La scienza dice: “Meno rischi di infarto per chi mangia burro grass fed”4 min read

burro

Condividi


Il burro è uno dei migliori grassi che possiamo consumare.

Contiene tanti importanti nutrienti con potenti effetti sull’organismo.

Ovviamente i benefici che si possono ottenere dipendono molto dal tipo di burro, e la quantità dei nutrienti varia molto a seconda di ciò che mangiano le mucche da cui viene prodotto il burro.

Il burro grass fed è la principale fonte di nutrienti benefici per il cuore

Il burro è, in parole povere, il grasso del latte.

Il burro è un alimento molto complesso. Contiene circa 400 diversi acidi grassi e una certa quantità vitamine solubili nei grassi (1).

Gli acidi grassi sono in realtà molto più che semplice fonte di energia, alcuni di questi hanno un’attività biologica molto potente.

Come conseguenza, molti degli acidi grassi presenti nel burro possono influenzare la nostra fisiologia e biochimica, con interessanti benefici sulla salute.

Tra questi abbiamo l’acido grasso CLA (acido linoleico coniugato), noto come supplemento per perdere peso, che, come hanno evidenziato diversi studi, può avere potenti effetti sulla salute (2, 3).

cows-415070_1280Il burro da animali nutriti a erba (grass fed) contiene 5 volte più CLA del burro prodotto da mucche nutrite con cereali (4).

Il burro da mucche al pascolo è anche più ricco di acidi grassi Omega 3 e vitamina K2, rispetto al burro da mucche nutrite con cereali (5).

Quindi, in poche parole, il burro da mucche nutrite a erba è più sano e più nutriente.

Il burro contiene grassi saturi, ma non è affatto un male

Di solito si considera il burro un alimento “pericoloso” a causa del contenuto di grassi saturi. Siamo stati da sempre abituati a temerlo.

Ma i grassi saturi in realtà non sono un male, anzi…

Il mito dei grassi saturi è stato sfatato negli ultimi anni. Sono stati pubblicati di recente, nel 2010 e nel 2014, due studi che hanno coinvolto centinaia di persone.

Questi studi hanno chiaramente dimostrato che non c’è alcun legame tra consumo di grassi saturi e malattie cardiache (6, 7).

Studi mostrano che le persone che mangiano burro grass fed hanno minori rischi di malattie cardiache

Il rapporto tra consumo di derivati del latte grassi e malattie cardiache sembra dipendere dal luogo in cui viene fatto lo studio.

Nei Paesi in cui le mucche sono nutrite a erba, le persone che mangiano burro sembrano avere meno probabilità di essere vittime di malattie cardiache.

Uno studio molto interessante su questo argomento è stato pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition nel 2010:

Smit LA, et al. Conjugated linoleic acid in adipose tissue and risk of myocardial infarction. American Journal of Clinical Nutrition, 2010.

Questo studio ha analizzato i livelli di CLA nei tessuti grassi di 1813 pazienti con infarto non letale e li ha confrontati con quelli di 1813 soggetti simili che non avevano avuto infarto.

Questo studio è stato fatto in Costa Rica, dove le mucche vengono nutrite a erba.

Nello studio i soggetti sono stati divisi in 5 gruppi, dal più basso al più alto in termini di livelli di CLA. I risultati sono stati molto interessanti.

Più queste persone mangiavano derivati del latte grassi (come il burro), minori erano i rischi di infarto.

Infatti le persone che ne mangiavano di più avevano probabilità inferiori del 49% di avere un infarto, rispetto a quelle che ne mangiavano meno.

Dobbiamo tener presente che si tratta di uno studio caso-controllo, un tipo di studio osservazionale. Questo tipo di studi non prova la causalità.

Questo studio mostra che le persone che mangiano più derivati del latte da animali nutriti a erba hanno minori rischi di infarto, ma non prova che i grassi siano il motivo della riduzione dei rischi.

In ogni caso questo studio può rassicurarci sul fatto che il burro non è IL NEMICO, come siamo sempre stati abituati a credere.

Molti altri studi hanno riportato risultati simili

Questo non è certo l’unico studio.

Un altro studio fatto in Australia ha evidenziato che le persone che mangiavano più derivati del latte grassi avevano una riduzione dei rischi di malattie cardiache del 69% rispetto alle persone che ne mangiavano meno (8).

Diversi altri studi in Stati europei, dove generalmente le mucche sono nutrite a erba, hanno mostrato che i grassi riducono infarto e ictus (9, 10).

Il burro grass-fed è super sano

In conclusione, anche se è stato demonizzato in passato, il burro grass-fed è uno dei grassi più salutari a cui possiamo ricorrere.

Fonte:

Authority Nutrition

Leggi gli altri articoli sul burro e i grassi saturi:

6 grafici che mostrano perché la guerra ai grassi saturi è un errore gigantesco

E’ davvero il burro la causa delle malattie cardiache?


Condividi

Avatar

Raffaella Scirpoli

Raffaella Scirpoli è una giovane Naturopata che da più di 3 anni collabora con Francesca nel programma Energy Training.

Ha scoperto il mondo dell’alimentazione naturale solo pochi anni fa, ma è stato “amore a prima vista”.

Seguendo i consigli di Francesca, di cui si considera l’allieva numero uno, ha stravolto le sue abitudini alimentari e si è sentita subito più energica, più consapevole e più sana.

Consulta le fonti e gli studi principali a cui facciamo riferimento

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


The Sautón Approach
Unisciti a 170.000 iscritti e ricevi guide,
ricette e consigli esclusivi:

  1. Avatar
    ha commentato:

    Sto facendo il test “Conosci il cibo che ti fa sentire “al massimo”
    e quello che ti ruba energia e salute? ” Ad un certo punto c’è questa domanda – “6) Sei più freddoloso o caloroso?

    a) Sono più freddoloso, soprattutto alle mani e ai piedi

    b) Sono più caloroso e sudo con facilità”… io non mi ritrovo in nessuna delle due opzioni perché, sopporto benissimo sia il caldo, sia il freddo. Non c’è una terza opzione? Ecco perché ho sempre ritenuto i test molto limitativi!

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Manfredo,
      grazie per il feedback. La maggior parte delle persone è tendenzialmente freddolosa o calorosa, ma può essere utile aggiungere una terza opzione per chi non si rispecchia. Tieni presente che questo è un test introduttivo, all’interno del Programma c’è un test più approfondito, con molte più domande e opzioni, che si compila sotto la guida di Francesca e dà risultati più completi e accurati.
      Un caro saluto

  2. Avatar
    ha commentato:

    Cara Francesca ti ringrazio tantissimo per tutte le informazioni ricevute. Sopratutto per questo articolo che io usavo solo olio per cucinare e a crudo. Dopo letto questo articolo a crudo userò anche un pò di burro, quando ho comprato l’olio di cocco ho chiesto anche il burro mi hanno detto “è lo stesso” perchè non lo avevano e l’olio era gelato – ho modificato molto della mia alimentazione e la consiglio a tanti non ho più niente delle mie vecchie abitudine – Tantissimi Saluti in attesa di incontrarci a settembtre.

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Giuseppina,
      grazie a te.
      Noi consigliamo l’olio di cocco perché è più leggero e digeribile del burro di cocco (che contiene anche la polpa).
      Magari fai una prova con entrambi…
      Un caro saluto

  3. Avatar
    ha commentato:

    Buongiorno a tutti,
    per acquistare dell’ottima carne grass fed vi consiglio una macelleria che si trova a Torino al mercato di Corso Racconigi. Si chiama “Macelleria di Marco e Elisa”, questo è il loro sito web: http://www.macelleriamarcoelisa.com
    Fanno anche spedizioni in tutta Italia. Io l’ho provata ed è veramente buona! I titolari inoltre sono cordiali e seguono anch’essi la dieta paleo, quindi sono molto attenti alla qualità della carne che vendono. Ve li consiglio vivamente!

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Federica,
      grazie mille della segnalazione!
      Un caro saluto

  4. Avatar
    ha commentato:

    Volevo sapere se era possibile trovare in Italia il burro grass fed.
    Grazie
    JS

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Jonny,
      sì, puoi trovarlo nelle malghe e nei supermercati biologici, ci sono alcune aziende che lo producono.
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        quali io in italia trovo carne ( che non mangio ) ma il burro no

        • Avatar
          ha commentato:

          Ciao Filippo,
          puoi trovare burro “grass fed” nei piccoli negozi che vendono soprattutto formaggi o chiedere loro se possono procurartelo. Un caro saluto

  5. Avatar
    ha commentato:

    Ciao, io non ho capito perchè negli altri articoli dite che latte e suoi derivati sono da evitare e qui invitate a consumare il burro…
    Il burro non è un derivato del latte?
    E se fa un caso a sè, quali sono esattamente le proprietà che lo rendono così diverso dagli altri latticini da rendere questo consigliato e gli altri demonizzati?
    Scusate ma sono confusa..
    Grazie

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Giada,
      cerco di sciogliere questi dubbi.
      Il burro è la pura parte grassa del latte e in questo è completamente diverso dal latte.
      Il latte ha come principale problema la pastorizzazione, cosa che coinvolge anche i formaggi. Il processo di pastorizzazione rende il latte dannoso e indigesto distruggendo le vitamine e gli enzimi che servirebbero per digerirlo. L’uso quotidiano di latte pastorizzato (quindi privo di enzimi) comporta diversi problemi di digestione.
      Infatti sconsigliamo il consumo di latte, di derivati da latte pastorizzato e di tutti quei formaggi eccessivamente stagionati e salati e formaggi freschi confezionati, mentre consigliamo formaggi da latte crudo, che non sono stati sottoposti a pastorizzazione.
      Tra i grassi il migliore è il ghi (privo di caseina e lattosio, puro grasso sano e curativo), poi c’è il burro, meglio se da animali nutriti a erba o comunque biologico, alternato agli altri grassi sani, per fornire grassi di buona qualità utili a cervello e muscoli.
      Abbiamo parlato dei grassi in molti articoli, che puoi trovare qui: http://www.energytraining.it/category/grassi-saturi-2/
      Un caro saluto

      • Avatar
        ha commentato:

        Ciao Raffaella,
        ma per ottenere il burro di ghi, ossia per separarlo dalla caseina e dal lattosio non viene ugualmente sottoposto ad alte temperature?
        Inoltre mi pare di aver capito che questo ghi provenendo dal latte “crudo”, ne preservi anche enzimi e vitamine che lo rendono speciale rispetto a quello classico giusto? Ma quali sono appunto queste sostanze benefiche? Grazie

  6. Avatar
    ha commentato:

    Io mi fornisco di formaggi da un casaro che lo fa con latte di mucche nutrite a Erba . Posso mangiarli quindi, magari alternandoli con quelli da latte di capre ugualmente nutrite? Il latte in questione non è pastorizzato

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Giuseppina,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Sì, vanno benissimo!
      Un caro saluto

  7. Avatar
    ha commentato:

    io acquisto carne grass fed da questa e-commerce http://www.grassfeditalia.com
    Inviano anche analisi da laboratorio e sempre una sorpresa oltre all’ordine 🙂
    Ma il burro è complicato trovarlo “realmente” grass fed…

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Marco,
      piacere di conoscerti e benvenuto sul blog.
      E’ un ottimo blog e punto di approvvigionamento.
      Un caro saluto

  8. Avatar
    ha commentato:

    Concordo che il burro grass-fed è veramente difficile a trovare. Ogni tanto acquisto da alcuni ambulanti che conosco nei mercati ma c’è solo d’estate. Pero, pero, l’alternativo, per me è il grasso di rognone o sego, in inglese ‘Beef Tallow’. Questo grasso è davvero speciale. Acquisto il grasso, le frattaglie, le ossa (per fare brodo) e la carne da GrassFed Europe (http://grassfedeurope.com). Assolutamente favolosa la carne 🙂
    Complimenti per il blog

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Emmanda,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Grazie della segnalazione!
      Un caro saluto

  9. Avatar
    ha commentato:

    Dove si compra?

    • Avatar
      ha commentato:

      Ciao Simonetta,
      il burro biologico lo puoi trovare nei negozi biologici, nei supermercati, nel reparto dei cibi bio o nelle malghe. Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico