I 4 cibi che ci rendono sovrappeso, stanchi e malati

Condividi

alimentazione corretta

Questo articolo è il primo della serie I 10 pilastri dell’alimentazione corretta.

Cosa mangi di solito?

Se sei come la maggior parte degli italiani, i tuoi pasti rispecchiano questa piramide alimentare:

piramide alimentare sbagliata In altre parole mangi molti carboidrati (pasta, pane e così via) e grassi derivanti da carne, formaggi, latte, olio, burro, insaccati e cibi in scatola.

Al terzo posto ci sono le proteine, sotto forma di carne (soprattutto maiale), derivati del latte e legumi. Infine c’è la frutta e la verdura.

Purtroppo questa alimentazione, per quanto “normale” possa sembrare, è lontanissima da ciò di cui avremmo bisogno e rende molto difficile (se non impossibile) mantenere con facilità il peso forma e vivere senza problemi di salute, al massimo della nostra energia.

Perché?

Per capirlo, vediamo uno per uno i livelli di questa piramide alimentare e il modo in cui compromettono la tua salute…

Carboidrati

I carboidrati, soprattutto quando sono raffinati e contengono glutine, predispongono a una serie di malattie e intolleranze e favoriscono l’obesità.

Infatti contengono un’elevata quantità di zuccheri che, arrivando nel sangue, stimolano il pancreas a secernere l’ormone insulina.

L’insulina interviene per abbassare il livello di zuccheri nel sangue e trasportare le sostanze nutritive alle cellule. Se l’insulina è sempre presente e in elevate quantità (come quando si consumano molti carboidrati) succede che:

  • Le cellule finiscono per essere sature di grassi, veicolati lì dall’insulina, senza mai riuscire a vuotarsi (tieni presente che i carboidrati non utilizzati come energia vengono sempre conservati come grassi nel corpo).
  • Ci sentiamo stanchi e deboli nonostante consumiamo cibo a sufficienza, perché tutto ciò che mangiamo finisce nei depositi delle cellule senza che noi riusciamo ad utilizzarlo come energia per vivere. Questi depositi di grasso diventano anche un pericoloso ricettacolo per tossine e metalli pesanti.

Invece è dimostrato che, se non ci fosse continuamente insulina nel sangue, useremmo i grassi conservati nelle cellule per ricavare energia e manterremmo il peso forma senza difficoltà.

Grassi di cattiva qualità

La nostra alimentazione è sempre più carente di grassi di buona qualità e abbonda invece di grassi di pessima qualità, che aumentano colesterolo e trigliceridi e predispongono a carenze nutrizionali e malattie cardiache.

Quali sono i grassi di cattiva qualità?

  • Oli di produzione industriale ottenuti non da spremitura a freddo, ma con l’uso di calore e solventi chimici
  • Margarine
  • Strutto
  • Grassi idrogenati e modificati

Sempre più persone sostituiscono i grassi di origine animale (come il burro) con oli vegetali raffinati e margarine. C’è chi li identifica come prodotti light e salutari, ma in realtà il consumo di margarine e grassi vegetali idrogenati è molto rischioso.

Infatti questi grassi causano molti problemi:

  • tumori
  • obesità
  • problemi cardiaci
  • malattie di fegato e cistifellea
  • diabete e altre malattie degenerative
  • pressione alta
  • colesterolo alto

Consumare molti grassi di cattiva qualità produce anche effetti sulla mente, come confusione, debolezza, attaccamento, nervosismo o rabbia.

Proteine di cattiva qualità

La carne più consumata oggi è quella di maiale, molto pesante da digerire, ricca di grassi e spesso di veleni dovuti all’alimentazione particolarmente carica a cui sono sottoposti i maiali.

Ti ricordo che la carne di maiale la trovi in tutti gli insaccati e spesso è presente nel macinato insieme alla carne bovina.

Le carni in scatola, i wurstel, le salsicce e i prosciutti di solito contengono molti grassi e spesso nitriti che, una volta nello stomaco, possono trasformarsi in sostanze cancerogene chiamate nitrosammine.

Il livello di tossine nella carne oggi in commercio è spaventoso!

Molti animali sono ormai saturi di tossine dovute all’inquinamento e di residui di antibiotici e ormoni presenti nel loro mangime.

Tra le proteine di cattiva qualità ci sono anche il latte pastorizzato e i suoi derivati. Il processo di pastorizzazione crea molti problemi nel latte:

  • distrugge gli enzimi
  • diminuisce contenuto di vitamine
  • denatura le fragili proteine del latte
  • distrugge la vitamina B12 e vitamina B6
  • uccide i batteri benefici
  • promuove il proliferare di agenti patogeni ed è associata ad allergie, carie, coliche e problemi di crescita nei bambini, osteoporosi, artrite, malattie cardiache e cancro

Frutta e verdura della grande distribuzione

Sebbene antiparassitari e fertilizzanti non siano messi all’interno della frutta, riescono comunque a farsi strada nell’intera pianta, influenzando la sua crescita e la sua qualità.

La stessa cosa vale per la verdura, che è sempre più irrorata di pesticidi.

Particolare attenzione merita il pomodoro, l’ortaggio oggi più usato. Questa pianta per secoli è stata considerata tossica nel suo paese d’origine (il continente americano) e un suo consumo eccessivo favorisce coliti, calcoli, cisti e problemi articolari.

Il problema più grave del pomodoro è che sottrae il calcio dalle ossa. Il calcio viene tolto dalle ossa e depositato nei tessuti molli (questo processo si chiama “calcificazione dei tessuti molli”).

A questo sono legati i problemi di:

  • articolazioni
  • reni
  • sangue
  • lupus eritematoso
  • malattie degenerative e auto-immuni
  • calcoli renali
  • depositi di calcio nelle arterie

Questa è a grandi linee la piramide alimentare che oggi compromette la nostra salute.

Nel prossimo articolo di questa serie scoprirai la giusta piramide alimentare per vivere sani, in forma e pieni di energia (è più semplice di quanto sembri).

Ti auguro tutto il meglio,

Francesca Forcella Cillo


Condividi

Francesca Forcella Cillo

Educatrice, naturopata e Fondatrice e Direttrice di “Energy Training” – il Programma di alimentazione e salute naturali più seguito in Italia – ha insegnato alimentazione e cucina naturali a centinaia di persone durante innumerevoli corsi e consulenze individuali.

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


Conosci il cibo che ti fa sentire “al massimo”
e quello che ti ruba energia e salute?
Fai il Test GRATIS
Se l’articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter
per ricevere GRATIS una “rassegna” settimanale
dei nuovi articoli, risorse utili e sorprese!
137.936 persone già iscritte
  1. ha commentato:
    -

    Grazie a te Francesca! E grazie di condividere tutto questo con noi!
    Danila

  2. ha commentato:
    -

    Ciao Francesca,volevo chiederti se si può consumare del latte crudo oppure solo pastorizzato però biodinamico o biologico.Io ne ho provato uno tedesco biodinamico,il “Berchtsgadener demeter”.Cosa ne pensi?

    • ha commentato
      -

      Ciao stefano,
      il latte crudo è un alimento da maneggiare con cura.
      Mai assumerlo se ci sono fegato intasato, sovrappeso o muco.

      Quanto al latte biologico pastorizzato, non è assolutamente un alimento sano.
      E pò darti molti disturbi e riempirti di tossine.

      Se riesci ad affrancarti dal “bisogno” di latte e riesci a fare una colazione diversa,
      avrai molti benefici.
      a livello fisico e soprattutto a livello mentale.

      PROVA

      • ha commentato:
        -

        Io con il latte pastorizzato intero biologico mi produco da sola il kefir, grazie ai granuli passatimi da un’amica. Fa male anche quello? Ne bevo una tazzina da caffè a giorni alterni. Meglio il kefir d’acqua?Auto-produco anche quello: ne bevo mezzo litro a giorni alterni (alternato al kefir di latte). Da quando consumo i due kefir non ho più visto un raffreddore o un’influenza in inverno. Sarà un caso?

        • ha commentato
          -

          Ciao Silvia
          Il kephir con il latte può a lungo andare darti problemi di terreno umido e proliferazione batterica.
          Ed essendo fermentato potrebbe darti sintomi di costituzione calda.

          Osserva e vedi come va ma con il latte non lo preparerei.

  3. ha commentato:
    -

    Ciao Francesca, volevo sapere se anche il kefir è tossico. Io me lo produco da sola usando latte pastorizzato intero biologico, grazie ai granuli che mi ha passato un’amica. Ne consumo una tazzina da caffè a giorni alterni. Sapevo che il latte pre-digerito dai fermenti è benefico. Consumo anche, alternato a quello di latte, il kefir d’acqua sempre auto-prodotto. Di questo ne consumo ogni volta mezzo litro. Sarà un caso, ma da quando consumo regolarmente i due kefir non so più cosa siano raffreddori e influenza. Vorrei un tuo parere. Grazie.

    • ha commentato:
      -

      Scusami Francesca, ho ripetuto il messaggio credendo di aver cancellato quello precedente con la chiusura della pagina. Che sbadata! Saluti.

  4. ha commentato:
    -

    ciao Francesca, ho iniziato ad andare in palestra, niente di impegnativo, ho sentito parlare di proteine del siero del latte, cosa sono precisamente? servono?
    grazie

    Marco

    • ha commentato
      -

      Ciao Marco,
      tutte le proteine in polvere sono molto squilibrate.
      Danno secchezza e disidratazione.
      e sono spesso prodotte a partire da materie prime molto scadenti.

      Meglio fare un buon programma alimentare completo ed evitare questi prodotti dai molteplici effetti collaterali.

      • ha commentato:
        -

        Ciao Francesca,
        se le proteine del siero del latte fa male, perchè in questa ricetta è invece presente:

        http://www.energytraining.it/cereali-del-mattino/

        • ha commentato:
          -

          Ciao Mad,
          dipende. Noi possiamo garantire per il nostro prodotto: sono proteine del siero di latte concentrate, da allevamenti al pascolo con certificazione biologica. Se acquisti un prodotto come questo va bene.
          Purtroppo non tutte le proteine del siero di latte in commercio sono di qualità.
          Un caro saluto

  5. ha commentato:
    -

    Cara Francesca,

    sono da qualche tempo enrata nel loop della macrobiotica e ora ascoltando il podcast di tuo marito ho fatto qualche conto… sono sicura che mi mancano dei grassi (mangio molto leggero, favorendo cereali in chicco e verdure…). Da un po’, dopo due anni di dieta vegana, mi son rimessa a mangiare lo yogurt. Vivo a Shanghai e compro qui un latte biologico UHT intero e con quello preparo uno bello yogurt denso (la prima volta ho usato uno yogurt bello grasso biologico australiano)… dici che anche lo yogurt fa male??

    Appena avrò una linea internet migliore, che qui a Shanghai non è sempre facile da trovare, mi iscrivo al tuo programma!

    • ha commentato
      -

      Ciao Maga,
      direi che lo yogurt preparato con il latte pastorizzato non è affatto una buona idea.

      Ti riempie di muco e calore (perchè è fermentato).

      Sicuramente devi integrare i grassi, le spezie e fare un buono schema delle proteine.
      Queste sono le più grosse problematiche della macrobiotica.
      E non usare la soia che è davvero tossica.

      Cerca olio di cocco e ghee, sono sicura che a Shanghai che è una grande città troverai un buon negozio di alimenti salutari.

      Un abbraccio!

      • ha commentato:
        -

        Ho letto molte volte che la fermentazione arricchisce di nutrienti ogni cosa e quindi oltre che consigliata molto salutare. Le verdure fermentate sono o non sono da aggiungere alla giornaliera alimentazione? la ringrazio e saluto.

        • ha commentato:
          -

          Ciao Rosa Viola,
          piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
          Sì, sono molto buone. Non è facile produrle di buona qualità e controllare la fermentazione, ma in linea di massima sono molto buone.
          Un caro saluto

  6. ha commentato:
    -

    Carissima Francesca finalmenlmente un sito che non demonizza latte, carne uova e dice di cuocere le verdure. Si sta facendo una campagna di demonizzazione della dieta tradizionale (certo ogni cosa è perfettibile). Se si leggono i siti vegani, sembra che chi segue una dieta vegan sia immortale e pertanto, se ti ammali, è colpa tua che non hai seguito la dieta vegan. Ti faccio un esempio, gli unici morti vegani di cancro sono personaggi famosi … (http://it.wikipedia.org/wiki/Linda_McCartney, http://nardellamichele.blogspot.it/2013/05/quando-i-vegani-si-ammalano-di-cancro.htm, Steve Job. Inoltre i vegani si sentono titolari della verità in uno spirito di onnipotenza! Grazie che fai questo blog e scusami che non firmo questo articolo con il mio vero nome! Grazie!

  7. ha commentato:
    -

    ciao, nn ho capito una cosa…il grasso presente nella carne è salutare o no?grazie

  8. ha commentato:
    -

    Cara Francesca,

    Grazie per la tua risposta. Purtroppo qui internet non è il massimo e la censura a volte mi impedisce pure di visitare il tuo sito ^^ (ebbene sì, i cinesi a volte ti censurano ^^)

    Mi permetto un’altra domanda: da anni e anni mi interesso di ayurveda e macrobiotica, vado spesso in India e quindi so di avere una costituzione vata per l’ayurveda e fredda per la macrobiotica… cosa per la quale infatti mi rallegro, almeno sono costituzioni e diete simili quelle che propongono 🙂

    Come avevo scritto mangiavo principalmente vegano, ora sono in dubbio sul ghee: nel tuo questionario online, dal quale ovviamente, ancora, risulto di costituzione fredda, tu sconsigli qualsiasi derivato del latte. A Rishikesh l’ultima volta che ci son stata mangiavo la ghee in un ristorante ayurvedico e devo dire che stavo bene, ma tu me la sconsigli in base a questa informazione sulla mia costituzione o dici che comunque mi potrebbe fare bene? Ho iniziato a mangiare un uovo a colazione quasi tutti i giorni e legumi due, massimo tre volte alla settimana ma in piccolissime quantità (lo facevo già perché consigliato anche dalla macrobiotica). Sto anche abbondando con olio extra vergine di oliva e olio di cocco, ma quest’ultimo me lo consigli anche se sono di costituzione fredda? Perché la macrobiotica me lo sconsigliava… che casotto!

    Poi, ultima domanda: da due settimana bevo ogni girono uno shot di kombucha che prepara una donna australiana into macrobiotic in un negozio bio qui vicino… a me piace un sacco e mi sembra stupenda, tu cosa ne pensi?

    Comunque lasciami dire che apprezzo moltissimo i tuoi articoli, sono da tempo interessata all’argomento ed è bello sentire una persona appassionata ma non terrorista^^ Ho visto un documentario su The China Study e l’ho trovato, anche se a quei tempi ero vegana, una cosa veramente esagerata e montata. Inoltre qui di carne ne mangiano, se dici che sei vegetariano ti guardano come se fossi un alieno!

    Grazie ancora di tutto e scusa la domanda fiume 😀

    • ha commentato
      -

      Il ghee puoi consumarlo come anche l’olio di cocco e olio extravergine.
      Hai un grande bisogno di grassi sani.

      Consuma verdure cotte con spezie leggere, zuppe calde di verdura, proteine, e infine cereali in chicchi ben cotti.

      Non ho idea di cosa contenga questo shot.

      Ma i principi da seguire sono questi. Calore, acqua calda, vegetali cotti, grassi, proteine e carboidrati completi.

      • ha commentato:
        -

        Ah, se non conosci la Kombucha, devi proprio leggere e informarti su questa. Non so in Italia, ma in genere è molto conosciuta fra nutrizionisti non mainstream: ricca di enzimi e molto altro, in più è opera, come spesso capita, dei cinesi 🙂

        questo è solo uno dei tanti siti che puoi leggere per darti una prima impressione e poi sviluppare, se ti sembrasse opportuno 😉

        http://www.ancienthealings.net/the-kombucha-mushroom.html

        • ha commentato
          -

          Grazie cara puoi usarla

  9. ha commentato:
    -

    Grazie Francesca,sono una naturopata da poco e sono felicissima di aver trovato il tuo blog in modo che posso scambiare le idee con te ho a imparare nuove cose da te.comincerò a proporre i tuoi prodotti a i miei utenti e per prima io gli prendo perché sono vegana.abbraccio Romina

    • ha commentato
      -

      Grazie Romina,
      un abbraccio a te e buon lavoro!

  10. ha commentato:
    -

    Se devo evitare latte di soia e yogurt, come tu consigli, con cosa sarebbe meglio fare colazione? Grazie.

    • ha commentato:
      -

      Ciao Rossana,
      il latte di soia puoi sostituirlo con latte di riso (o di altri cereali) o latte di mandorla. Per quanto riguarda la colazione migliore, le alternative sono tante: un porridge, una macedonia di frutta e superfoods, una colazione salata, un frullato nutriente ed energetico…Dipende dalla tua costituzione e dal tipo di giornata che ti aspetta. Nel Programma di Trasformazione trovi tante valide alternative e Francesca può guidarti a scegliere la migliore per te.
      Un caro saluto

  11. ha commentato:
    -

    Acqua di cocco, latte di cocco, noce di cocco… Cosa ne pensi? Soffro di insonnia o meglio risvegli notturni frequenti! Qualche consiglio?

    • ha commentato:
      -

      Ciao Belinda,
      benvenuta sul blog!
      Innanzitutto bisogna capire a cosa può essere dovuta la tua insonnia. Ci sono diverse possibili cause:
      – Ceni troppo tardi la sera
      – Fai una cena troppo pesante o, al contrario, troppo povera e leggera
      – Usi apparecchi elettronici prima di metterti a dormire e le radiazioni disturbano il sonno
      La cosa migliore per dormire bene è cenare non troppo tardi, l’ideale è alle 19:30, fare una bella passeggiata dopo cena, cercare di evitare l’uso di apparecchi elettronici prima di metterti a dormire o procurarti gli occhiali arancioni, come i nostri Energy Glasses (che filtrano le luci blu) e indossarli dopo il tramonto.
      Come rimedio puoi prendere 1 cucchiaino di magnesio supremo con acqua calda la sera prima di metterti a dormire.
      Un caro saluto

  12. ha commentato:
    -

    Salve Francesca.
    Il kefir preso nel negozio biologico con provenienza sicura secondo te è un alimento buono o cattivo? Quale sarebbe la colazione ideale a tuo avviso quando si ha sindrome metabolica e necessità di depurarsi e disintossicarsi? Gallette con marmellata bio no zuccheri e qualche noce può andar bene?

    • ha commentato:
      -

      Ciao M.T.,
      il kefir è molto acido e potrebbe dare gonfiore o mal di pancia e creare fermentazioni anomale, per questo non lo consigliamo.
      Gallette e marmellata non sono l’ideale, meglio qualcosa di più leggero e meno zuccherino. Ma dipende dalla tua costituzione e dal tuo stile di vita. Potrebbe essere una colazione di frutta, un succo fresco di verdura o un porridge. All’interno del Programma Francesca potrebbe aiutarti a identificare quella migliore per te.
      Un caro saluto

  13. ha commentato:
    -

    Salve Francesca. Non riesco a districarmi da un
    abitudine:caffè’ allungato con acqua e cioccolato fondente. Sono
    proprietaria di 4 pasticcerie e caffetterie. Il mio ultimo pensiero prima di addormentarmi e il primo da sveglia. È’ come una droga ;
    che non riesco a farne a meno.vicino al mento da un bel po’ mi è comparsa una rosacea. Che non va più via

    • ha commentato:
      -

      Ciao Maura,
      sicuramente ci sono delle bevande alternative che puoi preparare in sostituzione di questa bevanda che non ti fa bene ed è troppo calda e squilibrata (e molto probabilmente è una delle cause della rosacea). Ad esempio una bevanda con della maca o con cacao crudo. L’ideale però è riequilibrare tutta l’alimentazione per superare del tutto questa dipendenza. Quello che posso consigliarti è farti seguire da Francesca e da uno dei suoi Energy Tutor: http://www.energytraining.it/tutor/. E’ il modo più efficace per vincere la “dipendenza” da cibo.
      Un caro saluto

  14. ha commentato:
    -

    Salve, vorrei sapere la vostra opinione sui semi oleosi e la frutta secca: ho sentito opinioni contrastanti

    • ha commentato:
      -

      Ciao Marco,
      i semi oleosi sono tra i prodotti che potrebbero dare qualche problema soprattutto se si tende ad infiammazioni e gonfiore.
      Possono dare calore e infiammazione a chi è predisposto e acidità a chi ha sintomi di freddo. Per questo noi ne sconsigliamo un consumo smodato e quotidiano.
      Se messi in ammollo, in piccole quantità, possono essere consumati con le verdure a vapore o saltate (aggiunti alla fine) e nelle insalate.
      La frutta secca, invece, va bene nei frullati o a colazione (ad esempio nel porridge) dopo averla reidratata in semplice acqua. Anche in questo caso però non bisogna cadere nell’errore di consumarne troppa, perché è molto zuccherina e bisogna sempre accompagnarla a un grasso (olio di cocco o ghi) per ridurre l’impatto glicemico.
      Un caro saluto

  15. ha commentato:
    -

    Ciao, ho iniziato l università in una nuova città e ho risentito dello stress e del cambio di vita….per cui ho mangiati cibi non sani come troppa cioccolata, biscotti anche senza glutine, tropparutta oleosa e snack da macchinetta che mi hanno fatto aumentare rapidamente, ora voglio smaltire questi 5 chili…..da dove comincio? Verdure crude, zuppe,tisane? Ho reazione allergica a glutine e latte/yogurt e preferirei evitare le gallette che mi gonfiano tantissimo.

    • ha commentato:
      -

      Ciao Alessandra,
      prepara dei pasti completi ed equilibrati a base di verdura cotta, proteine (carne, pollame, pesce, uova, legumi, semi di canapa, semi di chia – alternandole nella settimana) e grassi sani a crudo (ghi, olio di cocco e olio evo). Sospendi per un pochino tutti i carboidrati (al massimo puoi inserire in uno dei pasti della giornata uno o due cucchiai di cereali integrali in chicchi conditi con ghi). Bevi acqua calda lontano dai pasti. A colazione puoi fare della frutta leggermente cotta con olio di cocco a crudo o una colazione salata. No a latte, yogurt, gallette, glutine, sono tutte cose che non fanno bene.
      Un caro saluto

  16. ha commentato:
    -

    Ciao,ringrazio delle interessanti informazioni e suggerimenti appropriati che metterò in pratica sicuramente.
    Ho 51 anni e da sei mesi ho scoperto di non poter più ingerire aglio cotto o crudo,anche solo il suo contatto con altri ingredienti mi crea forti reazioni di mal di testa,vomito e astenia. Ho dovuto bandirlo dalla mia alimentazione scoprendo anche sulla mia pelle che è contenuto in tanti altri prodotti.
    Questa strana reazione cosa potrebbe significare in termini di funzione degli organi o altro?
    Non ho alcuna altra allergia alimentare.
    Soffro di ipotiroidismo e ancora non sono in menopausa.
    Ho scoperto di essere di costituzione fredda.vi ringrazio di cuore

    • ha commentato:
      -

      Ciao Cristina,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Francesca insegna nel Programma che l’aglio è molto caldo e che crea una forte reazione di infiammazione che poi corrisponde esattamente a tutto ciò che denunci. Tutti i problemi (tiroide, freddo) sono legati a uno squilibrio del picco glicemico che è il punto principale su cui lavorare oltre a rinforzare l’intestino e migliorare l’assorbimento.
      Un caro saluto

  17. ha commentato:
    -

    Salve Francesca ,ho letto del programma e mi sembra molto interessante,vorrei acquistarlo, ma volevo sapere se può essere usato anche da bambini ,perché ho una figlia di 10 anni con 5/6 kg in sovrappeso.Poi mi chiedevo è un’alimentazione che posso fare anche se vado in palestra?

    • ha commentato:
      -

      Ciao Maria,
      piacere di conoscerti e benvenuta su blog.
      Certo, va bene anche per i bambini. E’ un programma alimentare sano ed equilibrato. Inoltre quando ti iscrivi hai accesso anche al coaching mensile con Francesca e puoi chiedere a lei indicazioni più specifiche per le tue esigenze e per quelle di tua figlia. Si può fare anche se vai in palestra.
      Un caro saluto

  18. ha commentato:
    -

    Ciao!
    Per colazione salata, con cosa si possono fare i pancake? Glutine latticini e zuccheri mi danno reazioni cosi forti da pronto soccorso, anche i gluten free, e anche molti legumi. Anche le bevande vegetali. Non e questione di quantita, come molti dicono. Anche gallette. Devo smaltire del peso. Si può tenere la quinoa precotta? Le uova un medico mi ha detto due a settimana.

    • ha commentato:
      -

      Ciao Martina,
      l’ideale è fare una colazione salata completa con proteine e verdure. Al posto dei pancake puoi fare una piadina di semi di lino: http://www.energytraining.it/piadina/.
      Le ricette che trovi sul blog sono tutte senza glutine. Noi consigliamo un’alimentazione priva di glutine, cereali (anche quelli senza glutine e anche la quinoa), zuccheri e derivati del latte. Anche dei legumi puoi fare a meno. Puoi alternare queste proteine: carne, pesce, uova, semi di chia e semi di canapa e ovviamente introduci verdura in ogni pasto. Se vuoi Francesca può guidarti alla stesura del piano alimentare ideale per te nel Programma di Trasformazione: . Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico