Puntata 29 – Legumi digeribili1 min read

Condividi

  • Vegetariani
  • Vegani

Questa ricetta è adatta anche ai Vegetariani ai Vegani


Ciao!

In questa puntata prepariamo una crema di legumi in stile Energy Training. Preparare e cucinare bene i legumi è fondamentale per renderli digeribili ed evitare gonfiore e gas intestinale.

Buona visione!

Legumi digeribili

Ingredienti

  • 400 g di legumi secchi
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1⁄2 cipolla
  • 3 cm di alga kombu bretone
  • 2 foglie di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaino di curry dolce
  • 1 cucchiaino di anice
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di semi di cumino
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • maggiorana
  • bacche di cardamomo
  • 1 cucchiaio di preparato per brodo in polvere senza lievito
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiaini di Ghi
  • prezzemolo

Preparazione

Lava bene i legumi e mettili a bagno in abbondante acqua fredda. Lasciali in ammollo per una notte intera.

Scolali, risciacquali e mettili in una pentola con l’acqua, nella proporzione di 1 tazza di legumi per 3 tazze di acqua.

Aggiungi l’alga, la carota e il sedano tagliati a rondelle, la cipolla tritata, le foglie di alloro e il rosmarino.

Poi aggiungi le spezie: curcuma, curry dolce, anice, zenzero, cumino in semi e in polvere, maggiorana e bacche di cardamomo.

Metti la pentola sul fuoco e porta a bollore. Poi fai cuocere a fuoco lento con il coperchio per 1 ora o più, fino a quando i legumi non saranno teneri.

Una volta terminata la cottura, aggiungi il preparato per brodo, l’olio extravergine di oliva e il ghi e mescola bene. Se lo desideri, puoi ridurre il composto in crema con un frullatore a immersione, in tal caso elimina l’alloro dopo la cottura.

Regola il sapore con poco sale dell’Himalaya o sale alle erbe e servi guarnito con prezzemolo fresco tritato.


Condividi

Devi Francesca Cillo

Devi Francesca Cillo

Educatrice, naturopata e Fondatrice e Direttrice di “Energy Training” – il Programma di alimentazione e salute naturali più seguito in Italia – ha insegnato alimentazione e cucina naturali a centinaia di persone durante innumerevoli corsi e consulenze individuali.

Consulta le fonti e gli studi principali a cui facciamo riferimento

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Unisciti a 170.000 iscritti e ricevi guide,
ricette e consigli esclusivi:

  1. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca, come sempre grazie! L’olio di girasole bio spremuto a freddo va bene anche lui?

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Cara!
      Ogni tanto ma non sempre perchè è ricco di omega 6.
      Ne puoi fare dei piccoli cicli.
      Meglio olio di lino o zucca.
      ma sempre alternandoli.

  2. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca ,
    E che ne pensi dell olio di avocado ?
    Grazie

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Qui da noi è più difficile trovarlo.
      Se da te in Messico lo trovi fresco e crudo, cioè spremuto a freddo.
      Puoi alternarlo agli altri oli.
      L’importante è usarlo a crudo e usare anche olio di cocco e ghee.

      Perchè l’olio di avocado come tutti gli altri olii polinsaturi deve essere usato in piccole quantità.

  3. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca– ma gli omega 6 possono creare problemi? Io si che lo uso tutti i giorni e addirittura con l’olio extr d’oliva sempre a crudo….

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Augusta,
      leggi l’articolo sugli oli polinsaturi.
      Ti chiarirà molto le idee.

      Gli omega 6 non fanno male ma non ne devi consumare molti.
      Devi consumare più omega 3 rispetto agli omega 6.
      E più grassi saturi rispetto agli oli polinsaturi

  4. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca,
    capita a volte che quando cucino, io faccia “friggere” un po’ l’olio di oliva con delle cipolle o delle verdure in genere, pensi che questa sia una cosa da evitare?

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Salima,
      certamente arricchisce di sapore la pietanza ma la rende un pochino più ricca e “calda”.
      E’ una cottura più adatta all’inverno che all’estate.
      e non adatta ad un uso quotidiano

  5. Avatar
    ha commentato:

    Scusa Francesca ma il limone nell’ammollo per togliere l’acido fitico non lo metto ? Grazie

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Manuela,
      ammollo con limone o aceto solo per cereali e semi.
      Ammollo senza limone o aceto per legumi, altrimenti diventano duri.

      LOVE

  6. Avatar
    ha commentato:

    Grazie ma perché nella dispensa a pag.14 nei semi di zucca e di girasole dici ammollo con semplice acqua per 2 ore? E il limone?

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Faremo la correzione. Ci vuole il limone anche in quel caso.

  7. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Francesca, si possono usare gli azuki in questa stessa ricetta oppure c’è qualche cosa da modificare? Grazie

    • Francesca Forcella Cillo
      ha commentato:

      Ciao Sabrina,
      certo puoi farlo.
      Sono perfetti cotti così.

  8. Avatar
    ha commentato:

    Buongiorno,una domanda io faccio sempre 500 grammi di legumi a minestrone perche’ non ho tempo di farne meno,pero’ so che i legumi diventano tossici come si fa ad evitare questo? Io poi li metto in freezer e quando mi servono li scongelo,vorrei.un vostro consiglio.
    Grazie mille

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Michela,
      i legumi puoi inserirli due volte a settimana, non di più. Quindi per quelle due volte cucina solo la quantità che ti serve, in modo da non avere avanzi e da mangiarli freschi. Congelarli non è una soluzione: il cibo congelato non ha più enzimi, è indigesto e crea solo tossine. Prepara uno schema delle proteine da alternare durante la settimana e organizzati in modo da cucinarle e consumarle nel giro di una giornata. E’ una cosa fattibile.
      Un caro saluto

  9. Avatar
    ha commentato:

    si può cucinare nella pentola a pressione per diminuire i tempi? nel caso, per quanto tempo?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Enza,
      sì, ma puoi usarla solo per i legumi. Non usarla per le verdure, perché distruggerebbe tutti i nutrienti. Per quanto riguarda il tempo, dipende dal legume: ceci e fagioli 30-40 minuti. Per le lenticchie bastano 15 minuti.
      Un caro saluto

  10. Avatar
    ha commentato:

    Ciao Raffaella,
    I legumi devono essere mangiati come piatto unico?
    Grazie infinite per il continuo supporto

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Claudia,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog! Di niente, è un piacere 🙂
      I legumi sono il piatto proteico, vanno sempre accompagnati da un contorno di verdure cotte (due tipi di verdure è l’ideale).
      Un caro saluto

  11. Avatar
    ha commentato:

    Buon giorno cara Francesca,
    Per la preparazione dei legumi dici di aggiungere il curry dolce, quello che ho comprato in erboristeria è della finestra sul cielo non ha la scritta dolce e contiene paprica e peperoncino rosso va bene lo stesso? E x quanto riguarda l ‘alga kombu non va messa a bagno prima 10 min.?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Isabella,

      in genere noi privilegiamo l’uso del curry dolce per evitare l’abuso di spezie troppo riscaldanti ed infiammanti come sono anche la paprika e il peperoncino (a meno che non sia quello dolce).
      Puoi usare anche il curry piccante nei legumi (è una questione di gusto), tenendo però presente che ha un effetto molto più riscaldante ed infiammante quindi attenzione a non abusarne soprattutto se tendi a calore ed infiammazione.

      Un cordiale saluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico