Gli straordinari benefici dei funghi Shiitake e Maitake


Shiitake

Shiitake e Maitake sono due varietà di funghi dalle straordinarie proprietà sulla salute. Questi funghi infatti:

  • potenziano l’immunità
  • migliorano la circolazione e la glicemia
  • hanno effetti interessanti nella lotta contro il cancro

Ma vediamo un po’ meglio usi e proprietà di questi funghi…

Che cos’è il fungo Shiitake e come si usa

Il fungo Shiitake è un fungo giapponese, parassita del tronco della quercia. In genere si trova in commercio secco nei negozi di alimenti naturali, nel settore macrobiotico.

Prima di essere usato va ammorbidito, quindi messo a bagno in acqua finché non diventa morbido, poi va tagliato a pezzettini. Può essere usato nelle zuppe di verdura, in cui va cotto per circa 15-20 minuti.

Si può usare anche nella cottura dei cereali. Si può mettere un pezzetto nel tegame e farlo cuocere in modo che dia tutte le sostanze nutritive al cereale stesso.

In ogni caso non va usato in grandi quantità, ma bastano pochi pezzetti di fungo Shiitake o 3-4 funghetti piccoli interi. Deve essere usato quasi come se fosse un integratore.

Benefici del fungo Shiitake

Questo fungo giapponese è ritenuto uno dei principali rimedi per i ristagni da eccesso di sale.

Se c’è stato, nella propria storia alimentare, un eccessivo consumo di sale, a causa della cattiva abitudine di salare troppo gli alimenti o del consumo di alimenti di per sé troppo salati (come prodotti da forno, derivati del latte molto salati, stagionati o insaccati) il fungo Shiitake può aiutare a ridurre i ristagni.

Inoltre è un valido aiuto per abbassare il colesterolo cattivo e migliorare la circolazione e la salute del cuore, grazie al suo contenuto di eritadenina, un amminoacido che riduce la formazione di placche nelle arterie (Leggi qui lo studio).

Favorisce la diuresi, quindi aiuta anche ad eliminare l’eccesso di liquidi.

In unione con Alga Kombu e Daikon è molto utile in caso di febbre e quando si è convalescenti, per recuperare energia e forza.

Bevanda per la febbre a base di Alga Kombu, Daikon e Shiitake

  • Far bollire insieme l’alga kombu, il daikon secco e il fungo Shiitake per almeno 20 minuti.
  • Far intiepidire e bere alcune tazze di questa bevanda.

Secondo la medicina cinese i funghi Shiitake sono molto yin, cioè sono molto “espansivi” e quindi non dovrebbero essere usati da persone che hanno un eccesso di questo elemento nel loro corpo, per esempio le persone con costituzione fredda e che si raffreddano facilmente.

Invece le persone che hanno dei ristagni caldi, un eccesso di calore o un eccesso di rigidità, possono avere grandi benefici dal consumo periodico del fungo Shiitake.

I funghi Shiitake contengono germanio, un nutriente che favorisce l’ossigenazione delle cellule e rinforza l’immunità.

Proprietà antitumorale del fungo Shitake

Il fungo Shiitake contiene una serie di agenti stimolanti tra cui il lentinano, un polisaccaride antitumorale. Il lentinano è stato isolato e utilizzato per il trattamento di tumori allo stomaco proprio per le sue proprietà antitumorali, ma si è visto anche che ha un ruolo nella protezione del fegato (Leggi qui lo studio), nell’alleviare disturbi di stomaco (iperacidità, calcoli biliari, ulcere), in caso di anemia, ascite e versamento pleurico.

Uno dei più notevoli studi scientifici che hanno dimostrato l’effetto antitumorale del fungo Shiitake è stato un studio giapponese fatto sugli animali (Leggi qui lo studio).

In questo studio ad alcuni topi affetti da sarcoma sono stati somministrati estratti di Shiitake. Sei topi su dieci hanno mostrato una completa regressione del tumore, e se veniva somministrato in concentrazioni leggermente superiori tutti e dieci i topi mostravano una regressione completa del tumore.

Il fungo Shiitake ha anche proprietà antivirali (contro virus come l’HIV, l’epatite, e il ” comune raffreddore “), antibatteriche, antimicrobiche ed effetti nella stabilizzazione dei livelli di zuccheri nel sangue, nella riduzione dell’aggregazione piastrinica e nell’arteriosclerosi (Leggi qui lo studio).

Che cos’è il fungo Maitake e come si usa

Il fungo Maitake è un po’ più raro e difficile da trovare in commercio. E’ più facile invece trovarlo come integratore in capsule di fungo Maitake.

E’ sempre un fungo giapponese, ma a differenza dello Shitake cresce sugli alberi di castagno invece che sulle querce.

I benefici del fungo Maitake

E’ molto ricco di betaglucani, che migliorano le funzioni intestinali e possono essere di grande aiuto per rinforzare il sistema immunitario.

Anche il fungo Maitake, come le alghe klamat e lo Shitake, viene usato in modo massiccio nella terapia anti-tumorale. Per essere più efficace dovrebbe essere supplementato in unione con la vitamina C. La vitamina C è carente all’interno dei funghi Maitake e ne favorisce l’assorbimento, quindi se presa con i funghi Maitake aumenta la potenzialità del fungo stesso.

E’ molto utile per alleggerire il fegato e rimuoverne i grassi (Leggi qui lo studio). Infatti mentre i funghi Shiitake rimuovevano i ristagni da eccesso di sale dagli organi, il Maitake elimina i grassi. E’ un anti-glicemico, quindi viene utilizzato nelle terapie contro il diabete e soprattutto nel diabete senile (Leggi qui gli studi 1, 2, 3).

E’ molto utile per la cura dell’ipertensione, ci sono diverse ricerche che collegano il consumo di fungo Maitake con l’abbassamento della pressione (Leggi qui gli studi 1, 2).

La posologia è di tre capsule al dì (anche se può bastare una sola capsula, infatti è sempre bene fare delle prove per vedere come reagisce il proprio corpo) per 20 giorni. Poi si sospende l’assunzione per un po’ e si riprende con un altro ciclo di 20 giorni.

Shiitake e Maitake non sono gli unici funghi dalle proprietà benefiche. Anche il fungo Reishi e il Cordyceps sono molto interessanti, soprattutto per rinforzare il sistema immunitario e in caso di allergia. Ma di questi parlerò in un altro articolo.

Trovi qui una ricetta a base di fungo Shiitake.

Puoi acquistare qui la polvere di Maitake.