Energy Training diventerà The SAUTÓN Approach Scopri di più

10 segreti per essere vegetariano in salute3 min read

Condividi

Condividi


La scelta vegetariana è bellissima se la fai con il cuore aperto alla gioia e senza essere attanagliato dalla paura.

E’ una scelta di consapevolezza e presenza che richiede un’attenzione speciale a quello che mangi per essere in salute e non perdere la tua forza vitale.

Ecco i dieci principali errori da non fare se sei vegetariano:

  1. preoccuparti solo di quello che NON devi mangiare che non di quello che devi mangiare, tutto in negativo privilegiando la paura sulla ricchezza;
  2. dimenticarti delle proteine e sottovalutarle. Se non ti preoccupi di scegliere ogni giorno una fonte proteica di buona qualità e consumarla come prima pietanza del pasto, rischi di sentirti sempre più stanco e affamato;
  3. non assumere la giusta quantità di grassi. Se ti dimentichi dei grassi o ne hai addirittura paura rischi di appesantire il tuo fegato (che si riempie dei grassi derivanti dalla digestione degli zuccheri e si tiene stretti questi cattivi grassi perchè non riceve grassi buoni con l’alimentazione) e di indebolire il tuo cervello (cosa che può crearti nel tempo carenze di volontà, concentrazione e memoria);
  4. esagerare con la frutta: questa è una abitudine veramente negativa. La frutta contiene uno zucchero assolutamente tossico, il fruttosio che tende nel tempo a riempire il fegato di grassi tossici, a toglierti forza e a renderti molto molto sensibile alla vita e alle sue difficoltà. Mangiare molta frutta ti dà la sensazione di essere più pulito e leggero, in realtà, senza rendertene conto, hai riempito il fegato di tossine;
  5. bere succhi e assumere verdure crude con regolarità: questa abitudine distrugge la tua capacità di ricavare nutrimento dal cibo e questa è l’ultima cosa che devi fare. Se già consumi una ridotta scelta di alimenti è importantissimo che tu riesca ad utilizzare completamente i pochi che mangi, altrimenti da dove prendi quello che ti serve per vivere?
  6. mangiare soia e seitan come fonte proteica: queste due sono fonti proteiche davvero di cattiva qualità e con una infinita lista di effetti collaterali ormai ben riconosciuti dalle ricerche internazionali. La soia riduce i tuoi enzimi digestivi impedendoti di digerire le altre proteine, contiene un’alta dose di fitoestrogeni che sbilanciano i tuoi ormoni, è ricca di acido fitico e ti sottrae minerali, una volta digerita crea molto freddo nel corpo e indebolisce la tua digestione. Il seitan è un concentrato di glutine: non contiene proteine utili e crea forti reazioni allergiche e infiammatorie. Gli altri lavorati sono talmente dannosi e pieni di sostanze irritanti da risultare completamente indigesti;
  7. mangiare troppi dolci: se inizi a togliere le proteine è facile che tu senta tanta fame ed inizi a mangiare snack dolci a tutte le ore, creando una costante altalena di picco e calo di zuccheri. Questo ti crea un costante bisogno di zuccheri per cui ti ritrovi a mangiare sempre più roba dolce e carboidrati raffinati in generale, fino a ritrovarti schiavo di questo tipo di alimenti ed in preda ad una costante altalena emotiva
  8. sfamarti con pasta e cereali: se non ti occupi di quello che devi mangiare finisci per creare la tua dieta carboidrato-centrica dove ti basta consumare un piatto di pasta o di riso. L’inghippo è che inizi a sentirti sempre più stanco, debole, depresso e ad avere sempre una gran fame e un metabolismo che sembra bloccato senza riuscire a perdere peso;
  9. esagerare con i semi oleosi: per fame e per gusto inizi a mangiarne una grande quantità. Ora in piccole dosi non c’è problema ma se li mangi costantemente durante la giornata sei costretto a fare i conti con una quantità industriale di acido fitico da smaltire e questo ti fa perdere nel tempo minerali preziosi, soprattutto ferro e calcio. Inoltre troppi semi oleosi a lungo andare possono creare infiammazione all’intestino;
  10. non idratarti a sufficienza, dimenticandoti di bere: bere è fondamentale per vivere e ancora di più per te che devi tenere assorbimento e eliminazione al top. Quindi ricordati di bere almeno due litri di acqua calda ogni giorno!

Se eviti questi errori ti sentirai immediatamente meglio e la tua scelta vegetariana sarà la tua alleata e non la tua nemica.


Altri video collegati a questo argomento:

I 10 supercibi per vegetariani


Condividi

Devi Francesca Forcella

Devi Francesca Forcella

Educatrice, naturopata e Fondatrice e Direttrice di “Energy Training” – il Programma di alimentazione e salute naturali più seguito in Italia – ha insegnato alimentazione e cucina naturali a centinaia di persone durante innumerevoli corsi e consulenze individuali.

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Non perdere le nuove risorse!
Iscriviti alla newsletter per ricevere guide gratuite,
risorse esclusive, articoli, ricette e offerte:

137.936 persone già iscritte
  1. Avatar
    ha commentato:

    Quali proteine assumere in pratica e in che dosi per un vegetariano? B12 si o no ?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Rosella,
      Le proteine che puoi assumere sono: semi di chia, semi di canapa, (trovi ricette su come consumarle sul blog) un paio di cucchiai alla volta, uova cotte in stile Energy (albumi cotti e tuorli crudi), 2/3 alla volta, un po’ di Parmigiano reggiano 36 mesi da alternare alla crema Budwig (trovi l ricetta nel blog), legumi un paio di volte la settimana. Puoi arricchire piatti e bevande con le proteine in polvere di semi di girasole e di zucca e se vuoi integrare spuntini ove non siano presenti, degli amminoacidi in capsule per darti maggiore sazietà. Vitamina B12 la integrerei previo esame del sangue in cui testi sia il livello di Vitamina B12, ma soprattutto l’omocisteina. Sono entrambe strettamente legate e ove c’è un eccesso di omocisteina, c’è molto probabilmente una carenza di B12. Tieni presente che spesso i valori del sangue della B12 danno falsi negativi, nel senso che i valori risultano essere nella norma, ma in realtà vi è una carenza latente.
      Continua a seguirci, presto pubblicheremo un articolo sulla Vitamina B12.
      Qui invece, nel nostro shop online, puoi trovare un assortimento di proteine vegetali
      https://www.energyfoods.it/?s=Proteine+vegetali
      Un caro saluto

  2. Avatar
    ha commentato:

    Grazie Francesca, davvero interessante! Mi sono piaciuti anche i video delle testimonianze, li ho trovati molto spontanei e x questo motivo ancora più credibili Mi piace molto, e mi incuriosisce al punto da volerne sapere davvero ancora di più, l’approccio alle verdure contenuto nel tuo programma, specialmente riguardo gli effetti di quelle crude, lo trovo rivoluzionario rispetto a quello “classico” consigliato da molti “esperti” di diete dimagranti e disintossicanti….

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Michela,
      benvenuta e grazie del tuo feedback!

  3. Avatar
    ha commentato:

    Indicazioni utili ma generiche, impossibile creare un piano alimentare vegetariano di lunga durata con questi pochi elementi.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Ilaria,
      questo è un video e il video non è uno strumento che permette di andare nello specifico, ma di dare degli input, desiderio di approfondire. All’interno del Metodo trovi una sezione e proposte di menù dedicate ai vegetariani. Un caro saluto
      https://www.energytraining.it/presentazione/

      • Avatar
        ha commentato:

        Grazie, guarderò con calma al link indicato. Ti chiedo anticipatamente se il vostro programma contiene un menù settimanale vegetariano che si possa seguire per sempre, perché sono stanca di preoccuparmi ogni giorno e sono molto stressata. Grazie

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Ilaria,
          sì, certo, contiene proposta di un menù settimanale ed anche un ricettario con ricette facili oltre che ad una parte teorica con un capitolo dedicato a chi segue un’alimentazione vegetariana. Un caro saluto

  4. Avatar
    ha commentato:

    Anche miso e germogli di soia sono critici come gli altri prodotti a base di soia?

    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Emilia,
      se biologici e non prodotti che derivano dal Giappone, sono più sicuri. Il miso, se riesci a trovarlo di produzione italiana, non ha controindicazioni. Un saluto

  5. Avatar
    ha commentato:

    Articoli come sempre molto interessanti.
    Gradirei un consiglio sul magnesio, volevo sapere se un consumo quotidiano di magnesio glicerofosfato, magnesio carbonato acido citrico, sodio ascorbato, potassio bicarbonato, aroma limone, acido borico e colecalciferolo (vitamina D3) può essere utile o dannoso?
    Anticipatamente ringrazio e porgo distinti saluti.
    Rosangela

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Rosangela,
      se non ti dà effetti collaterali può andar bene. In ogni modo la forma attraverso la quale il nostro corpo assimila meglio il magnesio, è per via transdermica cioè attraverso la pelle, non dovendo subire gli attacchi dei succhi gastrici del tratto digerente. La vitamina D3 va sempre presa con la vitamina K2 per far in modo che il calcio non si depositi nei tessuti molli. La forma di magnesio consigliata è quindi in olio (gel).
      https://www.energyfoods.it/prodotto/gel-di-magnesio-250ml/
      Un caro saluto

  6. Avatar
    ha commentato:

    Sono carente di zinco e vitamina C. Per la vitamina C assumo la tintura madre di rosa canina da 2 anni (20 gocce 2 volte al giorno), ma nonostante tutto sono molto sotto i livelli minimi.
    Mi potete consigliare un multivitaminico ad ampio spettro che non contenga nessuna forma di zuccheri? (sia edulcoranti che fruttosio o maltodestrine), inoltre sono allergica al latte e soffro di 3 malattie autoimmuni.
    Anticipatamente ringrazio e porgo distinti saluti.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Rosangela,
      i multivitaminici non siamo soliti consigliarli perché oltre a zuccheri aggiunti spesso contengono l’acido folico (B9) che può risultare dannoso in chi ha la mutazione MTHFR. Per la tua carenza di vitamina C, o la assumi in basse dosi o il tuo potrebbe essere un caso di malassorbimento intestinale e le patologie autoimmuni lasciano pensare che vi sia uno squilibrio a quel livello. Una buona fonte di vitamina C è l’amla, ma a mio avviso occorre intervenire riequilibrando l’intestino con una dieta corretta e bilanciata per darle la possibilità di tornare ad assorbire i nutrienti e placare il sistema immunitario. Puoi entrare nel programma che è basato fondamentalmente su ripristinare una corretta digestione e assimilazione e placare l’infiammazione generale dell’organismo, attraverso un percorso specifico. Un caro saluto
      https://www.energytraining.it/presentazione/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico