Semi di canapa: i più preziosi alleati dei vegetariani4 min read

Semi di canapa

Condividi


Pochi prodotti sono stati venerati nella storia come la canapa.

Questa pianta, che è una varietà a vastissima coltura della cannabis sativa, è stata coltivata per secoli per produrre fibre tessili, oli nutrienti, materiale da costruzione e persino carta.

La medicina tradizionale, in particolare le antiche medicine Cinese e Ayurvedica, lodano la pianta per le sue proprietà medicinali.

Dal momento che la canapa non contiene una grande quantità di tetraidrocannabinolo (THC), il principio attivo che altera la mente e che si trova nella marijuana, i prodotti della canapa sono legali nella maggior parte degli Stati.

Uno dei più popolari prodotti della canapa è il seme, che ha un sapore gradevole, è molto nutriente e ha un’influenza benefica sulla salute.

I semi di canapa sono ricchi di grassi che nutrono il cervello

100 grammi di semi di canapa contengono 45 grammi di grassi totali, dei quali 3,3 sono saturi. Questi grassi contengono un perfetto equilibrio di acidi grassi Omega 3 e Omega 6 che sono acidi grassi essenziali polinsaturi, di cui il corpo necessità ma che non può produrre da solo (e che deve quindi attingere dalla dieta).

Consumare questi grassi sembra sia benefico per la memoria e le funzioni cognitive.

Inoltre, in accordo con uno studio pubblicato su Nutrition & Metabolism nel 2010, gli acidi grassi trovati nei semi di canapa hanno la capacità di proteggere dalle malattie cardiache (Leggi qui lo studio).

I semi di canapa sono un’ottima fonte di proteine per vegetariani

100 grammi di semi di canapa contengono anche 36,7 grammi di proteine, che è il 73% della dose giornaliera raccomandata.

Queste proteine contengono anche gli amminoacidi essenziali, e questo le rende molto utili per i vegetariani.

Una ricerca pubblicata sul Journal of Agricultural and Food Chemistry nel 2010 ha scoperto che le proteine dei semi di canapa hanno una qualità di amminoacidi più alta di tutte le altre fonti vegetali di proteine, inclusi semi oleosi e cereali.(Leggi qui lo studio).

Per questo motivo sono una delle migliori fonti di proteine per chi non usa prodotti animali. Ovviamente, però, non sostituiscono la carne.

I semi di canapa smorzano la fatica e potenziano il sistema immunitario

Data l’alta concentrazione di proteine, non deve sorprenderci se gli studi oggi hanno collegato i semi di canapa a straordinari benefici anti-fatica.

Per esempio, uno studio pubblicato sul Journal of Hygiene Research nel marzo 2008 (Leggi qui lo studio) ha evidenziato che i topi che consumavano semi di canapa riuscivano a nuotare molto più a lungo rispetto al gruppo di controllo.

I ricercatori, che venivano dalla Cina, hanno scoperto anche che le proteine hanno proprietà immuno-stimolanti e possono ridurre l’acido lattico nel sangue (l’acido lattico è l’acido che si accumula nel torrente sanguigno, causando dolore muscolare).

I semi di canapa hanno un alto contenuto di fibre

I semi di canapa sono un’eccellente fonte di fibre alimentari solubili e insolubili.

Dal momento che le fibre sono note per la capacità di pulire il colon e trattare la costipazione, aiutano anche ad assorbire gli zuccheri nel tratto intestinale (prevenendo il diabete di tipo 2) e stimolano il fegato a produrre più sali biliari (riducendo il colesterolo LDL).

C’è da considerare, comunque, che la parte più fibrosa del seme è il guscio. Quindi i semi di canapa sgusciati contengono meno fibre della controparte con il guscio.

I semi di canapa sono un’eccellente fonte di ferro, magnesio e zinco

La maggior parte dei semi (di canapa o altri) si consumano per il contenuto di grassi e proteine, ma oltre a questi contengono anche una grande quantità di minerali essenziali.

Nel caso dei semi di canapa, questi minerali sono ferro, magnesio e zinco – 3 nutrienti di cui siamo particolarmente carenti.

Le carenze di magnesio sono particolarmente diffuse e possono causare ansia, insonnia, sindrome da gambe stanche e altri sintomi dello stress.

Consumare una manciata di semi di canapa può correggere un gran numero di questi squilibri, diminuendo il bisogno di altri supplementi o di medicine.

Come consumare i semi di canapa

I principali prodotti a base di canapa che puoi consumare sono i semi di canapa, le proteine di canapa in polvere e i germogli di semi di canapa.

Tieni a bagno i semi spezzati o decorticati.

Se sono integrali, devi ammollarli almeno per 2 ore con acqua e limone.

Puoi consumarli con le verdure o nel frullato un paio di volte a settimana, alternandole ai semi di chia. Sono un ottimo alleato per chi fa una dieta vegetariana.

Le proteine di canapa vanno molto bene nelle minestre o a colazione, con la frutta o nei frullati.


Ricette con i semi di canapa:

Cavolfiore in salsa di canapa e limone

Scopri la ricetta


Salsa cremosa alla canapa e limone

Scopri la ricetta


Smart Cappuccino con canapa

Scopri la ricetta


Palline dolci con canapa, cocco e chlorella

Scopri la ricetta


Palline dolci con canapa, uvetta e vaniglia

Scopri la ricetta


Fonti:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov
http://nutritiondata.self.com
http://science.naturalnews.com


Dove puoi trovare i semi di canapa:


Condividi

Avatar

Raffaella Scirpoli

Raffaella Scirpoli è una giovane Naturopata che da più di 3 anni collabora con Francesca nel programma Energy Training.

Ha scoperto il mondo dell’alimentazione naturale solo pochi anni fa, ma è stato “amore a prima vista”.

Seguendo i consigli di Francesca, di cui si considera l’allieva numero uno, ha stravolto le sue abitudini alimentari e si è sentita subito più energica, più consapevole e più sana.

Consulta le fonti e gli studi principali a cui facciamo riferimento

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Unisciti a 170.000 iscritti e ricevi guide,
ricette e consigli esclusivi:

  1. Avatar
    ha commentato:

    Molto interessante, grazie!

  2. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca
    Una domanda da porti:
    I semi di canapa come tutti i semi oleosi contengo acido fitico,quindi vanno ammollati.
    Visto che l’acido fitico si trova sopratutto nella parte esterna della buccia dei semi, se acquisto quelli decorticati che sono privi di buccia,evito l’acido fitico,quindi e’ propio necessario matterli in ammollo?
    Purtroppo lavoro in ufficio e non posso portarmi i semi in ammollo dietro.
    Grazie per risposta
    Massimo

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Massimo,
      i semi decorticati vanno messi a bagno in sola acqua per qualche minuto.
      L’ammollo in questo caso serve a renderli più digeribili, non ad eliminare l’acido fitico.
      Senza ammollo ne trarresti poco nutrimento, lo elimineresti quasi tutto attraverso l’intestino.
      Quindi se vuoi portarli con te in ufficio mettili a bagno in poca acqua, poi scolali e conservarli in un piccolo contenitore di plastica.
      Non devi mangiarli da soli, ma accompagnarli a qualcosa. L’ideale sono dei vegetali cotti o crudi oppure della frutta.
      Saluti e buona ricerca

      • Avatar
        ha commentato:

        Ok quindi frutta e semi di canapa,mi scusi ma sul blog ho letto che abbinare la frutta con semi oleosi, non e’ consigliabile,puo’ provocare flautolenza,e visto che gia’ ho provato ad abbinare i semi di lino con la frutta, ed effettivamente mi hanno dato flautolenza,forse dovrei abbinare anche ad aggiungere un po’ di burro chiarificato?
        Sono un’attimino confuso
        Grazie per la risposta

        • Avatar
          ha commentato:

          I semi di lino sono diversi dai semi di canapa.
          Piccole quantità, ad esempio 1 mela e 1 cucchiaio di semi di canapa ammollati, dovrebbero andare bene. Ovviamente aggiungi sempre spezie e olio di cocco.
          Se ti accorgi che continua ad esserci gonfiore e flatulenza, non mangiare la canapa con la frutta, ma usala nelle insalate di verdure a vapore.

          • Avatar
            ha commentato:

            Se eventualmente acquistassi le proteine di canapa in polvere oltre ad una quota maggiore di proteine,posso anche beneficiare dei restanti nutrienti,come gli acidi grassi,vitamine e minerali,oppure nelle proteine sono in quantita’ piu’ ridotte rispetto ai semi.
            Ho letto che i semi contengo anche clorofilla,e presente anche nelle proteine?
            Grazie per la risposta
            Massimo

          • Avatar
            ha commentato:

            Ciao Massimo,
            le nostre proteine di canapa (quelle che trovi qui) contengono semi schiacciati, quindi hanno gli stessi nutrienti dei semi.
            Il nostro consiglio è di alternare la polvere ai semi sgusciati.
            Un caro saluto

  3. Avatar
    ha commentato:

    Ciao francesca volevo sapere se facendo palestra le proteine in polvere di canapa sono una buona fonte e se è si se è buono prendere 2 g di proteine per 1 kg di peso o 1,5g per kg

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Giuseppe,
      sì, le proteine di canapa sono un’ottima fonte di proteine vegetali. Puoi prenderne un cucchiaio al mattino a colazione, l’ideale è con un frullato di frutta. Puoi alternarle ad altre proteine vegetali come i semi di chia.
      Un caro saluto

  4. Avatar
    ha commentato:

    Ciao, i semi decorticati vanno sempre ammollati? anche per la preparazione di latte o per mangiarli crudi insieme ad altri cereali?
    Grazie per l’attenzione

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Lorenzo,
      sì, i semi dio canapa spezzati o decorticati vanno comunque ammollati per qualche minuto in semplice acqua. Se sono integrali, invece, devi ammollarli almeno per 2 ore con acqua e limone.
      Un caro saluto

  5. Avatar
    ha commentato:

    Grazie dell ‘articolo per le informazioni divulgate. Ne sapevo ben poco dei semi di canapa.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Gaetano,
      grazie e benvenuto sul blog.
      Un caro saluto

  6. Avatar
    ha commentato:

    Ho letto alcuni siti sui semi di canapa e sinceramente nessuno menziona di mettere in ammollo prima di consumarli….quanti grammi consumarne al giorno? Per cortesia mi spieghi brevemente qual è la giusta procedura, la saluto calorosamente!

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Carlo,
      sì, l’ammollo dei semi di canapa, soprattutto di quelli non decorticati, è molto importante. Puoi consumarne due cucchiai due volte a settimana (3 volte se sei vegetariano) nell’insalata, nella verdura oppure in un frullato (anche se nel frullato è meglio inserire proteine di canapa in polvere).
      Un caro saluto

  7. Avatar
    ha commentato:

    Cara Raffaella ti scrivo in quanto ho ordinato dei semi di canapa grezzi e leggendo i post ho notato che bisogna metterli a bagno 2 ore prima di consumarli….ma è proprio obbligatorio? Sono un salutista alle prime armi e se tu mi seguissi perlomeno nei miei primi periodi mi farebbe molto piacere. Aspetto con ansia una tua risposta buona giornata! 🙂

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Carlo,
      sì, i semi di canapa non decorticati, che hanno un tegumento molto duro, vanno ammollati per almeno due ore in acqua e succo di limone prima di essere consumati. Se sono decorticati, invece, bastano pochi minuti di ammollo.
      Certo, sarò felice di rispondere ai tuoi dubbi, per quanto mi sarà possibile. Un caro saluto e benvenuto sul blog!

  8. Avatar
    ha commentato:

    Salve, ho trovato questa pagina fantastica…ma dopo svariate ricerche i miei dubbi non sono svaniti !!!
    Abbiamo detto che 100 gr di questi semi contengono 3.3 gr di acidi grassi omega 3 e 6, ma quanti di questi sono esattamente acidi alfa-linoleici e quali EPA+DHA?
    Inoltre, visto l’ impressionante quantitativo di sali minerali, fibre e proteine perchè si raccomanda di assumerli 2 o 3 volte alla settimana e non un uso quotidiano??

    Grazie mille della risposta

  9. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca e Raffaella,
    Volevo chiedervi se i semi di canapa decorticati vanno conservati in frigo dopo aperta la confezione.
    Grazie ed un forte abbraccio ad entrambe.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Francesco,
      no, puoi tenerli in dispensa in un luogo asciutto e buio.
      Un caro saluto

  10. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella, come si devono conservare i semi di canapa, come anche quelli di girasole, ecc? A me è capitato di vedere che, dopo qualche settimana, si formano i vermi del cibo, nonostante io richiuda bene la confezione. Poi è un peccato perché vanno buttati tutti!
    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Valentina,
      in estate può succedere e può dipendere anche dalla dispensa, dove potrebbero essersi formate delle larve di vermetti. Fai un’accurata pulizia della dispensa e poi conserva tutto in barattoli di vetro ben chiusi, puliti e asciutti. Così dovrebbe andare bene.
      Un caro saluto

  11. Avatar
    ha commentato:

    carissima al mio nipotino di 14 mesi quanti semi posso dare? soffre di un’antipaticissimo exema ,posso evitare la pasta quando e se uso i semi decorticati? grazie di cuore

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Gianna,
      deve evitare latte e glutine. Vanno bene invece cereali senza glutine ben cotti, proteine, verdure, grassi sani. Meglio non esagerare con i semi di canapa, solo ogni tanto un cucchiaino.
      Un caro saluto

  12. Avatar
    ha commentato:

    ciao raffaella, volevo chiederti qualche informazione invece sui semi di lino,ho letto che usando un cucchiaio nello yogurt la mattina aiuta a pulire il colon. che cosa consigli come metodo di pulizia del colon. grazie

  13. Avatar
    ha commentato:

    Ho mangiato x circa 1mese 2chucchiai di semi di canapa non decorticati al giorno così senza metterli a bagno ho avuto poi gonfiore con dolori addominali e ai reni sarà dovuto da questo se mi può spigare come assumerli .

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Carmela,
      i semi di canapa vanno sempre ammollati, per pochi minuti quelli spezzati o decorticati; quelli integrali almeno per 2 ore con acqua e limone.
      Puoi inserirne un paio di cucchiai in un frullato di frutta 2 volte alla settimana oppure 2 cucchiai nell’insalata o nella verdura a vapore. I semi di canapa possono dare gonfiore quindi fai una prova per un breve periodo e se il gonfiore continua nonostante l’ammollo è meglio sospendere il consumo.
      Un caro saluto

  14. Avatar
    ha commentato:

    Ciao.. scusa ma non sono molto pratica e Non ho capito bene i semi di canapa vanno consumati come i semi di chia? Cioè dopo l’ammollo vanno presi sia i semi insieme al liquido ke si forma o vanno ingeriti solo i semi o invece vanno filtrati o scolati e si prende solo il liquido? Spero di essermi spiegata di non aver fatto confusione nello scrivere.. Grazie mille ciao..

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Augusta! Grazie per la tua domanda, così possiamo chiarire anche per tutti coloro che hanno lo stesso dubbio. I semi di chia vanno ammollati per 15-20 minuti: rilasciano cosi la parte gelatinosa che va utilizzata interamente con i semi nelle varie preparazioni. I semi decorticati di canapa invece vanno ammollati e poi scolati bene. Li puoi gustare frullandoli a verdurine spadellate se ti piace una consistenza cremosa, o puoi semplicemente aggiungerli così come sono ad una macedonia energy con ghe o olio di cocco, o a delle verdure, se ti piace masticarli. Puoi anche preparare uno smoothie proteico o uno smart cappuccino gustoso: te la scelta. Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico