Puntata 16 – Sformato di miglio e verdure2 min read

Condividi

Condividi

  • Bambini
  • Vegetariani
  • Vegani

Questa ricetta è adatta anche ai Bambini ai Vegetariani ai Vegani


Ciao!

In questa puntata prepariamo un gustosissimo sformato di miglio con verdure e besciamella. Il miglio è un cereale senza glutine ricchissimo di calcio, che per la sua consistenza è molto adatto alla preparazione di sformati.

Buona visione!

 

Sformato di miglio e verdure

COTTURA BASE DEL MIGLIO

Ingredienti
  • 1 tazza di miglio
  • 3 tazze di acqua
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaino di cumino
  • 1 cucchiaino di brodo in polvere s/lievito
  • 1/2 limone premuto
Preparazione

Sciacqua il miglio e mettilo in una coppa coperto d’acqua e succo di limone per 4 ore.

Scolalo, sciacqualo e mettilo in una pentola con acqua, brodo, curcuma e cumino.

Porta a bollore.

Riduci la fiamma e lascia cuocere per altri 25 minuti.

 

BESCIAMELLA PER MIGLIO

Ingredienti
  • 1/2 litro di acqua
  • 1 bicchiere d’olio extra vergine
  • 3 cucchiai di farina di riso
  • 1 cucchiaino di curry dolce
  • 1 cucchiaino di brodo in polvere senza lievito
Preparazione

In una pentola versa l’olio e la farina.

Gira con una frusta per eliminare i grumi.

Versa lentamente l’acqua sulla crema di olio e farina. Per dimezzare i tempi puoi usare acqua bollente.

Lascia addensare il composto sul fuoco mescolando continuamente.

Spegni e condisci con curry e brodo.

 

MIGLIO AL FORNO CON VERDURE E BESCIAMELLA

Ingredienti
  • 2 tazze di miglio cotto
  • 1/2 litro di besciamella
  • 1 tazza di carote e zucchine tagliate a julienne
  • qualche rondella di porro
  • 1 cucchiaino di curry
  • 1 cucchiaino di maggiorana
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • pangrattato di mais
  • sale alle erbe
Preparazione

In una padella versa l’olio e fai riscaldare il porro. Versa le verdure e falle saltare. Aggiungi un po’ di sale, il curry e la maggiorana e continua a girare fino a quando le verdure non saranno morbide.

Unisci una parte delle verdure al miglio ancora caldo, aggiungi sale e parmigiano grattugiato e mescola bene.

Ungi una pirofila e spolverala di pangrattato di mais. Versa il composto nella pirofila. Ricopri con la besciamella e con le verdure rimaste. Spolvera di parmigiano e pangrattato, cospargi il tutto con un filo d’olio e inforna a 180° per 15 minuti.

Servi tiepido.


Condividi

Devi Francesca Forcella

Devi Francesca Forcella

Educatrice, naturopata e Fondatrice e Direttrice di “Energy Training” – il Programma di alimentazione e salute naturali più seguito in Italia – ha insegnato alimentazione e cucina naturali a centinaia di persone durante innumerevoli corsi e consulenze individuali.

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


Conosci il cibo che ti fa sentire “al massimo”
e quello che ti ruba energia e salute?
Fai il Test GRATIS
Non perdere le nuove risorse!
Iscriviti alla newsletter per ricevere guide gratuite,
risorse esclusive, articoli, ricette e offerte:

137.936 persone già iscritte
  1. Avatar
    ha commentato:

    Complimenti per il lavoro che hai fatto. Io stavo giusto seguenti la dieta del dr. Piero Mozzi, relativa ai gruppi sanguini e anche lui esorta tutti a mangiare cereali senza glutine e ad eliminare latte e derivati del latte. Le tue ricette sono molto utili per imparare un modo nuovo di cucinare con ingredienti alternativi. Grazie!
    Anna Rita

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Anna Rita,
      piacere d conoscerti!
      Sono felice di esserti utile!

  2. Avatar
    ha commentato:

    Grazie Francesca e complimenti per il continuo lavoro di ricerca che fai permettendoci
    cosi di trovare “la pappa giä pronta”(tanto per restare in tema : )) su ciö che c’é da sapere
    per continuare a migliorare sempre un pö di piü il nostro benessere. COMPLIMENTI!!
    2 domande; andando per percezione su come CI BOMBARDANO a proposito di ciö che fä bene o no, cosa mi dici sul tanto reclamizzato Te’ Verde? Va bene consumarlo,tanto? Ogni tanto??
    E poi a proposito dei frutti secchi per renderli piü digeribili vanno messi a mollo in acqua e limone prima di mangiarli? E se si per quanto tempo e quali?? Tutta la frutta secca???
    Il meglio a tutti,
    Stefano.

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Stefano,
      piacere di conoscerti!

      Allora il the verde può essere utile, purifica, rende tonici e stimola il metabolismo.
      Non è adatto a chi è già fin troppo tonico e magro, perchè in quel caso è più adatta una bevanda calmante.

      Per i semi oleosi (che si chiamano così e non frutta secca, perchè la frutta secca sono l’uvetta, fichi, priugne, albicocche, ecc.) ci vuole sempre l’ammollo con acqua e limone o acqua e aceto di mele non pastorizzato. Questo per eliminare l’acido fitico. i tempi di ammollo variano da seme a seme (trovi un dettagliatissimo schema nel mio ricettario nel Programma di trasformazione in 8 settimane) ma va dal tempo breve, circa un’ora dei semi più piccoli alle 3 ore minìmo dei semi più grandi (come mandorle o noci).

  3. Avatar
    ha commentato:

    ciao Francesca, complimenti per lo splendido lavoro che fai per tutti noi! una info: posso utilizzare la farina di mais anzichè il panegrattato? grazie per la tua risposta.

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Certo cara!

      Anche perchè sono praticamente la stessa cosa.

      e’ più buono se è una farina a grana grossa e non il fioretto.

  4. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca e grazie tante per la tua gentilezza nel proporre ricette sempre ricche di interesse e naturalmente ottime. Volevo farti una, domanda, anzi magari due a proposito della farina di riso, che ho utilizzato per fare dei biscotti e, che devo dire sono risultati ottimi e incredibile quanto fossero leggeri e delicati, però devo anche dire che facendo una torta di mele, non sono riuscita ad avere lo stesso risultato, in pratica sembrava farinosa, quindi penso che sia ideale solo per alcuni dolci e che non possa essere sostituita completamente alla farina 00. Ti sarei grata se mi indicassi quindi in cosa può essere utilizzata, oltre a besciamella e biscotti. La seconda domanda invece è riguardo il tuo amato sale alle spezie, che utilizzi praticamente su tutto, in pratica oltre al sale le spezie che unisci quali sono?.Grazie infinite.
    Un grosso saluto. Ti stimo molto.
    Alessandra

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Alessandra,
      per un effetto migliore nella torta puoi unire alla farina di riso, anche della fecola di patate o della farina bio senza glutine e magari un pochino anche di farina di mandorle.

      Questo permette alla torta di crescere meglio.

      La farina di riso va bene per creme, pasta frulla o crackers.

      Le spezie che uso più spesso sono curcuma, cumino, maggiorana, curry dolce, alloro, origano, salvia, ecc.

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Alessandra,
      per un effetto migliore nella torta puoi unire alla farina di riso, anche della fecola di patate o della farina bio senza glutine e magari un pochino anche di farina di mandorle.

      Questo permette alla torta di crescere meglio.

      La farina di riso va bene per creme, pasta frulla o crackers.

      Le spezie che uso più spesso sono curcuma, cumino, maggiorana, curry dolce, alloro, origano, salvia, ecc.

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Alessandra,
      per un effetto migliore nella torta puoi unire alla farina di riso, anche della fecola di patate o della farina bio senza glutine e magari un pochino anche di farina di mandorle.

      Questo permette alla torta di crescere meglio.

      La farina di riso va bene per creme, pasta frulla o crackers.

      Le spezie che uso più spesso sono curcuma, cumino, maggiorana, curry dolce, alloro, origano, salvia, ecc.

  5. ha commentato:

    Ciao Francesca
    grazie per questa splendida ricetta
    Nel preparare questo gustoso sformato, se usassi la carta da forno anziche mettere l’olio ed il pan grattato potrebbe andare bene?
    Ti ringrazio veramente tanto per lo splendido lavoro.
    ciao
    Francesca

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Si certo che lo puoi fare!
      Un carissimo saluto a te Francesca!

  6. ha commentato:

    Ciao Francesca
    avrei un’altra cosa da chiederti . Cosa ne pensi della farina di miglio? potrebbe andare bene per adattarla ad una di quelle tue splendide ricette che ci sono nel programma per fare tipo dei crakers o piadine ?
    Grazie
    Francesca

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Si provala ma mescolala con altre.
      Quando è sola può darti un sapore leggermente amaro.
      L’ideale è creare dei mix tra riso, miglio, grano saraceno, mais e poi i semi oleosi come farina di mandorle.
      Ciao ancora!

  7. Avatar
    ha commentato:

    Ciao a tutti vorrei gentilmente saperne di più del brodo in polvere s/lievito. Mi complimento con te Francesca per la tua bravura nel creare ricette originali di ottimo gusto. Grz anticipatamente.

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      E’ un insieme di verdura secca e sale marino con poco olio di girasole.
      Ti serve solo per aggiungere un pò di condimento.

      Lo puoi trovare nei negozi biologici.

      E’ importante che non contenga lievito.

  8. Avatar
    ha commentato:

    Ciao, la ricetta è molto interessante e gustosa, grazie!
    anche io mangio spesso il miglio, puoi spiegarmi perché aggiungi il limone spremuto?
    grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Eleonora,
      grazie.
      Il succo di limone serve per eliminare l’acido fitico dai cereali integrali. Prima di essere cucinati i cereali integrali vanno sempre messi a bagno in acqua e succo di limone o acqua e aceto di mele non pastorizzato.
      Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico