Carenza di proteine: i 4 sintomi, i rischi e la soluzione6 min read

Condividi


Cos’hai in programma di mangiare oggi?

Una pizza? Un panino? O magari un bel piatto di pasta col sugo e nient’altro, per stare più leggero?

In tanti mangiano così ogni giorno, pensando di far bene.

Non si rendono però conto che il loro pasto è molto carente di alcuni nutrienti fondamentali.

Tre, infatti, sono i preziosi alleati che non dovrebbero mai mancare ogni volta che ti siedi a tavola, a partire dalla colazione fino ad arrivare alla cena:

  • proteine
  • verdure
  • grassi

Sono quanto di più saziante, nutriente e fonte di soddisfazione esista di commestibile.

In questo articolo ci occuperemo delle proteine e di cosa succede se soffriamo di carenza di proteine.

Perché è così importante che consumi proteine ogni giorno?

Si è calcolato che le proteine sono coinvolte in circa due milioni di processi metabolici all’interno del nostro organismo.

Sono i mattoni che costituiscono e tengono insieme il nostro corpo, senza di esse andremmo letteralmente in pezzi.

Servono per accrescere e riparare pelle, capelli, tendini, legamenti, e muscoli. Servono a riprendersi dopo uno sforzo fisico.

Non dimentichiamo che sono necessarie anche per la produzione di enzimi, ormoni, neurotrasmettitori e per la matrice extracellulare.

Eppure le proteine sono una categoria di nutrienti spesso trascurata, bistrattata se non addirittura demonizzata a causa di tantissima “pubblicità” negativa fatta negli scorsi decenni.

Quello del consumo di proteine, è un argomento controverso, tale che per un numero sempre più crescente di persone, sono diventate un vero e proprio spauracchio.

In realtà moltissime persone hanno il problema opposto, sono cioè carenti, a volte anche in modo serio, ma non se ne rendono conto perché non sanno riconoscere i segnali che il corpo ci manda quando l’apporto proteico non è sufficiente.

Il corpo non possiede riserve di proteine, se non piccole quantità nei muscoli e nei tessuti magri, il resto delle proteine assunte è tutto utilizzato per uso funzionale.

L’eventuale surplus, viene metabolizzato all’interno del fegato, trasformato in una forma di zucchero (glicogeno) e speso come energia.

Aminoacidi essenziali e aminoacidi non essenziali

Le proteine sono formate da catene di aminoacidi che a loro volta si dividono in due categorie: gli aminoacidi essenziali (sono otto) e quelli non essenziali (sono dodici).

Essenziali significa che l’organismo non è in grado di produrli da solo e vanno assunti quotidianamente tramite la dieta.

Gli aminoacidi non essenziali, sono invece prodotti dal nostro corpo attraverso la demolizione dei muscoli e della matrice extracellulare, un processo che prende il nome di “processo catabolico”.

Questo dovrebbe farci riflettere: se attraverso la dieta non diamo al nostro corpo la giusta quantità di proteine essenziali, se ne consumiamo meno di 0.85 grammi per chilo corporeo, l’organismo sarà costretto ad attingerle dai muscoli e dalla matrice extracellulare con vari effetti negativi.

Effetti negativi dovuti ad una carenza di proteine

Una matrice extracellulare senza l’adeguato “sostegno” delle proteine in realtà si manifesta con:

  • tendenza al prolasso delle mucose intestinali con probabile comparsa di emorroidi 
  • intestino permeabile con aumento del rischio di invasione di patogeni nel sangue
  • comparsa di rughe e invecchiamento precoce della pelle
  • caduta dei capelli 

L’impossibilità poi del corpo di produrre ormoni ed enzimi crea in noi uno squilibrio profondo. 

L’importanza dell’equilibrio del bilancio azotato

Una caratteristica delle proteine è il loro contenuto di azoto, una sostanza che è importante sia in costante equilibrio nel nostro organismo.

Il corpo è in grado da solo di garantire un costante equilibrio dell’azoto: in entrata con l’assunzione di proteine e in uscita con l’eliminazione dell’azoto attraverso il sudore, la cute, i capelli, le urine, sotto forma di urea, ammoniaca, acido urico e creatinina.

Se l’apporto di proteine è troppo basso, il corpo non riesce a raggiungere un’equilibrata quantità di azoto.

Se la carenza si protrae per tempi molto lunghi, può diventare piuttosto pericoloso.

La carenza di proteine intacca per prima cosa il fegato e gli organi viscerali, soprattutto reni e intestino.

Dunque, una carenza proteica danneggia:

  • tutti gli organi e in particolar modo i reni
  • colpisce il sistema immunitario creando un aumento del rischio di infezioni
  • nei bambini può creare deficit di crescita fisici e forti compromissioni cerebrali

I 4 sintomi più importanti di carenza di proteine 

Da cosa puoi renderti conto che stai mangiando poche proteine?

Ci sono dei segnali, dei campanelli d’allarme che ti aiutano a capirlo.

I principali sono: stanchezza, fame continua, gonfiore, capelli secchi e fragili, forte desiderio di dolci e cioccolata.

1. La fame continua

E’ un segnale inequivocabile di un consumo carente di proteine perché queste ti nutrono in profondità, ti regalano sazietà.

Inoltre se non ami le proteine sei portato a consumare soprattutto carboidrati, dolci ed ecco che oltre la fame puoi anche avere difficoltà a mantenere il tuo peso forma o addirittura essere in sovrappeso.

2. Alti livelli di zucchero nel sangue

Una delle conseguenze della carenza di proteine, lo abbiamo visto, è la continua voglia di zuccheri.

Il corpo non ricevendo le sostanze che gli servono, ti spinge a cercare, per saziarti, una fonte di energia veloce e rapida come gli zuccheri.

3. Alti livelli di stress

In un corpo che è in uno stato di perenne debolezza lo stress è sempre in agguato.

Al contrario, un corpo ben nutrito sopporta e gestisce lo stress molto più facilmente.

4. Dolori articolari

Le proteine sono implicate nella sintesi del collagene che è la principale proteina che forma il tessuto connettivo.

Senza un adeguato apporto proteico articolazioni, muscoli, pelle e organi letteralmente “crollano”.

Abbiamo tutti bisogno di un adeguato apporto di proteine

Le proteine sono un nutriente essenziale di cui abbiamo tutti un gran bisogno per vivere.

Qual è il quantitativo giusto?

Le proteine dovrebbero coprire circa il 15-20% delle calorie assunte, quindi da 225 a 445 grammi al giorno, a scelta tra tutte le proteine animali e quelle vegetali, a seconda delle nostre attività e della vita che conduciamo.

Tutte le moderne ricerche nel campo dell’infiammazione, fissano nello 0,8 grammi per chilo corporeo, la quantità ideale e salutare di proteine per il nostro organismo.

Si sale a 1,2/1,5 grammi, sempre per peso di chilo corporeo, in caso tu faccia in modo costante, una sostenuta attività fisica.

In conclusione

Se hai il sospetto di avere carenza di proteine ma non sai da che parte cominciare per riportare il corpo in equilibrio, oltre a trovare sul blog molte risorse gratuite (articoli e video), puoi iscriverti al programma online per mettere in pratica il metodo SAUTÓN.

Sia che tu sia onnivoro, vegetariano o vegano, sarai guidato step by step, nella scelta delle proteine più equilibrate e adatte a te.


Altri articoli e video correlati a questo argomento:

Proteine: 8 segni che ne hai urgente bisogno (video)

15 motivi per consumare proteine regolarmente (video)

Proteine animali si o no? Verità e false credenze dietro una paura immotivata

Le 6 migliori fonti di proteine vegetali per vegetariani e vegani (con ricette)


Condividi

Avatar

Maria Pia Festini

Operatrice olistica specializzata in nutrizione, si diploma alla SAUTÓN Academy di Devi Francesca Cillo dove ora è Tutor e Coach.
Laureata in Lettere, amante dello studio e della scrittura, alterna il lavoro di collaboratrice del blog a quello di consulente online e offline.
Collabora con centri olistici, erboristerie e organizza piccoli eventi in giro per l’Italia, a sostegno della diffusione e della conoscenza del SAUTÓN Approach, il metodo che dal 2013 l’ha trasformata nel fisico e nella mente regalandole una nuova vita.

Consulta le fonti e gli studi principali a cui facciamo riferimento

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Unisciti a 170.000 iscritti e ricevi guide,
ricette e consigli esclusivi:

  1. Avatar
    ha commentato:

    Salve chi come me fa calcoli renali facilmente che proteine devo inserire nella mia dieta.Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Luca,
      puoi inserirle a rotazione tutte, quelle di origine animale e quelle di origine vegetale, senza esagerare, masticandole bene, affiancandole e delle belle porzioni di verdure cotte in modo leggero e soprattutto non unirle a carboidrati. Bevi molta acqua calda lontano dai pasti. Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico