La scioccante verità sulla soia (parte prima)

Condividi

soia

La soia fa bene o fa male? Questo è senza dubbio uno dei quesiti più dibattuti degli ultimi tempi.

Quando ci si avvicina al mondo del naturale o si decide di diventare vegetariani o vegani, a volte la prima cosa che si fa è sostituire il latte e i suoi derivati e le proteine animali con alternative vegetali, e il primo alimento che comincia a comparire sulla tavola in quantità massicce è la soia (non è sempre così, ma succede!).

E infatti i negozi di alimenti naturali vendono soia in tutte le salse: latte di soia, yogurt di soia, polpette di soia, gelato di soia, soia gialla e così via.

Questo accade anche nelle diete mirate per ridurre il colesterolo in eccesso, dal momento che i prodotti a base di soia sono sempre più reclamizzati come salvavita per il cuore e le arterie.

Il fatto che la soia sia così presente nei supermercati naturali e che sia pubblicizzata così bene, ci indurrebbe a pensare che sia l’alimento più innocente e miracoloso del mondo e che mangiarlo sia la chiave per vivere in salute.

Ma è davvero così?

Come nella maggior parte dei grandi quesiti della nutrizione, anche in questo caso ci sono argomenti a favore e argomenti contro la soia.

Data l’ampia mole di materiale su questo argomento, ho deciso di presentartelo in più parti. Quindi tieni d’occhio la sezione articoli di Energy Training questa settimana e la prossima perché troverai la seconda e terza parte di questo articolo.

Ma adesso partiamo con ordine e cominciamo a conoscere un po’ da vicino questa famigerata soia.

Che cos’è la soia e come viene usata?

I fagioli di soia sono un legume originario dell’Asia, ma che oggi viene prodotto su larga scala anche negli Stati Uniti e, in piccole quantità, in Italia.

La soia è usata come base per diversi alimenti come tofu, latte di soia, sostituti di carne e derivati del latte. E’ usata anche in cibi fermentati come miso, natto e tempeh, che sono comunemente usati in alcune zone dell’Asia.

Oltre il 90% della soia coltivata negli Stati Uniti è geneticamente modificata e viene irrorata con velenosi erbicidi. Raramente viene consumata soia intera nei paesi occidentali, nella maggior parte dei casi si tratta di prodotti raffinati che vengono elaborati a partire dai fagioli di soia.

La maggior parte del raccolto di soia degli Stati Uniti viene utilizzato per la produzione dell’olio di semi di soia, che viene estratto con l’utilizzo di solventi chimici. Ciò che rimane nella soia dopo che sono stati estratti i grassi è la farina di soia, che è fatta per circa il 50% di proteine.

La maggior parte della farina di soia viene utilizzata per nutrire il bestiame, ma può anche essere ulteriormente elaborata per ottenere le proteine isolate della soia.

Per via del suo basso costo e di alcune sue proprietà l’olio di soia e le proteine della soia si sono fatti strada nel mercato occidentale in molti tipi di prodotti raffinati. Spesso si consumano quantità significative di soia senza saperlo, proprio perché è presente in maniera occulta in molti prodotti che troviamo al supermercato.

Le proteine della soia sono anche uno degli ingredienti principali nelle formule per neonati a base di soia (Ma questo lo vedremo meglio nel prossimo articolo…).

Sostanze nutritive presenti nella soia

I semi di soia integrali contengono una vasta gamma di sostanze nutritive.

100g di semi di soia maturi, cotti e integrali contengono grandi quantità di manganese, selenio, rame, potassio, fosforo, magnesio, calcio, vitamina B6, acido folico, riboflavina (B2), tiamina (B1) e vitamina K.

Questa parte della soia contiene anche 173 calorie, con 9g di grassi, 10g di carboidrati (di cui 6 fibra) e 17g di proteine.

L’altra faccia della medaglia è che la soia è anche molto ricca di fitati, sostanze che si legano ai minerali e ne riducono l’assorbimento.

I germogli di soia sono una buona fonte di proteine. Tuttavia, l’elaborazione della soia ad alta temperatura può denaturare alcune di queste proteine e ridurre la loro qualità.

Gli acidi grassi presenti nella soia sono per lo più Omega 6. Questo può essere problematico perché troppi Omega 6 nella dieta possono produrre infiammazioni e altri problemi di salute (come sa chi ha letto il quarto articolo della serie “I pilastri dell’alimentazione corretta”).

Per questo motivo , è molto importante evitare l’olio di soia (e altri oli vegetali ricchi di Omega 6) e gli alimenti che lo contengono.

E’ molto importante essere consapevoli del fatto che la composizione nutrizionale della soia dipende notevolmente dal tipo di soia che si acquista. I semi di soia integrali possono essere nutrienti, mentre i prodotti derivati dalla soia raffinati, come le proteine della soia e l’olio di soia, non lo sono affatto.

Soia, proteine ed enzimi

Sebbene la soia abbia un elevato contenuto di proteine, si tratta comunque di una fonte molto povera, perché altre proteine in essa contenute agiscono come potenti inibitori. Questi “anti-nutrienti” bloccano l’azione della tripsina e di altri enzimi necessari per la digestione delle proteine. Per questo il consumo di soia può portare a carenze croniche nell’assorbimento degli aminoacidi.

La soia PUO’ far bene alla salute

Non sarebbe giusto demolire completamente la soia e non menzionare i suoi aspetti positivi. La verità è che la soia può dare benefici in alcuni casi e in alcune persone.

Diversi studi e ricerche hanno dimostrato che la soia è capace di ridurre il colesterolo cattivo in eccesso. Tuttavia non tutte le persone che la consumano possono dire di sperimentare questo beneficio.

E’ importante sapere che se anche la soia riducesse il colesterolo (e non tutti gli studi sono d’accordo) non c’è garanzia che riduca anche i rischi di infarto.

Gli studi mostrano risultati contrastanti che non ci permettono di fare affermazioni sicure a questo proposito.

Altri studi hanno evidenziato una riduzione del rischio di cancro alla prostata in età avanzata, il tumore più comune negli uomini.

Tutte queste affermazioni, però, vanno prese con le pinze perché, come ho già detto, non tutte le persone indiscriminatamente sperimentano questi benefici.

Questo era un primo assaggio della marea di informazioni sulla soia, un modo per conoscerla meglio. Nel prossimo articolo scoprirai quali sono i meccanismi che innesca il consumo di soia sulle nostre funzioni ormonali e nei bambini.

Leggi la seconda parte di questo articolo: http://www.energytraining.it/soia-parte-seconda/

Leggi la terza parte di questo articolo:  http://www.energytraining.it/la-scioccante-verita-sulla-soia-parte-terza/


Condividi

Francesca Forcella Cillo

Educatrice, naturopata e Fondatrice e Direttrice di “Energy Training” – il Programma di alimentazione e salute naturali più seguito in Italia – ha insegnato alimentazione e cucina naturali a centinaia di persone durante innumerevoli corsi e consulenze individuali.

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


Conosci il cibo che ti fa sentire “al massimo”
e quello che ti ruba energia e salute?
Fai il Test GRATIS
Se l’articolo ti è piaciuto, iscriviti alla Newsletter
per ricevere GRATIS una “rassegna” settimanale
dei nuovi articoli, risorse utili e sorprese!
137.936 persone già iscritte
  1. ha commentato:
    -

    Ho compilato il rapporto sulla mia costituzione.Il risultato, non corrisponde alla mia reale situazione.
    Ho 80 anni e sono in sovrappeso.Contrariamente a quanto da voi affermato, ho una pella non grassa, senza arrossamenti o brufoli(quest’ultimi, avuti durante l’adolescenza)talvolta secca solamente nella parte anteriore delle gambe.Dormo profondamente e regolarmente, pur utilizzando il CPAP per le apnee.Non soffro di mal di testa e solo da qualche giorno sto utilizzando del latte di soia fatto da me ed il pane fatto con l’okara.Vado abbastanza regolarmente di corpo.(dipende da quello che si mangia).Ho avuto problemi al colon ed alla vescica per la presenza di papillomi, eliminati chirurgicamente(effettuo controlli periodici per le recidive).Conosco l’alimentazione ayurvedica(ho preticato il massaggio ayurvedico e lo shiatsu), faccio yoga e da una settimana mi sono imposto lunghe passeggiate a piedi e salire le scale al posto dell’ascensore.Sono pigro ed incostante.
    Mi piace mangiare e bere vino a tavola.Faccio una colazione a base di fiocchi di cereali, lecitina di soia,pizzico di cannella, uva passa, pinoli,mirtillo, 3 noci, cucchiaio di sciroppo d’acero, spremuta di mezzo limone, il tutto imbevuto da latte di riso(fatto in casa) ed ultimamente con latte di soia.Prima, un cucchiaino di crema di arachide e talvolta una banana e dopo circa 200 ml.di yogurt magro.A pranzo una frutta o verdure cotte o crude.A cena verdure accompagnate da proteine animali o vegetali.
    Comunque, grazie dei vostri suggerimenti, che terrò nella massima considerazione, introducendoli gradatamente nella mia alimentazione.Francesco.

    • ha commentato
      -

      Ciao Francesco,
      piacere di conoscerti e se non hai fatto un errore nello scrivere la tua età,
      complimenti! Direi che hai una buona salute.

      Quale è stato il risultato della tua costituzione? Calda?

      Se non hai sintomi vistosi per questo è un’ottima cosa, vuol dire che ti stai amministrando bene, sia nell’alimentazione qutidiana che nel muoverti regolarmente.

      Attento al vino per il tuo intestino e per gli enzimi di cui ti privi consumandolo regolarmente, cuoci i fiocchi invece di consumarli crudi, meglio il latte di mandorla a quello di soia e il ghee o burro chiarificato allo yogurt.

      Aumenta i grassi e anche il burro e introduci polline e spirulina, ti aiuterebbero a nutrire in profondità i minerali.

      Buon cammino!

      • ha commentato:
        -

        buongiorno Francesca,
        da poco tempo mi sono avvicinato al mondo Vegano. La prima necessità è quella di trovare un sostituto del latte, non che sia un grande consumatore, ma viaggiando spesso per lavoro, per me è importante avere un alternativa per la colazione. Mangio cereali integrali che senza latte o yogurt, non saprei come mangiare. Avevo pensato al latte di soia, ma il tuo articolo mi ha scoraggiato. L’alternativa sarebbe il latte di riso. O quale sarebbe secondo te?
        Grazie.
        Enrico

        • ha commentato
          -

          Ciao Enrico,
          se desideri un sostituto del latte, sicuramente riso o mandorla sono i più indicati.
          Però la colazione è un pasto importante e quella che tu prospetti,
          non è poco equilibrata e nutriente.

          I cereali integrali se sono tipo corn flackes o simili,
          sono in genere colmi di ingredienti indigesti (oli di semi e dolcificanti) e poi
          contengono fitati (fibre non trattate con ammollo) che possono darti nel tempo
          problemi di anemia e cattivo assorbimento dei minerali.

          Al mattino hai bisogno di leggerezza e nutrizione ai massimi livelli,
          per avere tanta energia per fare tutte le cose che ti aspettano.

          Così se desideri una colazione calda io ti consiglio di utilizzare fiocchi senza glutine
          (riso, quinoa, miglio o grano saraceno) e ammollarli in latte di riso la sera e
          portarli a bollore al mattino ottenendo una crema (porridge) che puoi condire con curcuma,
          cannella, frutta secca (uvetta, datteri, albicocche) e con una generosa dose di ghee (burro chiarificato bio)
          o olio di cocco.
          I grassi saturi sono infatti fondamentali per assorbimento dei minerali e funzionamento del cervello.

          Se invece sei in viaggio o preferisci qualcosa di più veloce, fai un the verde caldo e poi taglia
          due frutti a pezzettini (mela, pera, banana) e mescolali con 1 pizzico di sale, cannella, curcuma,e sempre 1 generolo cucchiaio di olio di cocco, che puoi portare anche con te.

          Questa colazione puoi arricchirla con proteine vegetali come 1 cucchiaio a turno o di semi di chia o di semi di canapa,
          tenuti in ammollo in poca acqua per 20 minuti.

          Stai alla larga dalla soia!Un caro saluto e per altri consigli sulla tua scelta ti aspetto nel Programma!

      • ha commentato:
        -

        con il latte di soia un mio parente ha avuto per un anno problemi mentali quando ha smesso di berlo in pochi giorni si è ristabilito. confermo tossicità

        • ha commentato:
          -

          Ciao Max,
          grazie mille per aver condiviso la tua esperienza.
          Un caro saluto!

      • ha commentato:
        -

        Potrei avere più notizie per un’ alimentazione che contrasti o migliori o risolva l’ endometriosi??
        Grazie mille

        • ha commentato:
          -

          Ciao Giusy,
          la prima cosa da fare è eliminare pane, pasta e zuccheri e tutti i farinacei. Consuma solo cereali in chicchi senza glutine, piccole porzioni condite con grassi sani a crudo. Ovviamente introduci sempre verdura cotta, proteine e acqua calda lontano dai pasti. Queste sono solo indicazioni basilari.
          Per indicazioni più precise e mirate ti consiglio il coaching o Energy Tutor.
          Un caro saluto

    • ha commentato:
      -

      Stessa cosa successa a me. Il test sembra fornire un risultato non coerente con le risposte date.
      Saluti

      • ha commentato:
        -

        Ciao Giuseppe,
        piacere di conoscerti e benvenuto sul blog.
        I risultati del questionario vengono ricavati dalle risposte che hai dato. Il problema, quindi, non è il questionario, ma le risposte che hanno portato a quel punto. Ovviamente non è possibile esaurire in sole 20 domande tutti i possibili casi e sintomi, le cause di una costituzione fredda, calda o con tossine possono essere tante e diverse. Nel test quindi abbiamo inserito le cause più comuni (es. essere più freddolosi o calorosi, la natura dei capelli, la consistenza delle feci, la digestione…)
        Se hai ottenuto una risposta che non ti aspettavi, probabilmente è perché nel tuo caso occorreva andare più a fondo, perché ci sono delle cause più sottili e meno scontate che determinano la tua costituzione di base.
        Per questo Francesca ha redatto un secondo questionario, con domande e risposte più accurate e approfondite, che puoi trovare all’interno del Programma.
        Se desideri un veloce parere da Francesca sulla tua condizione di partenza, scrivi pure le risposte che hai riportato sul questionario in una email e inviala a info@energytraining.it. Francesca sarà felice di darti un suo feedback personale sul lavoro che andrebbe fatto.
        Un caro saluto

  2. ha commentato:
    -

    Lo trovo molto interessante

    • ha commentato
      -

      Ciao Renata,
      siamo contenti di aver suscitato il tuo interesse.
      Buon cammino di ricerca e di vita!

  3. ha commentato:
    -

    Ciao.stiamo (io mia moglie e mio figlio di 3 anni)cercando di seguire un alimentazione sana.abbiamo quasi del tutto eliminato i latticini, uova,latte vaccino sostituendoli con prodotti alla soia (tipo panna, yogurt, latte tofu, seitan ecc.).si e ridotto a circa una volta a settimana il consumo di carne.tutto questo da fine agosto.vorrei un parere in riguardo, se stiamo facendo una cosa sana e giusta per noi e anche per il bambino di 3 anni.grazie.

    • ha commentato
      -

      Ciao Michele,
      piacere di conoscerti!
      Direi che non state facendo assolutamente una scelta sana e salutare e soprattutto state facendo un grande danno al piccolo.
      Bisogna distinguere i vari alimenti: il latte pastorizzato è davvero un alimento assai pericoloso e squilibrato e quindi eliminarlo dalla propria alimentazione è assolutamente prioritario.
      Anche panna e yogurt hanno varie controindicazioni ed è bene limitarli fortemente.
      Mentre le uova se cotte benissimo (cioè con albume cotto e tuorlo crudo, ovviamente bio e allevate a terra) sono un alimento straordinario e salutare.
      anche il burro biologico e il ghee sono deei grassi che assolutamente dovete introdurre quotidianamente anche per il piccolo, insieme all’olio di cocco.
      Tra i derivati del latte potete consumare un pò di formaggio da latte crudo e poi ovviamente carne biologica e pesce selvaggio.
      Insieme a verdura, cereali integrali e frutta fresca sono le basi di una scelta sana.

      Invece il seitan è dannosissimo è un concentrato tossico di glutine del grano, il tofu, il latte, la panna e ogni altro derivato della soia sono davvero cibi tossici con moltissimi effetti collaterali ()leggi i due articoli).

      Per approfondire questi argomenti e seguire una dieta equilibrata e salutare ti aspetto nel mio Programma!
      Un caro saluto e buone feste!

      • ha commentato:
        -

        Ciao Francesca, ammetto che sono capitat su questo blog per caso ma dopo aver letto questo articolo mi sono iscritta per ricevere le novità
        . Vorrei chiederti un parere dopo averti illustrato la mia situazione.
        Praticamente ho iniziato a mangiare diversamente da Quache mese, abolendo gli insaccati. A gennaio mi sono iscritta in palestra e quindi ho dato maggiore spazio alle proteine e meno ai carboidrati. Diciamo che ho sempre avuto un addome gonfio, quindi ora mangio 3 volte a settimana( quando mi alleno) il riso con verdure e con pesce (o carne, o bresaola, o fesa di tacchino o tonno o patate lesse) poi la sera prediligo le proteine accompagnate sempre da verdura. Mangio la pasta una volta a settimana e il pane al massimo 3 volte a settimana ma neanche 50 grammi. Mi concedo qualche pezzettino di cioccolato fondente, bevo il latte parzialmente scremato due volte a settimana e durante il giorno i miei spuntini comprendono frutta o yogurt o mandorle. Però credo che qualcosa non vada bene perché ho ancora l addome gonfio e anche la pancia. Ho sempre fatto colazione con due arance (le amo) e un paio di biscotti con fibre
        E mi hanno detto che forse il problema sia proprio la colazione. Volevo acquistare il latte di soia, ma dopo il tuo articolo ho cambiato idea. Cosa mi potresti consigliare per la colazione? Anche perché mi viene subito fame. E c’è qualcosa che non va nella mia alimentazione? Ho preferito proprio per questo problema bere poco latte, mangiare poco pane e grassi tipo anche la mozzarella. Grazie in anticipo per la risposta.

        • ha commentato:
          -

          Ciao Tonya,
          benvenuta sul blog! 🙂
          Si vede che hai cominciato a mangiare con consapevolezza, ma ci sono ancora alcune cose da correggere. Dovresti eliminare completamente pane e pasta e sostituirli con i cereali integrali in chicchi senza glutine (riso, miglio, quinoa, grano saraceno e amaranto). Puoi mangiarne un cucchiaio in uno dei pasti della giornata, alla fine, dopo proteine e verdure. Elimina anche il latte parzialmente scremato, anche quello è dannoso. All’inizio puoi sostituirlo con latte di riso o di mandorla, ma l’ideale sarebbe eliminare completamente il latte (anche quello vegetale) e bere solo acqua calda e tisane. Gli spuntini di frutta vanno bene, lo yogurt no e nemmeno i biscotti con le fibre, molto meglio dei dolcetti preparati con te (tipo i dolcetti crudisti che trovi sul blog nella sezione “ricette”). Anche le arance sono un po’ squilibrate, troppo calde e possono dare infiammazione.
          La colazione che ti serve è una colazione nutriente. A seconda della tua costituzione potrai fare un porridge, della frutta con olio di cocco, colazione salata…Ti invito a fare il test per scoprire la tua costituzione, così potrai introdurre delle sane abitudini più mirate e adatte al tuo caso!
          Puoi fare il test qui: http://www.energytraining.it/seleziona-il-tuo-questionario/
          Un caro saluto

  4. ha commentato:
    -

    Ciao,
    ho trovato molto interessante l’articolo sulla soia. Cercavo infatti informazioni in merito ai benefici del latte vaccino e quello di soia. Da tempo delle mie amiche dicono di aver letto che il latte vaccino fa male e contribuisce a produrre il muco. Noi a casa beviamo il latte di mucca intero e non abbiamo nessun problema . Io mi chiedo è giusto privarsi del latte vaccino solo per queste teorie? io continuerei con le mucche. le chiedo se può darmi un suo parere . grazie ancora

    • ha commentato
      -

      Ciao Rosita,
      purtroppo i danni derivanti dal consumo quotidiano
      di latte pastorizzato, non sempre sono chiari e manifesti.

      Spesso sono sottili, vanno a squilibrarti in profondità
      e crea nel corpo un terreno fertile per virus e batteri.

      Disturba il metabolismo dei minerali, favorisce la produzione di muco,
      può favorire la comparsa di cisti e calcoli.

      E poi ha un effetto sulla mente che non favorisce la chiarezza.

      Se fosse non pastorizzato e quindi “crudo” avrebbe già un effetto diverso,
      conterrebbe gli enzimi per poterlo digerire
      e alcuni dei danni potrebbero essere neutralizzati.

      Detto questo sia il latte vaccino pastorizzato che quello di soia,
      sono entrambi assai dannosi per la salute.

      L’ideale sarebbe affrancarsi completamente dal concetto del latte
      e pensare a colazioni alternative, molto più ricche,
      energetiche e digeribili.

      Se desideri una bevanda “bianca” a tutti i costi,
      allora meglio pensare ad un latte di riso
      o al latte di mandorla.

      • ha commentato:
        -

        Ciao Francesca..saró molto riassuntivo,vorrei sapere che opinioni hai sulla gamma dei prodotti herbalife visto ke io e la mia famiglia abbiamo deciso di usare come nutrizione salutare più ke dieta..grazie

        • ha commentato:
          -

          Ciao Leopoldo,

          purtroppo Francesca non ne ha una buona opinione, anzi il contrario…

          1. Sono prodotti potenzialmente molto pericolosi: utilizzano proteine della soia (sui danni da soia ti rimando agli articoli che puoi leggere qui) che possono portare nel tempo gravi scompensi ormonali.
          2. Utilizzano minerali e vitamine che non possono essere facilmente utilizzati dal corpo.
          3. Sono cibi completamente privi di energia che impigriscono il nostro sistema digestivo e ci impediscono di trarre energia dal cibo
          per la vita di tutti i giorni.
          4. Nel tempo non solo causano squilibri ormonali, ma creano danni anche alla lucidità mentale e al sistema riproduttivo.

          Diciamo che il nostro punto di vista è che sono molto dannosi e squilibrati.

          Un caro saluto

      • ha commentato:
        -

        Ciao Francesca, come posò fare per vedere sempre tuo articoli

        • ha commentato:
          -

          Ciao Mayra,
          benvenuta sul blog! 🙂
          Ti basta iscriverti alla Newsletter per essere aggiornata ogni settimana sulle nuove risorse pubblicate.
          Trovi tutti gli articoli e il form per iscriverti su questa pagina: http://www.energytraining.it/articoli/
          Un caro saluto

  5. ha commentato:
    -

    Ciao,
    È da tempo che mangio la soia..almeno 2 volte a settimana la mangio, facendola cuocere e aggiungendo le verdure..e almeno una volta a settimana mangio le polpette di soia…durante tutta la settimana mangio molti legumi come ceci,lenticchie,fagioli e anche la quinoa ecc. E assumo molte verdure
    Essendo vegetariano mangio anche uova e latticini..volevo sapere se l’assunzione di soia va bene perche ho letto articoli favorevoli e sfavorevoli.
    Grazie mille!

    • ha commentato
      -

      Ciao Luca,
      sulla soia e i suoi pericoli abbiamo scritto proprio questi due articoli.
      E ti sconsiglio vivamente di usarla.
      soprattutto la soia gialla quindi quella che trovi in tofu, polpette, ecc.

      I danni sono profondi e assolutamente gravi!

      Anche con i legumi devi stare attento. Cuocili bene con alghe e spezie, ma non farli troppo spesso.
      possono darti una perenne condizione di infiammazione a causa delle lectine che contengono.
      E’ come immettere continuamente nel corpo un cibo che crea una reazione di rigetto nel corpo.

      Giorno dopo giorno il corpo soffre e a lungo andare gli organi e il sangue si avvelenano.

      Le uova vanno bene, cuoci l’albume e consuma il tuorlo crudo, i derivati del latte usa solo quelli da latte crudo.
      aggiungi semi di chia, semi di canapa, polline, spirulina, per aumentare l’apporto proteico.

      E poi soprattutto consuma sufficienti quantità di grassi saturi sani che servono al cervello,
      ai muscoli e a tutte le reazioni chimiche nel corpo.
      quindi olio di cocco, ghee (burro chiarificato) e burro bio da consumare sempre a crudo con il cibo.

      Attento a non fare piatti unici.
      E’ importante per assimilare bene i nutrienti seguire un ordine nel pasto:
      prima verdure e proteine poi carboidrati (cereali integrali) conditi sempre con il ghee.

      Così dovresti stare abbastanza bene.

  6. ha commentato:
    -

    Praticamente non si può mangiare niente per voi, che cosa si dovrebbe mangiare allora? Sul latte vaccino ok si era capito che facesse male ecc per studi recenti (e lo so perché mia madre è una ricercatrice e allo stesso tempo oncologa)però quello di soia che io sappia se uno compra quello biologico certificato non corre pericoli, manco fosse una droga sembrate davvero esagerati fosse per voi non dovremmo mangiare niente

    • ha commentato
      -

      Ciao Emily,
      piacere di conoscerti!

      Ci sono una infinità di cose buonissime da mangiare,
      perchè mai credi che eliminare la soia possa voler dire non mangiare niente?

      Se segui i nostri articoli e guardi i report che ho preparato dopo il test,
      ti accorgi che sono davvero poche le cose che sconsiglio di mangiare.
      e la soia è una di queste.
      e sicuramente a ragion veduta visti i dati che riportiamo.

      Buon cammino e buona ricerca!

  7. ha commentato:
    -

    Carissima Francesca, dopo aver letto questo articolo non ti nascondo che mi sono fatta prendere dal panico, detto questo t i spiego. Sono vegetariana e non mangio neanche le uova, quindi a parte i primi pasta e riso integrale i secondi variano dal tofu al seitan.Ora cosa posso mangiare , dopo aver letto l’articolo, non ho piu il coraggio di comperarli, ti prego aiutami. Un forte abbraccio marina

    • ha commentato
      -

      Carissima Marina,
      non ti nascondo che anche io sono molto preoccupata per te! 🙂
      Direi che è arrivato il momento di cambiare abitudini
      e scoprire come essere vegetariana senza farti male!
      Questa è la mia missione.
      Via glutine, via soia (stai facendo una pillola anticoncezionale al giorno!),
      via primo prima del secondo.
      Giusta alternanza delle proteine e grassi sani che nutrono il cervello.
      Poi spezie per digerire e acqua calda per rinforzare la trasformazione.
      Ho la ricetta perfetta per te e ti aspetto nel Programma,
      sei la benvenuta!

  8. ha commentato:
    -

    Che delusione,! E pensare che credevo di mangiare sano, ok si ricomincia mi faro’ sentire presto, baci

    • ha commentato
      -

      Non vedere il bicchiere mezzo vuoto!
      Concentrati sulla gioia di scoprire nuove cose entusiasmanti,
      e metterle in pratica per la tua forza, longevità,
      buon umore e saggezza oltre che salute!

  9. ha commentato:
    -

    E’ importante sapere che se anche la soia riducesse il colesterolo (e non tutti gli studi sono d’accordo) non c’è garanzia che riduca anche i rischi di infarto.

    ma mio padre dice se abbassa il rischio di colesterolo dovrebbe abbassare anche il rischio di infarto provocato dal colesterolo

    e comunque se la soia fa male cosa dobbiamo mangiare?

    ho letto che nel latte di riso è presente arsenico
    io ho tolto il latte vaccino
    se sia la soia che il riso fanno male come posso sostituire il latte? Con quello di mandorla o con una premuta di arance?

  10. ha commentato:
    -

    E’ importante sapere che se anche la soia riducesse il colesterolo (e non tutti gli studi sono d’accordo) non c’è garanzia che riduca anche i rischi di infarto.

    ma mio padre dice se abbassa il rischio di colesterolo dovrebbe abbassare anche il rischio di infarto provocato dal colesterolo

    e comunque se la soia fa male cosa dobbiamo mangiare?

    ho letto che nel latte di riso è presente arsenico
    io ho tolto il latte vaccino
    se sia la soia che il riso fanno male come posso sostituire il latte? Con quello di mandorla o con una premuta di arance?

    Tra l’altro ogni mattina faccio spesso premuta di arancia ma volevo sapere se è pericoloso mangiarle sempre visto che contengono fruttosio quindi pericoloso per il diabete anche se ho 23 anni e non ho questi problemi

    • ha commentato
      -

      Ciao Fabio,
      perchè vuoi assolutamente un latte al mattino?
      Perchè non pensare ad una colazione diversa?
      Io nel mio Programma ne consiglio diverse e nessuna con base latte.
      Sono molto più importanti la frutta, i grassi sani e alcuni tipi di proteine vegetali al mattino.

      Ti aspetto nel Programma!

  11. ha commentato:
    -

    ciao Francesca, leggevo i commenti sulla nutrizione e devo dire che concordo sul consumo di latte. effettivamente , almeno a me, provoca gonfiori e problemi intestinali. Sono però molto golosa di yogurt che mangio quotidianamente intero e bianco, con conseguenti problemi intestinali anche se in misura minore. Cosa posso fare? vorrei qualche consiglio anche sulla carne, sul tonno che mangio frequentemente, su come mangiare la frutta. E’ vero che andrebbe mangiata a colazione e fino a mezzogiorno non si dovrebbero introdurre altri alimenti se non acqua?? e la sera?? cosa mangiare a cena?

    • ha commentato:
      -

      Ciao Cristiana,
      devi eliminare del tutto lo yogurt, è la causa di gonfiore e problemi digestivi. Anche il tonno non va bene: è uno dei pesci più intossicati dal mercurio e, se consumi quello in scatola, è inutile dal punto di vista nutrizionale. Puoi mangiare la frutta lontano dai pasti, l’ideale è a colazione. Prepara una ciotola con la frutta che più ti piace tagliata a pezzetti, olio di cocco, spezie e superfoods. La cena deve essere completa, ma non troppo pesante: zuppa, verdura e poche proteine. Purtroppo non posso darti indicazioni più precise così su due piedi 🙁 Non ti conosco e l’alimentazione corretta è qualcosa di molto personale e individualizzato. Fai il questionario, entra nel Programma e Francesca potrà darti tutte le indicazioni su misura per te.
      Un caro saluto

      • ha commentato:
        -

        Vorrei sapere di più sull’uso della soia e cosa mangiare al posto della carne

        • ha commentato:
          -

          Ciao Giusi,
          trovi tutte le informazioni sulla soia in duesti 3 articoli: http://www.energytraining.it/category/soia/
          Al posto della carne puoi alternare questi tipi di proteine:
          – uova
          – formaggi da latte crudo
          – legumi
          – semi di canapa
          – semi di chia
          Un caro saluto

  12. ha commentato:
    -

    Insomma BASTA! Percarità, ognuno è libero di seguire chiu vuole e farsi 1000 paranoie su cosa mangiare o meno, io sono arrivato alla conclusione che dopo che ho letto di tutto e di più sull’alimentazione (Cillo, Dott. Mozzi, Dott. Berrino, vegani ecc…) e che gli ultra centenari hanno sempre mangiato quello che gli andava (mia nonna ha sempre mangiato tanto e di tutto ed è vissuta fino a 96 anni), mi regolerò per conto mio evitando alcuni cibi (latte e latticini, carni rosse) e alternando molto tutti gli altri in base a come mi seto e a cosa mi va di mangiare, fermo restando che quando capita la situazione (festa o invito a cena) mangio qualsiasi cosa mi va. Credo fermamente che ognuno è a se, ogni fisico è diverso, ognuno reagisce in modo diverso ad un cibo o ad un altro e le privazioni fanno più male dei cibi che fanno male. Usare il buon senso, non eccedere nelle quantità, limitare il consumo di quei cibi che ormai è risaputo che non fanno benissimo alla salute, alternare, mantenere il peso forma, FARE MOVIMENTO TUTTI I GIORNI!! E Sicuramente fare pace con il cervello rilassarsi e quando capita TOGLIERSI GLI SFIZI SENZA SENSI DI COLPA E GODERSELA!!! Non possiamo sapere quanto durerà questa esperienza di vita quindi cerchiamo di farla al meglio senza frustrazioni e paranoie, senza dover necessariamente andare alla ricerca di prodotti costosi e introvabili che magari ci fa pure schifo mangiare ma lo facciamo perchè l’ultimo studio arrivato ci dice che fa bene….Ma a me fa bene stare sereno! No farmi i papponi a colazione di quinoa o burro di cocco e quant’altro… Senza offesa parlo per me. Quindi usare appunto un po’ di buon senso. La vita “dovrebbe” essere fatta di piaceri quindi anche sapori e buona cucina, rinunciarci totalmente per paranoie varie francamente non lo condivido e non credo assolutamente che sia salutare a meno che come mangio quel cibo sto male, in quel caso sicuramente è meglio evitare. BUONA VIDA!!!

    • ha commentato:
      -

      Sono d’accordo con max. Gli studi sugli alimenti, volta per volta, scoprono cose nuove, così quello che si era dimostrato facesse bene poi si scopre che fa male e viceversa. Per questo motivo non mi affido mai completamente a quello che si dice sugli alimenti. Mi affido al mio buon senso: non esagero in niente e mangio poco di tutto. Cerco di evitare le cose che fanno male in assoluto ma se, come dice max, mi trovo ad una festa, non mi faccio problemi a mangiarle. I problemi di salute odierni nascono soprattutto dagli eccessi a cui siamo abituati, oltre che naturalmente dal tipo di alimenti che ormai purtroppo si trovano in giro.
      E poi ragazzi, non ci accorgiamo che le industrie ci stanno marciando molto su questi alimenti “salutari”? Costano troppo! Non facciamoci incantare!! C’è gente che per poter mangiare un piatto di pasta deve andare alle mense della caritas, e noi invece andiamo a pagare un sacco di soldi per un solo alimento! Ragazzi stiamo esagerando in tutto in questo mondo e sembra che non sappiamo più dove andare a “buttare” i soldi!
      Pensateci: il segreto dei nostri nonni era “mangiare poco” e non mangiare “schifezze”, così staremo bene e spenderemo poco.
      Con simpatia 🙂

  13. ha commentato:
    -

    Gentilissima Francesca avrei una domanda da farti, il burro di soia cotto (usato sciolto per condire la pasta o nei ragù)può dare disturbi all’intestino provocando diarrea?Te ne sarei grata se mi rispondessi per me è molto importante grazie Silvia.

    • ha commentato:
      -

      Ciao Silvia,
      tutti i prodotti a base di soia (quindi anche il burro di soia) vanno evitati perché sono pessimi. Puoi leggere dei problemi della soia nella serie di 3 articoli sulla soia, in cui abbiamo anche parlato dei tipi di soia che si possono consumare in sicurezza.
      Un caro saluto

  14. ha commentato:
    -

    Ciao Francesca ti seguo da tempo, nonostante i miei 56 anni ho un aspetto da quarantenne, ho sempre creduto in sport ed alimentazione sana, e un pizzico di buona sorte scritta nel mio codice genetico, ora però una paura mi assilla: la mia bimba più piccola ha 10 anni è alta 152 cm per 38 kg e gode di sana costituzione, ma quando si alza al mattino quasi sempre deve soffiarsi alcune volte il naso per liberarsi dal catarro! Questo avviene solo al mattino praticamente in tutte le stagioni la sua alimentazione direi in buona sostanza è equilibrata a colazione non beve latte ma tè rosso con cereali non è una grande consumatrice di carne carboidrati e zuccheri, ma gli piace il sushi e almeno una volta a settimana insieme lo andiamo a mangiare. Puoi darmi un consiglio in merito a questa manifestazione mattutina?
    Ti ringrazio un abbraccio

    • ha commentato:
      -

      Ciao Remigio,
      sicuramente c’è qualcosa che non tollera.
      Potrebbe essere il glutine, oltre a farine in generale e ad altri alimenti che magari state sottovalutando.
      Oppure potrebbe essere un’allergia a qualcosa di inalante.
      Vanno analizzati bene il fenomeno e l’alimentazione nel suo complesso, e adottate adeguate strategie alimentari ed eventualmente cure naturali.
      Francesca nel programma e nel coaching mensile può aiutarti a capire meglio la situazione e può consigliarti i migliori rimedi.
      Un caro saluto da parte mia e di Francesca

  15. ha commentato:
    -

    Vorrei sapere se è vero che la farina di carruba abbinata al latte di soia fa abbassare il colesterolo?…grazie

    • ha commentato:
      -

      Ciao Adelaide,
      ci sono alcuni studi che parlano dei benefici della carruba per abbassare il colesterolo alto. Per quanto riguarda il latte di soia, lo sconsigliamo fortemente a causa dei problemi di cui abbiamo parlato negli articoli. Una dieta bilanciata e adatta alla propria costituzione è la soluzione migliore per il colesterolo alto. Purtroppo introdurre un solo alimento/rimedio non basta, bisogna agire sull’intero organismo e migliorare la dieta.
      Un caro saluto

  16. ha commentato:
    -

    Io ho bevuto latte di soia per ben 20 anni in qnt intollerante grave al latte…a sto punto….mille dubbi….oltre al sacrificio perché cmq non mi piace il sapore del latte di soia…mi sono alimentata male fin ora?…grazie

    • ha commentato:
      -

      Ciao Adelaide,
      sì, ti consigliamo di smettere. Nella transizione puoi usare un altro tipo di latte vegetale, come latte di riso o di mandorla. Sarebbe ancora meglio se riuscissi ad eliminare qualsiasi tipo di latte sostituendolo con delle tisane.
      Un caro saluto

  17. ha commentato:
    -

    Ritengo che praticare lo sport sia l’arma migliore per conoscere se stessi in ogni sua parte e questo aiuta a ricercare la propria alimentazione al fine di essere sempre più efficienti.
    Ogni essere vivente è diverso dall’altro ed è per questo che informazioni e consigli servono non come regole ,ma per essere adattati con intelligenza alla propria persona.
    Vivere serenamente la propria vita è la “dieta” migliore.
    Giorgio Bracaglia

    • ha commentato:
      -

      Ciao Giorgio,
      grazie del tuo contributo!
      Un caro saluto

  18. ha commentato:
    -

    Ciao, anche l edamame non Ogm fa male? Cotto a vapore , saltuariamente? Ha comunque proprietà nocive per l assetto ormonale?

    • ha commentato:
      -

      Ciao Ale,
      sì, i fagioli di soia edamame hanno tutti i problemi della soia, quindi non vanno bene.
      Un caro saluto

  19. ha commentato:
    -

    La soia farà anche male. ma quella fermentata come ll tempeh il miso o Natto , con moderazione non fanno male..contengono meno fitoestrogeni e la fermentazione permette di eliminare gli antinutrienti nocivi. ci sono anche studi attendibili su questo. cordiali saluti

    • ha commentato:
      -

      Ciao Lia,
      ti ringraziamo per il tuo contributo. Purtroppo abbiamo riscontrato diversi problemi di digestione dovuti al consumo di tempeh e natto per questo non ce la sentiamo di consigliarli. Il miso invece va bene.
      Un caro saluto

  20. ha commentato:
    -

    Mille grazie di rispondere.volevo ulteriormente chiedere..ma lo yogurt di soia non modificata e biologica, che non mangio assolutamente per ora, è da soia fermentata o no? fa male come il latte? e un particolare tipo di Tofu fermentato che in inglese si chiama pickled Tofu, e che non so se e dove sia venduto in Italia, è appunto fermentato, fa male? di nuovo tanti e cordiali saluti!

    • ha commentato:
      -

      Ciao Lia,
      sì, anche lo yogurt di soia fa male e lo stesso vale per il tofu, anche se è fermentato.
      Sono prodotti estremamente processati, non naturali.
      Un caro saluto

  21. ha commentato:
    -

    Una crema idratante per la pelle fatta contenente olio di soia può essere dannosa o no per il corpo?

    • ha commentato:
      -

      Ciao Marco,
      dipende dalle altre componenti. L’olio di soia, se è biologico, sulla pelle non fa male, ma ci sono altri parametri che vanno curati. Possiamo consigliarti l’intervista a Barbara Righini sulla cosmesi ecologica: http://www.energytraining.it/energy-podcast-episodio-4/.
      Un caro saluto

  22. ha commentato:
    -

    Ciao Francesca, sino entrata in panico bevi d circa 4 anni latte di soya e nessun problema d circ 6 medi a quaesta parte il mio ciclo non è più lo stesso, si è accorciato . Questo lunedi faro’ gli esami degli ormoni perché penso ad una menopausa precoce (ho 36 anni) m mi è venuto in dubbio possa essere Nche la soya(smessa 5 giorni fA) in poi t dico che un anno fA sono rimasta incint ma ho avuto aborto interno alla 6 settimana da allora provo e riprovo ma nulla. smettendo il latte di soy tutto torna come prim? Grazie anticipatamente.

    • ha commentato:
      -

      Ciao Sabrina,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Sicuramente devi smettere subito di consumarlo. Poi devi fare una dieta sana che porti nuovamente il corpo in equilibrio, e infine puoi pensare ad una cura ayurvedica (se non dovesse bastare). Ma la prima cosa è fare una dieta sana e completa, molto ricca e nutriente. Francesca può aiutarti all’interno del Programma.
      Un caro saluto

  23. ha commentato:
    -

    Ciao Francesca, ho 32 anni e sono mamma di due bambini, ho letto il tuo articolo molto interessante, è da un po di tempo che sento parlare del latte di soia sia come un prodotto particolarmente buono, ma anche come un alimento dannoso, volevo capire qual’era la verità, ma documentandomi su internet ho letto qui: http://www.wikonsumer.org/guide/latte-di-soia/controindicazioni-ed-effetti-collaterali#article_68 che il latte di soia per i bambini fa male, ma leggo anche che fa male a chi soffre di disfunzioni tiroidee. I miei bambini di 3 e 2 anni non soffrono di nessuna disfunzione o problema, possono berlo, se si, in piccole dosi? Vorrei davvero fare chiarezza su questo tema, ti ringrazio, attendo tue risposte. Un saluto.

    • ha commentato:
      -

      Ciao Francesca,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      La soia è dannosa per tutti, non solo per chi soffre di disfunzioni tiroidee. Non so se hai letto tutti e 3 gli articoli o solo il primo. Ad ogni modo li trovi qui: http://www.energytraining.it/category/soia/. Nella nostra esperienza abbiamo riscontrato che a lungo andare rallenta anche il metabolismo. Perché non sostituisci il latte di soia con del latte di mandorla o latte di cocco? Sono nutrienti e non hanno i problemi di quello di soia.
      Un caro saluto

  24. ha commentato:
    -

    Non nascondo che il titolo dell’articolo mi spaventata non poco. Da quando ho avuto i miei due figli ho deciso di modificare leggermente la mia dieta rendendola più sana e meno grassa. Non è stato facile e non lo è tutt’ora rintracciare informazioni attendibili e coerenti in merito alla soia e alle sue proprietà nutritive. Io ho trovato in questo articolo http://www.wikonsumer.org/guide/latte-di-soia/benefici-e-proprieta delle notizie che mi hanno convinta a passare al latte di soia e non ne sono affatto pentita.

    • ha commentato:
      -

      Ciao Francesca,
      mi dispiace, ma questa è solo una faccia della medaglia. Purtroppo il consumo continuato di soia, soprattutto quotidianamente attraverso latte, yogurt e prodotti raffinati a base di soia predispone a tanti tipi di disturbi, come puoi leggere nell’articolo e online se provi a fare una ricerca (ci sono centinaia di siti, soprattutto in lingua inglese, che ne parlano). Bere latte di soia ogni mattina è come bere un brodo di legume che indebolisce fortemente la digestione. Meglio latte di mandorla (senza dolcificanti o oli aggiunti, che è ugualmente molto nutriente) o latte di cocco. Puoi preparare un latte di mandorla completamente naturale seguendo questa semplicissima ricetta: .
      Buona ricerca e un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico