Mutazione MTHFR: che cos’è, sintomi e protocollo specifico

Condividi

Problemi cardiocircolatori e gastrointestinali, neuropatie, depressione, allergie, dipendenze, propensione al cancro, e tanto altro ancora…

…la causa potrebbe essere un errore di trascrizione del tuo DNA, una mutazione nel gene chiamato MTHFR.

E’ una mutazione di recente scoperta.

Nel 2003 è stato completato uno studio genetico, chiamato Human Genome Project, nel quale si è scoperto che un gene molto importante per la salute, chiamato metilen-tetraidrofolato reduttasi (per l’appunto, l’MTHFR) era difettoso nel 40% della popolazione mondiale.

Da quel momento la ricerca è andata avanti e sempre più attenzione è stata data alle mutazioni genetiche.

E’ un campo molto interessante perché le informazioni genetiche potrebbero essere la chiave per trattamenti più mirati e migliore previsione e prevenzione delle malattie.

DNA, geni e mutazioni: di cosa si tratta?

Prima di entrare nel merito della mutazione MTHFR facciamo un passo indietro e vediamo, in modo molto semplice, come funzionano i nostri geni e come si verifica un errore di trascrizione.

Nel nostro corpo ci sono circa 210 diversi tipi di cellule.

Ciascuna cellula ha un particolare ruolo nell’aiutare il corpo a funzionare bene: ci sono le cellule del sangue, le cellule muscolari, quelle nervose, e così via.

Le cellule leggono dal DNA le istruzioni su ciò che devono fare – immagina la cellula come un computer e il DNA come il programma (o il codice).

All’interno di ciascuna stringa di DNA ci sono delle porzioni chiamate geni. Il gene “dice” alla cellula come produrre una proteina specifica con una precisa sequenza di amminoacidi. Ciascun gene produce una, e una sola, proteina.

Le proteine sono cruciali e controllano tutto!

Sono usate dalle cellule per svolgere le proprie funzioni, crescere e sopravvivere.

Può succedere, però, che nella trascrizione del codice si verifichi un errore, e quando accade vengono prodotte proteine “difettose”, che non funzionano a dovere.

Nello specifico, nel caso della mutazione MTHFR l’errore è la sostituzione di una C (citosina) in T (timina) al nucleotide 677 (C677T), che causa una sostituzione di una alanina in valina nella proteina finale, oppure nella mutazione 1298 la sostituzione di una A (Adenina) in C (Citosina).

Questo provoca la produzione di una proteina finale alterata e poco efficiente.

Che cos’è il gene MTHFR?

Il gene MTHFR è il responsabile della produzione dell’enzima MTHFR.

L’MTHFR è essenziale per convertire il folato (vitamina B9) nella forma attiva e utilizzabile dal corpo, chiamata 5-MTHF (metilfolato).

Quando mangi cibo che contiene folato (vitamina B9), infatti, un MTHFR sano e funzionante lo converte in metilfolato.

Questo processo è estremamente importante perché il metilfolato gioca un ruolo cruciale in quasi tutto ciò che fa il corpo.

Il metilfolato e la metilazione

Il metilfolato è un nutriente chiave nella metilazione, il processo di aggiunta di un gruppo metile a un composto.

Il processo di metilazione del corpo è vitale per la formazione di componenti cellulari essenziali come proteine, acidi nucleici e fosfolipidi che formano le membrane delle cellule nervose.

Trasferendo gruppi metilici da una molecola a un’altra, la metilazione:

  • attiva i geni ed enzimi, ripara cellule, tessuti e DNA
  • guida le reazioni di disintossicazione del fegato
  • influenza la secrezione ormonale
  • aiuta a tenere sotto controllo l’infiammazione
  • promuove attivazione e regolazione del sistema immunitario
  • promuove la sintesi dei neurotrasmettitori che influenzano umore, sonno, comportamenti, funzioni cognitive e memoria
  • aiuta a mantenere un normale metabolismo dell’omocisteina (un amminoacido potenzialmente dannoso).

Cosa comporta l’avere il gene MTHFR mutato?

Chi ha la mutazione MTHFR ha un enzima MTHFR difettoso e produce dal 30 al 70% meno metilfolato rispetto a chi non ha la mutazione.

Con una metilazione più bassa sei più vulnerabile alle tossine e hai maggiori rischi di contrarre alcuni tipi di malattie.

Ecco alcuni dei rischi che corri:

Iperomocisteinemia e malattie cardiache

L’omocisteina è un amminoacido che può provocare infiammazione e indurimento delle arterie. Si forma naturalmente nel corpo, ma quando, con la metilazione, un gruppo metilico viene donato a una molecola di omocisteina, diventa un amminoacido essenziale benefico, chiamato metionina.

La metionina è necessaria per svariate reazioni biochimiche nel corpo che coinvolgono la sintesi proteica, un’altra funzione essenziale.

Ridurre l’eccesso di omocisteina aiuta in condizioni come osteoporosi, aborto, cancro e invecchiamento.

Quando il folato non è convertito efficacemente nella sua forma attiva, chiamata 5-MTHF or L-metilfolato, i nutrienti non riescono a svolgere adeguatamente la loro funzione chiave: trasformare (riciclare) l’omocisteina.

Di conseguenza si accumulano nel sangue quantità elevate di
omocisteina, che sono un fattore di rischio di malattie cardiache, ictus e altre forme di malattie cardiovascolari (1, 2, 3).

Scarsa incapacità del fegato di disintossicarsi

I gruppi metilici sono essenziali per la disintossicazione del fegato.

Con una critica sequenza biochimica di eventi i grassi solubili e le altre tossine, che verrebbero rimosse con estrema difficoltà da parte del fegato, vengono unite a un gruppo metilico, e questo le prepara alla rimozione dal corpo.

Nello specifico, le reazioni di metilazione impediscono alle tossine di diventare più solubili in acqua. Questo permette al corpo di rimuoverle meglio e spesso neutralizza anche alcune delle proprietà tossiche.

Questa è una modalità di disintossicazione straordinaria e vitale.

Nella maggior parte delle persone non funziona bene a causa del fatto che viviamo in un modo fortemente intossicato e a causa della mutazione MTHFR.

Depressione

Una corretta metilazione promuove la naturale produzione di SAMe (s-adenosil-l-metionina).  Questo prodotto può aiutare a ridurre la depressione.

Rischi di diabete

I gruppi metilici sono coinvolti nel rilascio e nell’attività dell’insulina.

Quando il corpo non ha abbastanza gruppi metilici, è più probabile che si abbia il diabete.

Altre malattie

Una metilazione inefficiente è stata collegata anche ad altri problemi di salute inclusi degenerazione maculare, Alzheimer, perdita di capelli e cancro.

In conclusione chi ha una forma grave di mutazione MTHFR è a rischio di problemi di salute se il problema non viene risolto.

Mutazione MTHFR in gravidanza e problemi dell’acido folico

La forma attiva del folato (5-MTHF) è altamente protettiva contro i difetti del tubo neurale.

Ecco perché un test per la mutazione MTHFR potrebbe essere utile soprattutto per le donne in età fertile e che hanno intenzione di concepire un bambino.

Infatti, se sono positive alla mutazione, non metabolizzando bene il folato nella sua forma attiva e rischiano di esserne carenti.

Purtroppo la soluzione proposta alle donne in gravidanza per prevenire i difetti del tubo neurale e malformazioni del feto è quella di introdurre integratori sintetici a base di acido folico.

E dico purtroppo perché diversamente dal folato (che è la forma naturale della vitamina B9), la maggior parte dell’acido folico non viene convertita nella forma attiva di Vitamina B9 nel sistema digerente, ma ha bisogno di essere convertita nel fegato o nei tessuti (4).

Questo processo è lento e inefficiente. Dopo aver preso un supplemento di acido folico, il corpo ha bisogno di tempo per convertirlo tutto. E la conseguenza è un accumulo di questo acido folico non metabolizzato e quindi tossico (5).

Questo è grave perché alti livelli di acido folico non metabolizzato sono stati associati a diversi problemi di salute, tra cui:

  • Aumento dei rischi di cancro: alti livelli di acido folico non metabolizzato sono stati associati a un aumento dei rischi di cancro. Potrebbero anche velocizzare la crescita di lesioni precancerose.
  • Carenza di Vitamina B12 non identificata: alti livelli di acido folico potrebbero nascondere una carenza di B12 e la pericolosa anemia megaloblastica
  • Ridotta funzionalità immunitaria

Quindi se stai pianificando di avere un bambino (o comunque 13 settimane dopo il concepimento) supplementa con 5-MTHF invece che con acido folico.

Potresti avere la mutazione MTHFR: ecco i campanelli d’allarme

Se hai uno o più di questi campanelli d’allarme, vuol dire che c’è una buona probabilità che tu abbia la mutazione MTHFR:

  • Alti livelli di omocisteina e conseguenti malattie collegate, provocati da inefficiente metilazione – (6)
  • Allergie e intolleranze
  • Asma
  • Diabete
  • Squilibri della tiroide
  • Ridotta capacità di disintossicazione (specialmente dai metalli pesanti)
  • Dipendenze varie (droghe, alcool, gioco, ecc.)
  • Propensione al cancro
  • Malanni “psico-somatici” piccoli e grandi
  • Carenza di folato: una carenza di folato potrebbe essere collegata alla MTHFR. Tra i sintomi abbiamo: fatica, sensazione di stordimento e dimenticanze.
  • Aborto spontaneo: molti operatori raccomandano il test per la mutazione MTHFR se hai avuto uno o più aborti spontanei.
  • Problemi gastrointestinali: come la sindrome da colon irritabile, il morbo di Crohn e la celiachia.
  • Malattie autoimmuni: come la fibromialgia.
  • Morbo di Alzheimer
  • Lunga storia di ansia e depressione

I due principali tipi di mutazione MTHFR

Ci sono diverse possibili mutazioni del gene MTHFR, e la scienza sta ancora lavorando per comprenderle tutte.

Il motivo di tante variabili è la variazione nei geni specifici trasmessa da ciascun genitore.

In altre parole, se entrambi i genitori trasmettono un gene buono, il soggetto non avrà mutazione. Se uno dei genitori trasmette un gene buono, ma l’altro un gene mutato, possono esserci diverse variabili. Se entrambi i genitori trasmettono un gene mutato, possono esserci ancora più variabili.

Le due varianti più studiate e conosciute sono la C677T e la A1298C.

I numeri denotano la posizione del gene mutato.

La prima variante è determinata dalla sostituzione dell’aminoacido Citosina (C) in Timina (T), la seconda dalla sostituzione di una Adenina (A) con una Citosina (C).

Se scopri di essere positivo a questa mutazione, potrà essere presente indifferentemente nell’uno o nell’altro dei due parametri (MTHFR–C677T e MTHFR–A1298C) o in entrambi.

Inoltre potrà essere presente in:

Omozigosi: lo stesso gene mutato trasmesso da entrambi i genitori: il 677 o il 1298.
Eterozigosi: un genitore trasmette la mutazione sul 677 o 1298, ma l’altro genitore trasmette un gene normale.
Eterozigosi composita: un genitore trasmette la mutazione sul 677 e l’altro sul 1298.
Altre mutazioni più rare e avanzate.

Senza entrare nel dettaglio, ti basta sapere che se è in omozigosi è una condizione più grave, se è in eterozigosi è una condizione più lieve.

Come scoprire se hai la mutazione MTHFR: il test genetico

Solo un test genetico può verificare con certezza se hai una mutazione e di quale tipo.

Se hai uno o più dei campanelli d’allarme che ho elencato sopra, allora dovresti fare un test genetico.

Un test genetico permette di identificare difetti dell’enzima MTHFR e altri. E’ molto più approfondito di un’analisi e dà tante informazioni utili sul tuo stato di salute, sulle tue carenze e intolleranze.

L’idea di fare un test potrebbe spaventare alcuni per il timore di scoprire di “essere malati”, ma il realtà i geni sono solo un’immagine del tuo potenziale e il test è un modo per stabilire la giusta rotta da seguire.

Il test genetico ti mostra eventuali carenze e debolezze e, una volta scoperte, potrai correggerle in tempo.

In Italia è diventato molto difficile testare la presenza di questa mutazione, poiché l’esame non è incentivato dalle strutture sanitarie pubbliche.

Per questo abbiamo deciso di collaborare con un prestigioso laboratorio di analisi, uno dei più importanti in Europa (chiamato Genetic Lab), per offrire un test comodo, da casa e con specifiche indicazioni di alimentazione e supplementazione scritte da me sulla base dei risultati.

Il test verifica la presenza di entrambe le varianti più comuni della mutazione (MTHFR C677T e A1298C), più numerosi altri aspetti della salute, tra cui intolleranze e punti deboli.

Come comportarti se hai la mutazione MTHFR

Purtroppo la mutazione MTHFR non è una condizione da cui si può “guarire”, essendo legata al DNA.

La buona notizia, però, è che per sopperire a questa carenza e rendere efficiente il processo di disintossicazione del corpo basta seguire un protocollo specifico.

Ecco cosa fare se risulti positivo alla mutazione MTHFR:

  • Prenditi cura della tua alimentazione: mangia in stile Energy Training, solo alimenti semplici, freschi e naturali. Mangia solo carne di qualità senza ormoni, da animali da pascolo, burro da pascolo o ghi e uova da galline allevate a terra.
  • Controlla i tuoi integratori. Se qualcuno degli integratori che assumi ha acido folico aggiunto, smetti di prendere quel supplemento.
  • Evita il cibo confezionato che contiene acido folico sintetico aggiunto.

Inoltre dovrai introdurre i seguenti integratori:

METIL-FOLATO

Il Metilfolato (acido-5-metiltetraidrofolico) è la forma attiva e naturale del folato, quella che il corpo può utilizzare.

Il corpo non è in grado di produrre folato, quindi deve attingerlo dalla dieta. Ma il folato presente naturalmente negli alimenti non è biologicamente attivo, deve essere scisso nel fegato in tetraidrofolato, o metilfolato, per diventare utilizzabile.

Chi ha la mutazione MTHFR non è in grado di convertire efficacemente il folato nella sua forma biologicamente attiva, per questo deve supplementarlo.

TMG (TRIMETILGLICINA)

La Trimetilglicina (TMG) è una molecola composta da tre gruppi metilici (CH3) legati all’amminoacido glicina.

Si tratta di una struttura molto interessante perché quando la introduciamo attraverso un alimento o come integratore alimentare, la Trimetilglicina dona facilmente 2 o 3 dei suoi gruppi metilici (metilazione).

Il processo di metilazione del corpo, come abbiamo visto sopra, è vitale per la formazione di componenti cellulari essenziali come proteine, acidi nucleici e fosfolipidi che formano le membrane delle cellule nervose.

La TMG lavora per promuovere sani i livelli di omocisteina, da sola o in combinazione con altre sostanze nutritive, ed è un nutriente importante per la salute cardiovascolare.

Nel 1950 è stato scoperto che era benefica per per il cuore e che sembrava funzionare in modo simile alla vitamina B12. Quando un gruppo metilico di TMG viene donato a una molecola di omocisteina, diventa un amminoacido benefico, metionina.

VITAMINA B6 (PIRIDOSSINA)

La Vitamina B6, o piridossina, è una vitamina solubile in acqua, essenziale in più di 140 reazioni enzimatiche, tra cui la produzione di globuli rossi, il metabolismo di carboidrati e proteine, la
produzione di neurotrasmettitori e la disintossicazione del fegato

La vitamina B6 sostiene le normali reazioni chimiche in cui sono coinvolte le proteine: quanto più è alto il consumo di proteine, tanto più è necessaria la vitamina B6. La vitamina B6 è co-presente con i folati e la B12 in molti processi vitali.

VITAMINA B12 (METILCOBALAMINA)

La vitamina B12 è una vitamina solubile in acqua che lavora in sinergia con vitamina B6 e folato per rigenerare l’amminoacido metionina, necessario per mantenere i livelli di omocisteina in equilibrio e promuovere la salute del cuore.

Inoltre gioca un ruolo chiave nelle funzioni del cervello e nella produzione di DNA e globuli rossi.

Questa vitamina può essere conservata nel fegato a lungo, quindi una eventuale carenza può richiedere anni per diventare evidente.

Per questo, per evitare problemi dovuti a carenza, diventa necessario supplementarla.

Altri nutrienti da integrare

Oltre a questi 4 integratori potrebbe essere utile per te integrare anche zinco, selenio, vitamina D, glutatione e potassio. Dipende dalla “gravità” della mutazione e dal tuo caso specifico.

Una volta fatto il test genetico, riceverai un Report con il protocollo completo da seguire e la posologia degli integratori.

Gli integratori sono su: https://www.energyfoods.it/prodotto/kit-mutazione-mthfr/

Hai la mutazione MTHFR? Scoprilo ora

Scoprire se hai la mutazione MTHFR può essere decisivo per la tua salute, soprattutto se manifesti uno o più campanelli d’allarme di cui ho parlato, se sei in gravidanza o se hai intenzione di avere un bambino.

Se fai il test e scopri di non avere questa mutazione genetica, puoi stare tranquillo: la tua metilazione funziona correttamente!

Se invece scopri di essere positivo, “rischi” di risolvere in un colpo solo diecimila afflizioni piccole e grandi, di cui fino ad ora non eri riuscito a capire l’origine. Ti basterà seguire il protocollo.

C’è qualcosa di questo articolo che non ti è chiara? Vuoi ulteriori spiegazioni? Hai dubbi e non sai se il test genetico può fare per te?

Scrivimi nei commenti e ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

Invece puoi vedere come funziona il test genetico cliccando qui.


Condividi

Francesca Forcella Cillo

Educatrice, naturopata e Fondatrice e Direttrice di “Energy Training” – il Programma di alimentazione e salute naturali più seguito in Italia – ha insegnato alimentazione e cucina naturali a centinaia di persone durante innumerevoli corsi e consulenze individuali.

Ti è piaciuto questo articolo? C’è altro che vorresti sapere, su questo o su altro?
Scrivicelo nei commenti qui sotto!

Se invece sei pronto a rivoluzionare la tua vita con il metodo Energy Training,
clicca qui per scoprire come mangiare sano e raggiungere
i TUOI obiettivi di salute…con la guida di Francesca!


Conosci il cibo che ti fa sentire “al massimo”
e quello che ti ruba energia e salute?
Fai il Test GRATIS
Non perdere le nuove risorse!
Iscriviti alla newsletter per ricevere guide gratuite,
risorse esclusive, articoli, ricette e offerte:

137.936 persone già iscritte
  1. ha commentato:

    Salve io sono affetto da mutazione MTHFR -Mutazione gene MTHFR C677T in omozigosi
    -Fattore V mutazione H1299R in eterozigosi.
    Vorrei sapere quale sarebbe l’ integratore/i ideali per risolvere questo problema? Premetto che attualmente sto tenendo a bada l’omocisteina con folina5mg al giorno e benadon (vitb6) 300mg 2 volte a settimana.
    Saluti

    • ha commentato

      Ciao Valerio,
      piacere di conoscerti e benvenuto sul blog!
      Scrivi al nostro servizio assistenza: info@energytraining.it e un nostro collaboratore ti invierà subito il protocollo completo degli integratori.
      Un caro saluto

  2. ha commentato:

    Buongiorno,mi chiamo graziella a mio marito casualmente sbagliando un test genetico per emocromatosi,hanno eseguito il test sul MTHFR ed è risultato positivo (OMOZIGOTE) per favore può inviarmi il protocollo completo da seguire e la posologia degli integratori.
    Gliene sarei davvero molto grata!

    • ha commentato

      Ciao Graziella,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Ti chiedo scusa per il ritardo con cui ti rispondo.
      Puoi scrivere al nostro servizio clienti: info@energytraining.it e ti invieranno subito il protocollo completo.
      Un caro saluto

  3. ha commentato:

    Su Rai 3 hanno fatto una trasmissione dove facevano vedere come le ditte italiane si compravano il marchio bio e anche gli ispettori di controllo .la verdura non era bio .molti affittano campi in Romania e importano la verdura in Italia ,falsemente bio .a chi credere?

    • ha commentato

      Ciao Patrizia,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Le persone disoneste ci sono, purtroppo, ovunque. Ma per fortuna ci sono anche tante persone di buona volontà, che promuovono un’agricoltura sana, sicura e sostenibile. Bisogna fare un atto di fiducia. Abbiamo parlato tanto di questo e dei benefici del biologico in questo articolo: http://www.energytraining.it/5-buoni-motivi-passare-al-biologico/ che ti incoraggio a leggere.
      Un caro saluto

  4. ha commentato:

    Buonasera leggo ora il post , non ho idea di quando sia stato pubblicato! Molto interessante! Io ho scoperto di avere questa mutazione in omozigosi e il livello della omocisteina ad aprile era a 7 (dopo 3 mesi senza glutine e latticini) e ho molti dei disturbi sopra elencati.ora cosa dovrei fare? Grazie!

  5. ha commentato:

    Buongiorno, ho scoperto di avere la presenza della mutazione A1298C in omozigosi del gene MTHFR 2, ma non mi è molto chiaro cosa significhi esattamente. Quelli che so é che fin ora ho perso kg di capelli, da qualche giorno assumo 1 cps di Normocis al di, e forse ho notato un certo miglioramento. Vorrei capire cosa comporta se c’è correlazione, se questo integratore è idoneo e se si se posso prenderlo a vita senza avere effetti indesiderati. Grazie infinite.

    • ha commentato

      Ciao Miriana,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Trovi qui un podcast sul test DNA (http://www.energytraining.it/ep34-allergie-mthfr-test-genetico/) e un articolo (http://www.energytraining.it/mutazione-mthfr/) in cui Francesca spiega con precisione che cos’è la mutazione MTHFR e come regolarizzare l’assorbimento dei nutrienti dando al corpo i supplementi giusti. Non possiamo pronunciarti sull’integratore che hai citato perché non lo conosciamo.
      Un caro saluto

    • ha commentato:

      Anch’io avevo cominciato a prendere il Normocis ma quello che mi lascia perplessa è che la vitamina B12 è la cianocobalamina anzichè la metilcobalamina….che fra l’altro in Italia non è presente nelle farmacie infatti ho dovuto acquistarla online.

  6. ha commentato:

    Buongiorno,
    Mi trovo in una fase di premenopausa (50 anni ) con un ciclo molto irregolare. Al controllo, qualche mese fa, il ginecologo ha riscontrato delle cisti ovariche. Vorrebbe curarle con la pillola anticoncezionale ( mai presa ) ma prima mi ha fatto fare delle analisi, tra cui MTHFR (C677T). È risultato PRESENTE – ETEROZIGOTE. L’omocisteina risulta nei valori normali. Vorrei capire a cosa vado incontro. Aggiungo che negli ultimi mesi sto soffrendo di ipertensione e che ho iniziato a prendere un farmaco per tenerla sotto controllo (ovviamente dopo controllo cardiologico). Potrò curarmi come suggerisce il mio ginecologo o ci sono controindicazioni data la scoperta sulla mutazione del DNA?
    Avrei veramente bisogno di chiarirmi le idee.
    Grazie

  7. ha commentato:

    Buona sera , vorrei sapere come posso fare il test MTHFR. Grazie.

    Saluti

    Vilma.

    • ha commentato

      Ciao Vilma,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Puoi fare il test direttamente da qui: .
      E’ semplicissimo. Su questa pagina trovi tutte le informazioni.
      Un caro saluto

  8. ha commentato:

    Salve posso sapere come si fa a fare esame ?

    • ha commentato

      Ciao Valentina,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Per fare il Test genetico basta andare su questa pagina:
      Un caro saluto

  9. ha commentato:

    buona sera,il mio marito a fatto un esame”mutazioni in mthfr” cè scrito(mutazione A 1298C)poi” eterozigone”—–omocisteina a 16,2—vorei sapere un po di piu grazie

    • ha commentato

      Ciao Josiane,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Puoi scrivere a info@energytraining.it e chiedere di inviarti il protocollo completo per la mutazione MTHFR.
      Se hai bisogno di altro, sono qui a tua disposizione.
      Un caro saluto

  10. ha commentato:

    Ciao vorrei sapere come fare il test mthfr ? Io da poco ho avuto un aborto spontaneo interno. Grazie in anticipo

    • ha commentato

      Ciao Marinela,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Puoi fare il test andando su questa pagina: .
      Se hai bisogno di altre informazioni o aiuto, chiedi pure.
      Un caro saluto

  11. ha commentato:

    Salve ! Mio figlio è risultato positivo alla mutazione del gene MTHFR genotipo 677 eterozigote c/t con livello di omocisteina alto ! Avendo anche una figlia è consigliato eseguire il test anche a lei ?
    E per mio figlio che protocollo dovrei seguire avendo lui anche un ipotiroidismo grave ?

    • ha commentato

      Ciao Stella,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Ti consiglio il protocollo completo che trovi su Energy Foods, con i 5 prodotti da fare ogni giorno: http://www.energyfoods.it/mutazione-mthfr/. Puoi anche chiedere il protocollo al servizio clienti di Energy Training info@energytraining.it. Il protocollo va abbinato a una dieta con bassissimo indice glicemico, priva di glutine e latte, oltre che di zucchero. Per quanto riguarda tua figlia, sì, può essere interessante valutare se ha anche lei questa mutazione. Che test hai fatto? Il nostro? Se è così, puoi inviare al servizio clienti la copia del test, perchè ci sono altre voci interessanti che si potrebbero valutare.
      E si potrebbe fare un programma nutrizionale completo se ti iscrivi al Programma in 8 settimane.
      Un caro saluto

  12. ha commentato:

    Buongiorno!
    Io ho la mutazione MTHFR in omozigosi, e sia il mio medico di base che specialisti mi hanno prescritto una compressa di acido folico al giorno. Leggendo questo articolo, mi viene il dubbio che non sia l’integratore giusto. D’altra parte, esito a mettere in dubbio così tanti pareri. Cosa mi consiglia di fare?

    • ha commentato

      Ciao Anna,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Come avrai già letto nell’articolo, l’acido Folico sintetico non viene metabolizzato e diventa estremamente tossico per il corpo, per questo la supplementation va fatta con il metil-folato, la forma attiva e naturale del folato, quella che il corpo può utilizzare. Se hai dei dubbi ti incoraggio ad approfondire leggendo altri articoli online (ce ne sono tanti in lingua inglese sull’argomento).
      Un caro saluto

  13. ha commentato:

    Buonasera, ho appena letto questo articolo, molto interessante. Io soffro di fibromialgia da 4 anni ma non trovo medici che mi seguono seriamente, basta dare psicofarmaci e se ne lavano le mani. Potrei avere questa mutazione? Per fare il test genetico come faccio se il mio medico non mi ascolta. Potete darmi dei suggerimenti…. grazie

    • ha commentato

      Ciao Luisella,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      L’azione deve essere su più fronti:
      1) migliorare l’alimentazione (in questo può guidarti Francesca nel Programma)
      2) sondare la predisposizione genetica (e questo puoi farlo attraverso il nostro test genetico, che non richiede un dottore per la prescrizione). Puoi farlo da qui:
      Un caro saluto

    • ha commentato:

      Cambia medico!!!

  14. ha commentato:

    Salve ho scoperto di avere questa mutazione ed è omozigote l omocisteina è 12, sono alla prima gravidanza 18 settimana assumo acido folico volevo avere dei consigli specifici su integratori e terapia da seguire grazie

    • ha commentato

      Ciao Mariapaola,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Devi togliere subito l’acido folico e applicare i 5 rimedi della mutazione: Metilfolato al posto di acido folico, B6, B12 e selenio. per la TMG aspetta la fine della gravidanza e dell’allattamento e poi la prenderai. Gli altri puoi prenderli subito. Puoi farlo per tutto il periodo, sospendendo 20 gg ogni 3 mesi.
      I prodotti della mutazione sono qui: http://www.energyfoods.it/mutazione-mthfr/
      Un caro saluto

  15. ha commentato:

    Ciao, ho di recente fatto le analisi ed è uscito che ho la mutazione in eterozigosi e valori di omocisteina normali. Vorrei se possibile un consiglio su come attraverso la nutrizione posso far si che non salga mai ma rimanga nella norma

    • ha commentato

      Ciao Giorgia,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Se hai una sola mutazione in eterozigosi il consiglio di Francesca è di seguire il protocollo completo che trovi su Energy Foods: http://www.energyfoods.it/mutazione-mthfr/, con i 5 prodotti da prendere per un mese 4 volte all’anno. Puoi anche chiedere il protocollo al servizio clienti di Energy Training info@energytraining.it. Il protocollo va abbinato a una dieta con basso indice glicemico, priva di glutine, latte e zucchero.
      Un caro saluto

  16. ha commentato:

    Buongiorno, ho 47 anni esco da una brutta embolia polmonare e tre mesi dopo di me l’ha avuta anche mia madre di 70 anni. Abbiamo tutte e due la mutazione del gene mthfr in eterozigosi. in questo momento il valore della mia omocisteina è troppo alto (18) cosa mi consigliate?

    • ha commentato

      Ciao Simona,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Purtroppo non siamo medici e non possiamo darti indicazioni sulla tua embolia e su patologie in atto, però Francesca può guidarvi dal punto di vista alimentare.
      Inoltre se avete una sola mutazione in eterozigosi il consiglio di Francesca è di seguire il protocollo completo: http://www.energyfoods.it/mutazione-mthfr/, con i 5 prodotti da prendere per un mese 4 volte all’anno. Puoi anche chiedere il protocollo al servizio clienti di Energy Training info@energytraining.it. Il protocollo va abbinato a una dieta con basso indice glicemico, priva di glutine, latte e zucchero. E’ molto importante!
      Un caro saluto

  17. ha commentato:

    Buongiorno,
    l’ematologo mi ha prescritto la ricerca della mutazione genetica che dovrò fare a breve,in seguito a un riscontro di anemia cronica.
    Qualora dovessi avere questa mutazione essa rientra nell’invalidità civile lavorativa?

    • ha commentato

      Ciao Lisa,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Purtroppo non possiamo aiutarti. Non ne abbiamo idea. Non è a noi che devi fare questa domanda.
      Un caro saluto

  18. ha commentato:

    Ho scoperto di avere questa mutazione in eterozigoti con valori di omocisteina a 23. Cosa potrei fare?

    • ha commentato

      Ciao Paola,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Il consiglio di Francesca è di seguire il protocollo completo per la mutazione MTHFR, con i 5 prodotti che trovi qui: http://www.energyfoods.it/mutazione-mthfr/, per un mese 4 volte all’anno. Puoi anche chiedere il protocollo completo in pdf al servizio clienti di Energy Training: info@energytraining.it. Il protocollo va abbinato a una dieta con basso indice glicemico, priva di glutine, latte e zucchero.
      Un caro saluto

  19. ha commentato:

    Tutto quello descritto sembra proprio la diagnosi di mio marito e dei nostri 2 figli maschi
    Come posso fare a milano a diagnosticarlo….il mio bimbo di 3 anni temo c’è l abbia e voglio diagnosticare prima che possa avere interazioni con i vaccini,a chi mi posso rivolgere.grazie

    • ha commentato

      Ciao Stefania,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Puoi fare il test per la mutazione dal nostro sito. La pagina è questa: http://www.energytraining.it/testgenetico/
      Puoi farla anche per il bimbo di 3 anni, ma per l’eventuale supplementazione dovrà aspettare i 6 anni. Ad ogni modo in caso di positività potrà comunque seguire tutti i consigli dietetici del caso.
      Un caro saluto

  20. ha commentato:

    Buongiorno ho 36 anni, da tempo soffro di acne cistica al viso e per questo la mia nutrizionista mi ha consigliato una dieta a basso carico glicemico. Ho letto l’articolo sulla mutazione del gene MTHFR, ed essendo risultata positiva alla variante C677T in omozigosi, mi sono stupita di come i diversi medici che mi hanno visitato a causa di una trombosi venosa non mi abbiano mai allertata sui diversi rischi che questa mutazione comporta. E’ possibile che un’eventuale iperomocisteinemia sia causa dell’infiammazione che a sua volta provoca le cisti?

    • ha commentato

      Ciao Marta,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Sì. C’è una forte difficoltà per il corpo a depurarsi. Il fegato tende ad appewsantirsi e bloccarsi.
      L’alimentazione sana in stile energy e la supplementazione idonea posso aiutarti tantissimo. Purtroppo è un pezzo di conoscenza che non viene approfondito facilmente.
      Un caro saluto

  21. ha commentato:

    Buonasera,
    ho letto l’articolo e vorrei sottoporvi la mia condizione. Ho avuto a distanza di pochi mesi due episodi che mi hanno causato una brusca perdita dell’udito, ho avuto nausea, vomito e vertigini fortissime, episodi di congiungivite acute e dolori agli occhi. Ancora la causa risulta non definita, le ipotesi sono molte. Tra i vari accertamenti ho fatto anche analisi genetiche, è stata riscontrata mutazione omozigote MTHFR A1298C e gene PAI-1 eterozigote 4G/5G. Inoltre omocisteina a 9 e colesterolo un pò alto.
    Quali integratori può essere opportuno usare in queste condizioni?
    Grazie

    • ha commentato

      Ciao Stefania,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Sarebbe meglio capire se c’è un disturbo del canale dell’orecchio. Da ciò che descrivi sembrerebbe questo e andrebbe fatta una manovra per riequilibrarlo. Porta disturbi dell’equilibrio con conseguenze su nausea e tutti i canali delle prime vie aereee. Oppure può essere una forte infiammazione. In ogni caso potresti lavorarci con il Programma, riattivando digestione e assimilazione e spegnendo l’infiammazione. Per il momento puoi seguire il protocollo per la mutazione MTHFR che trovi qui: https://www.energyfoods.it/mutazione-mthfr/. In seguito potresti entrare nel Programma e farti seguire direttamente da Francesca.
      Un caro saluto

  22. ha commentato:

    Buongiorno,
    da vostra esperienza/conoscenza, un’alterazione del cromosoma mthfr su un bambino con malattia autoimmune, è da considerarsi come elemento da sottoporre ad asl prima di iniziare iter vaccinale? grazie
    Stefania

    • ha commentato

      Ciao Stefania,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      Francesca dice che sì, potrebbe essere un altissimo fattore di rischio.
      Un caro saluto

  23. ha commentato:

    Salve ho fatto stamattina l esame mthfr analisi mutazione ho la sindrome di siogren insuficenza renale e tiroide che sintomi da c è l ho l esito mercoledi

    • ha commentato

      Ciao Antonella,
      piacere di conoscerti e benvenuta sul blog.
      L’esito è positivo se non c’è mutazione, né eterozigote né omozigote.
      Un caro saluto

  24. ha commentato:

    L esito come deve essere se va bene

    • ha commentato

      Ci sarà scritto “Negativo”, cioè assenza di mutazione.

  25. ha commentato:

    Buongiorno, ho effettuato una analisi genetica, oltre le altre, a mio nipote di quasi 4 anni ed il risultato è stato il seguente: Presenza di eterozigosi della mutazione A1298C e della mutazione C677T nel gene MTHFR., in quanto ha un blocco nel linguaggio e forse eventuali segni autistici. Cosa ci consiglia? Grazie

    • ha commentato

      Ciao Antonio, un caro benvenuto.
      Il bambino è ancora piccolo per fare il protocollo completo che noi consigliamo per la mutazione MTHFR. Potrebbe in ogni caso iniziare ad assumere il metilfolato due volta la settimana aprendo e versando il contenuto di una capsula in un po’ di acqua. Il protocollo completo lo potrà iniziare a partire dagli 8 anni. Per il sospetto di autismo ti consiglio caldamente la lettura del libro di Elaine Gottschall “Intestino sano con la dieta dei carboidrati specifici” della Macro Edizioni. Per quanto riguarda la dieta, fondamentale eliminare glutine e latte e renderla ricca ma bilanciata. Sostituire merendine industriali con tante gustose ricette che troverai sul sito. Un caro saluto

  26. ha commentato:

    Salve, da tempo so di avere la mutazione mthfr omozigote in c677t.
    All inizio avevo un elevato livello di omocisteina nel sangue, poi una nutrizionista omeopatica a cui mi sn rivolta mi ha dato degli integratori, che mi hanno abbassato il livello di omocisteina riportandelo ai valori normali.
    Devo dire che ho sempre sottovalutato questa mutazione genetica, perché i medici stessi spesso non la prendono nemmeno in considerazione. C é un disinteresse generale o scarsa informazione.
    Ma dopo il suo articolo sono un po preoccupata.
    Cosa posso fare per migliorare la situazione, xké mi ritrovo un po’ in tt quello che ha detto.
    Grazie
    Saluti

    • ha commentato

      Ciao Marzia,
      la mutazione MTHFR è molto diffusa, ma non c’è da preoccuparsi perché con un serie di integratori totalmente naturali, la si può rendere innocua. Trovi tutti i rimedi, la posologia e su cosa agiscono, nel protocollo che trovi allegato nostro shop.
      https://www.energyfoods.it/mutazione-mthfr/
      Un caro saluto

  27. ha commentato:

    Buon giorno MIo figlio ha un’alterazione genetica di tipo DNA n.9interroto ed invertito. Volevo sapere se questo difetto ha una correlazione con il MTHFR grazie

    • ha commentato

      Ciao Lisa,
      non siamo dei medici e non sappiamo risponderti in merito. L’ideale sarebbe verificare se tuo figlio abbia anche la mutazione MTHFR per migliorare la funzionalità del fegato e proteggerlo da patologie future. Un caro saluto

  28. ha commentato:

    Cara Francesca, ho già eseguito il test MTHFR presso una struttura ospedaliera a Milano e sono risultata portatrice omozigosi 677 C>T
    Il colloquio con lo specialista non mi ha granché soddisfatto. Mi chiedevo se potevo avere un consulto o un suggerimento di un (medico)esperto sul tema per decidere il da farsi (che esami fare esattamente per monitorare omocisteina, vitamina b12, folati ECC.) tenendo conto del protocollo specifico da seguire. Vorrei inoltre capire se sia il caso ora di far fare un esame anche a mio figlio di 8 anni. Grazie mille per il feedback che potrai darmi.

    • ha commentato

      Ciao Daniela,
      non conosciamo alcun medico specialista: tutto ciò che puoi fare è leggere gli studi che però sono in lingua inglese. Negli articoli trovi link e relativa bibliografia. Puoi far fare il test anche a tuo figlio e se risultasse avere la mutazione, puoi iniziare a dargli del metilfolato e vitamina B12. Cura inoltre la sua alimentazione e fai in modo che sia più naturale possibile. Un caro saluto

  29. ha commentato:

    Un bambino affetto da mutazione MTHFR può essere esentato dalle vaccinazioni obbligatorie?

    • ha commentato

      Ciao Irene,

      la mutazione MTHFR è un motivo per non sottoporre il bambino alle vaccinazioni obbligatorie. Deve essere certificata e sottoposta alla conoscenza del pediatra che redigerà l’esenzione. Un caro saluto

  30. ha commentato:

    Articolo interessantissimo, vorrei essere contattata in quanto ho eseguito tali esami ed ho scoperto di avere tale mutazione

    • ha commentato

      Ciao Cora, benvenuta sul blog!
      Non ci dici se hai eseguito solo il test della mutazione o quello genetico più completo che trovi sul nostro sito. In quest’ultimo caso puoi inviarcelo via mail a: info@energytraining.it e ti aiuteremo a comprenderlo voce per voce. Se invece sai solo di avere la mutazione MTHFR, trovi tutti i rimedi e le relative posologie sul sito.
      https://www.energyfoods.it/mutazione-mthfr/
      Ti ricordo che se la mutazione è di tipo omozigote, i rimedi vanno presi sempre, tutti i giorni tranne la domenica, per tre mesi con una sospensione di 20 giorni. Se invece hai la mutazione di tipo eterozigote, i rimedi vanno presi quattro volte l’anno in cicli di un mese. Un caro saluto

  31. ha commentato:

    Bello e esauriente e preciso! Grazie

    • ha commentato

      Grazie Piero del tuo feedback a nome dell’autrice dell’articolo e di tutto lo staff!. Un caro saluto

  32. ha commentato:

    Buongiorno,
    ho letto le info sul test genetico che proponete. Io però so già di avere la mutazione MTHFR e sarei quindi interessata solo a una parte del test. E’ possibile effettuarne solo una parte? Grazie mille

    • ha commentato

      Ciao Ilaria,
      l’accordo che abbiamo con il laboratorio che effettua l’analisi del test genetico, purtroppo non prevede screening parziale, ma dell’intero pacchetto ed è una filiera che è predisposta in modo automatico. Con il nostro test hai comunque la possibilità di testare entrambe le variabili possibili (omozigote, etrozigote)sia del gene C677T che del A1298C. Un caro saluto

  33. ha commentato:

    Salve! Ho scoperto recentemente di avere la mutazione mhtfr A1298C in omozigosi, io stessa ho pregato il medico di farmi fare il test, dato che dalle analisi risultava omocisteina molto alta. Ho inoltre iperinsulinemia ( per familiarità al diabete), soffro di stanchezza cronica, a periodi grave astenia, perdita di capelli, e, da molti anni, ansia con ripetuti episodi di attacchi di panico, tachicardia pressione alta e problemi gastrointastinali (reflusso). Insomma, una sequela di piccoli grandi disturbi che fino ad ora nessun medico consultato era mai riuscito ad inquadrare e comprendere… potete suggerirmi un protocollo da seguire? Preciso che da circa 7 anni seguo alimentazione vegetariana e a periodi vegana.

    • ha commentato

      Ciao Daniela,
      per la mutazione MTHFR segui le indicazioni che trovi nel protocollo allegato all’articolo e dato che hai la forma più importante, ti ricordo che i rimedi vanno presi tutti i giorni tranne la Domenica per tre mesi consecutivi, con una sospensione di 20 giorni e un nuovo cilco di tre mesi, seguito da un periodo di sospensione e così via per tutto l’anno. Per tutti gli altri disturbi moltissimo si può fare curando la propria alimentazione. Per scoprire e non incorrere nelle varie problematiche legate ad un regime vegetariano e per continuare a seguirlo in modo equilibrato, ti consiglio caldamente di entrare nel nuovo programma delle 8 settimane che tra il ricco materiale, prevede un intero modulo sul vegetarianesimo oltre a menù settimanali con un’equilibrata rotazione delle proteine. vegetali. Ti aspettiamo!

  34. ha commentato:

    buonasera a Voi.Mia figlia ha fatto il test MTHFR C677T Amplific.genetica PCR da cui e’ risultato presente in Eterozigosi; e A1298C in cui si evince
    Assente. …….7,6 mcmoli/l 4,0 15,0 . Non capisco nulla.Potreste spiegarmi cosa hanno trovato? Potra’ avere dei figli ?????

    Grazie mille e complimenti !!

    • ha commentato

      Ciao Marco,
      tua figlia non ha nulla di grave e preoccupante.E’risultata positiva alla mutazione del gene MTHFR nella variante C677, nella forma più lieve, in eterozigosi. In poche parole significa che l’organismo ha un problema a metilare, cioè a trasformare alcune sostanze di cui ne rimane carente. Una di queste è l’acido folico che non riesce a trasformare in acido folinico e metilfolato. Importante quindi che non assuma integratori che contengano acido folico. Potrà avere tranquillamente bambini. Dovrà solo seguire il protocollo citato nell’articolo facendo un ciclo di un mese quattro volte l’anno. Un caro saluto

  35. ha commentato:

    Salve Dottoressa,ho giã eseguito questo test in passato per una sospetta diagnosi di trombofilia,sono risultata eterozigote per la mutazione A1298C e omocisteina nei parametri standard.Continuo comunque ad avere tanti piccoli problemi di salute.Lei cosa mi suggerisce come integrazioni da apportare/alimentazione da seguire?
    La ringrazio vivamente

    • ha commentato

      Ciao Annalisa,
      La tua è una mutazione lieve e l’integrazione è quella spiegata nel protocollo, da fare cicli di 1 mese quattro volte l’anno. Gli integratori sono: B6 (piridossina), B12 (metilcobalamina), Metilfolato, Selenio, TMG (trimetilglicina). Per l’alimentazione, come proponiamo nel programma, iniziare con un periodo di Reset di 30 giorni per abbassare il livello d’infiammazione, origine di innumerovoli disturbi e problematiche, e rinforzare la digestione. Sospendere quindi: glutine, carboidrati, cereali anche integrali e senza glutine, zuccheri, legumi, latte e derivati compresi i formaggi, frutta, farine raffinate e lieviti, olii idrogenati. Via libera a proteine, tante verdure cotte in modo leggero e grassi sani(olio di cocco, olio Evo, ghi). Se desideri essere seguita non esitare ad entrare nel programmae a chiedere eventualmente di effettuare un percorso di tre mesi o una consulenza approfondita con un tutor. Un caro saluto

  36. ha commentato:

    Buonasera ! Ho letto con interesse l’articolo era molto chiaro e comprensibile! Ho scoperto 12 anni fa dopo un aborto spontaneo (la mia prima gravidanza) di avere L’ mthfr in omozigosi .poi sono subito rimasta incinta e ho fatto clexane 4000 e tutto è andato bene! Seconda gravidanza un altro aborto spontaneo sempre a 9 settimane in entrambi i casi ho fatto esame prodotto abortivo e si trattava di forme incompatibili con la vita non c’entrava l’mthfr comunque ., da quel momento non sono più riuscita a vivere una vita serena anche se tutti anche i medici mi hanno ripetuto che non basta avere la predisposizione ma ci vogliono i fattori ovvero colesterolo ecccc che io X ora non ho! Però si vive nella costante paura …. in famiglia ci sono stati caso di infarto al miocardio mio padre… i miei nonni!!! Insomma siamo ben messi e la paura mi fa sempre compagnia e mi impedisce di vivere bene! Cosa mi consiglia di fare qualche cura preventiva?Grazie mille

    • ha commentato

      Ciao Antonella,
      avere la mutazione MTHFR, non significa vivere nella paura. Il 40% della popolazione ce l’ha e come hai ben detto, si tratta di una predisposizione. Devi prenderla come una benidizione il fatto di aver scoperto di averla. La miglior cura resta sempre una sana alimentazione ed un sano stile di vita. Come scritto nel protocollo, puoi fare una cura preventiva a base di vitamine e prodotti totalmente naturali che ti elenco brevemente: Metilfolato, TMG (Trimetilglicina), Selenio, B12, B6. Puoi fare cicli di 3 mesi, sospendre per 20 giorni e ricominciare. Puoi testare periodicamente attraverso le analisi del sangue il valore dell’omocisteina. Puoi eventualmete integrare con dei superfoods antiossidanti che hanno un effetto preventivo sulle malattie cardiocircolatorie, a scelta tra bacche di goji, di aronia, mirilli neri, açai, baobab, maqui. Un caro saluto

  37. ha commentato:

    Ciao Francesca , ti leggo da tempo e devo dire che sei veramente una persona molto preparata, mi piacerebbe imparare molto da te chissà magari un giorno un nuovo corso di Energy trainer mi vedrà protagonista se mai ci sarà… vorrei chiederti un parere, da tempo, circa un anno ho valori di eosinofili progressivamente crescenti nel sangue, senza avere sintomatologia allergica ne innalzamento delle Ige, esami allergie tutti negativi e anche parapsicologico delle feci negativo (le due cause che di solito si escludono per prime ), ho una visita programmata da un ematologo ovviamente, ma vorrei chiederti secondo te potrebbe trattarsi di una mutazione del gene? o è pura follia la mia supposizione, grazie del tuo prezioso tempo, Irene

    • ha commentato

      Ciao Irene,
      gli eosinofili alti potrebbero essere segno di presenza di parassitosi intestinali. Sono però difficili da diagnosticare anche attraverso l’esame delle feci. Un modo molto attendibile è attraverso un esame kinesiologico. Scrivi a info@energytraining.it e se vuoi ti daremo tutte le istruzioni per metteri in contatto con un operatore di nostra fiducia. Per la Mutazione MTHFR, una spia è il valore dell’omocisteina alta che ti consiglio di far testare nelle analisi del sangue. Un caro saluto

  38. ha commentato:

    Ho richiesto il vostro protocollo completo per mutazione MTHFR, inoltre ho visto gli integratori da voi consigliati. Visto però che questa mutazione causa principalmente, oltre a problemi con l’omocisteina, anche una diminuita produzione di glutatione e di SAMe (S-Adenosil Metionina) e considerata anche l’importanza di queste due sostanze (antiossidanti, chelanti, ecc.) che molti assumono anche non avendo la suddetta mutazione, sarebbe possibile introdurre nel vostro protocollo anche glutatione e SAMe?? Quali sarebbero le dosi e la periodicità?? Ringrazio in anticipo per la risposta.

    • ha commentato

      Ciao Luca,
      sul nostro shop trovi per ora solo in glutatione da assumere per via rettale due volte a settimana seguendo le modalità descritte nella pagina dedicata al prodotto. La SAM è una sostanza molto delicata e per ora non l’abbiamo introdotta nel nostro catalogo e non sapremo aiutarti in merito alla posologia. In ogni modo i rimedi che consigliamo per la mutazione, sono più che sufficienti e a breve sarà disponibile anche lo zinco. Un caro saluto

      • ha commentato:

        Innanzitutto grazie per la risposta!
        Io, oltre a mutazione MTHFR, ho stress ossidativo alto, quindi vorrei procedere così (l’alimentazione la curo molto già da tempo, non fumo né bevo, ecc.):
        1) vostro kit con varie vitamine del gruppo B più trimetilglicina più selenio,
        2) glutatione come indicato nella pagina dedicata a questo prodotto,
        3) zinco

        Va bene così o posso aggiungere qualcosa, anche in considerazione del mio alto stress ossidativo??
        Vi saluto.

        • ha commentato

          Ciao Luca,
          dato che il glutatione puoi assumerlo non più di due volte a settimana, puoi integrare con dei superfoods come bacche di Goji, Açai, bacche di aronia, mirtilli, curcumina. Senza dimenticare grassi sani come ghi, olio di cocco, MCT Oil e minerali. Ovviamente puoi fare dei cicli, scegliere e alternare i vari prodotti. Un caro saluto

  39. ha commentato:

    Ho mutazione MTHFR ed avevo omocisteina a 30. Prendendo le sole vitamine del gruppo B in forma attiva, la mia omocisteina è scesa a 7. Ora però vedo che tra gli integratori per mutazione MTHFR proponete anche la trimetilglicina: nel mio caso, anche se omocisteina è scesa stabilmente a 7 con le sole vitamine gruppo B, mi consigliate di prendere anche la trimetilglicina, magari per migliorare qualche valore non visibile nelle analisi della sola omocisteina, oppure sono sufficienti le sole vitamine gruppo B?? Vi saluto.

    • ha commentato

      Ciao Raffaele,
      il protocollo completo prevede anche la trimetilglicina, il metilfolato, molto importante in quanto chi ha la mutazione non trasforma i folati, il selenio e la Vitamina B6 e B12. Questi in sinergia tra loro, garantiscono una buona prevenzione per cuore e problemi cardiaci. Se hai la mutazione nella forma omozigote, il consiglio è quello di seguire il protocollo completo con cicli di 3 mesi alternati ad un periodo di sospensione di 20 giorni. Se invece hai la mutazione nella forma eterozigote, più lieve, puoi fare cicli di un mese, quattro volte l’anno. In genere si è visto che vitamine e micronutrienti sono molto più efficaci se lavorano in sinergia. Un caro saluto

  40. ha commentato:

    Ciao,io ho le due mutazioni ambedue eterozigote.Se puoi farmi avere il protocollo completo te ne sarò molto grata.

    • ha commentato

      Ciao Rosalba,
      puoi scaricare il protocollo cliccando su questo link, lo trovi in fondo alla pagina, dopo la presentazione dei rimedi. Un caro saluto

      https://www.energyfoods.it/prodotto/kit-mutazione-mthfr/

      • ha commentato:

        Grazie mille….sai dirmi per quando saranno disponibili gli integratori?Al momento dice in arrivo ma non specifica i tempi….

        • ha commentato

          Ciao Rosalba,
          il kit Mutazione tornerà disponibile alla fine di questa settimana. Un caro saluto

  41. ha commentato:

    Sono interessata al protocollo. Ho entrambe le mutazioni eterozigote.

  42. ha commentato:

    Buongiorno,
    Ho la mutazione C677T eterozigote. Per diversi disturbi ero solita ricorrere al MSM, metilsulfunimetano. Ora mi chiedo se sia controindicato? Grazie. Cordiali saluti Piero

    • ha commentato

      Ciao Piero,
      no, non è controindicato. Puoi continuare a fare dei cicli se hai ancora sintomi, soprattutto dolori articolari. Un caro saluto

  43. ha commentato:

    Salve, io ho fatto il test ed il risultato è MTHFR C677T: genotipo omozigote mutante…. Fattori di coagulazione 5 mutazioni…cosa crede che debba fare???

    • ha commentato

      Ciao Annarita,
      con la mutazione del tipo Omozigote, devi fare cicli di 3 mesi con gli integratori indicati nel protocollo, assumendoli 6 giorni su 7 e facendo una pausa di 2o giorni ogni 3 mesi. Trovi gli integratori nello shop e puoi scaricare il protocollo in fondo alla pagina del kit. Ecco il link. Un caro saluto
      https://www.energyfoods.it/prodotto/kit-mutazione-mthfr/

  44. ha commentato:

    Buongiorno sono una donna di 45 anni, ho scoperto la mutazione in eterozigote nel 2006 a seguito di un aborto, una sindrome di heelp in gravidanza e x il 2 figlio seleparina e aspirinetta, la mia omocisteina in gravidanza è sempre stata bassa, poi non ho fatto più nulla, nessun medico mi ha detto di fare attenzione. Che consigli può darmi, la ringrazio.

    • ha commentato

      Ciao Simona,
      i consigli che possiamo darti sono quelli illustrati nell’articolo. Hai la mutazione nella forma più lieve e puoi applicare il protocollo facendo cicli di un mese quattro volte l’anno. Ti consigliamo di ripetere le analisi e controllare il valore dell’omocisteina e curare l’alimentazione. Un caro saluto

  45. ha commentato:

    Salve ,finalmente qualcuno spiega onestamente ,come prevenire e salvaguardare la nostra salute ,ho avuto molta fortuna di trovare persona come francesca ,anche se non la conosco personalmente ,di aver fatto quel test iniziale e sono entrata in quel inmenso di notizie ho trovato tante risposte sul problemi di salute .vuolevo chiederla se test genetico posso ordinare anche per il mio marito e i miei due figli.con quel prezzo.? E vuolevo dire a francesca di smettere mai ,perche cosi semplice ,sincera e meravigliosa ,spero di conoscerti presto.

    • ha commentato

      Ciao Magdalena,
      grazie per il tuo feedback da parte di Francesca. Per la tua domanda ti consiglio di scrivere al servizio clienti: info@energytraining.com .Ti risponderanno in brevissimo tempo. Un caro saluto

  46. ha commentato:

    Salve dr.ssa, ho scoperto da poco a dicembre 2017 che ho la mutazione MTHFR, il mio dr Endocrinologo Andrologo che mi é in cura, mi ha prescritto una dieta sana equilibrata con attività a fisica e d assumere solo Acido Follico, lei dr.ssa Francesca Forcella che cosa mi dice, va bene o no quello che devo fare oppure c’è qualcos’altro che manca???

    • ha commentato

      Ciao Edmilson,
      l’acido folico in caso di mutazione MTHFR è molto tossico perché il corpo non riesce a processarlo correttamente. Come specificato nell’articolo è vivamente raccomandato assumere il metilfolato al suo posto. Il protocollo prevede poi il selenio, le vitamine B 6 e B 12, la Trimetilglicina (TMG) e ovviamente un’alimentazione sana. Un caro saluto

  47. ha commentato:

    Salve facendo l esame del sangue è risultato la mutazione MTHFR c677t (omozigote) in piu ho anche i globuli rossi piu piccoli e poveri di emoglobina sto prendendo l acido folico e la vit b12 lei che dice ? La dose dell acido folico non dovrebbe essere superiore ai 400 mg ? E nel caso il supradyn si puo assumere? La ringrazio anticipatamente

    • ha commentato

      Ciao Katiuscia,
      la prima cosa che mi preme dirti, è di sostituire l’acido folico con il metilfolato. Il problema principale di chi ha la mutazione MTHFR, è proprio quello di non riuscire a metilare bene, l’organismo cioè non riesce a trasformare l’acido folico, nel passaggio successivo, cioè nel metilfolato. L’acido folico che resta non trasformato, diventa una sostanza potenzialmente tossica per l’organismo. Credo che l’acido folico sia inoltre presente nel Supradyn come in molti integratori multivitaminici che contengono anche zuccheri aggiunti. Segui bene il protocollo con gli integratori indicati nell’articolo e se ancora hai dubbi non esitare a riscriverci. Un caro saluto

  48. ha commentato:

    Mi é stata diagnosticata una mutazione in eterozigosi MTHFR A1298C.
    Mi consiglia cosa fare.
    Grazie

    • ha commentato

      Ciao Alessandra,
      hai la forma lieve della mutazione e ti consiglio di seguire il protocollo che trovi nell’articolo, quattro volte l’anno con cicli di un mese ciascuno in cui assumi i rimedi sei giorni su sette. Un’accortezza che devi avere è quella di non assumere acido folico, sostanza che spessissimo si trova negli integratori multivitaminici, in quanto l’organismo di chi ha la mutazione non riesce a trasformarla e diventa così tossica. Un caro saluto

  49. ha commentato:

    Buonasera, Ho finalmente trovato Voi! Spiegazione e dialogo ben degni di interesse e di lode.
    La mia problematica è complessa, nell’agosto 2013 ho ricevuto l’esito di esami genetici…; soltanto oggi ho capito quanto sono importanti la mutazione MTHFR – C677T e MTHFR – A1298C (ho le due mutazioni in eterozigote) e come si correlano con le mie condizioni di salute (allergia all’acido benzoico e ai metalli quali cromo e cobalto, Problemi gastrointestinali e sensibilità al glutine, lieve forma di asma, cisti e noduli tiroidei, la ridotta capacità di disintossicazione, che è anche il risultato del GSTM1 genotipo nullo…)…beh! i miei genitori mi hanno “confezionato” in modo che non mi mancasse nulla… La mia domanda: quali integratori assumere e quali i tempi, giacché mancano il glutatione, la vit. D, carenza di zinco…

    • ha commentato

      Ciao Carmela,
      benvenuta sul blog! Trovi tutte le informazioni nel PDF che trovi e puoi scaricare qui:
      https://www.energyfoods.it/prodotto/kit-mutazione-mthfr/
      Gli integratori li assumi tutti i giorni tranne la domenica, per tre mesi con una sospensione di venti giorni e poi ricominci per altri tre mesi. Affianca un’alimentazione a basso impatto glicemico e a basso contenuto di carboidrati, priva di glutine e ricca di grassi sani, verdure cotte in modo leggero e proteine. Un caro saluto

  50. ha commentato:

    Ciao, io ho la mutazione C677T e omocisteina a 43.
    Il dottore mi ha prescritto la Folina per 60 gg e una visita in ematologia da fare entro 30 gg.

    Mi è utile questo farmaco ? Può l ematologo decidere una cura diversa??

    Cosa dovrei e non mangiare??

    Grazie

    • ha commentato

      Ciao Jennifer,
      la Folina altro non è che acido folico, la forma che chi ha la mutazione non riesce a metabolizzare e crea un accumulo di tossine. Per questo nel protocollo è consigliato il metilfolato, la forma di acido folico già trasformato. Per abbassare l’omocisteina puoi affiancare al metilfolato, la vitamina B6 e B12. Non c’è una dieta specifica per la mutazione se non quella di seguire un’alimentazione sana, il più possibile naturale, con cibi privi di conservanti per non incamerare ulteriori tossine. Un caro saluto

  51. ha commentato:

    Buongiorno , ho scoperto che ho, in stato eterozigote , una mutazione C677T del gene MTHFR , invece è assente in A1298C , sono un po’ preoccupato cosa dovrei fare ?
    L’ho scoperto solo adesso al ritiro del referto e lunedì andrò dal medico .
    Mi devo preoccupare ?

    • ha commentato

      Ciao Davide,
      non c’è nulla di cui ti devi preoccupare: il 40% degli italiani ha questo tipo di mutazione. La forma eterozigote è considerata più lieve rispetto all’omozigote e quindi devi seguire il protocollo che trovi in fondo all’articolo, facendo cicli di un mese quattro volte l’anno. Devi solo esserne consapevole e dare una mano all’organismo a depurarsi al meglio affiancando una dieta salutare e tenendo d’occhio i valori dell’omocisteina che se alta ci predispone a malattie cardiache. Ultima raccomandazione: evita di assumere acido folico, spesso presente negli integratori multivitaminici. Un caro saluto

  52. ha commentato:

    Approfitto di quanto ho letto per chiedere gentilmente dei consigli:
    Sono un uomo di 75 anni. Circa un anno fa, ho cominciato ad avere dei dolori ai polpacci…dopo diversi esami clinici mi è stato diagnosticato uno stato iniziale di PARKINSONISMO; il neurologo mi ha prescritto ulteriori analisi tra le quali:
    MTHFR…….Risultato mutato C667T eterozigosi,
    Folati……….4,1
    Vitamina B12…..nella norma
    Omocisteina……..leggermente alta.
    Come terapia mi è stato prescritto l’acido folico 5mg capsule.
    Segnalo che da anni ho problemi intestinali, mai risolti, nonostante abbia fatto 2 colonscopia nel giro di due anni.
    CHIEDO:
    Quali medicine mi consigliate?
    Per quanto riguarda la dieta mi attengo da anni + o– a quanto suggerite voi.
    Mille grazie

    • ha commentato

      Ciao Osvaldo,

      benvenuto sul blog.

      Non siamo medici quindi non possiamo consigliarti medicinali.
      Quello che però possiamo dirti è che in presenza della mutazione MTHFR il tuo corpo non è in grado di metilare, cioè di traformare l’acido folico quindi se assumi acido folico questo non viene assimilato ma anzi finisce per intossicarti.
      In questo caso dovresti assumere il metilfolato che è l’acido folico già trasformato e che puoi trovare in vendita anche nel nostro shop a questo link: https://www.energyfoods.it/prodotto/energy-metilfolato/.

      Il mio consiglio è di contattare il nostro Servizio Clienti all’indirizzo info@energytraining.it e di farti inviare il protocollo completo per la mutazione.
      Inoltre i tuoi problemi intestinali, la diagnosi di Parkinsonismo e i dolori ricorrenti che hai potrebbero richiedere che tu adotti la dieta dei carboidrati specifici che puoi scaricare dal nostro sito a questo link: http://www.energytraining.it/dieta-carboidrati-specifici-scd/

      Un cordiale saluto.

  53. ha commentato:

    Ho scoperto di avere la mutazione mthfr 677 in omozigosi. Perché è ritenuta più grave rispetto a quella eterozigosi? Come può incidere su un eventuale instaurarsi di una gravidanza?

    • ha commentato

      Ciao Sara,
      la mutazione del gene MTHFR nella forma omozigosi è più importante perché significa che entrambi gli alleli che formano la coppia sono mutati e che quindi l’attività dell’enzima preposto alla disintossicazione e alla trasformazione di certe sostanze è scarsa. In presenza di eterozigosi, invece l’attività dell’enzima è solo ridotta in quanto solo un allele è mutato, mentre l’altro no. In previsione di una gravidanza è fondamentale che tu non assuma acido folico, ma la forma già trasformata, il metilfolato. Ti consiglio di iniziare il protocollo assumendo gli integratori e contemporaneamente seguire una dieta sana a basso contenuto di carboidrati e ricca di verdure cotte, proteine e grassi sani. Trovi ulteriori indicazioni su come supplementare qui:
      https://www.energyfoods.it/categoria-prodotto/esigenze/esigenze-1/vivere-in-salute/salute-dei-bimbi-gravidanza-e-allattamento/ Un caro saluto

  54. ha commentato:

    Salve, io ho 29 anni e assumo ormai da anni integratori quali INOFOLIC bustine e Betotal compresse. Ho MICROADENOMA IFOFISI E MTHFR A1298C in eterozigosi a livello dell’ esone 7 del gene MTHFR. ATTUALMEMTE SONO ALLA 21 SETTIMANA DI GRAVIDANZA e assumo regolarmente i su indicati integratori e mezza cardioaspirina ogni giorno su indicazione del ginecologo che mi tiene in cuta dal 2004.Vorrei sapere se, secondo lei, gli integratori che assumo sono da sostituire o sospendere per il rischio da lei indicato nell’ articolo…anche perché assumo gli stessi da quando mi è stata diagnosticata la mutazione nel giugno del 2009 a seguito dell’ esame di mutazione del gene.

    • ha commentato

      Ciao Antonella,

      benvenuta sul blog.
      Non siamo medici quindi non possiamo darti consigli in merito ai medicinali che prendi.

      Riguardo però all’integratore di acido folico avendo tu la mutazione non sei in grado di trasformare l’acido folico che quindi non viene assimilato e si trasforma in tossine.
      Si tratta di un problema conseguente alla mutazione di cui spesso i medici non sono a conoscenza.

      La cosa migliore è sostituire l’acido folico con il metilfolato, che è l’acido folico già trasformato e immediatamente assimilabile.
      Lo trovi in vendita anche nel nostro shop a questo indirizzo https://www.energyfoods.it/prodotto/energy-metilfolato/

      Per approfondire ulteriormente ti consiglio di scrivere a info@energytraining.it e farti inviare il protocollo completo della mutazione.
      Tanti auguri da tutti noi per la tua gravidanza.

      Un cordiale saluto.

  55. ha commentato:

    Salve, vi scrivo perché mi é capitato di leggere un articolo in cui spiegavano che ci sono dei segni sul corpo che indicano una mutazione mthf. Tra questi segni c’erano: una fossetta all’altezza dell’osso sacro, sopra l’ano ed un ombra bluastra sulla curva del naso, tra gl’occhi.
    Ho descritto solo questi due segni perché ho una bimba di 7 mesi proprio con questi.
    Potreste chiarire le mie preoccupazioni e darmi maggiori info a riguardo, vorrei sapere se questi segni sono effettivamente legati alla presenza di mutazione genetica e se si (ma spero tanto di no), che rischi ci sono, cosa comporta tale mutazione e che precauzioni posso prendere.
    Vi sarei davvero grata se riusciste a rispondermi. Grazie.

    • ha commentato

      Ciao Sonia,

      benvenuta sul blog.
      Non ci risulta che ci siano segni esterni che si manifestano sul corpo come conseguenza della mutazione.
      La cosa migliore che puoi fare per tranquillizzarti e sapere come procedere è far fare il test genetico alla tua bambina.
      Il test è molto semplice, si può fare a casa (solo un tampone da strofinare in bocca) ed è quindi adatto anche per i più piccoli.

      Puoi richiedere il test andando a questo link: http://www.energytraining.it/testgenetico/
      Per saperne di più sulla mutazione ti consiglio di leggere questo articolo: https://www.energytraining.it/mutazione-mthfr/
      Inoltre può esserti molto utile farti mandare il protocollo da seguire in caso di mutazione scrivendo all’indirizzo info@energytraining.it

      Un cordiale saluto.

  56. ha commentato:

    Buongiorno, sono una donna di 50 anni e ho la mutazione C677T eterozigote, i miei livelli di omocisteina oscillano tra la normalità e i 18. Assumo un complesso di vitamine B, tra cui l’acido folico, consigliato dal genetista e che scopro dal vostro articolo non essere adatto. Ma quanto ai folati, i miei esami sono regolari… non dovrebbero esssere a questo punto più alti? Ho invece una carenza di B12 (ma sono anche vegetariana…) e nel complesso compare in forma di cianocobalamina e non di metilcobalamina e di vit. D, che pure assumo. Mio padre è morto di infarto, ma era molto tempo fa e non saprei se vi è una correlazione, anche se si può presumere. Mi sono sottoposta ad altri esami per la necessità – ho l’adenomiosi – di assumere la pillola, e non mi hanno segnalato altri problemi che impedissero la terapia, peraltro necessaria, tranne appunto l’attenzione ai valori di omocisteina.
    La mia domanda, a parte quella sui folati, è legata ai sintomi: sono emicranica da sempre, ho scoperto di essere fibromialgica da vari anni e, come scritto, di avere l’adenomiosi. Ho letto che questi problemi possono essere legati alla mutazione, ma non quella del C677T, bensì del 1298C, che fortunatamente non ho. Cosa ne pensate? Avete qualche ricerca da leggere – anche in inglese – da segnalarmi? Grazie anticipatamente della risposta.

    • ha commentato

      Ciao Antonella, benvenuta sul blog!
      La mutazione MTHFR è ereditaria e visto il caso di tuo padre, ti consiglio di seguire il protocollo proposto nell’articolo e di sostituire al più presto l’acido folico con il metilfolato. L’organismo, in caso di mutazione anche lieve come la tua, fa fatica a trasformare interamente l’acido folico che si trasforma in tossine. Dato che sei vegetariana, ti consiglio di fare cicli più lunghi di vitamina B6 e B12. Gli altri tuoi sintomi sono tutti riconducibili ad un eccesso d’infiammazione nel corpo: organi riproduttivi, cervello, muscoli, articolazioni che di certo puoi alleviare curando meglio l’alimentazione eliminando tutti gli alimenti che favoriscono l’infiammazione. In particolare: glutine, caffè, cioccolata, pomodori. Attenta anche ai semi oleosi e ai legumi. Nel Metodo Energy Training trovi tutte le indicazioni e consigli per seguire il regime vegetariano senza andare in carenza, in modo equilibrato. Nel frattempo ti segnalo un articolo sulle cause e come curare l’emicrania a tavola. Un caro saluto https://www.energytraining.it/mal-di-testa-errata-alimentazione/

  57. ha commentato:

    Buonasera anch’io mutazione genetica eterozigote , da ciò che ho inteso sarei soggetta a trombi e varie ma perchè il medico anestesista mi ha sconsigliato la locale x un intervento semplice alla mano , dicendo che sono a rischio di emorragie riguardo la mutazione e che quindi dovrà farmi la totale ? Dovrebbe essere il contrario………Simonetta

    • ha commentato

      Ciao Simonetta,
      non sta a noi contraddire il parere di un medico. Gli studi che abbiamo condotto sulla Mutazione MTHFR non ci portano a dedurne un rischio così grave. Il nostro consiglio è quello di rivolgerti e ascoltare il parere di un altro medico. Un caro saluto

  58. ha commentato:

    Salve, ho letto l’articolo e vorrei un chiarimento: a seguito di controlli fatti, sono risultati alti valori di omocisteina. Fatto il test per la ricerca della mutazione genetica MTHFR risulta una mutazione eterozigote. Per riequilibrare i valori di omocisteina, mi è stato prescritto PREFOLIC 15, quindi acido folico, che assumo regolarmente. Indubbiamente i valori di omocisteina sono quasi rientrati. Dall’articolo che ho letto, mi è sembrato di capire che assumente acido folico, con problemi di mutazione genetica, è assolutamente controindicato. La domanda è: ho capito male oppure la terapia che sto facendo è errata? Attendo, fiduciosa, maggiori delucidazioni. Grazie mille. Adele

    • ha commentato

      Ciao Adele,
      chi ha la mutazione non riesce a trasformare l’acido folico in metilfolato e va da sé che assumere acido folico non fa altro che accumulare tossine nel corpo ed essere carente di folati. La tua considerazione è esatta, ma è sufficiente integrare direttamente con il metilfolato, che altro non è che acido folico già trasformato. Un caro saluto

  59. ha commentato:

    Salve, ho scoperto solo da poco di avere MTHFR (C677T) omozigote, in modo casuale, durante una serie di analisi per un intervento bariatrico che dovrò fare, ma nessuno mi aveva informato di quanto fosse grave la presenza di questa mutazione genetica…
    Vorrei veramente il vostro aiuto e supporto.
    Sempre in previsione del suddetto intervento, mi è stata prescritta Folina 5 mg. perchè mi hanno detto che ne sono carente….Da quanto ho letto, se ho ben capito non devo assolutamente prendere acido folico, Folina è la stessa cosa? Scusate la mia ignoranza…
    Vi prego fatemi sapere qualche cosa quanto prima.

    Grazie, Cinzia Pellegrini.

    • ha commentato

      Ciao Cinzia,
      Folina è acido folico e puoi sostituirlo con il Metilfolato. Stai tranquilla, la mutazione non è una malattia grave, io stessa ce l’ho. Per sopperire alla ridotta capacità dell’organismo di liberarsi dalle tossine, è sufficiente seguire il protocollo a base di vitamine e integratori naturali e seguire un’alimentazione il più possibile sana. Considerati invece fortunata di averla scoperta e non ti allarmare eccessivamente. Un caro saluto

  60. ha commentato:

    Il test individua anche allergie al nichel (sono risultata allergica anni fa ) e allergie a vari alimenti? E la cura da seguire eventualmente sarebbe prescritta considerando anche la suddetta intolleranza?

    • ha commentato

      Ciao Daniela,
      ho inserito la tua domanda nella risposta precedente. Un caro saluto

  61. ha commentato:

    Buongiorno.
    Ho 53 anni e sono in menopausa. Soffro di allergia al nichel e quindi ultimamente, sentendomi di nuovo intossicata, ho iniziato una dieta di eliminazione totale del nichel. Non vedo però risultati, sia per quanto riguarda il peso sia per quanto riguarda la stanchezza. Ho eliminato anche tutti gli integratori per paura che potessero compromettere la dieta nichel free. Il test genetico potrebbe essere utile alla mia situazione? Un eventuale protocollo alimentare da adottare terrebbe con della mia allergia? Nel test genetico si prendono in considerazione solo quattro gruppi alimentari: il caffè, l’alcool, il lattosio e il glutine.
    Vi ringrazio fin d’ora per la disponibilità.
    Daniela

    • ha commentato

      Ciao Daniela,
      paradossalmente, responsabile della tua allergia non è il nichel, ma il sistema immunitario che reagisce in maniera eccessiva a questa sostanza generalmente innocua per il nostro organismo. Dato che il sistema immunitario ha sede per la maggior parte nell’intestino, è da lì che occorre cominciare, con un periodo di Reset in cui si eliminano determinate categorie di cibi (non solo quelli che contengono nichel) responsabili di un intestino infiammato ed un sistema di difesa debole. Il nostro test genetico non prende in considerazione il nichel che in realtà è un falso problema, ma altri importanti parametri che ti permetteranno di intervenire in modo più mirato. Importante sapere se hai la mutazione MTHFR probabile causa di allergie e, per un piano alimentare su misura, com’è il tuo rapporto con i grassi e i carboidrati. Interessante capire la capacità dell’organismo di disintossicarsi e di annientare i radicali liberi. In conclusione ti consiglio sia di fare il test genetico, sia di entrare nel programma ed iniziare un percorso profondo di disintossicazione. Un caro saluto https://www.energytraining.it/presentazione/

      • ha commentato:

        La ringrazio per la risposta. Farò sicuramente il test ma in attesa dei tempi necessari quali integratori mi consiglia di assumere? Per alcuni periodi ho usato MSM, ZYM e FLORA. Al momento non sto prendendo nulla ma non va per niente bene.
        Grazie d i nuovo,

        Daniela

        • ha commentato

          Ciao Daniela,
          più che integratori ti consiglio di sospendere tutti i cibi che contengono glutine e cereali, latticini, vino, cioccolata, legumi e di seguire un’alimentazione a base di proteine animali e vegetali e verdure cotte in modo leggero con aggiunta di grassi sani come olio di cocco e ghi. ZYM e FLORA puoi ripetere un ciclo di tre mesi. Un caro saluto

          • ha commentato:

            Grazie mille.
            Daniela

  62. ha commentato:

    Ciao
    Ho fatto i test genetici
    Ho fattore mthfr c677t variante in omozigosi

    Cosa devo integrare ?
    OVVIAMENTE ho fatto il test avendo omocisteina a 44 !!!

    Mi è stato consigliato di prendere omocystein di Officine Naturali ( Biogroup)
    E sterol stop della Erbavita
    Ma ho letto pure che tu dici di nn prendere acido folico … mi spieghi X cortesia ??

    • ha commentato

      Ciao Marco,

      benvenuto sul blog.

      Per quanto riguarda l’integrazione puoi scrivere al servizio clienti all’indirizzo info@energytraining.it e farti inviare il protocollo mutazione dove trovi spiegato tutto quello che ti serve sapere o in alternativa lo puoi scaricare a questo indirizzo sullo shopo Energy Foods.

      La presenza della mutazione MTHFR comporta l’incapacità dell’organismo di metilare cioè di trasformare l’acido folico quindi se lo assumi questo si trasforma in un veleno per te, ecco perché noi lo sconsigliamo.
      Quello che devi fare è assumere metilfolato che è acido folico nella sua forma già trasformata.

      Per saperne di più leggi questo articolo dedicato alla mutazione

      Un cordiale saluto.

  63. ha commentato:

    Buonasera, ho ritirato gli esami di mia figlia, 17 anni, che le sono stati prescritti in ottica di assunzione pillola a causa di ovaie micropolicistiche. Tra questi MTHFR – variante C677T – presenta un allele mutato e uno normale (genotipo eterozigote)- Omocisteina nella norma – Ferritina sotto la norma 6 (10-200).
    Momentaneamente le è stato dato un integratore, Sinopol forte, che contiene Acido α-Lipoico, Mioinositolo e Acido Folico. Poichè il vostro forum è chiaro ed interessante, chiedo cortesemente un consiglio. Grazie

    • ha commentato

      Ciao Laura,
      la mutazione è nella forma più leggera,ma come avrai letto nell’articolo e nel protocollo, sarebbe comunque un errore somministrare l’acido folico. Meglio optare per il Metilfolato che altro non è che acido folico già trasformato. Se l’omocisteina è nella norma non occorre supplementare con vitamina B6 e B12 che può assumere direttamente dagli alimenti. La ferritina bassa è indice di difficoltà da parte dell’intestino ad assimilare il ferro dal cibo che mangia. Più che integratori, che non vengono assimilati, molto si può fare con l’alimentazione. Ti segnalo un articolo- testimonianza che potrebbe darti buoni spunti. Un caro saluto https://www.energytraining.it/ferro/

  64. ha commentato:

    Vorrei maggiori info

    • ha commentato

      Ciao Marina,

      benvenuta sul blog.
      Puoi scrivere al Servizio Clienti all’indirizzo info@energytraining.it e farti mandare il protocollo mutazione.

      Un cordiale saluto.

  65. ha commentato:

    Salve io ho omozigosi del genotipo wild per c 677t/mthfr e eterozigosi del poliformismo a1298/mthfr u……ho letto che con delle vitamine ed evitando l acido folico si può avere dei risultati sul gene…..quindi basta prendere vitamina b12 e b 6 ? Grazie

    • ha commentato

      Ciao Rita,
      all’interno dell’articolo trovi il protocollo specifico che riassumo qui. Mi preme però dirti che non si avranno in ogni caso modifiche sul gene, la cui natura è irreversibile, ma possiamo solo intervenire aiutando l’organismo a depurarsi meglio e a far fronte alle carenze. E’ consigliabile assumere: Vitamina B6, Vitamina B12, Metilfolato, Trimetilglicina, Zinco, Selenio. Nel tuo caso puoi fare cicli continuativi di 3 mesi con un intervallo di 20 giorni tra un ciclo e l’altro. I rimedi vanno presi 6 giorni su 7. Un caro saluto

  66. ha commentato:

    Salve. Io ho entrambe le mutazioni (677 e 1298) in eterozigosi. Il protocollo è lo stesso della sola 677 in eterozigosi?

    • ha commentato

      Ciao Cristina,
      due mutazioni in eterozigosi, equivalgono ad una in omozigosi, quindi devi seguire il protocollo completo con cicli continuativi di 3 mesi (6 giorni su 7) con una sospensione di 20 giorni. Un caro saluto

  67. ha commentato:

    Salve sono in attesa alla 14 settimana e ho appena scoperto la positività del mthfr 1 omozigote. Il ginecologo mi ha prescritto solo prefolic 15. É sufficiente come terapia?

    • ha commentato

      Ciao Milu,
      il prodotto che ti ha prescritto il ginecologo va bene dato che si tratta di metilfolato, la forma di acido folico già trasformato. Potresti aggiungere la Vitamina B6 e la Vitamina B12 e seguire una dieta a basso contenuto di zuccheri, preferisci cereali senza glutine, grassi sani, verdure cotte in modo leggero e proteine di buona qualità. Ti auguro una meravigliosa gravidanza.

  68. ha commentato:

    Da che dottore specialista si deve andare se si ha il gene?

    • ha commentato

      Ciao Cristina,
      purtroppo non esiste uno specialista sulla mutazione MTHFR. Quanto scritto nel protocollo e nell’articolo è frutto della sintesi delle ricerche di Francesca e del nostro team, attingendo da fonti e studi soprattutto in lingua inglese. Se vuoi approfondire ulteriormente trovi tanto materiale online o rivolgiti ad un esperto in genetica. Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico