questi oli entrano nelle membrane cellulari e ne distruggono la carica elettrica.

Senza la carica, le cellule iniziano a soffocare.

La dottoressa Budwig scoprì che i malati di tumore in genere avevano una sostanza giallo-verde nel sangue, invece di una normale quantità di emoglobina.

Questa scoperta senza dubbio spiegava il motivo per cui i suoi pazienti fossero spesso deboli e soffrissero di anemia.

La Budwig scoprì anche che, in generale, il sangue di una persona sana contiene livelli maggiori di acidi grassi essenziali Omega 3 rispetto a quelli contenuti nei campioni di sangue prelevati da un malato.

Quindi quello che serviva era fornire questi preziosi nutrienti e riattivare e ossigenare le cellule, così indebolite dai grassi di pessima qualità.

La crema Budwig cosa fa?

L’olio di semi di lino e il formaggio magro (quark magro o cottage cheese) sono cibi molto nutrienti singolarmente, ma ciò che è davvero potente è la sinergia che si crea quando vengono mescolati.

La dottoressa Budwig si accorse che una formula composta da quark magro e olio di semi di lino riduceva la crescita dei tumori e aveva un forte impatto sulla salute generale.

La Budwig inserì questa crema nel suo protocollo per trattare cancro e malattie croniche come psoriasi, eczema, artrite, sclerosi multipla, diabete, malattie cardiache e altre.

Benefici dell’olio di semi di lino

L’olio di semi di lino viene estratto attraverso la premitura dei semi della piana del lino.

L’olio contiene pochissimo colesterolo ed è ricco di acidi grassi Omega 3.

L’olio di semi di lino contiene acidi grassi Omega 3 nella forma di acido alfa linolenico, alcuni dei quali si convertono in acido eicosapentaenoico, o EPA, e docosaesaenoico, conosciuto anche come DHA.

Secondo la University of Maryland Medical Center,  DHA e EPA possono aiutare a prevenire malattie cardiache e infarto e riducono leggermente la pressione sanguigna.

La ricerca della dottoressa Budwig l’ha condotta alla conclusione che, dal momento che l’olio di semi di lino contiene una così alta quantità di acidi grassi linoleico e linolenico – entrambi acidi grassi che aiutano le cellule a riossigenarsi – dovrebbe essere consumato quotidianamente per creare un’atmosfera ricca di ossigeno che bloccherebbe lo sviluppo delle cellule tumorali.

Quark magro, una proteina completa

Perché l’olio di semi di lino funzioni appropriatamente, però, la dottoressa Budwig sosteneva che ci fosse bisogno di unirlo a una proteina ad alto contenuto di zolfo.

Le proteine di questo tipo, soprattutto le proteine contenute nel formaggio magro tipo quark, si legano con l’olio di semi di lino e rendono gli acidi grassi solubili in acqua.

Il quark magro contiene la maggior parte degli amminoacidi di cui il tuo corpo ha bisogno, e questo lo rende una proteina completa.

E’ benefico per la crescita dei muscoli e per la riparazione e per prevenire la carenza di amminoacidi.

Una tazza di quark magro fornisce circa la metà dell’apporto giornaliero raccomandato di proteine.

Fornisce anche il 30% del valore giornaliero raccomandato di fosforo e il 14% di calcio; questi minerali lavorano insieme per costruire ossa e denti forti.

Anche la Vitamina B12, che supporta le funzioni cardiache e il metabolismo energetico, si trova in questo formaggio.

Una tazza fornisce circa il 25% del valore giornaliero raccomandato.

Mangiare una formula di quantità precise di formaggio quark magro e olio di semi di lino aiuta a risolvere il problema delle cellule stagnanti.

Questo è dovuto ai grassi insaturi ricchi di oli essenziali dell’olio di semi di lino e alle proteine contenenti zolfo del formaggio.

La reazione chimica che avviene tra questi due ingredienti rende l’olio solubile in acqua e capace di attraversare le membrane cellulari e produrre effetti curativi.

Alcune ricerche

I semi di lino e l’olio di semi di lino sono stati usati come trattamento alternativo per il cancro fin dal 1950, secondo la American Cancer Society, o ACS.

Un team di scienziati dello Duke University Medical Center ha scoperto che il formaggio potrebbe prevenire il cancro alla prostata.

Queste scoperte sono state pubblicate nel Luglio 2001 sul journal “Urology.”

I ricercatori coinvolti nello studio hanno concluso che il formaggio potrebbe far sì che i tumori alla prostata si restringano o rallentino la crescita abbassando i livelli di testosterone che predispone al cancro alla prostata.

Cancro dipendente da estrogeni

Secondo un articolo pubblicato sul “Comprehensive Reviews in Food and Science and Food Safety” nel Maggio 2010, l’olio di semi di lino potrebbe proteggere dal cancro al seno dipendente da estrogeni.

L’olio di semi di lino contiene molecole che agiscono contro gli estrogeni prodotti dal corpo.

Dal momento che gli estrogeni stimolano la crescita del tumore al seno, è ragionevole teorizzare che l’olio di semi di lino potrebbe prevenire il cancro al seno dallo svilupparsi e dal crescere (1)

Come si prepara la Crema Budwig?

Per preparare la crema Budwig procurati olio di semi di lino “da frigo” di buona qualità, biologico e premuto a freddo.

Questo olio conserva tutte le proprietà complete, perché è stato tenuto sempre al freddo (rispettando la catena del freddo).

Questo evita il rischio di irrancidimento, molto alto per i semi di lino e l’olio.

Mescola 2 o 4 cucchiai di formaggio quark magro biologico con 1 o 2 cucchiai di olio (2 parti di formaggio per una parte di olio di semi di lino).

Prepara la crema fresca di volta in volta. Frulla con un frullatore a immersione a bassa velocità fino a quando non c’è più olio in superficie.

Puoi cominciare a introdurre questa crema una o due volte a settimana come ricetta nutriente e proteica.

E’ anche un ottimo modo per i vegetariani di introdurre proteine di buona qualità.


Fonti: 

http://www.budwigcenter.com/johanna-budwig-biography/#.VgjTOLTDaHo

http://www.cancertutor.com/budwig/

http://www.livestrong.com/article/519996-cottage-cheese-flax-seed-oil-as-a-preventive-for-cancer/

Videoricetta:

Crema Budwig


Condividi

Redazione SAUTÓN Approach

Redazione SAUTÓN Approach

Consulta le fonti e gli studi principali a cui facciamo riferimento

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Unisciti a 170.000 iscritti e ricevi guide,
ricette e consigli esclusivi:

  1. Avatar
    ha commentato:

    con il frullatore faccio fatica ad amalgamare piccole quantità di crema (per me soltanto faccio 2 cucchiai, max 3 di quark). Va bene lo stesso se sbatto con la forchetta e smetto quando non vedo più tracce di olio?Se ho solo l’olio non da frigo va proprio male o è preferibile quello da frigo? (sto cercando)

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Stefano,
      puoi farlo a mano, ma devi mescolarli molto bene e devi usare quello da frigo. Lo trovi in tutti i negozi di alimenti biologici nel reparto frigo. Questo è molto importante perché l’olio di lino tende ad irrancidire rapidamente.
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        Ciao, purtroppo sto cercando da giorni il quark magro a bologna, ma non lo trovo, ho trovato solo il milbona al 20%, qualcuno sa se si trova a bologna?

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao, lo trovi da Naturasì nel banco frigo. Chiedi ad un addetto, perchè non è facile da individuare, tra i vari prodotti.

        • Avatar
          ha commentato:

          Carlo, il quark magro Milbona si trova a Bologna al Lidl in via Larga

          • Avatar
            ha commentato:

            Grazie della segnalazione, Silvia.

      • Avatar
        ha commentato:

        Buona sera Raffaella, ti posso fare e mail per spiegarti le mie problematiche ed avere qualche tuo consiglio su alimentazione. Grazie mille. Cordiali saluti.

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Nicoletta,
          piacere di conoscerti!
          Purtroppo no, io non faccio consulenze via email.
          Però ci sono due modi per avere un servizio di consulenza:
          1. Iscriverti al programma di Trasformazione ed essere seguita direttamente da Francesca nel coaching mensile (da qui:http://www.energytraining.it/presentazione/)
          2. Prenotare una consulenza individuale con Francesca e uno dei suoi Energy Tutor (puoi farlo da qui: http://www.energytraining.it/tutor/)
          Un caro saluto

  2. Avatar
    ha commentato:

    ciao,essendo un formaggio non crudo,e quindi pastorizzato,non crea tutti i problemi che insegnate nel programma? grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Valentina,
      in questo caso serve che il formaggio sia magrissimo, è la scusa per assorbire i benefici dell’olio di lino. Potrebbe essere usato anche un formaggio crudo freschissimo, purchè i grassi non superino il 2%.
      Per questa miscela è più importante che sia magro che crudo. Solo in questo caso l’unione dei due rende la miscela benefica e curativa.
      Un caro saluto

  3. Avatar
    ha commentato:

    Scusa Raffaella quindi potrebbe essere una soluzione proteica per la cena?
    Olio di lino + formaggio quark (si trova sempre nei negozi bio??).. L’unico formaggio che mangio è il formaggio da latte crudo ( 1 o 2 volte a settimana !!).. La mia costituzione è fredda.. Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Roberta,
      sì, è un’alternativa. Il formaggio lo trovi sempre nei negozi bio.
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        Salve Raffaella, ho letto con interesse questo articolo. Normalmente a colazione uso 2 uova, 1 frutto, noci e una bevanda a base di latte di mandorle o di cocco, con un cucchiaio di cacao amaro+ 1 cucchiaino di polvere di semi di zucca + un cucchiaino di GHI bio. Se elimino le uova con la C.B., posso mantenere il resto ?

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Luciano,
          le uova meglio consumarle da sole con una porzione di verdura in un’unica colazione. La frutta lasciala per gli spuntini, lontano dai pasti altrimenti crea fermentazione e gonfiore. La bevanda a base di latte di cocco o mandorle con cacao amaro e proteine dei semi di zucca e ghi, può essere un’altro esempio di colazione ed infine la crema Budwig, magari aggiungendo qualche bacca, cannella e al limite un pizzico di cacao, può essere un’ulteriore alternativa per la colazione. In pratica stai facendo decisamente troppo! Tre colazioni in una! Un caro saluto

  4. Avatar
    ha commentato:

    Grazie Raffaella ..
    La quantità è di 4 cucchiai di formaggio quark magro biologico con 2 cucchiai di olio di semi di lino??
    Nn farà ingrassare vero??..
    Magari potrei introdurre una volta a settimana 100 gr formaggio da latte crudo e una volta a settimana formaggio quark con olio di semi??
    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Roberta,
      sì, esatto. Mi raccomando, il quark deve essere magrissimo.
      Non preoccuparti, non fa ingrassare. Va bene una volta a settimana.
      Un caro saluto

  5. Avatar
    ha commentato:

    Salve gentile raffaella, non conosco il formaggio quark, però penso che le caseine ( proteine)che i formaggi contengono, vengano poi trasformato in peptidi (macro molecole), .
    Che si attacano alla mucosa del intestino crasso e la infiammano , perché poco digeribili.
    E a lungo andare, ci si può ammalare di colite e colon irritabile..

    Grazie … E Saluti..

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Antonio,
      no, questa è la meravigliosa scoperta.
      La combinazione con i liberi elettroni dell’olio di lino le rende assolutamente e meravigliosamente curative.
      Fai le tue ricerche sulla Dott.ssa Budwig e sulle sue straordinarie guarigioni.
      Un caro saluto

  6. Avatar
    ha commentato:

    Al posto dell’olio di lino posso usare olio di canapa? Naturalmente biologico, premuto a freddo e conservato in frigo. In casa ho quello, che ho già pagato abbastanza…..Acquistare anche l’olio di lino, con quello che costa, diventa eccessivo per le mie tasche.
    Il naturasì vicino casa mia non ha il quark…… 🙁 C’è qualche alternativa altrettanto valida? Come posso valutare se un formaggio è realmente molto magro?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Silvia,
      l’olio deve essere di lino, la canapa non ha le stesse qualità.
      Quello di lino e da frigo non ha un prezzo proibitivo.
      La combinazione è questa, non ha senso modificarla. Il formaggio quark puoi ordinarlo, se vuoi prenderne un altro deve essere un formaggio freschissimo biologico che riporti sulla confezione il quantitativo di grassi, che non deve superare il 2%. Per assurdo potrebbe essere anche una ricotta, ma è essenziale che abbia il quantitativo di grassi scritto sull’etichetta. Non c’è altro modo di conteggiarli.
      Un caro saluto

  7. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella,
    articolo interessantissimo. Vorrei chiederti alcuni chiarimenti:
    può essere usato in alternativa al formaggio lo yogurt bianco greco Fage con 0% di grassi? O è un prodotto industriale di scarsa qualità?
    Per mescolarli si deve usare un frullatore ad immersione a bassa velocità. Questo piccolo elettrodomestico mi manca, sai indicarmi uno che abbia queste caratteristiche? ho il timore che l’olio di lino possa riscaldarsi troppo e perdere le proprietà.
    Questa crema va mangiata fredda per non far perdere le proprietà all’olio di lino?
    Io ho una costituzione fredda
    Un caloroso abbraccio
    Francesco

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Francesco,
      grazie!
      Puoi usarlo, ma il quark biologico è migliore!
      Va bene un semplice frullino a immersione, oppure un mortaio a mano. Assicurati solo di fare una miscela omogenea e che l’olio non resti in superficie.
      Puoi tirare fuori dal frigo il formaggio un po’ prima di utilizzarlo e mangiare la miscela subito dopo averla fatta.
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        Ciao, Raffaella,

        può essere consumata quante volte a settimana e in che quantitativo? Posso introdurla anche nell’alimentazione della mia bimba di 5 anni? Grazie.

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Carmen,
          benvenuta sul blog!
          Puoi consumarla 1-2 volte a settimana (ma anche più volte, soprattutto se hai qualche problema da risolvere).
          2 o 4 cucchiai di formaggio per 1 o 2 cucchiai di semi di lino (2 parti di formaggio e 1 parte di olio).
          Puoi darla anche alla tua bimba di 5 anni.
          Un caro saluto

  8. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella, ho ordinato il quark al negozio bio della mia città ma mi hanno chiesto quale preferisco, se di mucca o di capra..ma esistono entrambi i tipi? Quale preferire?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Maria Lucia,
      va bene sia di mucca che di capra, l’importante è che sia magro.
      Un caro saluto

  9. Avatar
    ha commentato:

    Ciao questa crema va mangiata a colazione? ?? Non riesco a trovare questo formaggio come alternativa posso usare yogurt magro fage e quanti cucchiaini. ..ti ringrazio

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Pina,
      sì, puoi usarlo. Le quantità sono le stesse: 2 o 4 cucchiai di yogurt e 1 o 2 di olio (2 parti di formaggio/yogurt e una parte di olio).
      Un caro saluto

  10. Avatar
    ha commentato:

    Grazie grazie ..per tutti questi articoli belli e utili che mi mandate Silvana

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Silvana,
      prego! 🙂
      Grazie a te e un caro saluto

  11. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella, volevo chiederti se è una buona idea usarla ogni tanto a colazione, visto che sembra uno yogurt greco. Aggiungendo per esempio le bacche di goji. Se si cosa mi consiglieresti di aggiungerci?
    In generale invece ho qualche dubbio sul fatto che si tratta di un alimento freddo (entrambi gli ingredienti sono da frigo). Posso aggiungere un po’ d’acqua tiepida nella miscela per riscaldarlo, visto che raffredda le pietanze con cui lo mangio?

    Grazie sempre per le preziose info!

    Un abbraccio

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Vincenzo,
      sì, puoi usarla a colazione e le bacche di goji vanno bene. Puoi anche combinarla con frutta o con verdura cotta, come se fosse un secondo.
      Non puoi aggiungere l’acqua tiepida. L’unica cosa che puoi fare per non mangiarla fredda è tirare fuori dal frigo il formaggio un po’ prima di prepararla.
      Un abbraccio anche a te!

  12. Avatar
    ha commentato:

    Ciao, e per chi come me è intollerante al latte vaccino e derivati c’è un’alternativa al formaggio quark?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Silvia,
      piacere di conoscerti!
      Se sei intollerante al lattosio puoi usare del quark o altro formaggio magro simile senza lattosio. Se hai un’intolleranza a latte e derivati, non solo al lattosio, allora non puoi farla.
      Un caro saluto

  13. Avatar
    ha commentato:

    non posso mangiare latticini, ci sarebbe alternative al quark? ad esempio il tofu?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Pasquale,
      benvenuto sul blog!
      Mi dispiace, il tofu non è un’alternativa. La soia ha tanti problemi, di cui abbiamo parlato in diversi articoli (che trovi qui: http://www.energytraining.it/category/soia/) e inoltre non ha le proprietà del formaggio magro, che rendono così speciale questa preparazione. Il massimo che puoi fare è usare del quark o altro formaggio magro senza lattosio. Se sei intollerante anche ai latticini senza lattosio, purtroppo dovrai rinunciare a questa preparazione.
      Un caro saluto

  14. Avatar
    ha commentato:

    Io sono intollerante al lattosio che cosa posso usare al posto del formaggio quark ? Premetto che tutti i formaggi anche senza lattosio mi danno noia. Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Laura,
      piacere di conoscerti!
      Puoi usare il quark magro senza lattosio o altro formaggio magro simile senza lattosio.
      La preparazione è fatta così, gli ingredienti principali sono solo due e il formaggio non si può sostituire, è essenziale.
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        Allora io ho conosciuto la crea Budwig: e vi assicuro che se vi abbituate il vostro organismo vi ringrazia, vi do la mia ricetta io uso iogurt. di soia, olio di semi di lino biologico, 4 mandorle o semi di zucca, o semi di lino,frutta fresca tipo fragole o banana o mela o pera o chiui un cucchiaio di miele e mezzo limone spremuto mescolate tutto io la mangio a colazione la mattina e un tocca sano per l’organismo

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Giovanna,
          quella che proponi si discosta molto dalla ricetta originale della Dottoressa Budwig composta solo di due ingredienti: il formaggio Quark e l’olio di semi di lino. Qualche variante è ammessa ma non la soia che è un alimento molto molto squilibrato sia per gli ormoni, sia per la digestione. Probabilmente la tua è una versione rivista e non è quella che consigliamo. Un caro saluto

  15. Avatar
    ha commentato:

    Nel testo ci sono molte imprecisioni. Innanzitutto la dottoressa si chiamava Kousmine ed era svizzera di origine russa. Il suo metodo fu messo a punto per curare malattie del sistema immunitario. L’olio di semi di lino si può sostituire con i semi di lino che vanno tritati in un macinino elettrico da caffè. Meno rischi di irrancidimento e quindi maggiore conservabilità. La crema Budwig prevede anche altri ingredienti. La lista completa e la preparazione si possono trovare sul sito Kousmine

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Pia,
      benvenuta sul blog e piacere di conoscerti!
      Non sono imprecisioni, la ricetta di cui parliamo nell’articolo non è la Crema Budwig della dottoressa Kousmine, ma la Crema Budwig della dottoressa Johanna Budwig, tedesca, famosa per il suo protocollo anti-cancro, di cui puoi trovare informazioni qui: http://www.budwigcenter.com/budwig-protocol/#.Vg_bddbDaHo.
      E’ una ricetta nutriente e curativa con quark magro e olio di lino da frigo.
      La Crema Budwig della dottoressa Kousmine è una ricetta completamente diversa. Noi stessi consigliamo una versione rivisitata all’interno del Ricettario del Programma di Trasformazione, e si può fare come colazione rimineralizzante.
      Sono due cose diverse.
      Un caro saluto

    • Avatar
      ha commentato:

      Mi trivi d accordo se l olio non si può spremere al momento , adesso esiste un estrattore x fare l olio di semi fresco , x in particolare l olio di lino a contatto con l aria si irrancidisce velocemente , va benissimo ridurre in farina i semi .x i formaggi io ho dovuto eliminarli da tempo dalla mia dieta .

      • Avatar
        ha commentato:

        Ciao Bianca,
        la farina di semi non ha le stesse proprietà e ha troppo acido fitico. Meglio olio da frigo oppure un olio fresco.
        Un caro saluto

  16. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella!
    Va bene anche per le costituzioni fredde tendenti al gonfiore?
    Non ho un negozio bio vicino, c’è un formaggio magro che posso acquistare al supermercato?
    La ricotta fresca va bene? Però non è riportato la percentuale di grassi!
    Ma il fatto che sia pastorizzato e processato (per farlo diventare magro) non è anti salutare?
    Grazie!
    Un carissimo saluto,
    Serena

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Serena,
      sì, possono usarlo anche le costituzioni fredde.
      Il formaggio è bene che sia di ottima qualità. Ed è importante che possa sapere la quantità di grassi. Se è una ricotta magrissima può andare.
      Per quanto riguarda la tua domanda sulla pastorizzazione, i benefici della miscela superano i difetti dei singoli componenti.
      Se poi puoi usare un formaggio magrissimo e da latte crudo ben venga.
      Un caro saluto anche a te!

  17. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella,
    Dal negozio Naturasi posso ordinare questo formaggio quark:
    http://it.bergbauernmilch.de/produkte/latte-di-montagna/topfen-e-quark/quark-cremoso/

    Secondo te va bene per preparare la crema budwig?
    Grazie anticipatamente

  18. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella,
    io e il mio compagno abbiamo provato stasera questa crema e la troviamo deliziosa!!
    Vorremmo sapere se possiamo inserire aglio e prezzemolo o basilico, erba cipollina , peperoncino o spezie come coriandolo,cumino,curcuma ecc., senza alterare gli effetti terapeutici.
    Grazie 1000!
    Un caro saluto
    Barbara e Massimo

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Barbara,
      piacere di conoscervi, sono contenta che vi sia piaciuta! 🙂
      Potete insaporirla come volete, va bene tutto tranne il peperoncino (sarebbero meglio zenzero o curry dolce).
      Un caro saluto

  19. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella anche io ho ordinato il formaggio quark da natura si.. Ho letto che lo consigli anche per colazione insieme ad un frutto e bacche di goji..in questo caso l’olio di cocco va messo comunque ??.. E la polvere di acai, Spirulina e polline??..
    Grazie 1000

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Roberta,
      puoi aggiungere i superfoods, ma l’olio di cocco no, visto che la preparazione contiene già grassi.
      Un caro saluto

  20. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella, innanzitutto grazie per tutti i preziosi consigli. Volevo chiederti se al posto del quark posso usare il kefir. Grazie per una tua gradita risposta. Lucia

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Lucia,
      prego! 🙂
      Dipende sempre dal contenuto di grassi. L’unico problema del kefir è che è molto acido, per cui potrebbe dare un po’ di sintomi di calore.
      Se proprio non riesci a trovare il quark, puoi usare il kefir (a patto che sia magrissimo), ma è sempre meglio il quark.
      Un caro saluto

  21. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella,
    la ricetta è interessante e la proverò a colazione.
    Però mi sento spesso un po’ disorientata quando leggo consigli sull’alimentazione sana: qui si parla di usare un formaggio di latte vaccino, per quanto magro, ma di solito il latte vaccino è sconsigliatissimo, anche su Energy Training. Molti lo considerano cangerogeno e portatore di altri problemi alla salute, tra cui osteoporosi, infiammazioni, …
    Cosa mi consigli, come mi devo orientare? Dipende dalla quantità? o dagli abbinamenti con altri cibi?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Viviana,
      come dice sempre Francesca, in questo caso i benefici della miscela superano i difetti dei singoli componenti.
      E’ una preparazione meravigliosa e curativa.
      La cosa migliore che puoi fare è procurarti un formaggio di ottima qualità e biologico.
      Un caro saluto

  22. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella,
    innanzitutto grazie per questo articolo.
    Ti volevo solo chiedere una cosa anche se mi sembra che hai già parzialmente risposto: in questa preparazione è possibile sostituire il quark con un altro alimento di pari caratteristiche, ma che non contiene derivati del latte?
    Ti chiedo questo perchè non potrei, secondo la mia costituzione, mangiare latticini oppure dici che, anche nel mio caso, si può dire che i benefici della miscela superano i difetti dei singoli componenti?
    Grazie dell’attenzione e buon lavoro.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Luciano,
      questa preparazione è un’eccezione, quindi puoi consumarla anche se hai costituzione fredda. Purtroppo il formaggio non si può sostituire. Quello che puoi fare è tirare fuori dal frigo il formaggio un po’ prima, in modo che la crema non sia troppo fredda e consumarla 1-2 volte a settimana.
      Un caro saluto

  23. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella, come tutti ho qualche problemino ad acquistare tutti i prodotti al biologico e qualche volta cerco al supermercato. Ho trovato uno spalmabile della Valsoia tutto vegetale, si può usare o non va bene? Grazie carissimi x i vostri consigli. A presto

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Marisa!
      Purtroppo non è un buon prodotto: contiene soia, olio di palma e zucchero, 3 ingredienti pessimi.
      Abbiamo parlato in questi tre articoli dei problemi della soia: http://www.energytraining.it/category/soia/.
      Non incoraggiamo l’uso di creme spalmabili di questo tipo, ma la cosa migliore sarebbe prepararla da te con crema di nocciole naturale, cacao crudo, olio o burro di cocco e un dolcificante naturale o miele (ovviamente per un consumo una volta ogni tanto).
      Un caro saluto e alla prossima

  24. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella devo dire che è molto buona e sazia anche molto..i quattro cucchiai corrispondono all’intero vasetto da 200 gr!??.. Ma non avrò esagerato??..è stato il mio pasto proteico serale insieme ad una buonissima vellutata di zucchine..
    Pensi sia il caso di dimezzare la porzione??.. Non voglio prendere peso .. Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Roberta,
      no, 4 cucchiai sono 80-100 grammi, non l’intero vasetto da 200.
      Se pensi che ti appesantisca puoi fare 2 cucchiai di formaggio e 1 di olio, ma se fai un pasto leggero possono andar bene 4.
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        Ciao, vorrei sapere quanto tempo può rimanere in frigo il formaggio quark una volta aperto, visto che Nn posso mangiare tutta la confezione in una volta. Grazie

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Valentina,
          puoi conservarlo per 3, massimo 4 giorni.
          Un caro saluto

  25. Avatar
    ha commentato:

    Cara Raffaella, è possibile preparare la crema e conservarla nel frigo per due/tre giorni, o è preferibile prepararla di volta in volta? Grazie, un saluto

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Stefania,
      piacere di conoscerti! 🙂
      la crema va sempre preparata fresca di volta in volta.
      Un caro saluto

  26. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella ho letto la ricetta della crema budwig della dott.ssa kousmine .. Prevede, oltre a tutti gli altri ingredienti, la miscela dei chicchi di cereali integrali senza glutine e semi di lino (il tutto macinato a “crudo” e senza ammollo in acqua!!).. È esatto??.. Ma va bene anche per le costituzioni fredde??.. E può essere considerata una colazione da fare più volte durante la settimana??.. Mi sembra abbastanza calorica !!.. Grazie ..

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Roberta,
      la ricetta della Crema Budwig rivisitata che trovi sul ricettario di Energy Training è adatta a tutte le costituzioni, non è molto calorica e i semi sono ammollati, secondo lo stile Energy Training. Ti invito ad entrare nel Programma per scoprire come si fa.
      Un caro saluto

  27. Avatar
    ha commentato:

    Si deve mangiare subito o si può conservare in frigorifero per un po’?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Valentina,
      è meglio mangiarla subito dopo averla preparata.
      Un caro saluto

  28. Avatar
    ha commentato:

    Volevo anche chiedere… In un pasto completo Nn si devono aggiungere altri grassi?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Valentina,
      scusami, ma non ho capito la tua domanda…
      I grassi saturi sani (ghi, olio di cocco, burro bio) vanno aggiunti a crudo nei piatti. Il modo migliore è aggiungere ghi o burro bio sul piatto di cereali integrali a fine cottura e l’olio di cocco su frutta o porridge (sempre a fine cottura).

      • Avatar
        ha commentato:

        Volevo dire …mangiando la crema descritta sopra in un pasto Completo.. Si può aggiungere altre porzioni con dei grassi? O deve essere l unico grasso nel pasto?

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Valentina,
          no, non deve essere l’unico grasso del pasto.
          Aggiungi anche i grassi nelle altre pietanze del pasto (es. sui cereali e sull’insalata).
          Un caro saluto

  29. Avatar
    ha commentato:

    Raffaella scusa volevo chiederti se è meglio preferire come cena proteica il quark ( crema Budwig ) 2 volte a settimana e 1 volta formaggio da latte crudo.. Oppure viceversa preferire il formaggio 2 volte e la crema Budwig solo 1 volta??..
    La mia costituzione è fredda..
    Grazie tante !!..

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Roberta,
      puoi fare 2 volte la crema Budwig e una volta il formaggio.
      Un caro saluto

  30. Avatar
    ha commentato:

    Si può fare la crema aggiungendo della frutta fresca ad esempio cachi? Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Valentina,
      sì, puoi farlo. Se hai una costituzione fredda è meglio se scaldi leggermente la frutta e la mangi separatamente, cioè senza mescolare il tutto.
      Un caro saluto

  31. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella,
    Io ho trovato, da Naturasi, il quark bio della Berchtesgadener Land
    Ha queste caratteristiche:
    Quark biologico – scremato
    con 0,2% di grassi
    consistenza solida e asciutta, perfetta per il forno

    Importante: produciamo ancora il nostro quark secondo il metodo tradizionale, cioè senza ultrafiltrazione da latte fresco dei masi Naturland certificati bio.
    Acidificato con fermenti lattici Biogarde e caglio microbico, è quindi particolarmente adatto anche all’alimentazione vegetariana.
    Tutti i gusti sono disponibili in vasetto ecologico da 250 g .
    Questo è il sito: http://it.bergbauernmilch.de/produkte/latte-biologico/topfen-e-quark/quark-biologico/

    Ritieni che vada bene? E tu quale stai usando?
    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Francesco,
      perfetto! E’ esattamente quello che uso io 🙂
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        Grazie Raffaella della celere risposta.
        Un ultimo chiarimento: io mangio la crema budwig a pranzo come proteina. Il quantitativo che utilizzo è 200g di quark e 4 cucchiai di olio di semi di lino “da frigo”. Pensi che il rapporto formaggio / olio vada bene?

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Francesco,
          la quantità ideale è 4 cucchiai di quark con 2 cucchiai di olio di lino (2 parti di quark e 1 parte di olio).
          Un caro saluto

          • Avatar
            ha commentato:

            Raffaella scusami,
            Per sostituire la proteina in un pasto 4 cucchiai per me sono un pò pochi. Un quantitativo maggiore può essere indigesto? O la crema perde la sua efficacia? E se si perché? Oggi ho ridotto a 150g con 3 cucchiai di olio. Il rapporto lo ricavato da una tua precedente risposta: “80-100g corrispondono a 4 cucchiai”

          • Avatar
            ha commentato:

            Ciao Francesco,
            puoi fare massimo 200 grammi, aggiungendo sempre le spezie, con 3-4 cucchiai di olio di lino.
            Però assicurati che non ti raffreddi troppo.
            L’ideale sarebbe fare una quantità più piccola e accompagnare con un bel piatto verdure cotte e calde, per equilibrare.
            E’ il consiglio che Francesca mi ha dato per te.
            Un caro saluto

          • Avatar
            ha commentato:

            Ciao Raffaella innanzitutto un caloroso ringraziamento per la pazienza e per la precisione che hai nel rispondermi .
            Ascolterò il vostro consiglio e accompagnerò la crema con un abbondante piatto di verdura cotta. Mi avete anche consigliato di aggiungere delle spezie alla crema. Ma quali e in che quantitativo?

          • Avatar
            ha commentato:

            Ciao Francesco,
            sì, dato che è una preparazione a crudo puoi aggiungere le spezie da viaggio.
            La ricetta è qui: http://www.energytraining.it/energytv/puntata-15-spezie-da-viaggio/
            Un caro saluto

  32. Avatar
    ha commentato:

    buonasera, in caso di k mammario conclamato, quante volte , settimanalmente, devo assumere questa crema?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Alessandra,
      nel tuo caso dovresti seguire il protocollo Gerson completo, quindi oltre alla Crema Budwig anche centrifugati di carota e mela verde e clisteri di caffè. E’ un approccio che abbiamo visto funzionare molto bene. Puoi contattare il centro Gerson di Budapest o chiedere a Francesca di aiutarti a fare il protocollo nel coaching, se sei interessata.
      Il metodo Gerson è molto duro e difficile, va seguito nei minimi dettagli, ma da solo è molto potente e può portare alla completa guarigione.
      Un caro saluto, fammi sapere se posso fare altro per te

  33. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella. Ho 22 anni e soffro di infiammazione cronica (ho anche neutropenia e rame alto), autoimmunità (Hashimoto e anticorpi antistomaco positivi) e reflusso gastro-esofageo. È consigliata anche per me la crema Budwig? E i formaggi da latte crudo? Grazie!

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Giada,
      c’è un bravissimo medico a Milano che cura la tiroide in modo naturale. Se vuoi possiamo darti i suoi contatti. La Crema Budwig potrebbe esserti utile, ma devi anche seguire il Programma scrupolosamente.
      Un caro saluto

  34. Avatar
    ha commentato:

    buonasera Raffaella , sono Tiziana ho letto l’articolo sulla crema boudwing, io sono intollerante al latte volevo sapere se potevo mangiare il formaggio quark o cottage cheese grazie.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Tiziana,
      benvenuta sul blog!
      Se il tuo problema è l’intolleranza al lattosio puoi prepararla con del quark biologico senza lattosio, assicurandoti che sia magrissimo.
      Un caro saluto

  35. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella volevo chiederti se posso preparare la crema al mattino per poi mangiarla a pranzo..
    Visto che pranzo in ufficio !
    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Roberta,
      sì puoi farlo, ma ogni volta che puoi preparala fresca al momento.
      Un caro saluto

  36. Avatar
    ha commentato:

    Grazie per l’articolo e per le preziose informazioni contenute nei commenti.
    Proverò senz’altro questa crema. 🙂
    Alberto

  37. Avatar
    ha commentato:

    Mi è sorto un dubbio: l’olio di lino da acquistare è quello “da frigo”; ma deve essere tenuto necessariamente in frigorifero anche dopo averlo acquistato oppure può anche essere lasciato fuori, a patto che venga consumato in tempi brevi?
    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Alberto,
      va tenuto in frigo anche dopo averlo acquistato.
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        Grazie per la risposta, un caro saluto a te!

  38. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella, sono Salvatore, ho il cancro alla gola da 4 anni e non ho mai fatto la chemio, solo la tac per avere la conferma della malattia. Dopo aver fatto 3-4 mesi di terapia Gerson a casa, sono passato a fare la terapia Budwig, adesso sono 7-8 mesi. Io vivo in Romania, ci sono I negozi bio ma non sono sicuro se sono veramente bio. il quark o meglio la ricotta la facciamo noi in casa sia col latte di mucca che col latte di capra quando e’ il suo tempo, e poi il latte di capra e’ piu’ indicato. La ricotta la otteniamo togliendo prima tutta la panna che viene a galla, a temperature di max 36-49 gradi centigrade otteniamo la ricotta. Le quantita’ le rispetto. 1 a 2. Spero di essere stato choaro fino qui. Adesso che sono passati circa 8 mesi, il mio tumore non e’ peggiorato di molto ma adesso comincio ad avere problem di inghiottire il mangiare, a proposoto sono diventato vegetarian e ho perso 20 kg in due anni, ho un gonfiore sotto l’orecchio sx che mi fa male e a volte molto male che non mi fa dormire. Cara Raffaella, dove sbaglio, c’e’ qualcosa che non faccio o la faccio sbagliata? Puoi aiutarmi per favore, pero’ preferirei che ci scrivessimo per email e non nel blog, e’ possibile? Grazie di cuore per il tuo tempo.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Salvatore,
      piacere di conoscerti.
      Purtroppo il tuo è un caso molto delicato e la cosa migliore è farti seguire da vicino da Francesca nel coaching mensile di Energy Training o con una consulenza individuale. Puoi prenotare una consulenza da qui: http://www.energytraining.it/tutor/. In questo modo potrai sentire Francesca direttamente su Skype.
      Un caro saluto

  39. Avatar
    ha commentato:

    Se i potenti effetti di questa combinazione sta nel l’esatta proporzione bisognerebbe specificare i grammi dell’uno e dell’altro componente perché se è facile dosare a cucchiai l olio, non lo è per il quark che essendo compatto si rischia di metterne molto più del cucchiaio. Quindi è possibile avere quantità più precise espresse in grammi?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Marzia,
      puoi farla con 200 grammi di quark e 3 cucchiai di olio. Non c’è bisogno di essere precisissimi.
      Sono due parti di quark e una parte di olio.
      Un caro saluto

  40. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella posso mangiarla o alla mattina a colazione o per cena pur avendo una costituzione calda ? Come è meglio fare ?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Michele,
      piacere di conoscerti e benvenuto sul blog!
      Il momento migliore è al mattino, accompagnata da un po’ di verdura. Va bene per le costituzioni calde. E’ buonissima con della zucca a pezzetti, ad esempio.
      Un caro saluto

  41. Avatar
    ha commentato:

    salve, sono silvia. Piacevolmente sorpresa dopo la lettura di questo articolo, mi chiedo se la crema budwig si può preparare con i semi di lino tritati finemente al posto dell’olio che non oso più usare e prelevare dal frigo dove è rimasto per parecchi mesi. Per evitare che ricomprandolo faccia la stessa fine delle confezioni precedenti, mi chiedo appunto se sia possibile sotituire l’olio di lino con i semi.
    Grz per tutte le informazioni preziose che aiutano anche me, anarco-vegana, a vivere meglio.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Silvia,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      No, i semi non possono sostituire l’olio, non hanno gli stessi benefici. L’olio deve essere fresco, ovviamente, e se lo prendi ora puoi provare a consumare questa ricetta una volta alla settimana, così che l’olio non resterà abbandonato nel frigo.
      Un caro saluto

  42. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella, io la facevo fino a qualche mese fa. Dopo che ho scoperto di avere un nodulo al seno, definito sospetto, ma che non voglio venga ne biopsia e altro. Mi sto curando in modo naturale ed avendo eliminato qualsiasi proteina di origine animale, a malincuore ho eliminato anche la crema Budwig. Tu che cosa mi consigli, la posso riprendere in tutta sicurezza? Grazie..

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Silvana,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Sicuramente non è la forma proteica migliore per te. Via tutto il grano e tutti i carboidrati che stimolano l’insulina, che è altamente implicata in questa crescita di cisti. Devi consumare grassi sani, proteine fresche e semplici, variandole tutte e molta verdura cotta.
      Un caro saluto

  43. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella,ho letto tutto qesto post non vorrei ripetermi sulle dosi,ma se la dose corretta è 2 a 1 con 200g di bioquark occorrono 100g di olio di semi di lino che sono molto di più di quattro cucchiai da cucina,quindi ti sarei grato se potessi dare l’esatta dose dell’olio in g dato che se non erro troppo consumo di olio se non digerito potrebbe dare origine a radicali liberi che è ciò che vogliamo eliminare.Scusa se posso aver detto cose non correte ma in alcuni siti si parla di cucchiai in altri di cucchiaini ed in altri di EK di olio di lino. Ti ringrazio fin d’ora per la risposta.Saluti Fausto

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Fausto,
      piacere di conoscerti e benvenuto sul blog.
      Le dosi riportate dalla stessa dottoressa Budwig sul suo libro sono 100g di quark con 3 cucchiai di olio di lino da frigo, quindi puoi attenerti a questa proporzione. Nemmeno lei riporta le dosi di olio in grammi. 200g di quark sono troppi. Qualcuno ci ha chiesto di poterne fare di più perché non si saziava con la quantità di 100g, ma 200g e 6 cucchiai di olio è davvero troppo.
      Spero di esserti stata di aiuto

      • Avatar
        ha commentato:

        Grazie per la risposta tempestiva,200g era per indicare una proporzione,comunque con 200g facciamo colazione io e mia moglie e uso quattro cucchiai da cucina di olio di semi di lino per rispettare la proporzione 2 a 1 OK ?

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Fausto,
          sì, va benissimo.
          Un caro saluto

  44. Avatar
    ha commentato:

    è possibile usare uno yogurt magro e olio di lino?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Domenica,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Sì, l’importante è che l’olio di lino sia biologico e da frigo e che lo yogurt magro sia di buona qualità.
      Un caro saluto

  45. Avatar
    ha commentato:

    Buongiorno, ho letto con interesse questo articolo e le domande che ha generato. Vorrei chiedere due cose:
    1.secondo il protocollo budwig, la quantità di crema (fatta con quark ed olio in proporzione di 2:1 deve anche essere calcolata in base al peso corporeo (http://www.thelivingspirits.net/medici-controcorrente/il-protocollo-budwig-per-disintossicare-colon-cellule-e-guarire-la-membrana-cellulare.html). Come mai non ne parlate?

    2. Se per motivi etici non si consumano proteine di origine animale, lo zolfo necessario a compiere la reazione salutare della C.B. non potrebbe essere assunto con integratori?
    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Maria Caterina,
      noi proponiamo la crema Budwig non per il suo scopo curativo, come può esserlo quello inserito in una dieta speciale anticancro come prevede il suo protocollo. La proponiamo quale fonte proteica di Omega 3 settimanale. Ecco perché non trovi specifiche indicazioni circa la quantità, presenti invece sul sito del suo istituto. Un caro saluto

  46. Avatar
    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Maria Caterina,
      gli integratori di zolfo non sostituiscono completamente il formaggio Quark in quanto carenti di due amminoacidi. Se desideri approfondire ed avere un protocollo equilibrato vegetariano circa le forme di proteine più salutari da assumere, nella nuova veste del programma delle 8 settimane trovi un intero capitolo dedicato ai vegetariani con schemi menù settimanali molto dettagliati. Un caro saluto

  47. Avatar
    ha commentato:

    Io la preferisco nella versione dolce con frutti di bosco e due gocce di stevia … semplicemente deliziosa
    Ma è adatta al reset?
    Posso aggiungere mandorle tritate dopo l’ammollo?
    Ciao

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Monica,
      durante il reset in teoria la Crema Budwig andrebbe sospesa, ma nel tuo caso se la tolleri puoi consumarla due volte la settimana. Va bene aggiungere qualche mandorla, ma meglio non usare dolcificanti: prova ad aggiungere un pizzico di vanglia e cannella. Un carissimo saluto.

  48. Avatar
    ha commentato:

    Mi è difficile trovare il quark, posso usare atri formaggi cremisi tipo ricotta o filadelphia?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Marina,
      puoi usare formaggi che abbiano una percentuale di grassi non superiore al 2%. Un caro saluto

  49. Avatar
    ha commentato:

    Interessante!

  50. Avatar
    ha commentato:

    A proposito della Crema Budwig: può essere consumata da chi ha il colesterolo alto ed è intollerante ai latticini? Grazie!

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Marisa,
      come detto a Grazia, se usi il Quark senza lattosio non dovrebbero esserci problemi. La crema Budwig è curativa e va consumata una o due volte la settimana per cui non altera i valori del colesterolo. Questi sono alterati piuttosto da un consumo eccessivo di carboidrati e zuccheri. Un caro saluto

  51. Avatar
    ha commentato:

    E per chi Soffre di colon irritabile e nn mangia latticini?
    Io faccio il Miam o fruit come colazione !

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Grazia,
      se usi il Quark senza lattosio, non dovresti avere problemi, va testata su di te, magari iniziando con una piccola quantità. Un saluto

  52. Avatar
    ha commentato:

    salve .. ma il formaggio quark.. in commercio.. quale sarebbe.. ci sono molti formaggi freschi in giro.. e adesso mi sorge un dubbio.. io non bevo latte vaccino.. e derivati.. faccio uso del ghi e me lo preparo da sola ..come da vostra ricetta.. bevo latte di riso.. olio di semi di lino lo faccio oppure lo compro qualche volta.. un saluto a tutti

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Karla,
      trovi il formaggio quark senza lattosio, nei negozi biologici. Un caro saluto

  53. Avatar
    ha commentato:

    ciao, vorrei provare a fare colazione con crema budwig, ma in nessun supermercato della mia zona sono riuscita a trovare il formaggio quark. posso sostituirlo con qualcos’altro?
    grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Marta,
      trovi il Quark nei negozi biologici. In alternativa scegli un formaggio spalmabile con una bassa percentuale di grassi, non superiore al 2%. Un saluto

  54. Avatar
    ha commentato:

    “Mangiare una formula di quantità precise di formaggio quark magro e olio di semi di lino aiuta a risolvere il problema delle cellule stagnanti e dissolve il tumore”. Non so se questa affermazione sia frutto di una traduzione infelice o altro ma la trovo inquietante. Questa crema sarà anche salutare e magari potrà aiutare nella prevenzione ma farei attenzione a far passare un simile messaggio.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Nicola,
      grazie per la segnalazione, abbiamo già provveduto a correggere l’affermazione frutto di una spiacevole distrazione. Un caro saluto

  55. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca, vorrei provare la crema budwig ma sono leggermente intollerante al lattosio…va bene lo stesso?
    Ho preso il quark magro bio.
    Quando la devo consumare, a colazione?
    E si può mangiare insieme ad altri cibi?
    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Patrizia,
      scegli il Quark senza lattosio. Consumarla a colazione va benissimo, e puoi aggiungere dopo una porzione di verdure cotte in modo leggero o una tisana ben calda. Un caro saluto

  56. Avatar
    ha commentato:

    Nella colazione salata a base di crema budwig è corretto inserire anche verdure? Oppure è sufficiente aggiungere capperi e olive? Posso mescolare il Quark con l’olio di lino senza usare il frullatore? Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Antonella,
      le verdure le puoi consumare dopo, ma non inserirle nella crema. Sì, puoi mescolare l’olio di lino manualmente, ma assicurati che si totalmente inglobato. Un caro saluto

  57. Avatar
    ha commentato:

    E per chi è intollerante al lattosio?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Michela,
      usi il quark senza lattosio. Un saluto

Rispondi a Laura Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico