Energy Training diventerà The SAUTÓN Approach Scopri di più

4 pessime alternative “naturali” allo zucchero4 min read

Condividi

Zucchero

Condividi


Lo zucchero aggiunto è la principale causa delle malattie più pericolose e diffuse di oggi (patologie cardiache, diabete, obesità e cancro).

La consapevolezza dei suoi effetti negativi è aumentata drammaticamente negli ultimi anni. Ma quello che si dice su questo argomento spesso è solo una parte del problema. Le calorie vuote, infatti, sono solo la punta dell’iceberg.

Lo zucchero, a causa dell’alto contenuto di fruttosio, può devastare completamente il tuo metabolismo.

Se consumato in eccesso alza i livelli di colesterolo e trigliceridi e può provocare resistenza all’insulina e accumulo di grassi nel fegato e sull’addome in sole 10 settimane (Leggi qui gli studi 1, 2).

Si crede che il consumo di zucchero aggiunto e del suo “gemello cattivo”, lo sciroppo di mais, sia la causa di alcune tra le malattie più diffuse oggi: obesità, diabete, malattie cardiache e cancro (Leggi qui gli studi 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7).

Ma purtroppo questi due prodotti non sono gli unici da temere. Ci sono tantissimi dolcificanti “naturali” sul mercato e molti di questi sono dannosi almeno quanto lo zucchero bianco.

In alcuni casi questi zuccheri “naturali” hanno degli effetti ancora più devastanti… e sono aggiunti in molti prodotti che si vendono nei negozi di alimenti naturali.

Ecco alcuni dei peggiori:

1. Nettare d’agave

Il nettare d’Agave, chiamato anche sciroppo d’agave, è un dolcificante molto conosciuto nell’ambiente dell’alimentazione naturale.

Questo dolcificante è spesso visto come un’ottima alternativa allo zucchero, per via del suo basso indice glicemico.

L’indice glicemico è la capacità del cibo di generare un picco di zuccheri nel sangue. Alcuni studi dimostrano che mangiare cibo che aumenta troppo l’indice glicemico fa male (Leggi qui gli studi 1, 2).

Ma gli effetti dannosi dello zucchero hanno poco a che fare con l’indice glicemico. La cosa più pericolosa è la grande quantità di fruttosio… e il nettare d’agave contiene molto fruttosio.

Il fruttosio non innalza i livelli di zuccheri nel sangue o l’insulina in poco tempo, ma quendo è consumato in grandi quantità, porta alla resistenza all’insulina, un effetto a lungo termine che innalza cronicamente i livelli di zuccheri nel sangue e di insulina (1, 2).

Avere un innalzamento degli zuccheri nel sangue per poco tempo non è poi tanto grave, ma quando diventa un problema cronico (quindi i livelli sono costantemente alti) è pericoloso.

Per questo motivo il contenuto di fruttosio nei dolcificanti è un problema molto più grande dell’indice glicemico. Lo zucchero comunemente usato contiene il 50% di fruttosio, l’agave il 70-90%.

Se facciamo un confronto, quindi, il nettare d’agave è molto, molto più pericoloso dello zucchero.

2. Zucchero di canna biologico

Ci sono molti prodotti biologici in commercio dolcificati con zucchero completo di canna biologico. Non farti depistare dal nome, anche questo è zucchero.

Uno zucchero biologico è sempre zucchero, e il fatto che sia completo purtroppo non cambia la sostanza.

Il modo in cui questo dolcificante è prodotto è senza dubbio migliore di quello in cui viene prodotto lo zucchero raffinato che trovi nei supermercati, ma la composizione chimica è la stessa.

E per il tuo corpo non fa granché differenza.

Infatti, una volta raggiunto il tratto digestivo, viene scisso in glucosio e fruttosio e ha esattamente gli stessi effetti sul tuo metabolismo.

Quindi, ripeto, per gli effetti che ha sul tuo corpo, lo zucchero completo di canna è identico allo zucchero bianco.

3. Succo di canna evaporata biologicamente

Questo è un prodotto meno diffuso da noi, ma vale la pena conoscerlo per evitarlo.

Spesso sulle etichette si può leggere: organic evaporated cane juice (succo di canna evaporata biologicamente).

Anche in questo caso, non farti ingannare dal nome, è sempre il caro vecchio zucchero.

Il nome è solo un espediente dei produttori, fatto per nascondere il vero contenuto di zuccheri al consumatore.

Ancora una volta, quando lo zucchero raggiunge l’intestino e il fegato, il corpo non vede alcuna differenza tra succo evaporato, zucchero bianco o sciroppo di mais.

4. Melassa e zucchero di canna scuro

Quando viene fatto lo zucchero, si ricava un sottoprodotto, la melassa.

A volte dopo che lo zucchero è stato raffinato e processato, piccole quantità di melassa vengono aggiunte al suo interno. Questo dà allo zucchero un colore più scuro.

Le melasse sono per il 50% zucchero, ma contengono anche una piccola quantità di minerali (Leggi qui le proprietà).

Più semplicemente, lo zucchero scuro non è altro che zucchero diluito in uno zucchero “meno pericoloso” e meno concentrato.

Ma la piccola quantità di minerali contenuta non vale tutti gli altri effetti negativi.

Sui dolcificanti ci sarebbe tanto altro da dire. Quello che posso consigliarti è di leggere sempre bene le etichette, anche quando acquisti prodotti nei negozi di alimenti naturali.

Non dare per scontato che facciano bene solo perché sono biologici.

Ci sono altri dolcificanti di cui hai sentito parlare (o di cui hai letto il nome su qualche etichetta) e vorresti conoscerli meglio?

Scrivimelo nei commenti e ne parlerò in uno dei prossimi articoli.

Acquista le migliori alternative naturali allo zucchero su Energy Foods


Condividi

Devi Francesca Forcella

Devi Francesca Forcella

Educatrice, naturopata e Fondatrice e Direttrice di “Energy Training” – il Programma di alimentazione e salute naturali più seguito in Italia – ha insegnato alimentazione e cucina naturali a centinaia di persone durante innumerevoli corsi e consulenze individuali.

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Non perdere le nuove risorse!
Iscriviti alla newsletter per ricevere guide gratuite,
risorse esclusive, articoli, ricette e offerte:

137.936 persone già iscritte
  1. Avatar
    ha commentato:

    Però lo zucchero di canna integrale comprato nei negozi biologici va bene? Anche il miele crudo garantito Raw va bene giusto? ho preso anche da provare la Stevia e la Lucuma, ma solo da aggiungere nei frullati e nelle tisane ogni tanto, va bene Francesca?
    Un saluto Luca, il tuo programma è incredibilmente bello! Già mi sentivo giovane, mi sembra di aver scoperto un nuovo mondo Fantastico!!!

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Luca,
      che bello, sono felice delle scoperte che stai facendo.

      Lo zucchero di canna completo cerca di usarlo il meno possibile. Solo se sei costretto!

      Meglio lucuma, stevia (che puoi usare cruda o cotta) o xylitolo o lo sciroppo di yacoon.

      Tutti gli zuccheri con meno impatto glicemico possibile.

      Buon cammino!

      • Avatar
        ha commentato:

        Ciao Francesca avrei bisogno di conoscere i migliori modi dolcificare torte e biscotti che io preparo a casa, perche uso lo zucchero di canna integrale ma credo che non vada bene, e per dolcificare caffè e the cosa mi consigli. E poi per il pane..

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Eugenia,
          piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
          I dolcificanti migliori sono Eritritolo, xilitolo (hanno quasi 0 calorie e sono a basso indice glicemico) e sciroppo di yacon. Per i dolci crudi puoi usare anche la lucuma e ogni tanto puoi usare lo zucchero di cocco. Li trovi tutti qui, con relative caratteristiche: https://www.energyfoods.it/categoria-prodotto/alimenti-bio/dolcificanti/
          Un caro saluto

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Luca e complimenti Francesca
      Sono molto contento che si inizzi a parlare concretamente dei problemi che può dare lo zucchero.
      Io ho provaro molte alternative naturali e oggi sto usando SUKRIN che trovo sul sito http://www.macrolibrarsi.it secondo me e fantastico lo uso su tutto perchè ha 0 calorie e 0 indice glicemico.
      I diabetici ne vanno matti. Una rivoluzione.
      COMPLIMENTI… LE ALTERNATIVE CI SONO BASTA CERCARE BACIONI

  2. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca!
    Ma ho visto che ci sono molte tue ricette di dolci in cui viene messo lo zucchero di canna (i biscotti al ghi, per esempio).

    • Avatar
      ha commentato:

      Si è vero.. ma è zucchero di canna integrale.. (non grezzo o cose varie) zucchero di canna integrale penso vada bene per i biscotti! Prova anche con altri zuccheri, alla fine dipende dal tuo gusto!

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Un conto è l’uso quotidiano ed un conto sono ricette che facciamo ogni tanto.
      Per uso quotidiano sempre meglio evitare lo zucchero, anche integrale di canna.

      Per ricette come torte e biscotti che non facciamo quotidianamente, abbiamo a disposizione
      o lo zucchero integrale di canna oppure questi dolcificanti più naturali che presto ti descriverò.

  3. Avatar
    ha commentato:

    Cosa ci puoi dire riguardo il succo d’acero, il miele e il malto di riso come dolcificanti?
    Grazie!
    Loredana

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Il miele non è un dolcificante.
      E’ un superfoods, molto nutriente e leggermente “riscaldante”.
      Mai sottoporlo a calore (in tisane calde o in cottura) ed evitare se si hanno sintomi di calore.

      Lo sciroppo d’acero e il malto hanno un impatto glicemico molto alto.

      Come ho detto a Marilù, presto vi proporremo delle alternative sane.

      • Avatar
        ha commentato:

        Grazie per le informazioni preziose.
        La natura riscaldante del miele mi è totalmente nuova. In MTC si dice esattamente l’opposto: natura rinfrescante.

        • Francesca Forcella Cillo
          ha commentato:

          Ciao Ramon,
          non confondere la macrobiotica con la MTC.
          Il miele è caldo perchè attiva i succhi gastrici,
          anche se è uno zucchero.
          Infatti può essere addirittura usato come cura del fuoco digestivo
          per persone molto molto fredde.
          E può contribuire ad esasperare sintomi di calore.
          Come rossori della pelle, mal di testa, disturbi del sonno o bruciori allo stomaco.

  4. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca,
    cosa ne pena dello sciroppo di Malto, come dolcificante? Grazie

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Meglio di no.
      Troppo dolce, presto faremo un articolo propositivo, con gli zuccheri più adatti ad uso quotidiano.

  5. Avatar
    ha commentato:

    La stevia con questo inci edulcoranti:eritritolo,steviol glicosidi,aroma naturale.Va bene?

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Direi di si, prendilo in un negozio biologico

  6. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca.
    bellissimo questo articolo. già dalle indicazioni che hai riportato, sento sicuramente molta più chiarezza, anche perchè è un po’ il mio cruccio questo benedetto zucchero, quello bianco è praticamente bandito dalla mia tavola ormai da tempo, però ho sempre avuto dei dubbi anche su quello di canna che uso per fare dolci e altro in genere, da come ho letto comunque non sbagliavo a pensare che facesse molto meglio di quello bianco. sono venuta a conoscenza di recente, che i datteri messi in ammollo e poi frullati, possono tranquillamente essere utilizzati per fare torte, poichè sono dolci. tu cosa ne pensi?
    quindi rimaniamo in attesa dell’articolo di cui parlavi relativo agli zuccheri più adatti.Grazie infinite Francesca per i tuoi consigli preziosissimi.
    Ti stimo moltissimo.
    Alessandra

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Si cara Alessandra,
      presto arriverà la parte costruttiva!
      Quanto hai datteri vanno benissimo come dolcificante.

      • Avatar
        ha commentato:

        Salve,
        qual è la proporzione tra zucchero e datteri per poterlo sostituire lo zucchero in un dolce?
        Vorrei iniziare ad usarli ma non ho idea…
        Grazie mille anticipatamente

        • Avatar
          ha commentato:

          Buongiorno Alessandra!!
          Piacere di conoscerti.
          Direi che dipende dalla qualità del dattero. Usando i medjoul che sono più grandi, dolci e morbidi, direi che un dattero frullato zucchera più o meno come 1 cucchiaio di zucchero. Ammorbidiscili in acqua tiepida e frullali prima di metterli nell’impasto.
          Un saluto grande

  7. ha commentato:

    Ciao Francesca, cosa ne pensi dello zucchero di palma di cocco?
    Lo abbiamo trovato ieri in un negozietto di alimentari che vende prodotti di questo tipo (compreso olio di cocco e decine di spezie).
    Al gusto è davvero particolare e buonissimo.
    Ci è stato venduto in forma solida, un “panetto” da 450gr. Si sbriciola molto facilmente ed è molto solubile.

    Grazie, Daniele

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      E’ sicuramente meglio di quello di canna.
      Ma non è proprio la soluzione migliore.

      Presto vi parlerò delle 4 alternative più salutari.

  8. Avatar
    ha commentato:

    Cara Francesca, leggo con piacere le tue mail. Mi piacerebbe sapere qualcosa sul miele, sue proprietà e se famale come lo zucchero. Grazie, Adriano

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao adriano,
      il miele non fa assolutamente male.

      anzi se è vergine integrale e non è stato sottoposto a colore,
      è una fonte meravigliosa di enzimi, vitamine, e minerali.

      Ma non è un dolcificante, è un vero alimento.

      Non va mai sottoposto a calore, va consumato crudo per esempio nel frullato della colazione.

      E non è adatto alle costituzioni troppo “calde”.

  9. Avatar
    ha commentato:

    Mi chiedo cosa può mangiare una persona in questi tempi dove t tutto è poco raccomandato specialmente per una come me che ama i dolci GISE

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Gisella devi farti dei bei dolcetti naturali come le palline di datteri.
      Trovi molte ricette nella sezione apposita sul blog!

  10. Avatar
    ha commentato:

    Probabilmente è una domanda inutile, ma il Fruttosio puro quindi è peggio dello zucchero e C.?
    Grazie

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Si Marco il fruttosio non è una buona alternativa.
      Anzi è molto negativo soprattutto sul fegato.

  11. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca,
    innanzitutto grazie per i consigli che ci offri. Sono davvero utilissimi.
    Sto cercando faticosamente di ridurre gli zuccheri, ma ammetto che fatico perché sono molto golosa..
    Comunque ho trovato, fra le tue ricette, una che davvero adoro che sono le palline di datteri (datteri, cacao crudo, crema di mandorle e cocco rapé), volevo solo chiederti se è bene comunque farne un uso moderato, oppure se posso mangiarle tutti i giorni..
    Grazie!

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Cara Monica, dipende dalla tua costituzione.
      Magari un paio come spuntino possono andare bene.
      L’importante è non consumarli dopo i pasti, non pasticciare.
      E verificare che non ti scatenino altra fame.
      Visto che sono comunque dolci e quindi stimolano la risposta insulinica.

  12. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca,
    prima hai risposto a Loredana che il miele è un superfoods non un dolcificante e questo è risaputo che è ricco di nutrienti sali minerali ecc..ma è sempre comunque uno zucchero vero e proprio con alto carico zuccherino. A me piace tantissimo ma il diabetologo me lo ha vietato in assoluto perchè è zucchero puro. Cosa ne pensi? Grazie. Daniela

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Cara Daniela,
      certo che il miele è dolce.
      Quindi ovviamente se hai un problema con l’insulina non devi assolutamente usarlo.

      Per migliorare la tua situazione devi usare maggiori quantità di vegetali, grassi saturi e proteine, riducendo drasticamente i carboidrati, a pochi cucchiai di cereali integrali ben cotti.

  13. Avatar
    ha commentato:

    ciao francesca condivido pienamente il tuo articolo poichè in prima persona sto conoscendo i problemi che provoca lo zucchero. Mia madre dopo esserle stato diagnosticato il diabete tipo 2 le hanno amputato prima un dito, poi quello vicino e per finire l’avanpiede sx, senza considerare la perdita della vista. udito, problemi renali e cardiaci. tutti gli oncologi e centri tumorali sconsigliano il consumo dello zucchero in tutte le sue forme sia mono che disaccaridi. un saluto

    • Avatar
      ha commentato:

      ciao lucia, è interessante.. io ho mio figlio che è diabetico insulino dipendente quando va in ipoglicemia prende lo zucchero per alzare la glicemia ..cosa ci può essere in alternativa allo zucchero che innalza la glicemia che non faccia male come lo zucchero….lui va spesso in ipo non è facile gestire il diabete.. cosa mi consigli.. grazie teresa

  14. Avatar
    ha commentato:

    …e mangiare MOLTISSIMA frutta come faccio io va bene o no ???

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Cara Virginia, mangiare tantissima frutta,
      non è mai una cosa saggia…

      La frutta va presa con moderazione, lontano dai pasti e sempre accompagnata da 1 cucchiaino di ghee (burro chiarificato) o di olio di cocco che ne riduce l’impatto glicemico.

      Altrimenti promuove gonfiore, debolezza ed eccessiva emotività.

      • Avatar
        ha commentato:

        Ciao francesca
        Mi interesserebbe approfondire cosa intendi con:
        “mangiare tantissima frutta, non è mai una cosa saggia…
        La frutta va presa con moderazione, Altrimenti promuove eccessiva emotività”

        Grazie e complimenti
        Ciao
        Roberto

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Roberto,
          grazie e benvenuto sul blog!
          La frutta è un alimento zuccherino e come tale può generare picchi glicemici e altalene dal punto di vista emotivo. Quindi non bisogna abusarne. 1-2 frutti al giorno (freschi o leggermente scaldati a seconda della tua costituzione) con un po’ di olio di cocco vanno bene, ma il suo contenuto di vitamine e sostanze benefiche non deve indurci nell’errore di farne scorpacciate.
          Ti segnalo un articolo profondità sulla frutta dove potrai trovare tante informazioni utili:
          http://www.energytraining.it/frutta2/
          Un caro saluto

  15. Avatar
    ha commentato:

    Gradualmente in casa nostra e senza alcun sforzo e’ andato eliminato lo zucchero che teniamo solo per gli ospiti. Nel latte e sul pane spalmiamo il miele che ai mercati della coldiretti si trova di agricolture biologiche di zona a buon prezzo, ottimo anche nei dolci quello di accia o millefiori che hanno gusti delicati e non stravolgono il gusto . Qualche controindicazione a parte il non abusarne ovviamente ? Grazie

  16. Avatar
    ha commentato:

    Volevo chiedere inoltre quali sono i danni del calore ( es. forno ) sul miele. Grazie

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Giulia!
      Distrugge gli enzimi e le vitamine e i minerali (quindi a quel punto diventa come uno zucchero e non è più un super alimento).

      Inoltre dato che è già “riscaldante” sugli organi interni per sua natura, se sottoposto a calore o con una bevanda calda può davvero essere troppo caldo,e creare problemi al nostro corpo.

      Per esempio allo stomaco, al fegato o alla pelle che sono gli organi più sensibili al calore o darci mal di testa.

  17. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca,
    Bello avere tante informazioni utili che spesso vengono “omesse”…
    Io non uso zucchero da tempo perché sapevo che quello bianco crea problemi e quindi uso miele sia nel the che nel caffè e adesso scopro che non va bene…cosa mi consigli in sostituzione di questo? Grazie

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Antonella, se leggi gli articoli successivi hai la descrizione di tutte le alternative.
      Te ne ho descritte diverse, cerca quella più adatta a te!

  18. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca! Articolo interessantissimo,anche se mi rendo sempre più conto che “naturale” nn significa necessariamente più sano. Avendo problemi ultimamente d glicemia alta volevo chiederti che ne pensi del sukrin o la lucuma…possono andare bene? Grazie x la disponibilità !

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Nellush,
      sono due ottime alternative allo zucchero per la tua situazione!
      un carissimo saluto!

  19. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca
    Ho trovato una piantina di STEVIA in un garden e l’ho portata a casa.
    Ho assaggiato una foglia ed è davvero molto dolce.
    Ma per evitare di distruggerla, posso sapere se è facilmente reperibile questo zucchero di Stevia?
    In qualsiasi posto dove vendono spezie, bio ecc. si può trovare già disponibile per l’uso?
    Si possono fare anche torte?
    Il gusto cambia?

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Daniela,
      ormai la stevia si reperisce facilmente.
      In genere in tutti i negozi bio in polvere o gocce.

      Ha un leggero retrogusto di liquirizia e dolcifica molto più dello zucchero bianco.
      Per una torta ne può bastare un cucchiaio o due.

  20. Avatar
    ha commentato:

    grazie Francesca
    farò le prove!
    intanto comincio a sostituirlo in qualche caffè e poi vediamo per qualche torta apposita
    ciao

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ottima idea! Buone prove!

  21. Avatar
    ha commentato:

    ciao Francesca, grazie per le info interessanti…. Ti chiedo due cosìne, la prima è cosa intendi per “se consumato in eccesso”? E la seconda domanda è se va bene sostituire come dolcificante , il miele o il malto D orzo… Grazie milleeee ciaooooo

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Stefania,
      trovi tutte le alternative positive negli altri articoli che abbiamo dedicato a questo argomento.

      Li trovi tutti sul blog.

      In eccesso dipende dalla persona, ma sicuramente viol dire in modo quotidiano.

      Il miele non è un dolcificante ma un vero e proprio alimento e non è indicato per tutti.

      Il malto d’orzo ha un impatto glicemico alto, si può trovare di meglio.

      Leggi tutto il resto del materiale!

  22. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca, per me che sono insulino resistente cosa è meglio? Il fruttosio è sconsigliato mi pare di capire! Lo stevia può essere un valido sostituto dello zucchero?
    Grazie

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Marta,
      solo stevia o al massimo un pochino di eritritolo.
      Limita i cibi dolci e consuma solo un pochino di cereali integrali ben cotti e conditi con il ghee.
      E inseriti alla fine del pasto.
      Dai la priorità a vegetali, grassi e proteine e vedrai che starai molto meglio.

  23. Avatar
    ha commentato:

    ciao francesca ho trovato delle caramelle al isomalto vanno bene? quelle alla stevia nn le ho trovate…nel caso mi sapresti indicare dove trovarle? grazie

  24. Avatar
    ha commentato:

    Salve, ho 35 anni e ho una leggera insulino resistenza. Non posso infatti stare tante ore senza mangiare qualcosa edovrei evitare il più possibile i picchi glicemici. Quale dolcificante naturale potrei prendere al posto dello zucchero? Che mi dici della pasta? Integrale e’ meglio o no? La mangio ogni giorno massimo 100 gr, quindi rappresenta una parte importante della mia dieta più del cucchiaino di zucchero che metto la mattina nel latte. Pane non ne mangio quasi mai quindi anche quello ha poca importanza. Sono i break pomeridiani e mattutini quelli che mi fregano è una frutta non basta spesso per alzare la glicemia che spesso si abbassa fra un pasto e l’altro! Grazie per l’aiuto.

  25. Avatar
    ha commentato:

    ciao francesca,

    sono senza parole …..e io che facevo la marmellata con il fruttosio perchè siccome se ne mette di meno dello zucchero pensavo che faceva meno male , allora come le faccio le marmellate con lo zucchero di canna???
    il mio compagno ne va matto e mangiare una fetta di pane integrale tostato con la marmellata la mattina è considerato troppo ?? io ora faccio colazione con il porridge ma a lui non piace, grazie

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Grazia,
      il pane e marmellata a colazione ed in generale non è affatto una buona idea.
      Lieviti, acido fitico, fermentazione da zuccheri, sono tutte conseguenze oltre ad una bella carenza di energia.
      Lsa mattina ci vogliono i grassi saturi come ghee, burro o olio di cocco, frutta fresca (calda o meno a seconda della costituzione, spezie, bacche o frutta secca ammollata e scolata.
      Potrebbe fare una supermacedonia rivitalizzante e ricca di grassi.
      Questa sarebbe una buona colazione.

      per la marmellata che davvero è un cibo senza nessuna qualità se non quella di darvi calorie vuote, puoi usare zucchero di cocco o xilitolo.
      Ma se smetti di fare le marmellate ci guadagnate tanto in salute!

      • Avatar
        ha commentato:

        Ciao sono nuova di questa discussione…io non sono matta per le martellate, posso farne anche a meno, ma ho 2 viti che producono un sacco di uva nera buonissima, che non riusciamo a mangiare fresca (anche regalarla si fa fatica perché dove abito io sono in molti ad avere questo tipo di produzione) e buttarla mi dispiace

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Lucia,
          piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
          Puoi fare marmellate con xilitolo e usarle con molta parsimonia, mai con pane o biscotti.
          Un caro saluto

  26. Avatar
    ha commentato:

    Invece usare al posto dello zucchero la Sapa ( mosto d’uva cotto) ? Quali proprietà ha ?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Simona,
      non è un’alternativa sana, è troppo zuccherino.
      Meglio qualcosa di più equilibrato, come le alternative proposte nell’articolo.
      Un caro saluto

  27. Avatar
    ha commentato:

    Buongiorno Francesca, vorrei sapere se al posto del fruttosio, che sto usando in questo momento per il caffè, posso usare il sukrin , la stevia in gocce o lucuma.
    Per le torte invece?
    Ciao
    Roberta

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Roberta,
      sì, vanno bene. Ma dovresti eliminare il caffè e sostituirlo con una bevanda alternativa energizzante.
      Per le torte sukrin e stevia vanno bene, ma non la lucuma, che è meglio consumare a crudo.
      Un caro saluto

  28. Avatar
    ha commentato:

    Ho molta confusione su ciò che devo mangiare dato che soffro di insulina resistenza,e’ possibile avere un piano alimentare dettagliato?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Luciana,
      sì, entrando nel programma puoi chiedere a Francesca di seguirti nel coaching mensile, altrimenti puoi prenotare una consulenza individuale con Francesca e uno dei suoi Energy Tutor da qui: http://www.energytraining.it/tutor/
      Un caro saluto

  29. Avatar
    ha commentato:

    Ciao… Ho avuto/ho un tumore al seno… Banditi o quasi gli zuccheri… Ma non ho ben capito quale zucchero usare quotidianamente…. La stevia la evito perché di dubbio beneficio (ho letto addirittura che l’abuso può essere cancerogeno)… Mi puoi spiegare meglio , please????

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Federica,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Perché hai bisogno di usare quotidianamente lo zucchero? Non è affatto necessario dolcificare. Fai in modo da consumare solo zucchero attraverso gli alimenti che lo contengono naturalmente (ad es. frutta o frutta secca per fare dei dolcetti crudisti ogni tanto). Se devi fare un dolce (di tanto in tanto) puoi usare xilitolo, eritritolo o lucuma.
      Un caro saluto

  30. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca, ci puoi dire qualcosa sulla melassa di barbabietola da zucchero?
    Io la sto usando al posto del miele e dei dolcificanti in genere..
    Ho letto che ha un basso indice glicemico. È vero?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Giustina,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      No, non è molto diversa dallo zucchero, è a base di glucosio e fruttosio e ha un impatto glicemico alto. In questo articolo abbiamo parlato di tutti i nomi con cui viene chiamato lo zucchero (c’è anche la melassa nell’elenco): http://www.energytraining.it/nomi_zucchero/.
      Un caro saluto

  31. Avatar
    ha commentato:

    E per quanto riguarda lo sciroppo di riso? Può andare bene o è dannoso? Si parla di 2-4 grammi al giorno per dolcificare il caffè o da mettere nello yogurt di soia senza zucchero. La Stevia ha un retrogusto di liquirizia che non gradisco molto 🙁 ! Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Claudia,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Lo sciroppo di riso ha un indice glicemico alto, quindi non lo consigliamo.
      Prova Xilitolo ed eritritolo, non hanno quel retrogusto di liquirizia, sono più simili allo zucchero.
      Ne approfitto anche per sconsigliarti sia il caffè, sia lo yogurt di soia (sia per i problemi della soia: , sia perché è un prodotto estremamente raffinato e poco naturale).
      Un caro saluto
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        scusami ma secondo te eritritolo e xilitolo sono alternative naturali ? sai come vengono prodotti ?sono polioli e se superano il 10 % nel prodotto serve un’avvertenza di legge sugli effetti lassativi…che non è il massimo.
        eppoi il fruttosio puo’ essere metabolizzato a livello epatico e non pancreatico con qualche disagio solo se assunto in un unica porzione di 30 g di fruttosio ( tirate fuori gli studi scientifici che affermano con certezza questo fatto)a…sapete quanto fruttosio c’è in una porzione di frutta comune ? molto di piu’…quindi la frutta anche in minime dose sarebbe velenosa ?
        mah…ho grossi dubbi e mi occupo di alimentazione da parecchi anni….

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Raffaella,
          piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
          1) la scelta migliore è non usare affatto dolcificanti
          2) quelle che indichiamo sono le scelte più sane e ovviamente il nostro consiglio è di usarle con parsimonia
          3) anche l’effetto del fruttosio della frutta è altamente problematico, non direttamente sul tasso di glicemia ematica ma sul fegato, che conserva lo zucchero sotto forma di grassi e ne è fortemente appesantito. Le ricerche e gli studi sono infiniti, se sei esperta di alimentazione non avrai difficoltà a trovarli, sia in italiano sia, soprattutto, in lingua inglese.
          Un caro saluto

  32. Avatar
    ha commentato:

    Buongiorno vorrei chiedere consiglio per produrre confetture di frutta casalinghe (conservate in vasetto o in frigorifero se troppo delicate). Che tipo di sostituto dello zucchero potrei utilizzare? L’eritritolo potrebbe andare bene? Da un esame sul capello mi hanno sconsigliato tutto lo zucchero. Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Stefania,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Dovresti smettere anche con le marmellate perchè è tutto il picco glicemico che ti danneggia. L’eritritolo può andare bene, ma se procedi con un Reset di trenta giorni (come spiegato nel nuovo Programma) potrai stare molto meglio.
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        Grazie mille seguirò il consiglio è a breve volevo fare il test genetico. Un saluto

  33. Avatar
    ha commentato:

    avrei una domanda in merito alla marmellata, da altri nutrizionisti o sentito consigliare per colazione una marmellata senza zucchero (ma dolcificata con succo di mele ad esempio) spalmata su una fetta di pane integrale; voi non condividete questa cosa?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Francesco, benvenuto sul blog!
      Una colazione così anche se naturale stimola molto il picco glicemico e dopo due ore avresti di nuovo fame e con il desiderio di mangiare di nuovo qualcosa di dolce. L’ideale sarebbe iniziare la giornata con una colazione salata (proteine, verdure, grassi sani) o quanto meno semi dolce con basso impatto glicemico. Nel blog trovi tanti modi e tante ricette per una sana colazione. Ti consiglio di provare e raccontarci come è andata: Un caro saluto.

  34. Avatar
    ha commentato:

    Grazie mille per l articolo finalmente uno chiaro..vorrei sapere lo Stevie fa male o bene per chi ha il diabete ?grazie.
    Monika

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Monika,
      la stevia è già un dolcificante a basso indice glicemico, ma per chi ha il diabete, ottimo è l’eritritolo che ha un indice glicemico pressoché nullo.
      Un caro saluto

  35. Avatar
    ha commentato:

    Buongiorno

    In quanto blog ho visto che i datteri vanno bene come dolcificante, ma va anche bene il concentrato di dattero gia pronto l’uso???
    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Isabel,
      non conosco il concentrato di datteri. Se ti riferisci ad un prodotto industriale o biologico, leggi bene l’etichetta degli ingredienti e nota che non abbiano zuccheri o conservanti aggiunti. Un saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        E’ biologico, ingredienti solo i datteri, ma ho visto che la procedura è:
        viene ottenuto mediante la cottura dei datteri, poi denocciolati e pressati. Il succo che ne deriva viene prima filtrato e poi concentratto.
        Non so se questo procedimento lo faccia diventare inadatto riguardo al pico glicemico

        Grazie

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Isabel,
          i datteri hanno un indice glicemico molto alto per loro natura e la cottura in questo caso ne distrugge i nutrienti, per cui non è un’alternativa salutare allo zucchero. Preferisci l’eritritolo che ha un impatto glicemico zero, lo sciroppo di yacon, lo zucchero di cocco, la stevia, tutte forme di zucchero con bassissimo indice glicemico. Un caro saluto

  36. Avatar
    ha commentato:

    Ho sempre usato zucchero di canna (ed anche colazioni salate!) ma da un po’ uso lo jagger e qui: 1°la confusione 2° Il fatto che sia caduta sulla vs. pagina 3° la ragione per cui vi contatto intanto nella speranza che mi aiutiate a chiarire la differenza tra lo zucchero di palma, quello di cocco, lo jagger, il kitul, lo stevia, il lucuma etc. (che non sono ne: “I 56 nomi dello zucchero”!) Ho appena acquistato un panetto con sopra scritto Kitul. Se non va bene lo riporto. Poi sono interessatissima al week-end (pure di più). Per non andare a finire ad ottobre, potrei -FORSE- questo giovedì. Nel frattempo m’informo per l’aereo; voi fatemi sapere grazie.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Alberta,
      Tutti i tipi di zucchero che citi sono valide alternative allo zucchero bianco e tutti hanno un basso indice glicemico. Il Kitul è uno zucchero che si ottiene dai fiori dell palma Kitul (Caryota urens), contiene minerali e vitamine ed è usato anche nella medicina ayurveda. Lo stesso vale per lo zucchero jaggery, sempre derivato dai fiori di palma (Arenga pinnata). L’unica raccomandazione in proposito, è che purtroppo in commercio esistono forme di jagger adulterato, soprattutto quello derivato dalla canna da zucchero, con l’aggiunta di sostanze chimiche nocive per migliorarne il colore. Il consiglio è dunque di acquistare questi dolcificanti esotici in centri e supermercati orientali e ben forniti. Un caro saluto

  37. Avatar
    ha commentato:

    …mi sono sbagliata: potrebbe essere da giovedì 14 al 18. Credo che questa mia mail dovevo scriverla da un altra parte…ma sono di corsa..

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Alberta,
      l’Energy Weekend a Malta si terrà dal 21 al 24 settembre, ma temo che le iscrizioni siano al completo. Puoi comunque scrivere per tutte le informazioni e le date future a info@energytraining.it all’attenzione di Raffaella. Un caro saluto

  38. Avatar
    ha commentato:

    Può dirmi anche cosa pensa della stevia e dello xilitolo??grazie

  39. Avatar
    ha commentato:

    Grazie! Il medico mi ha consigliato una dieta di due mesi senza zucchero, miele e fruttosio e stavo giusto pensando di usare lo sciroppo d’agave al posto dello zucchero!
    Ora ho decisamente cambiato idea
    Lo sciroppo d’acero invece può essere un valido sostituto?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Elisa,

      benvenuta sul blog.

      Se devi stare lontana da zuccheri, miele e fruttosio anche lo sciroppo d’acero non va bene per te.
      La cosa migliore sarebbe imparare piano piano a fare a meno di dolcificare alimenti e bevande (indipendentemente dall’uso di dolcificanti naturali o meno) per liberarsi dalla dipendenza dal dolce.
      IN ogni caso piuttosto usa la stevia, lo xilitolo o l’eritritolo che hanno un impatto minimo o nullo sulla glicemia e un contenuto calorico estremamente basso.

      Un cordiale saluto.

  40. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca
    Ti seguo sempre e giro agli amici i tuoi consigli ☺.
    Vorrei sapere cosa pensi del succo di Acero canadese … che io uso …
    Buon lavoro e buon tutto

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Fede, benvenuta sul blog!
      intendi il succo o lo sciroppo d’acero? Lo sciroppo ha un indice glicemico troppo alto ed il succo probabilmente avrà zuccheri aggiunti. Ti consiglio di scegliere altre fonti naturali ma con un indice glicemico molto basso: eritritolo, stevia, sciroppo di yacon, zucchero di cocco. Un caro saluto

  41. Avatar
    ha commentato:

    Ciao,
    Ho trovato il concentrato di dattero come alternativa. Che ne pensi?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Paola,
      il dattero ha un alto contenuto di fruttosio e quindi un elevato indice glicemico. Te lo sconsiglio. Meglio dirigere la tua scelta sui dolcificanti naturali a basso impatto glicemico: eritritolo, stevia, xilitolo, zucchero di cocco, sciroppo di jacon. Un caro saluto

  42. ha commentato:

    USO DA ANNI LO ZUCCHERO DI CANNA INTEGRALE DELL’EQUO MERCATO SOLIDALE!!! MA SICCOME DA UN PÒ, SOFFRO DI XEROSTOMIA, NON È MEGLIO LO XILITOLO??

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Nico,
      lo xilitolo è senza dubbio migliore dello zucchero di canna integrale. Un saluto

  43. Avatar
    ha commentato:

    Salve cosa mi dice dello Stevia come dolcificante?
    Rita

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Rita,
      la stevia, se ti piace il suo gusto, è una valida alternativa allo zucchero classico. E’ naturale ed ha un indice glicemico più basso. Un caro saluto

  44. Avatar
    ha commentato:

    Per quanto riguarda il.miele e il succo d’acero perché non ne parli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico