11 cibi “dietetici” che fanno ingrassare


Il mondo della nutrizione pullula di ogni genere di bugie, miti e preconcetti.

Spesso si finisce per mettere nel carrello della spesa prodotti dietetici, light o senza grassi credendo di fare la cosa giusta per la propria linea e per la propria salute, ma purtroppo non è così.

In questo articolo trovi una lista di 11 “presunti” cibi dietetici che invece di far dimagrire, fanno ingrassare.

1. Cereali a colazione

Le scatole di cereali integrali o muesli sono il peggior cibo che tu possa mangiare a inizio giornata.

Di solito sono pieni zeppi di zuccheri e carboidrati raffinati, che sono due degli ingredienti più “ingrassanti” e nemici della linea che esistano (Leggi qui gli studi 1, 2).

Cominciare la giornata con un pieno di cereali raffinati fa aumentare repentinamente il livello degli zuccheri nel sangue e dell’insulina. Quando gli zuccheri nel sangue, qualche ora dopo calano, il tuo corpo implora per avere un’altra merendina a base di carboidrati raffinati (Leggi qui lo studio).

Queste sono le “montagne russe” degli zuccheri nel sangue, un effetto molto comune per le persone che fanno una dieta ad alto contenuto di carboidrati. Si passa da una fase di picco di energia di breve durata a una fase di calo di energia.

Quindi, attenzione sempre all’etichetta! La maggior parte dei cereali che si mangiano a colazione, anche quelli con la dicitura in primo piano “senza grassi” o “integrali”, di solito sono pieni zeppi di zuccheri, proprio per sopperire ai pochi grassi contenuti.

Se al mattino hai fame e desideri qualcosa per ricaricarti, fai colazione… non devi rinunciare a questo pasto, ma scegli qualcosa di non raffinato e che contenga proteine di buona qualità. Ad esempio una colazione salata con uova e verdure o un frullato, in Energy Training trovi diverse ricette tra cui scegliere.

Se non riesci a rinunciare al sapore dolce a colazione, allora preparati un porridge di cereali con latte di mandorla o riso, ma evita zuccheri e dolcificanti.

E, ovviamente, cerca di fare una colazione adatta alla tua costituzione. Non rischiare di rovinare l’equilibrio del tuo corpo mangiando qualcosa che ti fa male.

2. Sciroppo d’agave

Il nettare d’agave, che spesso piace a chi si avvicina al mondo del naturale e ai negozi di alimenti biologici, non è affatto una buona alternativa allo zucchero.

Il problema dell’agave è che non è affatto salutare, anzi, è ancora peggio dello zucchero.

Uno dei principali motivi per cui lo zucchero è così dannoso è che contiene una grande quantità di fruttosio.

Ma se lo zucchero contiene il 50% di fruttosio, l’agave ne contiene il 70-90%.

Naturalmente un po’ di fruttosio ottenuto mangiando frutta va bene, ma consumarne in eccesso attraverso gli zuccheri aggiunti può avere effetti devastanti sul metabolismo e la salute (Leggi qui lo studio).

Un’alta quantità di fruttosio può provocare resistenza all’insulina e innalzare cronicamente i livelli dell’insulina , l’ormone che conserva i grassi (Leggi qui gli studi 1, 2).

Può anche provocare un innalzamento dei trigliceridi, innalzare i livelli dello zucchero nel sangue, effetti dannosi sul colesterolo, obesità e altri problemi del metabolismo (Leggi qui lo studio).

Se pensi di star facendo al tuo corpo un favore sostituendo lo zucchero con l’agave, ripensaci. Stai facendo la cosa sbagliata.

Usa piuttosto un dolcificante naturale che contiene poco fruttosio.

3. Pane di frumento

Il pane integrale è spesso raccomandato come alternativa al pane bianco.

E questo può essere un primo passo per chi è nella fase di transizione da un’alimentazione ad un’altra più sana. Il pane bianco, infatti, è peggio del pane integrale.

Ma anche il pane integrale ha i suoi problemi. Oltre a contenere lievito, di cui abbiamo parlato in uno degli scorsi articoli, questo pane non è davvero ottenuto da cereali integrali. E’ solo un’operazione di marketing.

Anche se con qualche eccezione, i cereali sono stati polverizzati in una farina così fine e sottile che si digerisce in fretta e provoca un picco di zuccheri nel sangue, proprio come i carboidrati raffinati.

Infatti il pane da cereali integrali ha un indice glicemico alto come quello bianco (Leggi qui lo studio).

Il pane integrale contiene un po’ di fibre e nutrienti, ma non c’è molta differenza nelle reazioni che innesca quando entra nel nostro sistema.

Inoltre nel frumento non ci sono particolari nutrienti che non puoi ottenere attraverso altri cibi, oltre al fatto che contiene glutine, che fa male.

Ci sono altri cereali che possono far bene alle persone che non ne sono intolleranti, ma di sicuro il frumento non è tra questi.

Diversi studi mostrano che il frumento (anche quello integrale), può dare problemi di salute soprattutto in chi è intollerante al glutine, ma in generale a tutti (Leggi qui gli studi 1, 2, 3).

4. Granola e barrette di cereali

Una granola fatta da te con ingredienti semplici e naturali può essere un dolcetto interessante, anche se non bisogna abusarne.

Quelle che si trovano confezionate nei negozi, come merendine per la linea, hanno in realtà lo stesso problema di molti altri prodotti “dietetici”.

Quando vengono prodotti in grandi quantità vengono alterati in modo che ormai non hanno più nulla di salutare.

La granola contiene ingredienti nutrienti come avena e noci, ma quando aggiungi oli di semi e zuccheri che ne incoraggiano un consumo eccessivo, non sono più salutari.

5. Yogurt magro

Anche lo yogurt è considerato un amico della dieta. Quante volte avrai sentito dire: “A colazione mangio uno yogurt per mantenermi leggera”.

Il problema è che la maggior parte dello yogurt che si trova nei supermercati è yogurt a basso contenuto di grassi, ottenuto con un processo di raffinazione.

Infatti quando vengono eliminati i grassi da un alimento, il sapore diventa terribile. Per questo motivo si aggiunge tanta altra roba per compensare la mancanza di grassi.

Nel caso dello yogurt di solito si aggiunge lo zucchero, lo sciroppo di mais o altri dolcificanti “naturali”.

Ma nuovi studi hanno evidenziato che i grassi saturi non sono pericolosi, quindi in poche parole si eliminano i grassi dallo yogurt per sostituirli con qualcosa di molto molto peggio (Leggi qui gli studi 1, 2).

Lo yogurt, intero e con tutti i grassi potrebbe essere un prodotto interessante, ma è squilibrato per la sua natura fredda, per questo dovrebbe essere evitato da tutti , ma soprattutto dalle costituzioni fredde.

6. Condimenti confezionati per insalate

La verdura fa molto bene, è ricchissima di nutrienti, antiossidanti, fibre solubili e tanto altro.

Per questo motivo le insalate sono un piatto molto nutriente e salutare.

Il problema è che a molte persone non piace il sapore della verdura cruda, così aggiungono condimenti e salse nell’insalata.

Il problema con la maggior parte e i condimenti dei supermercati è che sono prodotti con olio di semi di soia e sciroppo di mais. Proprio così, c’è zucchero anche nei condimenti salati.

E’ molto meglio preparare in casa una salsina da usare come condimento, con olio extravergine d’oliva, aceto e spezie, per esempio.

7. Succhi di frutta

Il succo di frutta è considerato un prodotto salutare. Viene dalla frutta, quindi non può far male…

Purtroppo non è così semplice. Qualche volta il “succo di frutta” è in realtà solo acqua e zucchero al sapore di frutta.

Non c’è frutta all’interno! Solo acqua, zucchero e qualcosa di chimico che riproduce il sapore della frutta.

Persino se hai tra le mani un succo di frutta vero, biologico, al 100% frutta e senza zuccheri aggiunti, non dovresti berne, o comunque non berne troppo.

Il problema del succo di frutta è che è come la frutta, ma non contiene alcune delle sostanze nutritive che sono state eliminate nel creare il succo.

I frutti interi contengono zuccheri, ma sono legati alle fibre che rallentano il rilascio di zucchero nel flusso sanguigno.

Il succo di frutta è diverso: non ci sono fibre, non c’è resistenza alla masticazione e niente ti impedisce di ingerire una bella quantità di zucchero in una manciata di secondi. Una tazza di succo d’arancia contiene quasi tanto zucchero quanto due intere arance (Leggi qui gli studi 1, 2).

Il contenuto di zucchero del succo di frutta è molto simile a quello delle bibite dolcificate come la Coca Cola.

Quindi… mangia frutta intera, ma evita il succo di frutta, soprattutto se stai cercando di perdere peso.

8. Drink e bibite light

Uno dei cambiamenti più facili da fare per le persone quando si mettono a dieta è sostituire le bevande normali con quelle senza zucchero.

Questo dovrebbe essere un modo per ridurre sia zuccheri che calorie nella dieta.

Tuttavia gli studi non sono d’accordo con questo per quanto riguarda il perdere peso. Le persone che rimpiazzano le bibite normali con quelle dietetiche non dimagriscono (Leggi qui lo studio).

Il motivo potrebbe essere il fatto che i dolcificanti naturali (o peggio, quelli artificiali come l’aspartame, che spesso è usato nelle bibite con dicitura “senza zucchero”) possono stimolare l’appetito in alcune persone. Anche se gli stessi dolcificanti sono privi di calorie, possono comunque spingerti a mangiare di più degli altri cibi (Leggi qui gli studi 1, 2, 3).

9. Alimenti biologici processati

Gli alimenti biologici sono meravigliosi, ma quando sono processati diventano tutt’altro che naturali.

Quando guardi le etichette di barrette, crackers e snack biologici ti rendo conto che non sono molto diversi dai comuni snack dei supermercati.

Certo, contengono zucchero biologico di canna invece di zucchero bianco… ma purtroppo, come abbiamo visto in questo articolo, lo zucchero biologico fa male quanto il normale zucchero. Per il tuo fegato non c’è differenza.

Quindi mangia cibi interi e semplici, biologici, ma evita quelli troppo processati. Solo perché si vendono al biologico non vuol dire che facciano bene.

10. Mix di frutta secca e semi oleosi

I mix di frutta secca e semi oleosi di solito contengono frutta secca, noci o arachidi e qualche volta pezzi di cioccolato e cereali.

Questo è uno snack molto ricco ed energetico. La frutta secca ha molti zuccheri concentrati e le noci sono ricche di grassi. Quindi è uno snack ottimo se hai bisogno di molta energia, per esempio quando devi fare lunghe passeggiate.

Ma la maggior parte delle persone oggi non soffre di mancanza di energia.

Questi mix sono ad alto contenuto di carboidrati e grassi, che è una pessima combinazione se vuoi perdere peso.

11. Cibo senza glutine raffinato

Gli alimenti senza glutine sono molto famosi ultimamente. Molte persone stanno cercando di passare all’alimentazione senza glutine e questo è un bene.

I produttori hanno cavalcato l’onda di questo cambiamento cominciando a realizzare tutti i tipi di sostituti di cibi senza glutine. Il problema è che questi alimenti spesso fanno male quanto quelli contenenti glutine.

Infatti sono spesso ottenuti con carboidrati altamente raffinati, zuccheri e diversi prodotti chimici.

Se stai cercando di eliminare il glutine dalla tua vita, scegli cibi che sono naturalmente senza glutine (come verdure, proteine animali e cereali senza glutine) non cibi senza glutine ottenuti tramite processi chimici.