Sconto del 30% sul nuovo programma online Scopri di più

Dolcificanti naturali: 4 ottime alternative allo zucchero5 min read

Condividi

dolcificanti naturali

Condividi


Rinunciare allo zucchero (sia bianco che di canna) e sostituirlo con altri dolcificanti naturali può essere dura all’inizio, ma considerato quanto può far male, ne vale la pena.

Fortunatamente non dobbiamo eliminare completamente il sapore dolce dalla nostra vita, perché esistono alcuni dolcificanti naturali che hanno poche calorie e fruttosio e un sapore molto gradevole.

Ecco i 4 migliori dolcificanti naturali che puoi usare.

Stevia

La stevia è uno dei dolcificanti naturali con poche calorie più conosciuto. Si estrae dalle foglie di una pianta chiamata Stevia Rebaudiana.

Questa pianta è stata coltivata per secoli in America come dolcificante e per scopo medico.

Nelle foglie di Stevia sono stati trovati diversi composti dolci. I principali sono lo stevioside e il rebaudioside. Entrambi hanno potere dolcificante 100 volte superiore a quello dello zucchero.

Oltre ai glicosidi la foglia contiene proteine, fibre, ferro, fosforo, calcio, potassio, sodio, magnesio, zinco, rutina (un flavonoide con proprietà antiossidanti), vitamina A e vitamina C.

La stevia è dolcissima, ma ha virtualmente 0 calorie.

Alcuni studi fatti sugli uomini hanno evidenziato che può portare interessanti benefici sulla salute:

  • Quando la pressione sanguigna è alta, la Stevia può abbassarla del 6-14%, ma non ha effetti su pressione normale o leggermente alta (Leggi qui gli studi 1, 2, 3).
  • La Stevia abbassa i livelli di zuccheri nel sangue nei diabetici (Leggi qui lo studio 1).
  • Ci sono anche studi fatti sui topi che mostrano che la Stevia può migliorare la sensibilità all’insulina e ridurre il colesterolo ossidato e la formazione di placche nelle arterie (1, 2).

Se devi dolcificare qualcosa, la Stevia è senza dubbio una delle migliori alternative.

Il suo sapore, però, è molto diverso da quello dello zucchero e a molte persone non piace.

Può cambiare a seconda dell’azienda che la produce, quindi non partire prevenuto, ma provane tipi diversi prima di decidere se ti piace o no.

Eritritolo

L’eritritolo è un altro dolcificante con poche calorie.

Fa parte dei polialcoli, composti che si trovano naturalmente in alcuni frutti.

Se acquisti Eritritolo in polvere, però, molto probabilmente si tratta di un prodotto ottenuto tramite un procedimento industriale.

Contiene 0,24 calorie per grammo o circa il 6% di calorie come zucchero, con il 70% di potere dolcificante.

L’eritritolo non alza i livelli di zucchero nel sangue o l’insulina e non ha effetti su colesterolo e trigliceridi (Leggi qui gli studi 1, 2).

E’ assorbito nel corpo dall’intestino, ma alla fine è secreto così com’è dai reni (Leggi qui lo studio).

Studi dimostrano che l’eritritolo è sicuro.

Comunque, come gli altri polialcoli, può dare qualche problema digestivo se ne consumi troppo tutto in una volta (Leggi qui gli studi 1, 2).

L’eritritolo ha un sapore molto simile allo zucchero, sebbene possa avere un leggero retrogusto.

L’eritritolo non ha particolari proprietà benefiche, ma di sicuro ha un buon sapore, non è pericoloso per il corpo ed è ben tollerato.

Xilitolo

Anche lo xilitolo, come l’eritritolo fa parte dei polialcoli. Ha un potere dolcificante simile allo zucchero e contiene 2.4 calorie per grammo, circa 2/3 del valore calorico dello zucchero.

Lo xilitolo è il più famoso dei polialcoli. Si trova in alberi ad alto fusto come la betulla e, come l’eritritolo, in molti frutti e verdure. Inoltre è prodotto quotidianamente dal nostro corpo.

Lo xilitolo è famoso soprattutto per gli effetti benefici sulla salute dei denti, infatti riduce i rischi di carie e caduta dei denti (Leggi qui gli studi 1, 2).

Questo è il motivo per cui viene spesso utilizzato nei dentifrici, collutori, spray e mentine per l’alito.

Può anche migliorare la densità e la forza delle ossa, aiutando a prevenire l’osteoporosi (Leggi qui lo studio 14). Non aumenta i livelli di zuccheri nel sangue e di insulina (Leggi qui lo studio 15).

Tuttavia, come gli altri polialcoli, può dare qualche problema digestivo ad alte dosi, quindi non abusarne.

In particolare alcuni prodotti etichettati come dolcificati con xilitolo possono dare questi problemi perché non contengono xilitolo puro.

I fabbricanti, infatti, spesso aggiungono altri prodotti per diminuire i costi. Quindi, se vuoi evitare questi problemi, assicurati che sia di alta qualità, vale la pena pagarlo un po’ di più.

Lo xilitolo è altamente tossico per i cani quindi se ne hai uno in casa, tienilo alla larga da questo prodotto (16).

Sciroppo di Yacon

Lo sciroppo di Yacon si raccoglie dalla pianta dello Yacon, che cresce sulle Ande in Sudamerica.

Contiene zuccheri abbastanza complessi da essere quasi medicinali.

  • Lo sciroppo ha proprietà benefiche sul sistema immunitario.
  • E’ straordinariamente ricco di ferro.
  • Facilita la digestione e le funzioni del colon e si raccomanda alle persone con diabete.

Questo dolcificante è di recente diventato molto popolare come integratore per perdere peso, perché uno studio ha dimostrato che può portare una significativa perdita di peso nelle donne obese (Leggi qui lo studio).

Ha un’alta quantità di fruttoligosaccaridi, che funzionano come fibre solubili che nutrono la flora batterica intestinale (Leggi qui gli studi 18, 19).

Lo sciroppo di Yacon può essere utile in caso di costipazione ed è molto benefico grazie all’alto contenuto di fibre solubili (Leggi qui lo studio).

Non mangiarne troppo tutto in una volta perché potrebbe dare problemi digestivi.

Altre gustose alternative

La polvere del frutto della lucuma (frutto dell’albero Pouteria Lucuma, originario di Perù, Cile ed Equador) ha un sapore inconfondibile che conferisce una dolcezza naturale ai dessert senza alzare i livelli di zuccheri nel sangue.

I dolci crudisti come le palline a base di frutta secca (datteri, uvetta, albicocca e così via) sono naturalmente dolci, non hanno bisogno di dolcificanti.

Puoi aggiungere un cucchiaino di miele crudo nella preparazione, ma non con lo scopo di dolcificarli, bensì per arricchirli di enzimi, minerali e vitamine.

Infine non possiamo dimenticare gli zuccheri contenuti naturalmente nella frutta fresca (che puoi usare per preparare delle deliziose gelatine di frutta) o nei succhi concentrati di frutta (che puoi usare come base per le creme con cui farcire le tue torte).

Quindi stevia, eritritolo, xilitolo e sciroppo di yacon sono i migliori dolcificanti naturali e puoi usarli in alternativa allo zucchero per dolcificare torte, biscotti e cioccolatini crudi.

Elimina completamente il malto di cereali, perché ha un indice glicemico troppo alto, riduci lo zucchero di cocco (consumalo solo ogni tanto) e lo zucchero di canna.

Oltre a questi, elimina anche gli altri tipi di dolcificanti “naturali” di cui ho parlato nell’articolo “4 pessime alternative naturali allo zucchero“.


Prodotti di cui abbiamo parlato in questo articolo che trovi in vendita nel nostro shop:


Condividi

Devi Francesca Forcella

Devi Francesca Forcella

Educatrice, naturopata e Fondatrice e Direttrice di “Energy Training” – il Programma di alimentazione e salute naturali più seguito in Italia – ha insegnato alimentazione e cucina naturali a centinaia di persone durante innumerevoli corsi e consulenze individuali.

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Non perdere le nuove risorse!
Iscriviti alla newsletter per ricevere guide gratuite,
risorse esclusive, articoli, ricette e offerte:

137.936 persone già iscritte
  1. Avatar
    ha commentato:

    Ciao, grazie Francesca,
    davvero interessante questo post anche perche’ non ero a conoscenza che anche lo zucchero di canna dovrebbe essere eliminato dalla nostra alimentazione. Qui in casa dei miei vige solo lo zucchero di canna :D. Cmq grazie davvero di cuore per la chiarezza degli articoli senza renderli pesanti nella lettura. Grazie perche’ non ti limiti ad “accusare” l’alimento ma proponi anche alternative e soluzioni. Grazie un abbraccio a tutto lo staff e a tutti i lettori.

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Grazie te Alison!
      i vostri commenti, le vostre esperienze,
      sono la cosa più preziosa!

      • Avatar
        ha commentato:

        Salve ma lo sciroppo d’acero non va bene??ne ho sentito parlare benissimo!!

        • Francesca Forcella Cillo
          ha commentato:

          Ciao Sofia,
          purtroppo lo sciroppo d’acero ha un impatto glicemico molto alto.
          Questo lo rende potenzialmente pericoloso e non adatto ad un consumo quotidiano.

  2. Avatar
    ha commentato:

    Cara Francesca,

    Grazie tantissimo per i tuoi consigli, ci stavo aspettando!

    Sul ovaleplatform: loro offrano solamente Sukrin. Che cos’è?

    Tibiona e Cacaopuro offrono la stevia in polvere. Da loro si può fidare sul polvere?

    Grazie di cuore!
    Judith

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao cara Judith,
      Sukrin è l’eritritolo.

      Se te li ho scritti vuol dire che li ritengo affidabili!

      • Avatar
        ha commentato:

        Ciao Francesca volevo chiederti lo sciroppo d’acero è un buon dolcificante perché io lo uso al posto dello zucchero essendo intollerante allo zucchero e al lattosio !!

        • Francesca Forcella Cillo
          ha commentato:

          Ciao Sofia,
          lo sciroppo d’acero è meno equilibrato di queste 4 alternative di cui ti parlo nell’articolo.
          Non lo usare in modo quotidiano.
          Ha un alto impatto glicemico.

  3. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca.
    Grazie del bello e prezioso articolo.

    Ho una domanda: dato che mi piacciono molto i biscotti al ghi, potrei prepararli usando una di queste alternative anziché lo zucchero di canna? Se sì, quali mi consigli?

    Matteo

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Si puoi provare con tutte, solo con lo sciroppo di yacoon no,
      perchè è meglio non cuocerlo.

  4. ha commentato:

    Ciao Francesca, io ho provato da poco la manna (mannite da fruttosio), che non viene dal cielo 😀 me l’ha portata un amico che va spesso a fare escursioni in grotta. La producono qui in Sicilia, a Castelbuono (PA), non dolcifica molto, ed ho letto che regolarizza anche l’intestino, che ne pensi?
    E dello sciroppo d’acero? A me piace moltissimo il suo sapore, ma mi chiedo: è veramente naturale?
    Grazie per le tue preziose informazioni e buon lavoro!

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Titti,
      la mannite è soprattutto ricca di fibre prebiotiche che regolarizzano l’intestino.
      Però contiene carboidrati e dipende ovviamente da cosa è prodotta.
      Spesso è derivata dalle barbabietole da zucchero, in questo caso è piuttosto scadente.
      Inoltre contenendo carboidrati non ha un bassissimo impatto glicemico come per gli zuccheri riportati nell’articolo.

      Lo stesso vale per lo sciroppo d’acero, che contiene vitamine e minerali ma ha un alto tasso di zucchero e quindi risulta tossico sia per l’insulina che per il fegato e non è adatto ad un uso quotidiano.

  5. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca,
    sono in teressato a capire quali sono i problemi derivati dall’uso dello zucchero di cocco, quando lo farai l’articolo?

    Grazie
    Buon lavoro

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Emiliano,
      l’articolo sarà pubblicato domani mattina.

  6. Avatar
    ha commentato:

    ciao Francesca. grazie per l’articolo (come sempre preziosissimo) e per la velocità con cui lo hai reso disponibile in quanto lo avevi menzionato in un recentissimo post. sono anni che in famiglia si usa lo zucchero di canna, ma come per lo zucchero bianco, provvederò a rimodificare l’abitudine. Ancora molte grazie Francesca.

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Prego cara e buon percorso!

  7. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca scusami ma forse ho perso una parte di spiegazione. Il fruttosio è da eliminare ? Dico il fruttosio puro.
    Grazie

    Giorgia

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Giorgia,
      non hai perso nulla, gli articoli sono tutti archiviati.
      Così trovi la prima parte scorrendo indietro.

      Ebbene si il fruttosio è molto tossico,
      soprattutto per il fegato.

  8. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca,
    ho appena letto l’articolo delle buone alternative allo zucchero. E volevo chiederti cosa ne pensi del miele? Perché io cucino molti dolci “sani” senza farine quindi qlutenfree e senza lievito, però uso lo zucchero di canna anche se poco. Può essere una buona alternativa il miele?
    Grazie mille.

    Sara

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Se leggi i commenti ai due articoli sullo zucchero ho già parlato del miele.
      E’ un ottimo alimento ma n è un dolcificante.
      Non è adatto nè alla cottura nè ad essere sciolto i bevande calde.
      Può andare bene per alcuni dolcetti crudisti che trovi nelle ricette.

      Lo zucchero di canna ha un impatto glicemico alto, meglio le alternative salutari che ti ho proposto!

  9. Avatar
    ha commentato:

    Nella maggior parte dei prodotti dietetici sulla confezione c’è scritto senza zuccheri aggiunti e c’è il maltitolo. Ho il diabete e qualche volta mi rifugio in questi biscotti. Cosa ne pensi? Grazie

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Carissima Daniela,
      se hai il diabete non devi prendere rifugio nei biscotti!
      Perchè è proprio la farina oltre che lo zucchero a nuocerti!

      Devi invece prendere rifugio nei grassi sani, nelle verdure e nelle proteine.
      E consumare solo un pochino di cereali integrali in chicchi come carboidrati.

      Se farai questo ed inserirai i giusti integratori ti affrancherai completamente dal diabete.

  10. Avatar
    ha commentato:

    Cosa ne pensi del maltitolo in genereale?
    E in particolare per problemi di candida?
    Grazie!

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Mi sa che sul malto avevo già risposto.
      Forse a commenti sull’articolo che criticava e metteva in guardia sui pericoli da zucchero.

      Per la candida si può fare un ottimo lavoro riequilibrando l’alimentazione ed aggiungendo probiotici e alcuni fitoterapici.

      E’ il frutto dell’abuso di zuccheri unito ad un terreno di base molto intossicato

      • Avatar
        ha commentato:

        In effetti temo di aver abusato decisamente di zuccheri nei mesi passati e ora è da maggio 2013 che cerco di liberarmene..con scarso successo..

        • Francesca Forcella Cillo
          ha commentato:

          Ci vogliono le azioni giuste e i rimedi adatti e te ne liberi in poche settimane.
          Ti aspetto nel Programma!

  11. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca,
    articolo veramente interessante, complimenti!
    Quale dolcificante consiglieresti per fare il gelato con la gelatiera? Perché in questo caso lo zucchero svolge anche la funzione anticongelante. Con la stevia temo che mettendone poca per non renderlo troppo dolce si ottenga un blocco di ghiaccio!
    Grazie mille!

    ps di cibocrudo.com cosa ne pensi?

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Cristian,
      non ho esperienza con la gelatiera e quindi devi fare degli esperimenti.
      Prova Stevia, Xylitolo, Eritritolo e poi zucchero di cocco o canna e vedi quale funziona megli.
      I primi sono più equilibrati.

      Cibocrudo è un ottimo distributore con alimenti di qualità.

  12. Avatar
    ha commentato:

    Scusa Francesca,
    come ci si regola con la stevia qnd la si vuole sostituire agli zuccheri presenti in una ricetta… intendo la grammatura da utilizzare!
    grazie

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Grazia,
      non è facile dosare la stevia.
      Perchè è dolcissima (molte volte più dello zucchero) ma ha anche un retrogusto intenso che non a tutti piace.
      Tu inizia da un cucchiaio colmo e poi assaggia e decidi se aumentare.
      Dovrai fare delle prove per trovare la dose giusta per te.
      Fammi sapere come vanno i tuoi esperimenti!

  13. Avatar
    ha commentato:

    ciao 🙂 seguo con interesse questi articoli, perché sono difficili da trovare, fatti bene, in rete!

    Invece cosa ne pensi dell’amasake?
    fa bene, fa male, ha molto fruttosio, ne ha poco?

    potresti scrivere un articolo in cui ne parli!

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Petra,
      ti prometto che approfondiremo l’argomento.
      E’ un prodotto fermentato a base di riso dolce.
      Che contiene un pochino di glutine.
      Non mi è particolarmente simpatico.
      Ma ne approfitterò per fare nuove indagini…
      Grazie dello spunto!

  14. Avatar
    ha commentato:

    Grazie molto per aver fatto luce in maniera chiara sulle varie alternative allo zucchero! Personalmente sto cercando la migliore alternativa da usare nei dolci, quale di questi consigli e soprattutto potresti dirmi le quantità equivalenti del loro potere dolcificanti per capire le quantità da utilizzare?
    Grazie mille!!!
    Ilaria

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Ilaria,
      eritritolo e xilitolo sono ottimi. L’eritritolo dolcifica poco, quindi puoi inserirne una quantità doppia rispetto al normale zucchero,
      lo xilitolo dolcifica come un normale dolcificante.
      Un caro saluto

  15. Avatar
    ha commentato:

    Salute a tutti voi. Prima volta che ho a che fare con l’argomento “zuccheri” e devo dire che viene trattato molto bene da te, Francwesca… solo che al primo impatto è un pò demoralizzante! Perché non si sa da dove iniziare e soprattutto dove acquistare certi prodotti. Ci proverò di sicuro e vi farò sapere i risultati, specialmente per la farina integrale (forse una piccola azienda vicina proverà a lavorare il grano di sua produzione senza raffinarlo del tutto.). Buon lavoro e grazie per i consigli.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Maurizio,
      grazie a te della condivisione.
      Un caro saluto

  16. Avatar
    ha commentato:

    Ciao francesca vorrei sapere se il concentrato di datteri è una buona alternativa e se si , se puo essere riscaldato grazie in anticipo per la risposta

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Giuseppe,
      sì, si può usare. Non ha un indice glicemico molto alto.
      Non quotidianamente, però, ed è meglio usarlo per dolci crudisti, che in cottura.
      Un caro saluto

  17. Avatar
    ha commentato:

    Ciao francesca volevo sapere dove posso trovare l eritritolo ,volevo provarlo ,al negozio bio natura si piu vicino a me non ce l’anno . grazie anticipatamente

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Michela,
      puoi provare in qualche erboristeria, altrimenti trovi il Sukrin online su Amazon o Macrolibrarsi.
      Un caro saluto

  18. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca da 4 anni mi hanno diagnosticato la tiroidite di hashimoto e per quanto sia a dieta e faccia molta attività fisica, i risultati sono a dir poco deludenti. Ho letto con interesse i tuoi consigli sui 4 dolcificanti più adatti, ma sono abbastanza confusa xchè sicuramente ci sono tanti altri accorgimenti che dovrei utilizzare. Puoi consigliarmi delle linee guida da seguire? Alimenti vietati x me.
    Ho degli alimenti a base di maltitolo e cereali (biscotti) cosa ne pensi? Grazie Laura

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Laura,
      benvenuta sul blog.
      Innanzitutto è meglio che elimini farinacei, prodotti da forno, zuccheri, latte, cibi confezionati e alcool. Possono esserti di aiuto probiotici ed enzimi per migliorare la digestione. E’ importante che segua un piano alimentare sano e bilanciato, a partire dalla colazione, che deve essere semplice e nutriente (non biscotti). Francesca può fornirti questo piano personalizzato all’interno del Programma di Trasformazione.
      Un caro saluto

  19. Avatar
    ha commentato:

    Francesca,
    complimenti per il blog
    Come mai la Lucuma non è citata tra le alternative?
    grazie 1000
    Luca

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Luca,
      non è nelle alternative in questo articolo, ma va bene. Ne abbiamo parlato in questo articolo: .
      Un caro saluto

  20. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca!

    Lo sciroppo di yacon e lo yacon in polvere hanno le stesse proprietà o ci sono differenze sostanziali tra i due? Ho letto che lo sciroppo di yacon non va bene per ricette che richiedono cottura: la polvere di yacon invece può essere utilizzata anche in cottura?

    Grazie mille! Simona

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Simona,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog. Le proprietà sono molto simili, la principale differenza è che la polvere è un po’ meno dolce dello sciroppo.
      E’ meglio non usarlo in cottura, sia lo sciroppo che la polvere. Se devi cuocere uno dei due è più indicata la polvere, ma perderebbe comunque parte delle proprietà. In cottura meglio xilitolo o eritritolo.
      Un caro saluto

  21. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca, mi complimento con te per il bellissimo articolo e anche per tutte le indicazioni preziose che ci dai. In questo periodo sto usando la melassa di barbabietola da zucchero. Puoi dirmi qualcosa in proposito, se è sana e quanto IG ha? Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Giustina,
      grazie.
      No, la melassa non va bene. Non è molto diversa dallo zucchero bianco per gli effetti che ha sul corpo. Meglio uno dei dolcificanti dell’articolo.
      Un caro saluto

  22. Avatar
    ha commentato:

    Ciao,
    ho provato la lucuma e mi piace, si può usare anche come dolcificante per dolci caldi?
    In cosa è meno consigliabile rispetto ai 4 principali dolcificanti che hai indicato?
    Grazie, mary

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Mary,
      la lucuma va bene anche per dolcificare le preparazioni da forno. Come i suoi cugini xilitolo e yacon, non va a stimolare in maniera sostanziale il picco glicemico. Se stai seguendo un regime dcs oppure il reset, ti consiglio invece l’eritritolo, con zero calorie e zero picco glicemico. Un saluto!

  23. Avatar
    ha commentato:

    MA SE IL MIELE COSTA MENO DELLA STEVIA, MEGLIO IL MIELE GIUSTO?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Agostino,
      piacere di conoscerti e benvenuto sul blog.
      Il miele non va usato come dolcificante, perché è un alimento ricchissimo, al massimo, se riesci a procurarti del miele crudo, puoi usarne un cucchiaino come integratore o nella preparazione di dolcetti crudisti, ma solo ogni tanto, perché ha un alto contenuto di fruttosio. La stevia, invece, ha 0 calorie e un basso indice glicemico. Per questo è meglio dolcificare con stevia, eritritolo, xilitolo, lucuma, sciroppo di yacon, che hanno basso indice glicemico.
      Un caro saluto

  24. Avatar
    ha commentato:

    Probabilmente dirò una sciocchezza perché ai fornelli sono un disastro 🙂 Porei dolcificare i biscotti con del succo di mela estratto da me?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Lisa,

      benvenuta sul blog.
      Se sostituisci un ingrediente secco (lo zucchero) con uno liquido (succo di mela) devi necessariamente variare anche le quantità degli altri ingredienti per compensare la presenza del liquido e non è detto che la ricetta riesca bene.
      Detto questo, il succo di mela contiene fruttosio che alza la glicemia e non è meno dannoso dello zucchero (anzi per il fegato il fruttosio è anche peggio dello zucchero) ragion per cui non si deve abusare di frutta e non si dovrebbe assolutamente consumare fruttosio puro.

      Stevia ed eritritolo sono due ottime alternative naturali che non incidono sulla glicemia. Eventualmente puoi provare anche ad usare yacon in polvere o sciroppo e lo xilitolo.
      Se desideri provarli, i dolcificanti naturali che ti ho elencato li trovi in vendita nel nostro shop http://www.energyfoods.it.

      Un cordiale saluto.

  25. Avatar
    ha commentato:

    cosa ne pensi dello sciroppo di agave?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Fiona,

      benvenuta sul blog.

      Lo sciroppo d’agave è una pessima scelta principalmente per due motivi: la lavorazione che subisce e l’alto contenuto di fruttosio.
      E’ un prodotto industriale che non mantiene nulla delle caratteristiche organoleticche del succo d’agave originario. Inoltre la grande quantità di fruttosio che contiene stimola tantissimo il picco glicemico ed è rovinoso in particolare per il fegato .
      Sotto certi aspetti infatti il fruttosio è anche peggiore dello zucchero perché il fegato è l’unico organo in grado di metabolizzare il fruttosio.

      Se la dieta è ricca di fruttosio, il fegato viene sovraccaricato e inizia a trasformare il fruttosio in grasso e ad accumularlo fino ad arrivare alla steatosi epatica (altrimenti detta fegato grasso).
      In altre parole il fruttosio ha sul fegato lo stesso effetto dell’alcool e questo è uno dei motivi per cui non bisogna abusare di frutta e non si deve mai consumare il fruttosio puro come dolcificante alternativo o consumare alimenti che lo contengono.

      Un cordiale saluto.

  26. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca, sono costernata perché le alternative che tu proponi per una dieta sana sono troppo dista honti dai tipi di cibi con cui siamo cresciuti e siamo abituati. La stevia per es. a me fa semplicemente rabbrividire da tanto è cattiva, non riesco proprio a d assumerla al posto dello zucchero e ne ho gà provato di diverse marche e anche quelle dalla foglia della pianta. Molte ricette inoltre come quella del cheese cake inoltre sono ufo per me, guarda preferisco non mangiare più. La dieta dovrebbe seguire i prodoti del proprio territorio, non credi? Scusa se sono una voce fuori dal coro.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Daniela,
      benvenuta sul blog! Credo che la priorità sia la nostra salute compatibilmente con i prodotti del territorio. Non è poi detto che ciò a cui siamo abituati non possa essere cambiato, soprattutto se è un’abitudine che non ci è amica. Godere di una buona salute a volte richiede un piccolo sforzo, un piccolo passo per uscire dalla propria zona di confort ed aprirsi a nuovi sapori. Un caro saluto

  27. Avatar
    ha commentato:

    Buongiorno, soffro di tiroidite di haschimoto e, oltre ad avere già corretto la dieta, uso lo sciroppo d’acero che trovo sublime! Ora leggo che è meglio utilizzarlo occasionalmente. Vorrei passare all’eritritolo, ma specificate che è meglio non in polvere perchè trattato industrialmente. Allora come si deve presentare? Cosa devo chiedere al negoziante? E soprattutto è adatto alle mie condizioni di salute?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Laura,
      lo sciroppo d’acero meglio evitarlo del tutto. L’eritritolo invece va benissimo in quanto ha un impatto pari a zero sulla glicemia. Nel nostro shop lo trovi biologico e naturale al 100%. Un saluto
      https://www.energyfoods.it/prodotto/eritritolo/

  28. Avatar
    ha commentato:

    L’eritritolo quanto zucchera rispetto al bianco? In pratica quanto ne devo usare? Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Laura,
      l’eritritolo dolcifica meno dello zucchero. La quantità è soggettiva e va dunque testata in base ai tuoi gusti. Un saluto

  29. Avatar
    ha commentato:

    Durante il reset, nelle ricette da voi proposte, si può sostituire lo xilitolo o l’eritritolo con la stevia?
    Grazie,
    Daniela

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Daniela,
      sì, anche se l’eritritolo è da preferire per l’impatto glicemico pari a zero. Se usi la stevia, magari diminuisci la quantità. Un saluto

  30. Avatar
    ha commentato:

    Buongiorno! Sto tentando di fare il RESET (ancora non riesco ad eliminare il caffè) ma cercando in un negozio biologico lo xilitolo sono inorriditi. Dicono che la cosa più naturale è lo zucchero di canna (mi hanno anche mostrato come riconoscere quello puro). Tutti gli altri, compresa la stevia a meno che non si utilizzino direttamente le foglie della pianta, subiscono procedimenti chimici.
    Per preparare qualche dolcetto consentito dal RESET cosa devo usare allora? Sono un pò confusa.
    Grazie per la disponibilità,

    Daniela

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Daniela,
      preferisci l’eritritolo o lo zucchero di cocco ed evita lo zucchero di canna. Stevia e xilitolo accertati sempre che provengano da colture biologiche. Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico