Energy Training diventerà The SAUTÓN Approach Scopri di più

Come lo zucchero crea dipendenza e indebolisce la volontà6 min read

Condividi

Zucchero e dolci

Condividi


Se nella tua vita hai provato a smettere di mangiare zucchero e i dolci, sai bene quanto sia difficile. In alcuni casi sembra una battaglia impossibile.

Per questo molte persone rinunciano.

Ciò che rende questa rinuncia così difficile è il fatto che quando introduciamo nel nostro corpo alimenti come lo zucchero e altri cibi spazzatura, qualcosa nel cervello comincia a non funzionare come dovrebbe.

Il nostro cervello dovrebbe regolare la nostra assunzione di cibo e impedirci di esagerare, prendere peso e ammalarci. Ma i dolci e il cibo spazzatura mandano in tilt tutto il nostro sistema di regolazione.

Lo zucchero e i cibi spazzatura infatti possono sfasare la chimica del cervello per farcene desiderare sempre di più.

L’iperstimolazione dei centri di ricompensa del cervello provoca dipendenza

Lo zucchero fa ingrassare e questo è dovuto principalmente al suo alto contenuto di fruttosio.

Ci sono diversi modi in cui lo zucchero ci induce a mangiarne troppo e ad aumentare di peso, e il primo di questi meccanismi è il forte impatto sui centri di ricompensa del cervello.

Quando mangiamo cibi che contengono zucchero, una massiccia quantità di dopamina viene rilasciata in una zona del cervello chiamata Nucleo Accumbens.

Quando mangiamo questi alimenti tutti i giorni e in grandi quantità, i recettori della dopamina cominciano a funzionare in maniera sbagliata.

Questo significa che più ne mangiamo, più avremo bisogno di quantità maggiori per ottenere lo stesso livello di ricompensa.

Lo zucchero e gli altri cibi spazzatura, a causa del loro potente effetto sui centri di ricompensa del cervello, hanno una funzione simile a droghe come la cocaina e la nicotina (Leggi qui lo studio), danno dipendenza e assuefazione.

Quando li mangiamo infatti entrano in gioco esattamente gli stessi centri del cervello. Le persone che hanno una certa predisposizione alla dipendenza, diventano dipendenti da questi alimenti e perdono il controllo sul loro consumo.

Sei dipendente dallo zucchero? Ecco come capirlo.

Ecco una lista dei sintomi di dipendenza:

1. Desideri lo zucchero e i dolci, anche se sei pieno

E’ molto comune desiderare un dolce alla fine di un pasto abbondante e nutriente.

Per esempio… anche se hai appena finito un pasto a base di bistecca, patate e verdure, hai ancora il desiderio di un gelato o un dessert.

Il desiderio e la fame sono due cose diverse. Non sei affamato, perché hai appena finito di mangiare, ma c’è un bisogno, una voce nel cervello che ti dice di mangiare altro.

Questa è una cosa abbastanza comune e non significa necessariamente che hai un problema. La maggior parte delle persone sente questo bisogno di dolce.

Ma se questa cosa succede spesso e hai un vero e proprio problema a controllarti, è il segnale che sta succedendo qualcosa di innaturale.

Questa “fame” non ha a che fare con il tuo bisogno di energia o nutrienti, è una chiamata del tuo cervello, una richiesta di qualcosa che rilasci dopamina nel sistema.

2. Finisci per mangiarne più di quanto volevi

Che male c’è in una piccola fetta di torta o in un pezzetto di uovo di cioccolato? Mangiarne un po’ non può uccidere, giusto?

In effetti una fetta ogni tanto non fa tanto male.

Ma per alcune persone una piccola fetta di torta o un morso di cioccolato fa un’enorme differenza. Un morso si trasforma in 20 e una fetta si trasforma in un’intera torta.

Quando si ha una dipendenza non si conosce la moderazione.

3. Ti senti in colpa subito dopo esserti abbuffato, ma sai che presto lo rifarai

Quando facciamo qualcosa che sappiamo non essere “giusta”, che va contro i nostri valori, principi o decisioni, spesso ci sentiamo male o in colpa.

E’ la classica crisi di coscienza, un sentirsi contemporaneamente bene e male. Soddisfatti per la ricompensa del cervello e colpevoli perché non siamo riusciti a trattenerci.

Per chi è in sovrappeso e ha provato con tutta la forza di volontà di eliminare i dolci, cedere a una tentazione lo fa sentire colpevole.

4. Ti giustifichi con te stesso

Zucchero e dolci 2Quando decidi di astenerti dai dolci o dallo zucchero in un particolare giorno della settimana è come se due forze cominciassero a lottare nella tua testa.

Una è la decisione logica e razionale che devi astenerti dai dolci. E ti dici: “Forse posso fare un’eccezione solo per il sabato o la domenica.”

L’altra forza è il desiderio, anche se oggi è venerdì, hai troppa voglia di un dolce. Proprio ora hai voglia di un cibo che hai appena deciso di non mangiare.

La decisione logica che hai preso è messa a dura prova da una nuova idea… che infondo puoi mangiare qualunque cosa tu desideri. Che magari puoi mangiarlo oggi e non mangiarlo domenica.

E in quel momento cominci a raccontarti scuse sul perché sia una buona idea mangiare quel pezzo di torta. E ci caschi di nuovo.

5. Mangi i dolci di nascosto

Spesso, quando si prova più volte a rinunciare a qualcosa che ci piace molto ma ci fa male e si fallisce, si decide di continuare a farlo di nascosto.

Così ci si rifugia nei dolci quando si è soli in casa, in macchina, la notte quando il resto della della famiglia è a letto.

Questo è un altro importante sintomo di dipendenza.

6. Non riesci a smettere anche se conosci i problemi fisici che questo produce

Non ci sono dubbi che il cibo che mangiamo ha degli effetti sul nostro corpo e sulla nostra salute.

A breve termine il consumo di dolci e cibo spazzatura porta a:

  • aumento di peso
  • acne
  • alito pesante
  • stanchezza
  • scarsa salute dei denti
  • altri problemi…

Ma a lungo termine, dopo anni e anni di continuo abuso, le cose cominciano ad andare davvero male.

Una vita passata a mangiare cibo spazzatura porta a:

  • obesità
  • diabete di tipo 2
  • problemi cardiaci
  • Alzheimer
  • demenza
  • cancro

Chi ha sperimentato uno di questi problemi fisici, sa che sono collegati al cibo che mangia, ma non è capace di cambiare abitudini.

Molte persone sanno che mangiare male ha delle conseguenze, ma sono incapaci di controllarsi.

Lo zucchero esercita un potente effetto sul nostro comportamento

In alcune persone avvengono dei cambiamenti anatomici nel cervello quando sono esposte a un eccesso di zucchero e cibo spazzatura. In molti casi, questo può portare a dipendenza conclamata (Leggi qui lo studio).

Cominciare a mangiare bene e “disintossicarsi” dallo zucchero può essere difficile all’inizio, ma se hai una strada da seguire, un percorso graduale che ti fa ridurre i cibi spazzatura e che ti fanno male in modo dolce e solo dopo aver introdotto alternative più sane, tutto diventa più facile.

Con il Nuovo Programma di Trasformazione e con il Coaching di Energy Training passo dopo passo si può sconfiggere la dipendenza dal cibo spazzatura riscoprendo il piacere di mangiare cose buone, sane e gustose, in modo che non solo il corpo stia meglio, ma anche il cervello e la mente.

Puoi leggere qui gli altri articoli sullo zucchero e i dolcificanti.


Condividi

Avatar

Raffaella Scirpoli

Raffaella Scirpoli è una giovane Naturopata che da più di 3 anni collabora con Francesca nel programma Energy Training.

Ha scoperto il mondo dell’alimentazione naturale solo pochi anni fa, ma è stato “amore a prima vista”.

Seguendo i consigli di Francesca, di cui si considera l’allieva numero uno, ha stravolto le sue abitudini alimentari e si è sentita subito più energica, più consapevole e più sana.

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Non perdere le nuove risorse!
Iscriviti alla newsletter per ricevere guide gratuite,
risorse esclusive, articoli, ricette e offerte:

137.936 persone già iscritte
  1. Avatar
    ha commentato:

    Lo ammetto sono uno zucchero dipendente …

    Come posso uscirne ?

    Ciao

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Gianluca, ne puoi uscire!

      Capendo il meccanismo, sei dipendente dallo zucchero perchè ti mancano grassi e proteine.

      se li riequilibri ne sentirai molto meno il bisogno.

      Coste di sedano sgranocchiate a fine pasto sono un buon antidoto al dolcetto e il fungo Reishi in capsule (una al dì) è ottimo per fermare la dipendenza

      • Avatar
        ha commentato:

        mi aiuti a d uscire dal tunnel dei dolci si ha capito bene tunnel

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Raffaele,
          piacere di conoscerti e benvenuto sul blog.
          Il programma di Energy Training è perfetto per vincere la dipendenza dai dolci. Ti serve un mese di RESET completo dei carboidrati, in cui mangi solo proteine, verdure e grassi sani (a volontà). Se vuoi Francesca può seguirti nel Programma e aiutarti a farlo.
          Un caro saluto

  2. ha commentato:

    Spettacolalre articolo davvero complimenti informazioni molto importanti e sicuramente da divulgare.

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      grazie Salvatore!

      un carissimo saluto!

  3. ha commentato:

    Non so proprio di cosa state parlando!
    Non ho mai sentito nessuno di questi sintomi da dipendenza…
    Ti dico solo che stavo svenendo quando ho visto la foto dei muffin!!! 😀
    Scherzi a parte, mi sono riconosciuto tantissimo in tutte queste manifestazioni descritte… soprattutto la VOCE nella testa che mi diceva di mangiare dolci, anche se ero supersazio.

    Posso testimoniare che dopo 22 giorni di dieta con Francesca, non solo sono dimagrito 8kg, non solo mi sento strapieno di energia (faccio esercizi che prima mi richiedevano un enorme sforzo, con una semplicità enorme), ma soprattutto NON DESIDERO più dolci e zuccheri!

    La cosa strana è che posso anche prendere in mano una tavoletta di cioccolato nel supermercato e analizzarla, senza provare il desiderio bramoso di divorarla. Questa è una vera novità nella mia vita, mi rendo conto che il beneficio più grande di tutti sia proprio la SOLIDITA’ MENTALE… non l’ho mai avuta così forte.

    Inutile dire che la produttività sul lavoro è cresciuta in modo incredibile.
    Oggi è sabato e anche oggi mi sono svegliato 1h prima della sveglia… e se non piovesse, mi sarei andato a fare una corsa, come ogni giorno.

    Grazie 1000 a Raffaella per questo meraviglioso articolo (ne ho letti diversi che hai scritto e li ho apprezzati tutti… si vede la scuola Cillo! 🙂 ).
    E grazie 1000 anche a SuperFrancy che è sempre più un mito per me! 🙂

    1abbraccio a tutti!
    Josè

    • Avatar
      ha commentato:

      Grazie a te Josè per la bellissima testimonianza! 🙂

      Un abbraccio

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Grazie Josè, preziosissima testimonianza.
      Soprattutto l’esempio della solidità mentale è davvero di grande ispirazione!
      Meraviglioso! Buon cammino!

  4. ha commentato:

    PS
    non saprò mai se e quando mi risponderete… perchè sul blog (come anche su quello di Italo e sul vecchio miglioriamo) non usate un plugin per notificare le risposte ai commenti… 🙁
    Please, mettetelo per il bene dei lettori!!! 🙁 snif!
    (Subscribe to comments è uno dei più usati) 😉

  5. ha commentato:

    La voglia di dolci indica anche una mancanza di serotonina e di periodo di forte stress.
    Questo periodo, crea una forte dipendenza da questo cibo spazzatura.
    Il modo migliore è non avere cibo spazzatura in casa!
    Se non c’è..impazzirai in quel momento, ma dopo un paio di minuti, il tuo cervello capirà di non poter fare altrimenti.

    Stacca la spina, diverti di piu con gli amici e non pensare ai problemi, prenditi qualche giorno di ferie e dedicati a te stesso, fai una vacanza, cerca di rilassarti.

    Aumenta l’assunzione di cibi ricchi di “Triptofano” è un recettore della serotonina e prendi degli integratori di magnesio che aiutano a rilassarsi e a migliorare la qualità del sonno.

    Questi sono i metodi piu efficaci per eliminare la voglia dello zucchero, ma bisogna impegnarsi molto, per uscire da questo circolo vizioso.

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Grazie Chiara!
      ottimi consigli

  6. Avatar
    ha commentato:

    Da quando ho smesso usare gli zuccheri ho alito pesante anche se mangio tanta verdura e i grassi buoni, proteini ecc…perché?

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Bevi di più e usa un pochino di erba di grano al risveglio.
      Pulisci la lingua e usa molta acqua calda.
      Passerà.
      Stai passando dal far funzionare il fegato con gli zuccheri (che lo affatica e lo riempie di calcoli) a farlo funzionare con i grassi.

      Passerà tra qualche settimana.

    • ha commentato:

      Un alito pesante può essere provocato dal metabolismo dei parassiti, intendo i vermi. Se ci sono i gonfiori e brontolio, produci la saliva di più del solito, senti la boca impastata, hai bisogno di fare trattamento, per un periodo di tempo da 3 a 6 mesi. Trovare una giusta combinazione di integratori, erbe o polveri naturali con effetto antiparassitario. Chiedi il tuo Naturopata di fiducia.
      Scusate, ho visto per caso, e come il caso non esiste… eccomi qua.

      • Avatar
        ha commentato:

        Ciao Lucem,
        ottima considerazione! Sintomo di presenza di parassiti posso essere anche stanchezza, dimagrimento e difficoltà a prendere peso. Un caro saluto

  7. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca

    Potresti dirmi cosa ne sai, dello zucchero invertito????
    Benefici, problemi, serve, e peggio ecc.

    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Isabel,
      lo zucchero invertito non è altro che saccarosio parzialmente scisso, tramite una reazione, nei due zuccheri semplici che lo compongono, fruttosio e glucosio. In genere nella produzione industriale di zucchero invertito si usano acidi (come l’acido tartarico) o degli enzimi per far avvenire questa reazione.
      Sicuramente non è un’alternativa valida allo zucchero, anche perché ha esattamente gli stessi problemi del fruttosio (fa male al fegato, può dare resistenza all’insulina, ecc.) e anche questo tipo di zucchero dà dipendenza, anzi, può essere ancora più pericoloso perché è più dolce.
      Un caro saluto

  8. Avatar
    ha commentato:

    caspita…mi sono riconosciuta in tutto!!! Mi ritrovo spesso a mangiare dolci di nascosto un po’ per vergogna e un po’ per non dare il brutto esempio ai miei figli.
    Sono dipendente dai dolci e dal pane…..quindi la mia trasgressione preferita è pane e nutella.
    Sono alla seconda settimana del tuo programma e sto facendo tanta fatica a rinunciare a queste cose. La tentazione e sempre li in agguato e devo farmi forza per non sgarrare anche perché ho una decina di kg da perdere…..
    Non vedo l’ora di non essere più schiava del cibo e delle cattive abitudini.

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Cara Cris,
      devi lavorare sui grassi sani e le proteine.
      Sono i cibi di cui hai bisogno e gli unici che possono placare la tua voglia di zuccheri.
      Fammi sapere come va nel coaching!

  9. Avatar
    ha commentato:

    buon pomeriggio,
    vivo costantemente con la paura di ingrassare.
    Soffro da 14 anni di disturbi dell’alimentazione, attualmente di B.E.D.
    La mia paura è reale perchè sono passata dai 53 agli 85kg,dall’anoressia alla bulimia e da inizio anno ho messo su 5 kg in 2/3 mesi causa abbuffate anche 5 gg su 7 da 6000kcal nonostante facessi aerobica tutti i giorni.
    In questo mese ho provato per 3/4 settimane una dieta proteica eliminando carboidrati,ho perso qualcosa pur avendo episodi cmq.
    Da una settimana a sta parte mi abbuffo praticamente tutti i giorni.
    basta un’emozione troppo forte, fuori programma che mi vedo briosches,gelato,patate fritte a go go.
    Come posso reimpostare la mia alimentazione?
    grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Sara,
      da quello che scrivi il tuo è un vero e proprio problema di attaccamento al cibo.
      In questo Francesca può esserti di grande aiuto, per questo ti consiglio o una consulenza individuale con lei (che puoi prenotare da qui: http://www.energytraining.it/consulenzaindividuale/) o l’iscrizione al Programma di Trasformazione. Scopri la tua costituzione, metti in pratica religiosamente tutti i consigli del Programma e ritroverai equilibrio, forza ed energia.
      Un caro saluto

  10. Avatar
    ha commentato:

    Ciao sono appena approdata su questo sito e mi sono riconosciuta in tutti i punti purtroppo la mia situazione è cosi’da circa dieci anni dopo tristi episodi che mi hanno portato a rifugiarmi nel cibo spazzatura e Nutella a gogo.Risultato sono obesa e con valori glicemico più alti della media c’è’ veramente un rimedio per questa dipendenza?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Rita,
      innanzitutto piacere di conoscerti e benvenuta sul blog!
      Francesca ha visto tante persone “rinascere”, perdere chili e vincere la dipendenza.
      Con il suo aiuto e la sua guida puoi sicuramente farcela.
      Quello che posso consigliarti, quindi, è il coaching mensile con lei o una consulenza individuale.
      Fammi sapere se ti interessa approfondire e ti darò tutte le indicazioni.
      Ti mando un caro saluto anche da parte di Francesca

  11. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca,
    fra pochi giorni mi iscriverò al programma e ne sono allo stesso tempo entusiasta ma anche un po insicura di potercela fare. Ho letto con attenzione i vostri articoli per capire bene il vostro approccio, prima di iniziare un qualsiasi percorso. Devo ammettere che avete “smontato” alcune convinzioni e non è stato facile entrare nell’ottica. Ora sono molto curiosa di sperimentare il programma, ma il lavoro più difficile sarà proprio riuscire a combattere questa perfida dipendenza da dolci e carboidrati raffinati… Sarà fattibile? Come riuscirò ad accontentare anche quella parte del mio cervello che chiede “qualcosa di buono”?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Mika,
      piacere di conoscerti!
      Siamo felici che abbia preso la decisione di entrare nel Programma.
      Immagino che non sia facile, quasi tutti attraversiamo una prima fase in cui siamo così “attaccati” alle nostre abitudini da non riuscire a fare posto alle nuove.
      Quello che posso dirti è “Non temere”. Innanzitutto non sarai sola, nel programma ci sarà Francesca, che nel coaching mensile ti guiderà passo dopo passo, ti aiuterà ad organizzare i pasti, ti motiverà e ti indicherà le strategie adatte a te. Ti basterà farle le tue domande.
      Il passaggio alla nuova alimentazione sarà molto graduale: ogni settimana introdurrai piano piano nuove abitudini (acqua calda, spezie, cereali, una nuova colazione) in modo che non sarà uno shock e potrai farlo senza difficoltà.
      Il Programma ti farà entrare in un nuovo modo di pensare, in cui il cibo raffinato comincerà a farti così schifo che ti chiederai come hai fatto fino ad ora a mangiarlo. Ci siamo passati un po’ tutti 🙂
      Non concentrarti su “quello che stai lasciando”, sull’idea di abbandonare i dolci. Mangerai tante nuove cose buone e ti sentirai molto meglio, fisicamente ed emotivamente. Hai tutto da guadagnare!
      Un carissimo saluto e buon viaggio nel programma!

      • Avatar
        ha commentato:

        Grazie Raffaella per aver risposto a questa domanda che era più rivolta a me stessa… Un caso (oppure no?) ho trovato risposta molto approfondita nel nuovo articolo di stamattina Grazie mille e non vedo l’ora di vedermi “trasformata”

  12. Avatar
    ha commentato:

    Salve volevo sapere se entrare nel vostro programma è gratuito.io soffro di insonnia seria e mi abbuffo pur avendo fortuna d essere magra ma questo per me è peggio ancora perché non riesco a trattenermi.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Paola,
      il Programma di Trasformazione è a pagamento perché richiede tanto lavoro da parte nostra.
      Il tuo è un vero e proprio problema di dipendenza da cibo, da cui puoi uscire facilmente con il supporto personalizzato di Francesca (nel Programma di Trasformazione o facendo una consulenza).
      La cosa migliore che puoi fare fin da subito è una pausa dai carboidrati. Consuma solo verdura, proteine e grassi di qualità. All’inizio richiederà sacrificio, ma ti aiuterà a superare la dipendenza.
      Un caro saluto

  13. Avatar
    ha commentato:

    Salve! Ho 27 anni e migliaia di problemi di salute…soffro anche di anoressia e bulimia…e a periodi le mie abbuffate sono proprio dolci….!E dura smettere ….anche se spesso riesco…..ma poi rincomoncio….consigli?grazie…

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Santina,
      quello che posso consigliarti è una consulenza con Francesca, che con maggiori conoscenze sul tuo stato di salute e sulla tua alimentazione potrà esserti di grande aiuto. Purtroppo è un problema delicato e non possiamo aiutarti qui nei commenti.
      Un caro saluto

  14. Avatar
    ha commentato:

    Ciao,mi rivedo benissimo in questo articolo sulla dipendenza dei dolci,quando ho avuto il mio primo figlio non avevo nessuna voglia di dolci,da quando ho avuto la bambina la mia voglia di dolci e’ incontrollabile,riesco a stare senza dolci dal mattino fino a dopo pranzo ma dopo nel pomeriggio verso le 16 nella mia testa inizia la voglia di dolci,pane e salumi,quando li mangio mi sento super gonfia e affaticata come se la mia digestione e super affaticata,vorrei che questo pensiero se ne andasse e che se ne andasse anche la voglia di dolci,ho notato che quando rimango anche un solo giorno senza mangiare dolci mi viene un gran mal di testa,e poi appena ne mangio mi sento in colpa perché so benissimo che se continuo cosi non riusciro mai a perdere i chili in più.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Michela,
      grazie mille della tua condivisione!
      Speriamo di poterti ispirare e di poterti essere di aiuto per vincere questa dipendenza sia qui sul blog sia, se lo desideri, all’interno del Programma.
      Un caro saluto

  15. Avatar
    ha commentato:

    Vedo quanto sia necessario per me non concedersi neanche il MINIMO sgarro per evitare la dipendenza. Non appena lascio uno spiraglio,poi è il caos. Ne risento fisicamente e psicologicamente, e non mi sento più padrona di me stessa. Sintomi proprio da dipendenza. Il crudismo può aiutare, ho visto che questa smania di materiale tossico si placa proprio con la sostituzione di cibi crudi,sani,freschi. Ho provato di tutto. Questa è l unica cosa che ho visto funzionare. L eccezione è più negativa che altro, non è tanto il fatto di concedersi o no, alla fine non è affatto un premio, ma un danno auto inflitto!!

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Martina,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Ti ringraziamo per aver condiviso la tua esperienza.
      Non ci sentiamo di consigliare il crudissimo come strada per vincere la dipendenza dagli zuccheri. Ce ne sono altre, più equilibrate e più sane. Purtroppo a lungo andare il consumo di cibi crudi e freddi indebolisce la digestione creando più danni che altro.
      Francesca ne ha parlato in questo video, che ti consiglio di guardare:
      Un caro saluto

  16. Avatar
    ha commentato:

    Io sono riuscito a smettere con lo zucchero. Ora per prenderlo mangio della buona frutta. La mia domanda è se è possibile tornare dipendenti mangiando un giorno anche un pezzo di torta. Funziona come le sigarette? Ci ho messo tanto a smettere e non vorrei ricascarci.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Riccardo,
      complimenti per il bel traguardo raggiunto. Siamo tutti diversi e molto dipende dal grado di attaccamento che avevamo prima. Probabilmente mangiando una torta classica la troverai innanzi tutto troppo dolce e stomachevole perché nel frattempo la risposta al gusto del dolce si sarà molto riequilibrata in te. Generalmente nei grandi appassionati di dolci, il “richiamo della foresta” è sempre latente ed anche un solo pezzo di torta potrebbe scatenarlo. Fai attenzione anche alla frutta e consumala in maniera moderata, non più di un frutto al giorno, prediligendendo quella a basso indice glicemico ( bacche e frutti rossi, albicocche). Il lemico della frutta è il fruttosio che è subdolo non meno dello zucchero. In ogni caso nel blog alla sezione ricette, trovi infiniti modi per coccolarti ogni tanto con dolci sani, buoni ed equilibrati. Un caro saluto

  17. Avatar
    ha commentato:

    L articolo mi è piaciuto molto… È io ne sono testimonianza… In quanto adoro la cioccolata fondente… MA sono molto brava a controllarmi… Escluso se qualcuno mi mette davanti il mio dolce preferito… Il profiteroles… Invece mi chiedo.. Si può parlare di dipendenza… Anche per i formaggi? Purtroppo non riesco a farne a meno.. HO provato in ogni modo ad eliminarli.. Ma non ci sono riuscita… IO penso che per me sia come il vizio della sigaretta.. Ne rimango soggiogata… È POI mi piacciono tanto… Vivo in Puglia.. È qui si produce ogni tipo di formaggio..

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Laura,
      in un certo senso, sì. Sono a base di latte vaccino, alimento “consolatorio” che ci rende mansueti e poco propensi ad uscire dalla nostra zona di confort e ci toglie volontà. Per uscire e troncare di netto qualsiasi dipendenza, l’unico modo efficace è quello di eliminre tout court l’alimento incriminato, senza se e senza ma, per almeno un mese, come Francesca guida a fare nel programma Energy. Ti aspettiamo! Un caro saluto

  18. Avatar
    ha commentato:

    Buongiorno,
    mi ritrovo assolutamente in tutto quello che ho letto… anch’io schiava dei dolci, della cioccolata… di qualsiasi cosa zuccherata a qualsiasi ora. Mi risveglio anche di notte senza renderme conto e mi sfogo nel primo dolce che trovo .. Sono dipendente dallo zucchero.. come un fumatore schiavo delle sue sigarette, ma purtroppo non riesco a smettere e più dico a me stessa …”da oggi basta, mi metto a dieta.. invece ottengo l’opposto … mangio ancora di più e continuo ad ingrassare, sto male, mi sento gonfia come un pallone, sono uno schifo.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Cry,

      benvenuta sul blog.

      Comprendo perfettamente il tuo disagio perché l’ho vissuto anch’io.
      Non ti serve la classica dieta che non risolverebbe affatto il problema, ti consiglio piuttosto di iscriverti al Programma perché il RESET sarebbe davvero l’ideale per te e ne avresti un beneficio enorme sia per il fisico che per la dipendenza mentale in cui sei imprigionata.
      Se vuoi saperne di più: https://www.energytraining.it/presentazione/

      Un cordiale saluto.

  19. ha commentato:

    Molto rispetto per il vostro lavoro, siete veramente di tanto aiuto per numerosi persone, grazie mille.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Lucem,
      grazie per il tuo feedback!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico