L’orologio degli organi: stomaco, milza e pancreas5 min read

stomaco

Condividi


Come funziona la digestione?

E come possiamo aiutare la pentola del nostro corpo, ovvero il nostro stomaco e la nostra milza, a svolgere al meglio la sua importante funzione?

Come già saprai, lo stomaco è preposto all’assimilazione dei cibi introdotti attraverso la bocca.

Quest’organo, insieme alla milza, ha l’importantissima funzione di estrarre il Qi dal cibo allo scopo di produrre il Qi post natale.

Lo stomaco appartiene all’elemento terra.

Il clima che lo fa ammalare è l’umidità e l’emozione opprimente è il rimuginio e le preoccupazioni.

Nella Medicina Tradizionale Cinese quando parliamo di milza in genere intendiamo l’unione di milza e pancreas.

La fase di picco dello stomaco va dalle 7 alle 9, mentre la fase di riposo si colloca tra le 19 e le 21.

La fase di picco di Milza-Pancreas va dalle 9 alle 11, mentre la fase di riposo dalle 21 alle 23.

Perché devi avere a cuore la tua milza?

La milza è la “regina dei fluidi”, è responsabile del nutrimento, di donare morbidezza ai tessuti e ai muscoli (li nutre e determina la loro forza) e della distribuzione dei liquidi nel corpo.

In MTC la milza viene paragonata al fuoco che cuoce i cibi, mentre lo stomaco è la pentola.

Se la milza non funziona bene, potresti avere questi disturbi:

  • Lividi che si creano con facilità e tendenza alla cellulite. Ritenzione, buccia d’arancia, cuscinetti su glutei e cosce ma soprattutto sovrappeso.
  • Mancanza di concentrazione e stanchezza.
  • Desiderio forte di zuccheri.
  • Mani fredde e viso pallido (la carenza di Qi rallenta la circolazione).
  • Feci molto pastose e sfatte con molti residui di cibo non digerito.
  • Nausea, gonfiore, flatulenza, fermentazione fastidiosa, senso di pienezza costante.
  • Dolori addominali, prolasso uterino ed emorroidi.

Quali sono le cause di questi squilibri della milza?

La causa principale è una nutrizione sbilanciata, basata prevalentemente su cibi freddi, crudi, senza energia, troppo umidi e difficili da digerire, prodotti a base di latte, carboidrati raffinati e cibi zuccherini, ma anche i cibi alla base delle “diete per perdere peso”.

Tutto questo provoca un aumento di umidità che è anche la principale causa del sovrappeso, del gonfiore, della cellulite, del viso gonfio al risveglio, della facilità a raffreddarsi e ad avere reazioni allergiche.

Ricorda: tutto ciò che è difficile da digerire si trasforma in muco!

Cosa fare per ridare energia alla milza

La milza si nutre soprattutto del gusto dolce.

Ma non confonderti: il gusto dolce di cui ha bisogno la milza non sono i bignè della pasticceria o il gelato, ma un bel piatto di carote condite con ghi, un piatto di zucca al forno con le spezie, cereali in chicchi ben cotti, carne, vegetali ricchi di amido, uova.

Questi sono alimenti che ci donano un gusto dolce di qualità, aumentano l’energia della milza, nutrono, armonizzano e ammorbidiscono gli organi, rinforzano il corpo accrescendo il Qi e stimolano la produzione dei fluidi.

Con questi alimenti diventerai più rilassato e saprai reggere meglio lo stress.

Elimina poi tutti i cibi freddi, le bevande ghiacciate, i cibi crudi, mastica a lungo e non mangiare tardi la sera.

Tutto questo vale anche per…

…lo stomaco, il nostro organo più forte

Lo stomaco ha un’alta soglia di tolleranza e “si prende molto tempo” prima di mostrare segni di sofferenza.

Ma se lo raffreddi o lo surriscaldi, prima o poi, ti presenterà il conto da pagare.

Lo raffreddi mangiando cibi rinfrescanti e bevande fredde, ma anche con pasti frettolosi e irregolari, litigi a tavola, pasti fatti mentre lavori (per esempio al computer).

Mangiare cibi piccanti, carne rossa alla griglia, caffè, vino rosso e super alcolici invece può causare calore allo stomaco.

Ci sono anche delle particolari abitudini che possono surriscaldare lo stomaco come cenare prima di andare a dormire, mangiare molta carne nel pomeriggio, mangiare troppo e mangiucchiare continuamente.

Altre cause possono essere forti stress emotivi.

Tutti questi fattori bloccano il QI del tuo fegato, diminuiscono il QI dello stomaco e portano a stagnazione delle tossine, cibo non digerito che si ferma nello stomaco e produce acidità.

Ti accorgi particolarmente di questo al mattino presto quando ti svegli con un forte alito fetido.

Il calore allo stomaco si può manifestare come continua fame ed è una delle cause del sovrappeso, ma anche con perdita di sangue dalle gengive, rutti acidi, bruciori di stomaco, costipazione e grande passione per le bevande ghiacciate.

Emozioni e analogie mentali

Se appartieni alle persone TERRA ti distingui per:

  • la tua stabilità, il tuo buon senso e la tua natura “pratica”.
  • Sei appagato dalla vita, ti affidi facilmente e quando è necessario sei pronto ad aiutare.
  • Non sei interessato a costruire castelli per aria e ti annoi di fronte a profonde discussioni filosofiche.
  • Sai sempre in che direzione andare, sei il partner ideale nel business per la tua costanza.

Quando l’elemento TERRA è troppo preponderante o bloccato, puoi tendere ad essere un po’ rigido, teso, intollerante e poco flessibile.

Credi solo in ciò che i tuoi occhi vedono e rifiuti qualsiasi rischio.

Possedere beni ti dà sicurezza e accrescere i possedimenti materiali è il tuo principale interesse nella vita.

Invece se hai una carenza dell’elemento terra sei creativo ma spesso spericolato, tendi ad essere un sognatore e spesso sei bloccato nel realizzare ciò che desideri.

Puoi essere divertente se si tratta di fantasticare, ma poi risulti poco affidabile.

Se hai un QI della milza debole, tendi a ponderare troppo, a pensare in circolo ad avere paura e ad immaginare tutte le cose peggiori che possono accadere.

Questo succede spesso alle donne di una certa età: la milza ha iniziato la fase di declino e non hanno più sfide lavorative o di vita da cogliere.

La milza si indebolisce molto per il continuo rimuginare e questo può evolversi in una forma di depressione.

Dal punto di vista cinese, invece, i 50 anni sono la fase della vita che può donare alle donne nuove sfide nel mondo esterno e nuovi progetti, con una energia rinnovata.

La forza della tua milza ti darà capacità di focalizzarti, sia in senso mentale che pratico.

Se questo articolo ti è piaciuto, non perderti il prossimo: parleremo del cuore, la sede del nostro spirito.


Leggi gli altri articoli di questa serie:

Vuoi energia e salute? Adatta il tuo stile di vita all’orologio degli organi.

L’orologio degli organi: polmone

L’orologio degli organi: cuore

L’orologio degli organi: reni e vescica

L’orologio degli organi: fegato e cistifellea

Leggi anche questi articoli per approfondire:

Una digestione perfetta? Il Metodo Energy ed il segreto delle medicine antiche

Digestione: le 10 abitudini alimentari che la mettono a dura prova

 


Condividi

Avatar

Antonella Andreoletti

Mamma di due bambini, insegnante di lettere nella scuola media.
Bambina spesso malata, ha cominciato a interessarsi di alimentazione e cure naturali fin dall’adolescenza. Ha seguito la macrobiotica per diversi anni per poi passare a Energy Training fin dalla sua prima uscita. Da subito ha capito che Francesca non dispensa indicazioni uguali per tutti, ma prende a cuore ognuno secondo la sua condizione e questo l’ha mantenuta fedele al percorso per molti anni, finché ha deciso di candidarsi a divenire una Trainer.
Oggi affianca Devi nelle consulenze e scrive articoli per il blog.

Consulta le fonti e gli studi principali a cui facciamo riferimento

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Unisciti a 170.000 iscritti e ricevi guide,
ricette e consigli esclusivi:

  1. Avatar
    ha commentato:

    Veramente interessante, ho scoperto di avere molti sintomi di una milza e stomaco affaticati! Farò tesoro dei consigli!
    Grazie mille

  2. Avatar
    ha commentato:

    Buongiorno

    Mi piacerebbe molto sapere di più riguardo agli alimenti che vanno bene per la milza, per esempio che tipo di carne??, quali sono i vegetali ricchi di amidi??? magari potete consigliarmi un libro un sito con questa informazione??

    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Isabel,
      gli alimenti che nutrono in profondità la milza e lo stomaco sono carne di manzo, burro, riso integrale e zucca. Sono alimenti naturalmente dolci che però non fanno alzare il picco glicemico come i carboidrati raffinati o gli zuccheri. I vegetali ricchi di amidi sono soprattutto le patate, però non te le consiglio perché squilibrate e appartenenti alla famiglia delle solanacee. Inoltre castagne, legumi ecc… Ma gli alimenti che ti ho indicato prima sono i migliori per aiutare il fuoco digestivo a espletare al meglio la sua attività. Un libro che puoi leggere sulla medicina cinese è “Medicina cinese. Fondamenti e metodo” di Kaptchuk Ted J. (Red Edizioni).
      Un caro saluto

  3. Avatar
    ha commentato:

    Queste lezioni sull’orologio degli organi sono le migliori di quante oggi reperibili. Complimenti e spero di apprenderne altre perché a mio parere la medicina cinese è “la medicina”.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Sonia,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Grazie di cuore da parte di Antonella, autrice dell’articolo, e un caro saluto.

  4. Avatar
    ha commentato:

    Non mi sono ritrovata in tutte le risposte come x esempio non mangiare cibi e verdure crude e altro ma in tante altre si . mi farebbe piacere sapere cosa mangiare e soprattutto cosa non mangiare . mi trasmetti fiducia grazie Francesca .

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Mara,
      grazie da parte di Francesca.
      All’interno del Programma di trasformazione c’è un secondo questionario più approfondito che si compila sotto la guida di Francesca e che ti aiuta a capire con esattezza la tua costituzione, i tuoi punti deboli e come mangiare. Francesca ti seguirebbe volentieri e potrebbe darti le indicazioni di cui hai bisogno nel programma. Io posso già dirti che in linea di massima è fondamentale eliminare tutti i farinacei, i prodotti da forno, i prodotti confezionati e i prodotti contenenti glutine. Comincia sempre il pasto con le proteine (alternandole) e non far mai mancare almeno un paio di secondi di verdura cotta in ogni pasto e i grassi sani.
      Un caro saluto

  5. Avatar
    ha commentato:

    Leggo tutti gli articoli con grande piacere aspetto con ansia il prossimo per me importantissimo. Sono un maratoneta e tutto ciò che mi mandate lo metto in pratica con piacere .complimenti vivissimi non esitero’ a interpellati nel bisogno ciao a tutti.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Dario,
      grazie di cuore del feedback!
      Un caro saluto

  6. Avatar
    ha commentato:

    Molto interessante.
    Che tipo di alimentazione deve seguire una persona che ha subito l’asportazione della milza?
    Quali possono essere le conseguenze per la salute in generale per una persona splenectomizzata?
    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Dana,
      una persona splenectomizzata si trova a dover fare i conti con una maggiore debolezza del fuoco digestivo, ma questo non vuol dire che non digerisca per nulla gli alimenti. Devi solo cercare di porre maggiore attenzione, perché la tua trasformazione è più difficoltosa oltre ad avere una minore produzione di anticorpi. Per cui diventa fondamentale mangiare bene, solo cibi sani, solo cibi freschi, solo cotti in modo semplice. Dovresti eliminare tutti i cibi crudi, industriali e troppo manipolati. Inoltre dovresti cercare di masticare a lungo (almeno 30 volte ogni boccone).
      Puoi aiutarti nella digestione con Energy Flora (per migliorare la flora batterica intestinale) e con Energy Zym (enzimi da prendere mezz’ora prima dei pasti).
      Infine ricordati di non cenare tardi. Al massimo entro le 19,30 dovresti aver concluso la cena che sarà solo vegetale (verdura cotta preceduta da una zuppetta, il tutto condito con olio evo o ghee sempre a crudo).
      Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico